Dieta da 1300 calorie ricca di Omega 3: pesce, legumi, frutta e verdura nella dieta per prevenire il tumore

Puntare sul pesce (ricco di Omega 3) nell’ alimentazione è importante anche per proteggersi dal tumore al seno nel caso delle donne. La prima regola da seguire per una sana dieta prevede il consumo quotidia­no di verdura e frutta fresche, ricche di antiossidanti (co­me la vitamina A, la vitamina C, la vitamina E, il selenio, il ferro e lo zinco), preziose sostanze ad azione antitumorale. Un altro suggerimento utile nalla dieta è puntare sul pesce: salmone, sardine e tonno contengono particolari grassi polinsaturi (gli Omega 3) in grado di prevenire i tumori. La carne va invece mangiata con moderazione nella dieta: la carne (soprattutto la carne rossa) può contenere sostanze ormo­nali che possono favorire l’ insorgere del tumore. Via libera invece ai legumi nella dieta: i legumi sono ricchi di proteine e di fibre che rallentano l’ assorbimento di zuccheri e di grassi. Ecco quindi il menù settimanale della Dieta da 1300 calorie al giorno ricca di Omega 3: questa dieta ipocalorica va seguita per 1 mese e consente di perdere 5-6 chili, dimagrire, tornare in forma e proteggere l’ organismo.

IL CONSIGLIO IN PIù: consumare la soia nell’ insalata (comprare i germogli di soia). La soia è ricca di fitoestrogeni: sostanze vegetali dalla struttura simile a quella degli ormoni femminili. Sostituendosi (anche se in misura minima) agli estrogeni prodotti dall’ organismo proteggono la salute del seno.

SCHEMA MENù SETTIMANALE DIETA DA 1300 CALORIE AL GIORNO RICCA DI OMEGA 3: perdere 5-6 chili in 1 mese e prevenire il tumore con l’ alimentazione

REGOLE DA SEGUIRE TUTTI I GIORNI
COLAZIONE
: una tazza di latte parzialmente scremato con 40 grammi di cereali integrali
SPUNTINO A METà MATTINA: uno yogurt magro
MERENDA A METà POMERIGGIO: un kiwi o una spremuta di agrumi.
CONDIMENTI: sono consentiti due cucchiai da minestra al giorno in tutto di olio extravergine di oliva, anche per cucinare; via libera invece all’ aceto di mele, al limone e alle spezie per condire i piatti.

LUNEDì
PRANZO
: pasta (30 grammi) e fagioli (150 grammi) + un piatto abbondante di carote grattugiate, sedano e peperoni grigliati
CENA: salmone fresco ai ferri o in padella (100 grammi) + spinaci al vapore o lessati (anche surgelati) + un panino integrale (50 grammi)

MARTEDì
PRANZO
: carpaccio di pesce spada (100 grammi) in padella + broccoli al vapore o lessati (anche surgelati) + un panino (50 grammi)
CENA: minestra di lenticchie (200 grammi) + zucchine e melanzane alla griglia

MERCOLEDì
PRANZO
: petto di pollo (100 grammi) alla griglia condito con limone + un’ insalata di pomodori e lattuga + un panino integrale (50 grammi)
CENA: pesce spada ai ferri o in padella con aglio e poco olio (120 grammi) + un piatto di cavolini di Bruxelles (anche surgelati) lessati o saltati in padella con aglio e poco olio + un panino (50 grammi)

GIOVEDì
PRANZO
: 120 grammi di tonno al naturale + radicchio ai ferri + un panino (50 grammi)
CENA: minestra di riso (30 grammi) e lenticchie (150 grammi) + un piatto di verdure miste alla griglia (come peperoni, zucchine, melanzane)

VENERDì
PRANZO
: pasta integrale (40 grammi) con verdure (vedi ricetta sotto) + insalata verde
RICETTA PASTA INTEGRALE CON VERDURE
INGREDIENTI
: 40 grammi di pasta integrale corta (tipo maccheroni), una zucchina novella da circa 100 grammi, uno spicchio d’ aglio, un cucchiaino di prez­zemolo fresco tritato (oppure surgelato), un cucchiaino d’ olio, 1 cucchiaio di parmigiano grattugiato, sale.
PREPARAZIONE: lava bene la zucchina, elimina le estremità e poi taglia­la per il lungo a fettine sottili. Mettila in una padella antiaderente con lo spicchio d’ aglio, il prezzemolo e un cucchiaio di acqua. Regola di sale e lascia cuocere a fuoco basso per circa 15 minuti. Nel frattempo, lessa la pasta in acqua bollente salata. Scola la pasta al dente e versala nella padella con le zucchine. Aggiungi un cuc­chiaino d’ olio, mescola su fiamma vivace per un minu­to e servi, spolverizzando con il parmigiano.
CENA: pesce spada (120 grammi) ai ferri o in padella con aglio e poco olio + un piatto di cavolini di Bruxelles (anche surgelati) lessati o saltati in padella con aglio e poco olio + un panino (50 grammi)

SABATO
PRANZO
: 200 grammi di fagioli lessati con rosmarino + insalata di pomodori e flnocchi
CENA: fesa di tacchino ai ferri (120 grammi) + cavolfiore bollito (anche surgelato) + un panino integrale (50 grammi)

DOMENICA
PRANZO
: 100 grammi di fettine di pollo alla piastra + insalata di rucola, lattuga e sedano + 100 grammi di patate lesse
CENA: 130 grammi di merluzzo (fresco o surgelato) in padella con aglio e poco olio + broccoli lessati (anche surgelati) + un panino (50 grammi)





56 risposte

  1. Redazione IO Benessere Blog scrive:

    Buongiorno Nora e benvenuta sul nostro blog! Per quanto riguarda le verdure, sono “neutre”: nel senso che apportano poche calorie, sono ricche di fibre e regolarizzano l’intestino. Puoi quindi inserire tranquillamente spinaci e zucchine nella dieta, dato che li avevi già acquistati. Tra l’altro, sia gli spinaci che le zucchine sono già presenti nel menù proposto.
    In seguito alterna e inserisci anche le altre verdure consigliate.
    Abbinando dieta e attività fisica costante otterrai i migliori risultati.

    Una volta raggiunto il tuo peso forma, continua con l’attività fisica e segui la dieta di mantenimento che è la Dieta Dissociata; trovi lo schema in questo articolo: Dieta Dissociata menù
    Nello schema alimentare della Dieta Dissociata ci sono diverse opzioni tra cui puoi scegliere. A pranzo puoi optare per un panino veloce oppure, se vai al ristorante, scegli un primo piatto di pasta o riso con sole verdure. Mentre le proteine vanno mangiate a cena.
    In sintesi, la dieta dissociata prevede carboidrati a pranzo, proteine a cena, verdure ai pasti in quantità libera e frutta negli spuntini. E’ quindi uno schema alimentare facile da seguire anche se mangi fuori casa.
    La dieta dissociata “dissocia” appunto le proteine dai carboidrati che non vanno mangiati nello stesso pasto.
    A cena, se vai al ristorante, ordina un secondo piatto proteico di carne o pesce con verdure. La pizza invece è consentita una sola volta a settimana: pizza ortolana alle verdure oppure pizza margherita.
    Questo schema ti aiuta ad avere un’alimentazione varia e sana.

