Cause psoriasi pelle: farmaci per la cura

Psoriasi: nuove metodiche di cura consentono oggi di migliorare notevolmente la qualità della vita di chi soffre di questa malattia della pelle.

Psoriasi: cause e sintomi

psoriasi macchie pelleLa psoriasi è una malattia della pelle. La causa principale di questa patologia cutanea è un’ alterazione genetica: una disfunzione del sistema immunitario provoca una crescita abnorme delle cellule dell’ epidermide, che concludono il loro ciclo vitale in 2-3 giorni invece che nei normali 28 giorni.
Nel corso del loro sviluppo accelerato, i cheratinociti (il tipo cellulare più abbondante nell’ epidermide) migrano dagli strati profondi verso quelli più superficiali della pelle, dove si accumulano, provocando la desquamazione della pelle e le lesioni rossastre e pruriginose caratteristiche della psoriasi.
Le lesioni si manifestano soprattutto su gomiti, ginocchia, dorso e cuoio capelluto, ma se la malattia è in forma grave si possono presentare anche su ampie parti del corpo.
La psoriasi influenza molti aspetti della vita quotidiana di chi ne soffre: dalla scelta dell’ abbigliamento (maniche e pantaloni lunghi anche d’ estate) alla rinuncia a esporsi al sole in presenza di altre persone.

La psoriasi è una delle più frequenti malattie autoimmuni e, come tutte le malattie infiammatorie croniche, alterna nel suo decorso fasi di miglioramento e di peggioramento. Esistono molte forme di psoriasi, la più comune (riguarda l’ 80% dei casi) è la psoriasi a placche.
Nel 10-30% dei casi inoltre, con la patologia cutanea coesiste anche l’ artrite psoriasica (causa di infiammazioni ai tendini e alle articolazioni, con dolori e deficit funzionali), che può interessare le mani, i piedi, la colonna vertebrale e altre parti del corpo.
In caso di progressione della malattia si possono avere erosioni ossee e deformità importanti, anche con sviluppi invalidanti.

La psoriasi mette a rischio il cuore

Non bisogna dimenticare che la psoriasi rappresenta anche un fattore di rischio cardiovascolare: i giovani pazienti con psoriasi grave hanno un rischio di infarto tre volte maggiore rispetto alla profilazione generale.
L’ infiammazione cronica della pelle data dalla psoriasi aumenta il rischio cardiovascolare perché accelera l’ aterosclerosi.
Per maggiori informazioni sull’ ateroscleresi, potete leggere l’ articolo correlato qui: Aterosclerosi-Calcificazioni all’ aorta

Psoriasi: obesità, diabete, pressione alta, colesterolo alto

In una percentuale rilevante di casi, i pazienti con la psoriasi sono anche obesi, diabetici, ipertesi e hanno il colesterolo alto, e quindi sono esposti ad un alto rischio di patologie cardiovascolari.
La psoriasi stessa, favorendo la sedentarietà, la depressione e l’ isolamento psicologico, apre la strada verso l’ obesità. È un circolo vizioso che si instaura e fa sì che le due condizioni peggiorino.

Affrontare l’ obesità è quindi di primaria importanza, anche perché dalle ricerche è emerso che (al di là delle implicazioni cardiovascolari) il dimagrimento del soggetto psoriasico obeso incide in maniera molto positiva anche sulla terapia della psoriasi: rende il paziente più sensibile alle cure e quindi è sufficiente una terapia più leggera per ottenere lo stesso risultato.
Riducendo l’ obesità con una dieta opportuna e con l’ attività fisica, migliora anche la psoriasi. L’approccio globale al paziente e il trattamento multidisciplinare sono quindi la strada giusta per controllare la psoriasi e migliorare la qualità della vita di chi ne soffre.

Psoriasi: cure e terapie

La psoriasi è una patologia cronica, ma si può tenere sotto controllo con le terapie appropriate, soprattutto con i nuovi farmaci.
Non esiste ancora una terapia definitiva, ma ci sono molte alternative terapeutiche: i farmaci topici e sistemici (a base soprattutto di ciclosporina, methotrexate e acitretina) e la fototerapia.

cura psoriasi malattia pelle
Da qualche anno sono anche utilizzati i nuovi farmaci cosiddetti biologici che, rispetto alle terapie tradizionali, non causano tossicità d’ organo o di accumulo e possono essere usati per periodi lunghi, garantendo un miglioramento spesso persistente della psoriasi.
I farmaci biologici approvati in Italia per la psoriasi sono efalizumab, etanercept, adalimumab e infliximab. Hanno un’azione selettiva e intervengono specificamente su alcuni meccanismi della malattia. Vanno riservati ai pazienti nei quali i farmaci “tradizionali” hanno fallito, sono controindicati o hanno già dato effetti collaterali rilevanti.

Per informazioni potete contattare:
Adipso (Associazione per la difesa degli psoriasici)
Via Tacito 90, Roma
Numero Verde: 800-031566
Telefono 06-3211545
Sito internet www.adipso.org





Website is Protected by WordPress Protection from eDarpan.com.

Benvenuto sul Blog! Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione con cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, accetti il servizio e gli stessi cookie. Migliora la tua esperienza, trova quello che cerchi e... buona navigazione!