Dieta dei 4 giorni per perdere 3 chili: dieta proteica + dieta depurativa

Senso di gonfiore e qualche chilo di troppo dovuti a “stravizi” alimentari soprattutto durante le vacanze, possono essere contrastati con una dieta di 4 giorni che privilegia le proteine e consente di dimagrire fino a 3 chili.

La “dieta del fantino” è un regime alimentare nato in ambito sportivo e diventato famoso negli Anni ’60. Era una dieta usata soprattutto dai fantini, perché i menu proteici permettevano un dimagrimento prima della gara, in modo da non pesare troppo sui cavalli. La dieta a base di proteine è stata rivisitata e proposta in numerose versioni, ed è un metodo snellente efficace anche per chi deve perdere qualche chilo di troppo in pochi giorni.

Questa dieta è però sconsigliata a chi soffre di disturbi a reni e fegato, alle donne in gravidanza e in allattamento (che devono avere un’ alimentazione completa e varia) e alle donne in menopausa (che devono mangiare meno quantità di proteine nella dieta).

La dieta dei 4 giorni: 3 giorni di dieta proteica + 1 giorno di dieta depurativa

Grazie alle proteine, la dieta proposta stimola l’ attivazione dell’ enzima trigliceride-lipasi, che libera i grassi dai tessuti, rimettendoli in circolo in modo che possano essere utilizzati dall’ organismo per produrre l’ energia necessaria per le attività di tutti i giorni.
La dieta dei 4 giorni serve a raggiungere tre obiettivi:

  1. riattivare il metabolismo che viene attivato in 24 ore (1 giorno) con un menu che privilegia le proteine magre ed esclude i carboidrati di pane, pasta, frutta e verdura
  2. ridurre adipe e gonfiore: bastano 48 ore (2 giorni) per riuscirci, con un menu proteico arricchito da vegetali particolari
  3. depurare il fisico: le ultime 24 ore (il quarto giorno di dieta) permettono di raggiungere questo obiettivo, programmando un menu a base di frutta e verdura povere di zuccheri e dalle proprietà drenanti. Questo è anche un modo per consolidare i risultati ottenuti e favorire l’ eliminazione di scorie e tossine.

Tre giorni di dieta proteica per sciogliere i grassi

Lo schema alimentare proposto nella dieta dei 4 giorni è basato su tre giorni a base di cibi proteici: il primo giorno sono escluse anche
le verdure, negli altri due giorni sono introdotte alcune varietà di verdure. Questo è un modo efficace per costringere il corpo a smaltire i chili di troppo: le riserve di zuccheri infatti si esauriscono in circa 24 ore, e per produrre l’ energia necessaria l’ organismo deve trasformare rapidamente i depositi di grasso in corpi chetonici. Sono proprio questi ultimi a velocizzare il dimagrimento, perché riducono l’ appetito e contribuiscono a limitare la perdita di massa muscolare che, anzi, viene nutrita grazie all’ apporto di proteine.

Un giorno di dieta depurativa e drenante

Entro tre giorni dall’ inizio della dieta proteica, iniziano a entrare in circolo grandi quantità di corpi chetonici: l’ acetone, l’ acido acetilaticetico e l’ acido idrossibutirico. Questo eccesso di sostanze acide viene fronteggiato con un ulteriore giorno di dieta, basato su un menu dall’ effetto drenante e depurativo, che permette anche di consolidare i risultati ottenuti.

Acqua, té verde e tisane per la dieta dei 4 giorni

Durante la dieta dei 4 giorni è importante bere circa 3 litri di liquidi al giorno tra acqua, té verde e tisane. L’ acqua contrasta gli effetti negativi della chetosi e aiuta a eliminare il grasso corporeo e le sostanze di scarto, che altrimenti finirebbero con il depositarsi nel fegato. Il té verde e le tisane hanno proprietà drenanti e antiossidanti. Per le tisane è utile scegliere in particolare la rosa canina che è ricca di vitamina C: molto utile per integrare il menu povero di frutta e di verdure. La tisana a base di semi di finocchio stimolano invece l’ eliminazione dei liquidi stagnanti.