    Sempre una volta persi i tuoi chili di troppo, per variare in cucina, puoi anche scegliere e stampare le ricette light che trovi in questa sezione del nostro sito: Ricette Dietetiche

    Per altre domande o dubbi, scrivici pure! Buona giornata!

  2. Nora scrive:

    Salve, sto seguendo da qualche giorno la dieta abbinandola ad un programma di esercizi! Vorrei dimagrire di 5-8 kg. Ho calcolato il BMI ed è 24,5. Sto usando altri tipi di verdura al momento perchè avevo già fatto una spesa abbondante prima di iniziare e per questo uso spinaci e zucchine. È grave utilizzare altre verdure?
    Grazie mille

  3. Redazione IO Benessere Blog scrive:

    Buongiorno Giulia, ogni dieta va scelta in base ai propri gusti alimentari e alle proprie esigenze, in modo che sia più facile da seguire.
    Detto questo, se il tuo “limite” riguarda solo alcuni tipi di verdura, non ci sono problemi: le sostituzioni che hai elencato sono ottimali e puoi tranquillamente applicarle.
    Ricorda inoltre che ogni dieta va sempre abbinata ad attività fisica costante, a qualsiasi età. Pratica sport almeno 3-4 volte a settimana per avere i migliori risultati, per mantenere il tuo peso forma raggiunto nel tempo senza ingrassare di nuovo e per la tua salute.
    Buona dieta e buono sport! Per altri dubbi o domande scrivici pure.

  4. Giulia scrive:

    Buongiorno, ho iniziato oggi a seguire questa dieta ma nel mangiare sono abbastanza limitata. È possibile avere dei sostituti? Per esempio, il lunedì a pranzo è possibile sostituire le carote, il sedano etc.. Con un piatto di insalata? E la sera al posto degli spinaci è possibile mangiare la cicoria?
    Grazie mille per l’attenzione.
    ❤️

  5. angela scrive:

    Grazie, proverò.

  6. Redazione IO Benessere Blog scrive:

    Buongiorno Angela, per prima cosa ti calcoliamo il tuo peso forma ideale per verificare quanto devi dimagrire.
    La formula è la seguente:

    Peso in chili
    ———————
    (Statura in metri)2

    Cioè: il peso in chili va diviso per il calcolo della statura al quadrato. Il risultato del calcolo è il valore (indice) della tua massa corporea e va inserito nella tabella qui di seguito.

    TABELLA INDICE DI MASSA CORPOREA
    – Sottopeso: valore inferiore a 18,5 (magrezza eccessiva)
    – Normopeso: valore compreso tra 18,5 e 24,9 (peso normale: peso-forma)
    – Sovrappeso: valore compreso tra 25,0 e 29,9
    – Obesità classe I: valore compreso tra 30,0 e 34,9
    – Obesità classe II: valore compreso tra 35,0 e 39,9
    Obesità classe III: valore uguale o superiore a 40

    Nel tuo caso:
    90: (1,50×1,50) = 90 : 2,25 = 40
    In base alla tabella dei valori sei entrata in obesità classe III.

    Il valore ideale del peso forma per una donna è compreso tra 21-22, per raggiungerlo devi perdere 42 chili. Il tuo peso forma ideale è di 48 chili per una donna della tua statura:
    48: (1,50×1,50) = 48 : 2,25 = 21,3 valore ottimale del peso forma

    Trovi maggiori informazioni qui: Calcolo peso ideale

    Ad un livello di obesità come il tuo i rischi per la salute sono molti. Nel tuo caso è necessario rivolgerti ad un dietologo o nutrizionista per farti seguire: il tuo percorso richiede tempo, hai bisogno di eseguire gli accertamenti medici necessari e di farti fare un programma dietetico personalizzato adatto al tuo caso. Ti sconsigliamo quindi di seguire questa dieta che non risolve il tuo problema, e ti invitiamo a rivolgerti ad uno specialista che ti possa seguire nel tuo percorso nel tempo.

  7. angela scrive:

    proverò a fare questa dieta… ditemi se posso fare questa dieta: sono alta m150 peso 90 chili

  8. Redazione IO Benessere Blog scrive:

    Buongiorno Antonia, per prima cosa ti calcoliamo il tuo indice di massa corporea per verificare qual’è il tuo peso-forma ideale e quanto devi effettivamente dimagrire. La formula è la seguente:

    Peso in chili
    ———————
    (Statura in metri)2

    Cioè: il peso in chili va diviso per il calcolo della statura al quadrato. Il risultato del calcolo è il valore (indice) della tua massa corporea e va inserito nella tabella qui di seguito.

    TABELLA INDICE DI MASSA CORPOREA
    - Sottopeso: valore inferiore a 18,5 (magrezza eccessiva)
    - Normopeso: valore compreso tra 18,5 e 24,9 (peso normale: peso-forma)
    - Sovrappeso: valore compreso tra 25,0 e 29,9
    - Obesità classe I: valore compreso tra 30,0 e 34,9
    - Obesità classe II: valore compreso tra 35,0 e 39,9
    - Obesità classe III: valore uguale o superiore a 40

    Nel tuo caso:
    68: (1,72×1,72) = 68 : 2,9584 = 23
    In base alla tabella dei valori tu rientri già nel normopeso e non hai problemi di sovrappeso (e questo è un bene per la tua salute!).

    Il valore ottimale del peso-forma per una donna è compreso tra 21-22, per raggiungerlo devi perdere solo 4 chili. Con un peso di 64 chili la formula cambia infatti in questo modo:
    64: (1,72×1,72) = 64 : 2,9584 = 21,6
    Il tuo peso forma ideale è quindi di 64 chili per una donna della tua statura.
    Trovi maggiori informazioni qui: Calcolo peso forma ideale

    Per quanto riguarda la dieta da seguire, in menopausa il metabolismo della donna cambia, per questo è importante seguire una dieta ipocalorica che limita l’ assunzione di carne rossa. Sono quindi sconsigliate le diete proteiche in menopausa, e sono invece indicate queste quattro diete tra cui puoi scegliere (clicca sui link qui di seguito):
    1- Dieta per la salute del seno

    2- Dieta ricca di Omega 3

    3- Dieta vegetariana da 1300 calorie

    4- Dieta con le fibre

    Leggi i menù delle diete consigliate e scegli quella che più si adatta ai tuoi gusti alimentari, in modo che sia più facile per te seguirla.
    Ogni dieta proposta può essere seguita per 2 mesi consecutivi, poi è opportuno cambiare dieta. Puoi ad esempio seguire per 2 mesi la Dieta Omega3 e poi cambiare proseguendo con altri 2 mesi di Dieta per la salute del Seno (ovviamente questo è solo un esempio: tu scegli la dieta oppure le 2 diete che preferisci tra quelle consigliate sopra).

