Consigli salute occhi bambini: distanza di lettura, tempo davanti ai video, collirio euphrasia

Come evidenziato dalla Società italiana di oftalmologia pediatrica (Siop), i difetti della vista -soprattutto miopia ed astigmatismo- in Italia colpiscono sempre più bambini in età prescolare.

Lo studio, la lettura, la visione della Tv in spazi chiusi e ristretti, costringono gli occhi dei bambini allo sforzo continuo di fissare oggetti vicini, limitando la naturale “messa a fuoco” da lontano e favorendo così l’insorgere di molti disturbi della vista, in particolare della miopia.

Oltre a sottoporre il bambino ad una visita oculistica entro il terzo anno di età, per la salute degli occhi e della vista è importante fare attenzione anche alla scelta dell’illuminazione degli ambienti e alle regole di lettura, dall’uso di tablet e computer fino al modo in cui si sta seduti alla scrivania.

Luce e distanza ottimale dal testo di lettura per i bambini

Sono due i fattori che fanno soffrire gli occhi durante la lettura: un ambiente scarsamente illuminato e una distanza troppo ravvicinata dal testo di lettura o scrittura, che sia un libro o un quaderno. Da seduti i bambini, specie quando fanno i compiti, dovrebbero sempre posizionarsi rispetto al testo ad una distanza non inferiore ai 35 cm.
Anche la qualità e la posizione della luce rispetto al piano di lettura sono determinanti per non sforzare la vista. La stanza deve essere sempre ben illuminata e sul testo va diretta un’ulteriore luce scegliendo fra quelle direzionabili (da evitare invece la luce da comodino fissa).

Ridurre i tempi davanti al video per i bambini

I bambini di oggi amano passare il tempo con gli occhi fissi su Tv, tablet e smartphone e questa abitudine produce effetti non trascurabili anche sulla vista.
Infatti, quando si legge un libro cartaceo, dopo un pò si sente la necessità di staccare gli occhi dal testo per farli riposare. Questa cosa non succede invece con un tablet che, grazie alla sua retroilluminazione, impedisce all’occhio di stancarsi e quindi anche di fare piccole pause salutari.
Il consiglio è di lasciare i bambini il meno possibile davanti allo schermo (non più di un’ora al giorno) e, quando si usano computer e televisione, di tenere sempre accesa la luce nella stanza.

Collirio decongestionante all’ euphrasia per i bambini

Quello all’euphrasia è il collirio più indicato per gli occhi delicati dei bambini: toglie il bruciore e dà sollievo alle pupille arrossate.
Quando la vista è affaticata dalla lettura o dalla visione prolungata di computer o Tv, l’occhio si arrossa, lacrima facilmente e a volte il bambino può avvertire bruciore. In questo caso è utile usare colliri naturali monouso a base di euphrasia: un ottimo antinfiammatorio naturale.
Vanno invece assolutamente evitati i colliri astringenti e vasocostrittori, venduti come farmaci da banco, che hanno l’effetto di “drogare” l’occhio alterando il film lacrimale e abbassando le sue difese naturali.

Occhiali da sole di qualità per i bambini al mare e in montagna sulla neve

Per quanto riguarda gli occhiali da sole, da far indossare ai bambini al mare e soprattutto sulla neve in montagna, vanno evitati i prodotti a basso costo che non filtrano i raggi ultravioletti: i più pericolosi per gli occhi delicati dei bambini.
Secondo gli esperti, usando lenti non certificate CEE i raggi penetrano nella retina colpendo la macula e predispongono nel tempo a problemi seri come la cataratta.





Website is Protected by WordPress Protection from eDarpan.com.

Benvenuto sul Blog! Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione con cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, accetti il servizio e gli stessi cookie. Migliora la tua esperienza, trova quello che cerchi e... buona navigazione!