I cibi Sì: alimenti consentiti nella dieta

  • Pesce: salmone e tonno
  • Crostacei: gamberetti e gamberoni
  • Carne: pollo, tacchino, vitello
  • Uova
  • Yogurt bianco magro
  • Formaggi: ricotta, caprino, grana

I cibi No: alimenti vietati nella dieta

  • Pasta
  • Pane
  • Pizza e prodotti da forno
  • Patate
  • Legumi
  • Cereali: riso, orzo, grano e farro
  • Dolci
  • Zucchero: niente zucchero nella dieta dei 4 giorni! Raffinato, integrale o di canna, lo zucchero ostacola il dimagrimento poiché innalza i valori di glucosio nel sangue e stimola l’ insulina, provocando aumento di appetito e un maggiore accumulo di grassi
  • Succhi di frutta e bevande alcoliche o dolcificate

Frutta e verdura da preferire nella dieta

  • L’ ananas è composto per il 90% da acqua e per il rimanente 10% da zuccheri, vitamine (A, C e B), minerali (iodio, magnesio, manganese, potassio, calcio) e acidi organici (acido citrico, malico e ossalico). L’ anans è una buona fonte di bromelina: un enzima che facilita la digestione delle proteine e con proprietà diuretiche e antinfiammatorie, utili contro ritenzione idrica e cellulite.
  • La rucola contiene una sostanza solfo-azotata che stimola il metabolismo ed è anche la verdura più ricca di vitamina C.
  • I peperoni verdi, gialli o rossi sono ricchissimi di vitamina C, e contengono anche vitamina A e minerali come calcio e fosforo. I peperoni forniscono appena 30 calorie per 100 grammi e sono ideali per la dieta.
  • I fagiolini sono i baccelli immaturi dei fagioli, poveri di calorie (circa 30 calorie per 100 grammi) e ricchi di vitamine A e C, minerali come il magnesio, e tante fibre utili per combattere la stitichezza.
  • I cetrioli sono ricchi di acqua (oltre il 96%), minerali e steroli vegetali (sostanze anticolesterolo contenute soprattutto nella buccia); contrastano ritenzione idrica, gonfiore e cellulite. Riducono l’ assorbimento degli zuccheri e favoriscono la funzione dell’ intestino.

Condimenti consentiti per la dieta

  • Aceto, spezie e succo di limone: da usare senza limiti, sono ideali per condire insalate e secondi piatti. In particolare, le erbe come menta, basilico, prezzemolo, erba cipollina timo, rosmarino, alloro sono ottime per insaporire e preparare i piatti. Sono permessi anche cipolla, aglio e peperoncino.
  • Ridurre l’ olio: il menu proteico del primo giorno di dieta non prevede grassi, oltre a quelli naturalmente contenuti negli alimenti consigliati. Quindi nel primo giorno di dieta non bisogna aggiungere olio. Nei tre giorni successivi invece si può usare l’ olio, ideale per contorni e insalate, ma senza superare i due cucchiaini (10 grammi) al giorno.
  • Usare poco sale: va sempre consumato con moderazione per contrastare la ritenzione idrica e il gonfiore. Il sale infatti trattiene l’ acqua nei punti critici del corpo come glutei, addome e cosce.

Alcuni consigli in più per seguire al meglio la dieta:

  • in cucina preferire metodi di cottura dietetici e senza l’ aggiunta di grassi, come le cotture al vapore (oppure lessatura in acqua per le verdure), al cartoccio o alla piastra
  • via libera a vinaigrette e marinature con succo di limone o aceto
  • evitare alimenti in salamoia o salati come i dadi da brodo
  • sono concesse 2 tazzine di caffè al giorno, ma senza zucchero
  • praticare attività fisica costante

I vataggi della dieta dei 4 giorni

  • È facile da seguire e le ricette sono facili da realizzare
  • È semplice: ci sono poche regole, tutte semplici da seguire
  • È economica: gli alimenti consigliati sono economici e si trovano in tutti i supermercati
  • È efficace: la carenza di zuccheri spinge l’ organismo a trasformare in energia le riserve di adipe e assicura un dimagrimento di circa 2-3 chili in 4 giorni
  • È incoraggiante: si perde peso velocemente, gratifica molto e aiuta a proseguire sulla strada del dimagrimento
  • Tiene o bada l’ appetito: le proteine hanno un effetto saziante, in più i pasti e gli spuntini sono nutrienti e appaganti
  • È selettiva: colpisce il tessuto adiposo senza intaccare i muscoli e la massa magra
  • Tonifica e rassoda: le proteine nutrono i muscoli e la dieta, unita all’ attività fisica, asciuga e scolpisce la silhouette

Schema menù settimanale Dieta dei 4 giorni

La dieta proposta di seguito, unita a una corretta attività fisica, permette di smaltire fino a 3 chili di troppo in 4 giorni e va abbinata all’ attività fisica costante. Lo schema del menù prevede tre pasti principali (colazione, pranzo e cena) e due mini-pasti (spuntino e merenda). In particolare, il primo giorno la dieta esclude il consumo di vegetali e di condimenti come l’ olio. Il secondo e terzo giorno invece sono proposte anche alcune verdure a basso indice glicemico: rucola, insalata verde, cetrioli, pomodori, zucchine, peperoni e melanzane. Infine, il menu depurativo del quarto giorno di dieta inserisce anche kiwi e ananas.