    Una volta raggiunto il tuo peso-forma ideale, è utile seguire una dieta di mantenimento che è la Dieta Dissociata, la trovi qui: Dieta Dissociata di mantenimento
    La dieta dissociata non associa mai carboidrati e proteine nello stesso pasto (da qui il nome della dieta), ma prevede carboidrati a pranzo e proteine a cena, mentre le verdure possono essere mangiate in quantità libera. La frutta invece va mangiata solo nello spuntino e a merenda, lontano dai due pasti principali.
    Lo schema della dieta dissociata è semplice, ipocalorico e completo: puoi seguire questa dieta sempre, come schema base della tua alimentazione sana per mantenere il tuo peso-forma nel tempo.
    Sempre quando avrai raggiunto il tuo peso-forma ideale (oltre a seguire lo schema base della Dieta Dissociata di mantenimento), per variare in cucina, per un’occasione speciale e soprattutto per imparare a cucinare dietetico e sano puoi inoltre scegliere e stampare le ricette light che trovi nella nostra sezione del blog: Ricette dietetiche light

    Infine, per contrastare i sintomi della menopausa, puoi aiutarti con dei rimedi naturali da richiedere in erboristeria o in farmacia. E’ ad esempio indicato l’ integratore alimentare Ri-Donna, trovi maggiori informazioni qui: Menopausa-integratore alimentare

    Questo è il tuo programma completo! Buon inizio quindi e, se hai dubbi o domande, scrivici pure.

  9. antonia scrive:

    Buongiorno, mi chiamo Antonia, ho 51 anni, sono alta 1.72 e peso 68 kg, pratico una moderata attività fisica 2-3 volte la settimana. Sono entrata in menopausa circa un anno fa. Registro in questo ultimo periodo un aumento di peso circa 7 kg che ha modificato la mia struttura fisica (aumento di grasso nella zona della pancia, cosce e fianchi) portandomi lentamente a quasi 2 taglie in più. Vorrei iniziare una dieta equilibrata adatta ai bisogni della mia età, cosa mi consigliate? non potrò più tornare alla mia taglia 44, ma cosa posso fare per non andare oltre la 46 visto che l’ultimo paio di pantaloni che ho acquistato erano una 48? Quanto dovrei dimagrire? Grazie anticipatamente!

  10. Redazione Io Benessere Blog scrive:

    Buongiorno Imma, in menopausa il metabolismo della donna cambia, per questo è importante seguire una dieta ipocalorica che limita l’ assunzione di carne rossa. Sono indicate queste diete tra cui puoi scegliere:
    1- Dieta per la salute del seno

    2- Dieta ricca di Omega 3

    3- Dieta vegetariana da 1300 calorie

    4- Dieta con le fibre

    Leggi i menù delle diete consigliate e scegli quella che più si adatta ai tuoi gusti alimentari, in modo che sia più facile seguirla. Oltre alla dieta è importante praticare regolare attività fisica in menopausa: puoi iscriverti in palestra e scegliere il corso fitness che più ti piace oppure puoi fare un abbonamento ad ingressi in piscina. Per avere i migliori risultati è bene fare un allenamento costante per almeno 3-4 volte a settimana.

    Infine, per contrastare i sintomi della menopausa, puoi aiutarti con dei rimedi naturali da richiedere in erboristeria o in farmacia. E’ ad esempio indicato l’ integratore alimentare Ri-Donna, trovi maggiori informazioni qui: Integratore alimentare per la donna in menopausa

  11. imma scrive:

    vorrei una dieta da seguire in menopausa perchè sono molto gonfia, grazie.

  12. Redazione IO Benessere Blog scrive:

    Salve Nunzia, per prima cosa ti calcoliamo il tuo peso-forma ideale per verificare quanto devi effettivamente dimagrire. La formula è la seguente:

    Peso in chili
    ———————
    (Statura in metri)2

    Ovvero: il peso in chili va diviso per il calcolo della statura al quadrato.

    TABELLA INDICE DI MASSA CORPOREA
    - Sottopeso: valore inferiore a 18,5 (magrezza eccessiva)
    - Normopeso: valore compreso tra 18,5 e 24,9 (peso normale: peso-forma)
    - Sovrappeso: valore compreso tra 25,0 e 29,9
    - Obesità classe I: valore compreso tra 30,0 e 34,9
    - Obesità classe II: valore compreso tra 35,0 e 39,9
    - Obesità classe III: valore uguale o superiore a 40

    Nel tuo caso:
    80: (1,61×1,61) = 80 : 2,5921 = 30,8
    In base alla tabella dei valori sei in Obesità classe I.

    Il valore ottimale del peso-forma per una donna è compreso tra 21-22, per raggiungerlo devi perdere 24 chili. Con un peso di 56 chili, il risultato del calcolo cambia infatti in questo modo:
    56: (1,61×1,61) = 56 : 2,5921 = 21,6
    Il tuo peso-forma ideale è quindi di 56 chili per una donna di 52 anni della tua statura.
    Trovi maggiori informazioni qui: Obesità-Calcolo Peso Forma ideale

    Quando si entra in obesità, mettersi a dieta e praticare attività fisica costante va fatto principalmente per la propria salute, al di là di un fattore puramente estetico. La tua scelta è quindi positiva e il tuo percorso deve essere costante: occorre tempo per tornare in peso-forma.
    Per quanto riguarda la dieta da seguire, per iniziare ti consigliamo la Dieta con Omega 3 da seguire per i primi 2 mesi: Dieta da 1300 calorie con Omega 3
    Leggi quindi il menù settimanale della dieta e facci sapere se si adatta alle tue esigenze e ai tuoi gusti alimentari. E’ inoltre importante per noi sapere se sei già entrata in menopausa: il metabolismo della donna infatti cambia e rallenta durante la menopausa e, di conseguenza, occorrono più tempo e costanza per dimagrire. Facci quindi sapere anche questa informazione importante per seguirti al meglio nel tuo percorso.

    Per quanto riguarda invece il tuo allenamento con la corsa, anche in questo caso devi essere costante se vuoi avere i migliori risultati. Per un corretto allenamento trovi informazioni utili qui: Le regole del jogging-Correre per dimagrire
    Sono importanti due acquisti utili per praticare la corsa: delle scarpe da jogging ben ammortizzate e un cardiofrequenzimetro per monitorare sia il tuo allenamento che la tua frequenza cardiaca. Oggi in commercio ci sono orologi da polso con cardiofrequqnzimetro facili da impostare, ne trovi un esempio qui: Cardiofrequenzimetro per allenamento con la corsa
    Hai già acquistato un cardiofrequenzimetro e delle scarpe da jogging ben ammortizzate?

