Auricoloterapia: smettere di fumare, controllo fame nervosa, cura mal di testa cronico, insonnia

L’ auricoloterapia utilizza dei piccoli aghi applicati a punti strategici delle orecchie per contrastare i dolori acuti, per allentare le tensioni da stress, per smettere di fumare, per tenere sotto controllo la fame nervosa. L’ auricoloterapia è utile contro ogni tipo di dolore, anche per le donne soggette a forti disturbi durante il ciclo mestruale, per chi soffre di mal di testa cronico, problemi digestivi, insonnia.

L’ auricoloterapia è una tecnica antica a cui ricorrevano gli antichi Egizi e che secondo Ippocrate, padre della medicina moderna, veniva utilizzata anche dagli Sciiti per curare l’ artrosi dell’ anca. Ma a trasformare questa disciplina in una vera e propria terapia medica riconosciuta dall’ Organizzazione Mondiale della Sanità e praticata in tutto il mondo, è stato il dottor Paul Nogier negli anni Cinquanta. Secondo il dottor Paul Nogier, l’ orecchio riproduce in scala ridotta il corpo, e le corrispondenze tra organi e punti dell’ orecchio si leggono immaginando il padiglione auricolare come un feto a testa in giù. Ecco come sono divise le zone da trattare:

  • l’ elice è la grande curva che racchiude il padiglione dell’ orecchio per poi finire nel lobo; sull’ elice o subito sotto si trovano i punti legati ai problemi articolari (mani, caviglie, ginocchia);
  • l’ antielice rappresenta la colonna vertebrale e racchiude le zone degli organi interni come intestino e apparato digerente;
  • il trago è l’ escrescenza verso il viso; tra i vari punti cerebrali contiene guello di controllo della fame.

Le sedute di auricoloterapia

L’ auricoloterapia fa parte delle riflessoterapie: l’ idea è che certe parti del nostro corpo rispecchiano in miniatura l’ intero organismo. Come nella riflessologia plantare dei piedi, i punti energetici possono essere stimolati in vari modi per riportare equilibrio. Il vantaggio e la particolarità dell’ auricoloterapia è che l’ orecchio, trovandosi anatomicamente così vicino al cervello, è collegato al sistema nervoso: il padiglione auricolare capta i segnali e li trasmette direttamente al corpo con estrema efficacia.

Esistono diversi sistemi per stimolare i punti di auricoloterapia, ma il principale è quello con aghi più piccoli e sottili di quelli usati per l’ agopuntura. Dopo la diagnosi, effettuata ricercando i punti più sensibili, il medico inserisce 3-5 aghi e li lascia in posa per un quarto d’ ora circa. Di solito si punge l’ orecchio destro per i destrimani e il sinistro per i sinistrorsi, ma l’ esperto può anche decidere se è il caso di trattare entrambe le orecchie e se associare altri punti sul resto del corpo e trattarli con l’ agopuntura classica. Oltre a questo metodo, che prevede un paio di sedute la settimana, gli auricoloterapeuti ricorrono anche agli aghi fissi: sono microscopici, vengono fissati con un cerottino e lasciati nel punto per qualche giorno, non danno nessun fastidio e quando finisce l’ effetto si staccano da soli.

Cura di dolore cronico, mal di testa, disturbi mestruali, problemi digestivi, insonnia

Nel caso di dolore acuto, traumi da caduta, periartriti e blocchi articolari l’ azione è data dagli effetti analgesici e antinfiammatori dell’ auricoloterapia, sfruttati anche per le anestesie nel parto e dal dentista. Di solito bastano 1-2 sedute di un quarto d’ ora per far scompanre quasi istantaneamente i fastidi. Ne occorrono invece di più contro i dolori cronici dovuti a cefalee (mal di testa), disturbi mestruali, problemi digestivi, insonnia.

Smettere di fumare e controllare la fame nervosa

Il secondo campo d’ azione dell’ auricoloterapia è quello della disassuefazione dalle dipendenze (fumo, cibo o alcol). In questi casi si usano in genere gli aghi fissi: aiutano a controllare le crisi e il medico può decidere di rinnovarli di settimana in settimana. Mentre contro i casi più difficili (per esempio, forti problemi di droga), si ricorre all’ Acudetox: un programma di disintossicazione creato diversi anni fa e ampiamente collaudato.

La cromoterapia auricolare

È un’ applcazione particolare di questa disciplina, che ricorre alle frequenze dei colori per stimolare i punti collegati alle emozioni. Paura, rabbia, tristezza hanno infatti una corrispondenza a livello dell’ orecchio. Applicando diverse sfumature con una speciale penna a luce led si allentano le tensioni emotive e si ottiene un rilassamento dei muscoli corrispondenti. Sulla base di questo metodo il dottor Osvaldo Sponzilli ha creato l’ auricoloterapia psicosomatica: una tecnica che combina la stimolazione dei punti con i colori a un particolare tipo di respirazione per sciogliere i blocchi emotivi.

I medici di auricoloterapia in Italia

Contro i dolori acuti, oppure per smettere di fumare o tenere sotto controllo la fame è bene rivolgerti ad un medico esperto di auricoloterapia (non tutti gli agopuntori lo sono). Sul sito www.auricoloterapia.info si trova un elenco regione per regione, trovate la lista a questo link:
www.auricoloterapia.info/i_medici





2 risposte

  1. cocozza48 scrive:

    Salve a tutti, ho smesso di fumare dopo 45 anni mediante auricoloterapia. Il medico al quale mi sono rivolto mi ha spiegato che ha apposto gli aghi, 3 per ogni orecchio per la durata di due ore, nei punti per la produzione delle endorfine. Fatto sta che tornando a casa non ho più sentito il bisogno di fumare. Sono trascorsi da allora ben 5 mesi.

  2. giovanni nani scrive:

    questa tecnica dell’ auricoloterapia per smettere di fumare non la conoscevo. grazie ciao

Website is Protected by WordPress Protection from eDarpan.com.

Benvenuto sul Blog! Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione con cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, accetti il servizio e gli stessi cookie. Migliora la tua esperienza, trova quello che cerchi e... buona navigazione!