1° GIORNO
AL RISVEGLIO
: bere 2 bicchieri di acqua con succo di limone
COLAZIONE: caffè senza zucchero + omelette con 1 uovo intero, 1 cucchiaino (5 grammi) di formaggio grana e foglie fresche di basilico o prezzemolo
SPUNTINO: 100 grammi di affettato di tacchino oppure 100 grammi di prosciutto crudo o cotto sgrassato
PRANZO: 2 spiedini di gamberoni + 200 grammi di petto di pollo alla piastra con spezie e succo di limone
MERENDA: involtini di bresaola (80 grammi) farciti con ricotta (50 grammi) emulsionata con buccia di limone grattugiata e foglioline di menta
CENA: 2 spiedini con cubetti di prosciutto cotto (150 grammi) e formaggio feta greca (50 grammi) + 200 grammi di tacchino alla piastra con aromi, condito con succo di limone o con aceto balsamico e poco sale (preferibilmente sale marino iodato)

2° GIORNO
AL RISVEGLIO
: bere 2 bicchieri di acqua con succo di limone
COLAZIONE: caffè oppure té senza zucchero + 200 grammi di ricotta
SPUNTINO: 100 grammi di affettato di tacchino oppure 100 grammi di prosciutto crudo o cotto sgrassato
PRANZO: 250 grammi di tagliata di vitello alla piastra + zucchine al vapore o lessate (porzione libera) + cetriolo in insalata condito con 1 cucchiaino di olio extravergine d’ oliva, sale, menta o basilico e aceto
MERENDA: omelette con 1 uovo, scorza di limone grattugiata e foglie di menta o basilico
CENA: 200 grammi di salmone fresco in carpaccio con succo di limone oppure cotto al vapore, al cartoccio o in padella + 200 grammi di insalata mista con rucola e 2 pomodorini condita con 1 cucchiaino di olio extravergine d’ oliva emulsionato con succo di limone o aceto e sale marino iodato + melanzane grigliate (porzione libera)

3° GIORNO
AL RISVEGLIO
: bere 2 bicchieri di acqua con succo di limone
COLAZIONE: caffè senza zucchero + 200 grammi di yogurt greco (con 0% grassi)
SPUNTINO: té verde + 200 grammi di fiocchi di latte (è un formaggio fresco molto magro e dietetico)
PRANZO: 200 grammi di petto di pollo alla piastra con peperoni grigliati o arrostiti e condito con 1 cucchiaino di olio extravergine d’ oliva emulsionato con succo di limone, aglio e prezzemolo tritati + insalata verde a piacere (porzione libera)
MERENDA: tè verde o tisana + 100 grammi di affettato di tacchino oppure 100 grammi di prosciutto crudo o cotto sgrassato
CENA: 200 grammi di trancio di tonno alle erbette + fagiolini lessi con limone, aceto e 1 cucchiaino di olio extravergine d’ oliva + cetrioli in insalata con aceto, foglie di menta o basilico e 1 cucchiaio di yogurt magro.

4° GIORNO
AL RISVEGLIO
: 2 bicchieri di acqua con succo di limone + 1 kiwi
COLAZIONE: té verde + 2 fette d’ ananas al naturale
SPUNTINO: tisana al finocchio + cetriolo al naturale
PRANZO: 100 grammi di affettato di tacchino oppure 100 grammi di prosciutto crudo o cotto sgrassato + insalata con rucola (porzione libera) con 2 pomodorini pachino e funghi champignon condita con 1 cucchiaino di olio extravergine d’ oliva e succo di limone
MERENDA: tisana al finocchio + cetriolo al naturale
CENA: sogliola al vapore + zucchine lesse condite con 1 cucchiaino di olio extravergine d’ oliva, origano e limone + cetriolo in insalata (porzione libera) condito con aceto balsamico e foglie fresche di menta.





128 risposte

  1. Tiziana scrive:

    Grazie mille per tutte le informazioni

  2. Redazione IO Benessere Blog scrive:

    Di nulla Sabrina! Buon allenamento con l’augurio che tu possa migliorare il tuo problema.
    Un abbraccio e felice giornata

  3. Sabrina scrive:

    Un grazie davvero di cuore.