    Se fuori piove, è inoltre utile acquistare una cyclette o un’ ellittica in modo da allenarti anche a casa e mantenere la costanza con lo sport. Aspettiamo quindi le tue risposte per darti altri consigli utili.

  13. Nunzia scrive:

    ciao, sono Nunzia, ho 52 anni, peso 80 kg e sono alta 1,61 cm. Faccio footing 4 volte a settimana. Ho bisogno di perdere i chili di troppo. Potreste darmi una mano? grazie! 

  14. Redazione IO Benessere Blog scrive:

    Cara Sara, per prima cosa auguri alla futura mamma! La dieta da 1300 calorie con Omega 3 è una dieta completa, bilanciate e con poche calorie: comprende pasta, pane, frutta, verdura, legumi, carne e pesce. Non ci sono quindi controindicazioni particolari nel seguire la dieta anche nei primi 3 mesi di gravidanza, soprattutto se la tua ginecologa ti ha consigliato di perdere 4-5 chili. La cosa migliore da fare è stamparti una copia della dieta e portarla alla tua ginecologa (oppure inviala via mail) in modo da avere l’ ok definitivo: è la tua ginecologa che ti segue e valuta il tuo peso anche in relazione alla gravidanza e ai cambiamenti che subirai in questi felici mesi che ti aspettano.

    Per quanto riguarda l’ attività fisica, ora che sei in gravidanza è meglio continuare con il nuoto: è più adatto alle future mamme. Trovi comuqnue diversi sport consigliati in gravidanza qui: Ginnastica in Gravidanza-Nuoto, yoga, pilates, stretching

    Anche il pilates è ottimo in gravidanza, ci sono dei corsi in palestra studiati apposta per le future mamme; trovi maggiori informazioni qui: Pilates gravidanza-Esercizi pre parto e post parto

    In gravidanza è meglio affidarsi ad istruttori qualificati in palestra o in piscina, in modo da seguire corsi adatti. Informati e dedica un pò del tuo tempo al tuo benessere e a quello del tuo bambino: andare in palestra o in piscina a seguire dei corsi specifici farà bene a te e al tuo bimbo.

  15. Sara scrive:

    Carissimi buona sera!!!
    :D
    Vi scrivo perchè da 3 settimane sto seguendo la dieta ricca di omega 3 e fino ad ora non mi sono mai fatta mancare 2 giorni di nuoto leggero in piscina e lunghe camminate a passo veloce in compagnia del mio cagnolino Arthur. Devo dire che i benefici si sono visti… anche perchè io ho sempre fatto sport… però… c’è un però… ho appena (=5 giorni fa) scoperto di aspettare un bebè (dopo 5 anni di tentativi e tante brutte cose… ora finalmente ci siamo) ed ora sono un pò in crisi. La dieta mi piace molto, mi trovo bene ma non so se è adatta alla gravidanza. mi piacerebbe continuarla nei primi 3 mesi almeno, visto che la ginecologa mi ha detto che dovrei buttare giù ancora 4-5 kg per non ritrovarmi in sovrappeso poi alla fine e mi ha anche consigliato di non prendere peso nei primi 3 mesi… se non giusto qualche grammo. La mia domanda è… sarebbe possibile magari proseguire questa dieta, magari integrandola in modo che al piccolo/a non manchino i nutrienti? Se no, ci sarebbe una “dieta” che io possa seguire che non faccia si che il mio bimbo/a riceva tutti i nutrimenti necessari? Oltretutto, vi chiederei un’ altra informazione se possibile, vorrei iniziare a fare esercizi anche in casa… per mantenermi in forma ed arrivare al parto in buona condizione fisica (e vorrei anche diminuire queste benedette bracciotte da bracciante che mi ritrovo… unica cosa che non sono MAI riuscita ad eliminare con nessun tipo di sport). Non è tanto il peso che devo perdere a parte quei 5 kg… ma è proprio la massa grassa accumulata in certi punti (cosce, glutei e braccia). Sareste disposti a darmi qualche consiglio in merito? Spero di si. Sono alta 158 cm e peso attualmente 60 kg ma sono abbastanza muscolosa a parte le zone di ciccia che non ne vuole sapere di abbandonarmi. Confido in una Vostra risposta. Io ed il mio/a piccolo/a vi salutiamo e ringraziamo per il bellissimo sito!!

  16. beatrice scrive:

    ok giusto, infatti solo dieta… domani corro subito a farmi l’ iscrizione in piscina. GRAZIE ciao

  17. Redazione IO Benessere Blog scrive:

    Buongiorno Beatrice, in uno dei tuoi commenti precedenti hai scritto: “è un mese che seguo la dieta ricca di omega 3, ho perso 4 chili però senza associare sport”. Hai iniziato ad andare in piscina e a praticare attività fisica ? Nel primo mese di dieta hai perso 4 chili perchè hai cambiato semplicemente regime alimentare, ma come ti abbiamo già detto devi abbinare anche attività fisica costante se vuoi tenere attivo il tuo metabolismo e continuare a dimagrire. Stai praticando sport oppure stai solo seguendo la dieta ? Se non abbini anche attività fisica, dimagrisci con più fatica dopo il primo mese di dieta. Sull’ IMPORTANZA DI ABBINARE SEMPRE DIETA E ATTIVITA’ FISICA, come ti abbiamo già detto, trovi maggiori informazioni qui: Dieta e Sport per dimagrire: mangiare meno non basta per perdere peso. Dieta, attività fisica e peso forma

    La dieta con gli Omega 3 ti ha dato ottimi risultati nel primo mese, ma se non pratichi anche attività fisica, la dieta da sola non basta sul lungo periodo. Quindi ti chiediamo di nuovo: STAI PRATICANDO ATTIVITA’ FISICA OPPURE TI SEI SOLO MESSA A DIETA SENZA FARE SPORT ?

  18. beatrice scrive:

    ciao, sono beatrice, sono passati altri 15 giorni dopo il primo mese della dieta, però nuovi risultati 0: non sono calata nemmeno un grammo in questi ultimi 15 giorni… mi chiedo: perché ?

  19. beatrice scrive:

    GRAZIEEEE ! CIAO

  20. Redazione IO Benessere Blog scrive:

    Ok Beatrice, ora ci è più chiaro ! Nel menù del venerdì, la dieta degli Omega 3 propone una ricetta con la pasta facilissima da preparare, quindi prossimamente non usare le verdure del minestrone surgelato, ma segui la ricetta indicata nella dieta. Per il resto, come ti abbiamo già detto, finora hai ottenuto degli ottimi risultati e il tuo metabolismo risponde molto bene alla dieta in termini di dimagrimento. Se abbini anche la piscina, otterrai altri ottimi risultati. Per altre domande o dubbi scrivici pure. A presto sul blog !

