Caratteristiche neo sospetto da togliere

Oggi i melanomi, i tumori della pelle, sono sempre più frequenti.
Quando bisogna preoccuparsi per un neo sospetto?

come-riconoscere-i-nei-pericolosi
I nei sono cellule di varia natura (melanociti, vascolari, sebacee) che si raggruppano in alcune aree della pelle. Il risultato è una macchia di colore scuro dovuta al fatto che in quel punto le cellule sono più concentrate.
Non tutti i nei della pelle sono pericolosi allo stesso modo: vanno tenuti sotto osservazione e controllo soprattutto i nei atipici perché si possono trasformare in senso tumorale, dando cioè origine ad un melanoma.
Devono stare attente in particolare le persone con la pelle molto chiara e coloro che hanno familiari che sono stati colpiti da melanoma.

Se ci sono cambiamenti di colore, forma o dimensioni del neo, se improvvisamente provoca prurito oppure se sanguina spontaneamente, allora è bene andare dal dermatologo per analizzare il neo sospetto.
Lo specialista esegue prima un’analisi della persona, per verificare che tipo di pelle ha, se in famiglia esistono casi di melanoma. Poi analizza le caratteristiche del neo sospetto osservando attentamente il colore, la forma, i bordi.

Neo sospetto da togliere

Se c’è qualche cosa che non va, il dermatologo passa all’ epiluminescenza: una tecnica non invasiva che mette in evidenza strutture del neo non visibili a occhio nudo, come la presenza di aree in cui la melanina si concentra in modo anomalo.

Se il sospetto rimane anche con l’epiluminescenza, si rimuove il neo con il bisturi. L’ intervento chirurgico è rapido, si può fare anche nell’ ambulatorio con una piccola anestesia locale, e dopo un paio di settimane si possono togliere i punti e le medicazioni.

L’ unica vera conferma arriva però con l’ esame istologico del neo prelevato: si analizzano le cellule e la loro struttura architettonica per sapere se si trattava di un neo benigno o di un melanoma.

Neo sospetto: caratteristiche

Sono 5 le caratteristiche principali da tenere d’ occhio in un neo. Ricordarle è facilissimo: bastano le prime cinque lettere dell’ alfabeto.
Quando si verificano queste caratteristiche, oppure se compare prurito o sanguinamento spontaneo, è bene farsi visitare da uno specialista.
Ecco “l’alfabeto” della prevenzione:

  • A- Asimmetria: quando il neo, da rotondo, diventa asimmetrico
  • B- Bordi irregolari: quando la linea che separa il neo dalla pelle diventa irregolare o a carta geografica
  • C- Colore: se da marrone uniforme diventa policromo, cioè con parti di diverso colore (nero, bruno, rosso, eccetera); i nei più a rischio sono quelli scuri al centro e più chiari sui bordi
  • D- Diametro: se le dimensioni del neo superano i 6 millimetri
  • E- Evoluzione: quando il neo cambia aspetto con il passare del tempo

(Fonte: Lega italiana per la lotta contro i tumori)

neo sospetto da togliere





Website is Protected by WordPress Protection from eDarpan.com.

Benvenuto sul Blog! Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione con cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, accetti il servizio e gli stessi cookie. Migliora la tua esperienza, trova quello che cerchi e... buona navigazione!