Come mangiare sano? Con le ricette di una volta!

La qualità del cibo è importante: saper mangiare sano e genuino è una consapevolezza che si sta diffondendo per forza di cose.
Oggi infatti molti alimenti e prodotti industriali hanno raggiunto un tale livello di manipolazione che a volte risulta difficile riconoscerne le caratteristiche (odore, sapore, colore e simili).
Molte sostanze degli alimenti (come enzimi, vitamine e sali minerali) vanno perse nei processi di raffinazione e conservazione dei cibi industriali.
Se il cibo che mangi quotidianamente è un cibo povero dal punto di vista nutrizionale, anche il tuo corpo ne fa le spese.
come mangiare sano ricette semplici
La quantità di ciò che mangi non compensa la scarsa qualità del cibo che scegli: se mangi molto con l’intento di compensare delle carenze alimentari ma scegli un cibo di bassa qualità, indebolisci le difese del tuo organismo.
Gli eccessi alimentari creano infatti obesità, scompensi e squilibri di varia natura, malattie degenerative del benessere come diabete e ipertensione. La nostra società è ancora caratterizzata da un’ipernutrizione (eccesso di nutrizione), che è malnutrizione.


Abbiamo molto a disposizione e abbiamo i mezzi per acquistarlo, ma per lo più ci viene proposto un cibo devitalizzato dal punto di vista nutrizionale: alimenti conservati, alimenti raffinati e inscatolati da mesi che hanno poche vitamine e oligoelementi.
La ripetitività quotidiana del panino al bar consumato di fretta a mezzogiorno e un modo di mangiare che propone troppi cibi conservati e raffinati, a lungo andare porta conseguenze negative sulla salute.

Mangiare sano è semplice con le ricette tipiche italiane

Oltre a ricercare la buona qualità degli alimenti che compriamo e a ridimensionare la quantità dei cibi ingeriti, per una sana alimentazione è fondamentale combinarli in maniera corretta, in modo che non si creino conflitti digestivi.
Riunire in uno stesso pasto molti cibi diversi, porta a lentezze digestive (difficoltà a digerire), fermentazioni intestinali e produzione eccessiva di acidità di stomaco. Un pasto mal combinato può infatti stazionare nello stomaco fino a 8 ore nell’intero tratto digestivo.
Questo “ristagno” affatica l’organismo: la digestione è la funzione organica che consuma più energia. Una cattiva digestione provoca diversi malesseri come gonfiore addominale, pesantezza di stomaco, sonnolenza, acidità di stomaco.

In una sana alimentazione invece, il cibo passa velocemente per lo stomaco e transita senza intoppi lungo l’intero tratto intestinale. Come mangiare sano? Scegliendo prodotti di qualità e recuperando la cucina semplice di una volta!
La cucina tradizionale italiana, soprattutto quella che ha radici popolari e contadine, è più sana di quella attuale: i piatti della nostra cucina tipica sono semplici e digeribili.
La “cucina povera” di una volta possiede una grande saggezza nutrizionale sia in qualità del cibo che nelle combinazioni degli alimenti, e supera a pieni voti l’esame della moderna scienza dell’alimentazione.

Un esempio? Gli involtini di melanzane, un piatto tipico della cucina siciliana. Gli ingredienti di questa ricetta sono semplici e genuini: melanzane, ricotta, mozzarella, formaggio grattugiato, pomodori, olio extravergine di oliva, aglio, basilico, noce moscata, sale e pepe.
Gli involtini di melanzane sono un secondo piatto ideale anche per chi segue una dieta vegetariana o ovolattovegetariana.
Riscoprire le ricette della cucina tipica di una volta ti aiuta a mangiare sano!





Website is Protected by WordPress Protection from eDarpan.com.

Benvenuto sul Blog! Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione con cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, accetti il servizio e gli stessi cookie. Migliora la tua esperienza, trova quello che cerchi e... buona navigazione!