  21. beatrice scrive:

    ciao, mi sono sbagliata, praticamente il venerdi con 40 grammi di pasta aggiungevo un pò di minestrone di verdure, tutto qua. grazie mille, ci sentiamo al più presto. un bacio

  22. Redazione IO Benessere Blog scrive:

    Buonasera Beatrice e complimenti per i risultati che hai ottenuto finora con la dieta: hai perso 4 chili in 1 mese anche senza fare attività fisica. Questo significa che il tuo metabolismo si è riattivato con la dieta dato che hai cambiato regime alimentare, ma ti consigliamo di iniziare a praticare anche nuoto sia per la dieta che per la tua salute. La dieta può essere seguita anche per 2-3 mesi, in base a quanto devi ancora dimagrire per raggiungere il tuo peso-forma. La dieta con Omega 3 è infatti una dieta ipocalorica da 1300 calorie ma è anche completa e bilanciata, quindi può essere seguita anche per 2-3 mesi. Infine, dove hai letto il minestrone surgelato nel menù della dieta ? Non è inserito e non c’è. Non abbiamo capito perchè usi le verdure del minestrone surgelato con la pasta: non è corretto. Nello specifico la dieta propone:
    - lunedì pasta (30 grammi) e fagioli (150 grammi)
    - venerdì pasta integrale (40 grammi) con verdure (ma è specificata la ricetta che usa una zucchina fresca).
    Non devi quindi usare le verdure del minestrone surgelato. Ci spieghi come le stai usando? Perdonaci, ma non lo abbiamo capito ! Che tipo di “piccolo pasticcio” stai combinando in cucina ?

  23. beatrice scrive:

    dimenticavo, con la pasta uso le buste di minestrone di verdure congelate, sbaglio ?

  24. beatrice scrive:

    buongiorno sono beatrice, è un mese che seguo la dieta ricca di omega 3, ho perso 4 chili però senza associare sport, dovevo andare in piscina ma per motivi di lavoro non sono andata …volevo chiedere per quanto tempo posso continuare questa dieta. grazie

  25. Redazione IO Benessere Blog scrive:

    Buongiorno Beatrice, la dieta con gli Omega 3 da 1300 calorie è una dieta salutare studiata appositamente per le donne. Di conseguenza è una dieta adatta anche a tua nuora. Se deve perdere solo 5 chili, tua nuora può seguire la dieta per 1 mese abbinandola all’ attività fisica costante.

  26. beatrice scrive:

    ciao, scusate se chiedo troppo, mia nuora deve dimagrire 5 chili, non ha problemi di salute, può fare la dieta che faccio io ? grazie. dimenticavo, ha 29 anni però non ricordo il peso, la sua taglia è una 44 ed è alta 1,60.

  27. Redazione IO Benessere Blog scrive:

    Buongiorno Emanuela, nel menù della dieta a colazione sono presenti 40 grammi di cereali integrali. Se li sostituisci con i biscotti (scegli sempre quelli magri e con poche calorie), rimani sempre sui 40 grammi circa, indipendentemente dalla marca dei biscotti (idem come ti avevamo già detto di fare per la crusca di avena: sempre circa 40 grammi). Per quanto riguarda coca cola zero e caramelle, di certo non ci sono nella dieta. Meglio evitarli. Preferisci sempre un succo di frutta alla coca cola, e invece delle caramelle preferisci le gomme da masticare senza zucchero.

  28. Emanuela scrive:

    le domande purtroppo mi vengono in mente sempre dopo… oggi sono uscita con amici e mentre loro mangiavano pizzette e altre cose, ho preso due bicchieri di coca zero e 4 caramelle senza zucchero… so che in genere si dovrebbero evitare… spero di non aver fatto danni…

  29. Emanuela scrive:

    Va bene farò così… mi spiace farvi mille domande… ma la prima settimana di dieta serve sempre a chiarirsi molti dubbi… per esempio ecco un altro dubbio: ho comprato i biscotti galbusera “zero g” non hanno grassi e hanno 10 calorie per biscotto, considerando che un pacchetto di questi biscotti corrispondono alle calorie di due biscotti gran cereale che mangio al mattino per colazione, posso mangiare tutto il pacchettino o continuo con i 2 biscotti normali? inoltre sono davvero leggeri, non pesano nulla…

  30. Redazione IO Benessere Blog scrive:

    Buongiorno Emanuela, in pratica quando si inizia una dieta, si comincia dal menù del giorno in questione. Ad esempio se si inizia la dieta il martedì, di solito si considera il menù del martedì. Se ora ti trovi col menù sballato, riprendi dal menù del giorno.

  31. Emanuela scrive:

    buongiorno, grazie per aver chiarito la curiosità sul caffè… volevo dirvi, poichè la dietà non l’ ho iniziata di lunedi, mi trovo con i menu un pò sballati e mi risulterebbe più facile seguire il menu che riguarda il giorno stesso. per fare ciò dovrei ripetere per una volta il menu di un giorno (per esempio per due giorni seguire il menu di sabato) …in pratica si allungherebbe la mia settimana di un giorno. non so se questa cosa sia possibile… spero di si…

  32. Redazione IO Benessere Blog scrive:

    Ciao Emanuela, chiedere la pasta in bianco fuori casa (quando è prevista nel menù settimanale della dieta) è la soluzione migliore se non si ha il tempo di preparare il pranzo la sera prima (può succedere). Per quanto riguarda il caffè al ginseng puoi berlo anche se contiene un pò di zucchero, ma tu nella dieta hai già eliminato il pane a cena, quindi vai tranquilla. Infine, la regola di non eccedere nei caffè ha una sua spiegazione: sono tante le persone che, soprattutto durante una dieta dimagrante, bevono una tazzina di caffè dietro l’ altra per tirarsi su (non è il tuo caso perchè ti limiti !). La caffeina dà tono e stimola il metaboli­smo, ma, se consumata in eccesso, fa salire la pres­sione e aumenta la frequenza cardiaca. Per evitare fastidiosi sbalzi di pressione, è bene limitarsi sempre a 2-3 caffè espressi al gior­no (questo è un buon consiglio da seguire sempre per la propria salute, anche al di là della dieta). E’ anche possibile sostituire il caffè con il tè, ma le stesse limitazioni sono valide anche per que­sta bevanda che contiene un eccitante: la teina. Con le tisane e gli infusi di erbe della fitoterapia invece non c’è questo problema.

