Benefici dell’ arancia: meglio spremuta o il frutto intero?

Si pensa che mangiare un’arancia di sera prima di dormire sia difficile da digerire. Ma è proprio così?
Il detto popolare sul frutto dell’arancia recita: “oro al mattino, argento dopo pranzo, piombo alla sera“.
E’ infatti una credenza diffusa dura a morire quella che imputa alle arance una virtù che nel corso della giornata si trasforma da positiva a negativa. Ma questa credenza popolare non trova alcun fondamento scientifico.
Il consumo di frutta ricca in vitamina C, come l’arancia, è un toccasana per l’organismo a qualunque ora del giorno.
proprietà arancia benefici
Ecco la verità sull’arancia: la regina dell’inverno!

Arancia: benefici e proprietà nutrizionali

L’arancia è un frutto ricco di preziosi nutrienti e, stando alle più recenti ricerche scientifiche, è uno dei più validi alleati della nostra salute.
L’arancia è infatti la regina degli agrumi: è un vero e proprio concentrato di vitamina C, fondamentale soprattutto in inverno perché aiuta ad evitare i classici malanni di stagione. Ogni frutto dell’arancia contiene circa 60 milligrammi di vitamina C, in pratica quasi il fabbisogno giornaliero che ci serve.

Inoltre nell’arancia sono presenti buone quantità di vitamina A, vitamina B1, vitamina B2 e niacina (chiamata vitamina PP).
Mangiare un’arancia al giorno, quando è stagione, assicura anche una quantità soddisfacente di principi antiossidanti: le arance sono infatti ricche di composti fenolici che, stando a numerose ricerche di laboratorio e cliniche, svolgono un importante ruolo protettivo e di prevenzione nei confronti di molte malattie.

Da non sottovalutare infine il patrimonio di minerali contenuti nelle arance: calcio, selenio, potassio, magnesio, fosforo, bromo, zinco, rame, ferro, zolfo e sodio. I sali minerali sono fondamentali ad ogni età e soprattutto quando comincia la stagione invernale.

Arance: meglio intere o spremute?

C’è chi preferisce sbucciare l’arancia per gustarla spicchio dopo spicchio e chi invece è solito deliziare il palato con una fresca e succosa spremuta di arance. Qual’è la scelta migliore?
Il contenuto in sali minerali non cambia. Le uniche differenze riguardano la vitamina C e le fibre.


La vitamina C è estremamente instabile: a contatto con l’ossigeno dell’aria e a causa del calore che si sprigiona durante la spremitura dell’arancia, viene facilmente distrutta. Anche bevendola appena pronta, in una spremuta di arancia si trova circa un quarto di vitamina C contenuta nel frutto intero.
Per quanto riguarda le fibre, la maggior parte di esse sono contenute nella pelle che riveste i singoli spicchi dell’arancia: spremendo il frutto, le fibre vengono gettate via.

Se vuoi fare il carico di vitamina C e di fibre, è quindi meglio mangiare l’arancia sbucciata intera invece di bere la spremuta.





Website is Protected by WordPress Protection from eDarpan.com.

Benvenuto sul Blog! Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione con cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, accetti il servizio e gli stessi cookie. Migliora la tua esperienza, trova quello che cerchi e... buona navigazione!