  33. Emanuela scrive:

    ho risolto il problema della pasta e sono riuscita a mangiarla, come mi avete consigliato… menomale…
    :)
    ho appena fatto lo spuntino pomeridiano… mi chiedevo se è possibile prendere un caffè al ginseng (sono quelli in bustine della nescafè), contengono un pò di zucchero, ma considerando che non lo uso mai, potrebbe far danni ? mi sento un pò fiacca e di solito quel caffè mi tira su… se è un problema non lo prendo… mi chiedevo, poichè i caffè normali generalmente sono quasi privi di calorie, perchè se ne possono bere un massimo di 3 al giorno ? pura curiosità…
    :)

  34. Redazione IO Benessere Blog scrive:

    Ciao Emanuela, ti consigliamo di non saltare lo spuntino a metà mattina in modo da arrivare al pranzo senza avere troppa fame. Al posto dello yogurt va bene anche mangiare una mela. Per quanto riguarda gli inconvenienti del pranzare fuori casa, chiedi nella tua mensa se è possibile avere della pasta in bianco. Per il resto, da quanto ci scrivi, stai seguendo correttamente la dieta.

  35. Emanuela scrive:

    buongiorno… anche se mi vengono spesso gli attacchi di fame, questa dieta mi fa sentire molto più leggera… sia a pranzo che a cena mentre cucino, poco prima di mangiare sgranocchio o carote o finocchi per attenuare la fame e non avere quel senso di vuoto una volta alzata da tavola… e talvolta queste verdure crude, che adoro, le aggiungo alle mie insalate per arricchirle… ho fatto delle sostituzioni come vi ho scritto precedentemente, quando non avevo il pesce spada ho mangiato il merluzzo e i cavolini li ho sostituiti con i broccoli… per il resto tutto uguale… il pomeriggio mangio l’ arancia e il mandarino invece della spremuta e come spuntino del mattino raramente riesco a mangiare lo yogurt, preferisco bere una tazza di latte più abbondante a colazione (che è comunque scremato e ha 34 calorie ogni 100 ml) …spero vada bene lo stesso la dieta con queste piccole “modifiche” che come mi avete scritto non sono rilevanti ma che si attengono quanto è più possibile al menu settimanale… oggi a pranzo dovrei mangiare la pasta con le verdure, ma sono fuori casa e nella mensa dove di solito mi fermo a pranzare vi sono soltanto paste molto condite, lasagne, gnocchi e non mi va proprio di mangiarle, purtroppo sono riuscita a preparare solo le verdure grigliate che ho qui con me… mangio solo quelle o eventualmente posso mangiare un secondo vicino ? a me dà fastidio non seguire esattamente il menu perchè sono molto precisa, e quando capitano queste cose non so come comportarmi…

  36. Redazione IO Benessere Blog scrive:

    Buongiorno Emanuela, nella dieta i legumi vanno pesati a secco (prima di essere cucinati), quindi 200 grammi di lenticchie si intendono a secco. Per quanto riguarda la cottura di zucchine e peperoni va bene anche bollirli o cuocerli in padella con acqua, in questo modo infatti risultano più leggeri e digeribili. Per il caffè non andare oltre i 3 caffè al giorno senza zucchero. Infine, per quanto riguarda le proprietà dell’ aceto di mele, è consigliato nelle diete perchè migliora la digestione (migliora cioè la digeribilità dei cibi). Per questo motivo si può anche assumere l’ aceto di mele prima dei pasti: un cucchiaio diluito in acqua subito prima del pranzo ed un altro cucchiaio, sempre diluito in acqua, da assumere prima della cena. L’ aceto di mele non è quindi un prodotto “miracoloso” per dimagrire, ma contiene proprietà benefiche per migliorare la digestione.

  37. Emanuela scrive:

    grazie… un’ altra cosa, i legumi vanno pesati a secco ? la zuppa di lenticchie di 200 grammi l’ ho pesata una volta cotta, anche se c’era parecchia acqua quindi ne ho mangiati un poco in più… le zucchine invece di arrostirle le mangio bollite col pomodoro, senza olio… lo stesso vale per i peperoni, li preferisco in padella cotti con acqua, aglio e spezie (come se li bollissi)… e prendo 2-3 caffè al giorno senza zucchero… inoltre ho letto che l’ aceto di mele ha mille proprietà benefiche tra cui quelle dimagranti, ne prendo un cucchiaio prima di pranzo e di cena diluito in mezzo bicchiere d’ acqua… è vero che così accelero il metabolismo ? mi scuso per tutte queste domande ma una volta passata questa settimana avrò ben chiaro cosa fare nei prossimi giorni… Emanuela

  38. Redazione IO Benessere Blog scrive:

    Ti stai impegnando molto nella dieta Emanuela e la stai seguendo correttamente abbinando anche i consigli che ti abbiamo dato. Pesati dopo una settimana di dieta per valutare i primi risultati ottenuti.

  39. Emanuela scrive:

    vi ringrazio sempre per le risposte rapide ed esaurienti… domani comprerò questo integratore sperando che funzioni… l’ idea di sostituire lo yogurt dello spuntino del mattino con una mela mi fa molto piacere… al mattino a colazione prendo il latte privo di lattosio e alterno con crusca e biscotti… stamattina ho mangiato 3 biscotti gran cereale… spero di fare tutto correttamente e che questa dieta mi porti ai risultati sperati…

  40. Redazione IO Benessere Blog scrive:

    Ciao Emanuela, la prima settimana di dieta è sempre la più difficile: è normale avere attacchi di fame. Va bene compensare con i finocchi. Puoi anche aiutarti con il Glucomannano (lo trovi in erboristeria): è un integratore alimentare naturale utile nelle diete perchè aiuta a controllare l’ appetito. Trovi maggiori informazioni qui: Integratori naturali per la dieta: proprietà dimagranti di Glucomannano, Gymnema e Garcinia
    Per rispondere alle tue domande, invece della spremuta va bene anche mangiare un’ arancia e un mandarino nel pomeriggio. Lo yogurt della colazione può essere anche alla frutta purchè magro, nel tuo caso dato che sei intollerante al lattosio vanno benissimo anche gli yogurt alla soia. In alternativa allo yogurt puoi mangiare una mela a colazione: apporta poche calorie.

  41. Emanuela scrive:

    salve… la dieta procede bene… mi sento più sgonfia… solo che ho parecchi attacchi di fame e li colmo mangiando finocchi… e il pomeriggio invece della spremuta di agrumi mangio un’ arancia piccola e un mandarino perchè non spremendoli mi sembra mi sazino di più… una domanda: lo yogurt al mattino può essere magro alla frutta ? vedo se trovo quelli senza lattosio, mi appagherebbe di più il palato… oppure può essere sostituito da una mela per esempio ?

  42. Redazione IO Benessere Blog scrive:

    Ciao Emanuela, un allenamento in palestra di 3 volte a settimana è ottimo abbinato alla dieta. Per quanto riguarda il pane, puoi eliminarlo dal menù della cena: aumenta le verdure e lascia invece invariate le quantità di carne, pesce e legumi. A cena puoi anche aggiungere verdure crude come finocchi e carote: sono ottimi anche per eventuali attacchi di fame durante il giorno. Le carote e i finocchi crudi apportano pochissime calorie, sono molto ricchi di fibre, danno un senso di sazietà e aiutano la regolarità intestinale. Sempre a cena, puoi inserire anche dell’ insalata in più, dato che elimini il pane. Cerca inoltre di non saltare lo spuntino: ti aiuta ad arrivare a pranzo senza avere troppa fame. Se salti lo spuntino, puoi comunque mangiare lo yogurt a merenda. Via libera invece a tisane e infusi che già bevi: sono consigliati anche nelle diete, se non aggiungi zucchero non apportano calorie e aiutano ad avere un senso di sazietà. Tisane e infusi fanno inoltre bene alla salute (bevi anche molta acqua), sono delle sane abitudini che devi mantenere.

  43. Emanuela scrive:

    scusate, faccio davvero l’ ultima domanda: non ho fatto lo spuntino stamattina, quindi niente yogurt… posso mangiarlo per merenda al posto della spremuta ? ho lo yogurt greco allo 0% di grassi

  44. Emanuela scrive:

    oh che sbadata… dimenticavo di chiedervi se è possibile continuare a bere tè o tisane durante l’ arco della giornata… in genere bevo un infuso di camomilla al miele e vaniglia della twinings… posso continuare a prenderlo ?

  45. Emanuela scrive:

    grazie, siete davvero gentili e disponibili. vado in palestra 3 volte a settimana, spero sia sufficiente. un’ ultima domanda: in genere, ho notato che il pane la sera, anche integrale, mi porta gonfiori e cattiva digestione, vedo che la dieta lo riporta spesso nelle varie cene. mi domandavo se è possibile evitarlo e, se necessario, per compensare la calorie giornaliere mangiare un pò più di pesce o di verdure la sera, altrimenti se non è possibile lascio tutto cosi com’è. grazie ancora, vi terrò aggiornati sul proseguimento della dieta. saluti, Emanuela.

  46. Redazione IO Benessere Blog scrive:

    Ben tornata Emanuela e complimenti per l’ impegno nella dieta. Per la colazione puoi anche usare il latte di soia (se ti piace): è utile e salutare per chi è intollerante al lattosio. Sempre a colazione elimina i biscotti solo se mangi 40 grammi di crusca (vanno a sostituire i 40 grammi di cereali previsti nel menù). Per preparare i piatti invece, l’ olio a crudo e l’ uso di pasta integrale è ottimo: entrambi apportano pochi grassi e poche calorie. La pasta integrale è inoltre di solito consigliata sia nelle diete che nella sana alimentazione quotidiana. Per la spremuta d’ arancia del pomeriggio calcola un bicchiere: usa quindi più arance. Infine, non smetteremo mai di dirlo, abbina l’ attività fisica: è molto importante. Per valutare i tuoi risultati, pesati una volta a settimana: la mattina appena sveglia. Per altre domande siamo qui !

  47. Emanuela scrive:

    buon pomeriggio… stamattina ho cominciato questa dieta. ho trovato il latte scremato senza lattosio in modo da poterlo bere, visto che mi piace tanto… ne ho bevuto una tazza bella piena di 250 ml con il caffè, 1 cucchiaio di crusca e 3 biscotti misura (privi di uova e latte). purtroppo solo adesso ho letto che potevo evitare i biscotti, domani starò più attenta… e nel caso il latte senza lattosio mi provochi lo stesso problemi di digeribilità per la mia intolleranza, farò la sostituzione con il tè come mi avete gentilmente suggerito nel commento precedente. a pranzo ho mangiato esattamente quello che prevede il menu del lunedi, l’ olio l’ ho aggiunto a crudo e la pasta era integrale (la preferisco, spero non sia un problema). nel pomeriggio ho intenzione di bere una spremuta, eventualemente devo usare una sola arancia giusto ? stasera invece del salmone mangerò 100 grammi di pesce spada con spinaci, avevo quello disponibile. grazie ancora per l’ infinita gentilezza e rapidità di risposta. Emanuela

  48. Redazione IO Benessere Blog scrive:

    Cara Luisa, come già detto ogni dieta del nostro sito è messa a punto dai dietologi che collaborano con noi. Evitare il fai-da-te significa non modificare o stravolgere lo schema delle diete: si rischia di commettere errori alimentari. Certamente le diete sono pubblicate per aiutare le persone a mangiare sano, oltre che per dimagrire. Anche i consigli e le risposte che vengono dati servono a chiarire eventuali dubbi. Da quello che ci hai scritto non si capisce però la tua situazione: se ci scrivi che ti sei recata da una nutrizionista-cardiologa, si presuppone che ti abbia prescritto una dieta (ma così non è !) e si presuppone che ti segua (ma così non è !). Di fatto quindi non sei seguita nella tua dieta quotidiana. Le indicazioni che ti sono state date sono infatti molto generiche: devi solo imparare a mangiare più salutare da quello che ti ha detto la dottoressa. Se hai scelto questa dieta da 1300 calorie, cerca quindi di seguire il menù. Per quanto riguarda il fattore “tempo”, per la propria salute è bene prendersi del tempo: cerca di organizzarti in modo da preparare i piatti per il pranzo la sera prima. Gioverà alla tua salute. Sul nostro sito sono inoltre presenti diete anche per chi mangia fuori casa e ha poco tempo. Per tua informazione le trovi qui:

    DIETA DA 1300 CALORIE PER CHI MANGIA FUORI CASA
    A dieta con la pasta e i panini light: dieta da 1300 calorie per chi mangia fuori casa o ha poco tempo

    DIETA DEL PANINO E DIETA DEL PIATTO UNICO DA 1000 CALORIE
    Dieta del Panino e Dieta del Piatto Unico. Mangiare fuori casa e dimagrire con una dieta da 1000 calorie al giorno

    Ovviamente il menù di queste diete è molto diverso. Scegli sempre la dieta che più si adatta alle tue esigenze e ai tuoi gusti alimentari.

  49. Luisa scrive:

    La dottoressa non mi ha dato una dieta… mi ha detto solo quello che devo e non devo mangiare per evitare che il colesterolo salga ancora… Visto che mi sono accorta che questa dieta corrisponde a quello che mi ha scritto la dottoressa (senza uno schema da seguire giornalmente), ho deciso di seguirla… è uno schema che mi permette di non sgarrare e di attenermi sia alle indicazioni che mi ha dato la dottoressa, sia a quelle che mi indica la dieta per poter dimagrire… le riporto queste cose:
    -mangiare 30 grammi di legumi pesati a secco, 60 se in barattolo, con verdure o brodo vegetale o a pranzo o a cena;
    -tra le carni scegliere quelle bianche magre come pollo e tacchino, preferire il pesce: sogliola, merluzzo, tonno, pesce spada ecc…
    -usare due cucchiai d’olio al giorno a crudo…
    queste sono le indicazioni che mi ha dato la dottoressa… come può vedere non è uno schema preciso perchè non ci sono le quantità tranne che per i legumi e l’ olio, cosa che invece c’è in questa dieta… proprio per non fare il fai da te ho deciso di seguire questo schema dettagliato e completo. E soprattutto mi permette di variare alimenti ogni giorno, visto che di certo, non posso andarmene per un’ idea… se non vado dalla dottoressa per farmi prescrivere una dieta è perchè non posso e non ho tempo, mi richiede tempo e denaro. Penso che questo sito serva soprattutto alle persone che come me, non possono recarsi da un dietologo. Non ho alcuna intenzione di cambiare il menu, la mia era una semplice domanda per facilitare il pranzo fuori casa, ma visto che non si può fare, provvederò a dovere…

  50. Redazione IO Benessere Blog scrive:

    Luisa te lo ripetiamo ancora per l’ ennesima volta: evita il fai-da-te ! Cerchi continuamente di modificare le diete che trovi sul sito. Non puoi sostituire il pane con la pasta: i valori nutrizionali sono diversi. Se di giorno lavori (come tutti del resto !), la sera sarai a casa almeno. Puoi preparare la pasta integrale con verdure la sera prima. Per il resto, come già risposto anche al tuo nuovo commento nell’ articolo della dieta proteica, nel tuo caso specifico sarebbe bene parlare meglio con la tua nutrizionista dato che ti ha già dato una lista specifica di cibi per disintossicarti.

  51. Luisa scrive:

    domani comincerò questa dieta e seguirò attentamente il menu… il problema della pasta a pranzo del venerdì posso risolverlo mangiando 40 grammi di pane integrale ? non sono mai a casa e non mi è possibile cucinarla… abbinando sport e dieta spero di riuscire a perdere sei chili in un mese…

  52. Redazione IO Benessere Blog scrive:

    RISPOSTA PER LUISA: questa dieta calcola le calorie giornaliere, è una dieta ipocalorica da 1300 calorie al giorno. I cibi inseriti nel menù settimanale sono calcolati in base alle calorie apportate. Di conseguenza per seguire correttamente la dieta è bene attenersi il più possibile al menù. Puoi quindi sostituire le verdure con verdure affini (i cavolini di Bruxelles possono ad esempio essere sostituiti con i broccoli o con la verza) ma attieniti sempre alle quantità indicate. Non puoi invece sostituire i legumi con la pasta: i valori nutrizionali e le calorie apportate sono diverse. La pasta apporta carboidrati, mentre i legumi apportano proteine. In questa dieta i legumi sono già presenti in molti piatti, quindi non va bene sostituire anche la pasta coi legumi. Come già risposto ad altri tuoi precedenti commenti nella dieta proteica, il problema del colesterolo alto non si risolve solo mangiando legumi: la dieta deve essere il più possibile varia, povera di grassi ed equilibrata.

  53. Redazione IO Benessere Blog scrive:

    Buongiorno Emanuela, per quanto riguarda le domande che hai posto sulla dieta, se sei intollerante al latte puoi tranquillamente sostituirlo a colazione con del tè. Sempre a colazione, i 40 grammi di cereali integrali puoi sostituirli invece con la crusca di avena che già mangi e che è ottima contro la stitichezza. Se mangi già la crusca di avena a colazione, evita i biscotti in modo da non variare le calorie giornaliere della dieta. Per la tua colazione vanno bene quindi il tè e la crusca d’ avena. Per quanto riguarda invece l’ eventuale sostituzione dei cibi, puoi sostituire un tipo di pesce con un altro tipo di pesce, ma attieniti sempre alle quantità indicate nel menù della dieta (100 grammi di salmone possono essere sostituiti con 100 grammi di pesce spada). La stessa cosa vale per le verdure: mantieni sempre le quantità indicate e cerca di sostituire le verdure con altre verdure affini. Ad esempio i cavolini di Bruxelles possono essere sostituiti con i broccoli o con la verza.

    Infine, per rispondere alla tua ultima domanda, una dieta da 1300 calorie al giorno è una dieta ipocalorica che se abbinata all’ attività fisica costante consente di perdere tranquillamente 5-6 chili in un mese. Ovviamente nessuna dieta per dimagrire fa “miracoli” se non si pratica attività fisica. Per dimagrire più velocemente, per riattivare il metabolismo, e anche per mantenere successivamente il peso-forma raggiunto con la dieta e non ingrassare di nuovo è sempre importante abbinare l’ attività fisica (con un allenamento costante di almenno 3-4 volte a settimana in palestra oppure col fai-da-te in cyclette o con la corsa). Solo integrando sport e dieta si ottengono risultati duraturi. Molti studi dimostrano che chi pratica sport anche dopo aver seguito una dieta, riesce a mantenere il suo peso-forma rispetto a chi non pratica attività fisica. Pratichi attività fisica ?

    Inoltre, dopo aver seguito la dieta da 1300 calorie per 1 mese, se si è raggiunto il peso-forma e non si deve dimagrire ancora, è bene seguire una dieta di mantenimento sempre abbinata all’ attività fisica per mantenere i risultati raggiunti. Trovi lo schema della dieta di mantenimento in questo articolo: A dieta per dimagrire: come tornare al peso-forma e ad una sana alimentazione – Dieta, Sport e Salute

  54. Emanuela scrive:

    ah dimenticavo… prendo ogni giorno la crusca di avena che mi aiuta con la stitichezza, è un problema continuarla a prendere ? grazie

  55. Emanuela scrive:

    buongiorno, cercavo una dieta per perdere appunto sei chili… amo molto i legumi e questa dieta mi sembra perfetta ! avrei delle domande da porvi:
    1- sono intollerante al latte, posso sostituirlo al mattino con un tè e al posto dei cereali 3 o 4 biscotti dietetici ?
    2- premettendo che cercherò di seguire il menu così com’è, posso sostituire (eventualemte mancasse) il pesce con un altro tipo ? mi spiego: ad esempio il salmone posso sostituirlo col pesce spada e i cavolini di bruxelles con broccoli o altra verdura ?
    3- questa dieta fa perdere davvero 6 chili ?
    grazie per la risposta futura e soprattutto scusate le tante domande !
    Emanuela

  56. Luisa scrive:

    scusate, non vorrei essere assillante ! Non avevo letto bene questa dieta che mi avete postato… in effetti si avvicina molto a quello che dovrei mangiare quotidianamente per risolvere il mio problema di colesterolo e soprattutto quello di dimagrire i sei chili che non mi vogliono abbandonare ! dei chiarimenti: posso sostituire la pasta del venerdi sempre con i legumi ? quando specificate le verdure (tipo il cavolo) posso sostituirle con altre di natura simile ? GRAZIE, GRAZIE E ANCORA GRAZIE ! questo sito è favoloso…

Website is Protected by WordPress Protection from eDarpan.com.

Benvenuto sul Blog! Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione con cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, accetti il servizio e gli stessi cookie. Migliora la tua esperienza, trova quello che cerchi e... buona navigazione!