  4. Redazione IO Benessere Blog scrive:

    Buongiorno Sabrina, specifichiamo che tutte le diete pubblicate sul nostro blog sono messe a punto dai dietologi che collaborano con noi al sito ma sono adatte a persone in sovrappeso in buono stato di salute fisica, cioè senza particolari patologie.
    Dato che tu invece soffri di colite spastica, ti consigliamo di rivolgerti ad un nutrizionista o un dietologo per una dieta personalizzata
    adatta al tuo problema di salute. In caso di colite spastica infatti, ci sono determinati alimenti da evitare perchè possono peggiorare i sintomi.
    Trovi maggiori informazioni in questo articolo: Colite-Sintomi intestino irritabile

    Per quanto riguarda invece il grasso addominale, puoi migliorare la tua situazione con lo sport e l’attività fisica costante. Per rinforzare la fascia addominale, in palestra è ottimale seguire un corso di Pilates. Ti mandiamo un articolo di approfondimento: Pilates per addominali

    A casa invece, puoi acquistare una cyclette oppure un’ellittica o un tapis roulant per fare un riscaldamento cardio iniziale di 40 minuti. Poi puoi passare a fare degli esercizi di ginnastica mirati per gli addominali. E’ utile acquistare anche una gymball: un attrezzo fitness economico che trovi da Decathlon.
    Ecco un articolo in cui trovi maggiori spiegazioni: I migliori attrezzi fitness per dimagrire a casa

    Dopo il tuo riscaldamento cardio, fai degli esercizi mirati per addominali. Ecco delle schede di allenamento che puoi salvare o stampare e usare per la tua ginnastica a casa:
    1- Esercizi addominali-fianchi con la gym ball

    2- Esercizi addominali-pancia-fianchi

    3- Ginnastica a casa per addominali

    4- Allenamento per rassodare addominali

    Gli addominali sono più difficili da definire, se vuoi avere risultati fai un allenamento costante per almeno 3-4 volte a settimana.
    Non esiste una dieta che ti fa perdere il grasso in eccesso solo sugli addominali: quando perdi peso, dimagrisce tutto il corpo.
    L’unico modo per definire pancia e fianchi è fare attività fisica costante e mirata.

  5. Sabrina scrive:

    Salve. Vi chiedo un favore… Per perdere solo grasso addominale (ma soffro anche di colite spastica), ci sarebbe una dieta anche per me? Grazie mille

  6. Redazione IO Benessere Blog scrive:

    Buongiorno Tiziana, dato che non ti piace il pesce e non lo mangi, ti consigliamo di seguire il semplice schema della Dieta Dissociata che trovi in questo articolo: Dieta Dissociata menù settimanale

    Nello schema alimentare della Dieta Dissociata ci sono diverse opzioni tra cui puoi scegliere. A pranzo puoi optare per un panino veloce oppure, se vai al ristorante, scegli un primo piatto di pasta o riso con sole verdure. Mentre le proteine vanno mangiate a cena.
    In sintesi, la dieta dissociata prevede carboidrati a pranzo, proteine a cena, verdure ai pasti in quantità libera e frutta negli spuntini. E’ quindi uno schema alimentare facile da seguire anche se mangi fuori casa.
    La dieta dissociata “dissocia” appunto le proteine dai carboidrati che non vanno mangiati nello stesso pasto.
    A cena, se vai al ristorante, ordina un secondo piatto proteico di carne con verdure. La pizza invece è consentita una sola volta a settimana: pizza ortolana alle verdure oppure pizza margherita.
    Questo schema ti aiuta a dimagrire, a riattivare il metabolismo e ad avere un’alimentazione varia e sana.

    Un’altra alternativa che non prevede pesce è la Dieta Ovolattovetariana con formaggi, legumi e uova; si tratta di una dieta da 1300 calorie adatta per dimagrire e perdere peso. Trovi il menù settimanale in questo articolo: Dieta Vegetariana menù settimanale

    Ti ricordiamo inoltre che i migliori risultati si ottengono sempre abbinando dieta e sport. L’attività fisica costante mantiene attivo il metabolismo, facilita il dimagrimento e aiuta a mantenere il peso forma raggiunto senza ingrassare di nuovo.
    Sull’importanza di abbinare sempre dieta e sport (con un allenamento costante per almeno 3-4 giorni a settimana) trovi maggiori spiegazioni in questi due articoli di approfondimento:
    1- Dieta e Sport per Dimagrire

    2- I muscoli di chi fa sport bruciano più grassi

    Iscriviti in palestra o in piscina (se ancora non l’hai fatto) e segui il corso fitness o il corso di acquagym che più ti piace.

  7. tiziana scrive:

    Buongiorno, vorrei provare a fare la dieta dei 4 giorni per dare una scossa al mio metabolismo che è molto rallentato e vorrei chiedere se potreste indicarmi una dieta dove non ci siano pietanze a base di pesce perchè proprio non mi piace. Grazie mille

  8. Redazione IO Benessere Blog scrive:

    Ciao Lucia, questa dieta dei 4 giorni (per essere efficace) va seguita così com’è, senza “sostituzioni”. Ogni dieta pubblicata sul nostro blog è messa a punto dai dietologi che collaborano con noi al sito.

    La dieta per dimagrire va scelta in base ai propri gusti alimentari, in modo che sia più facile da seguire. Dato che non ti piacciono i gamberoni, ti consigliamo quindi di scegliere un’altra dieta più adatta ai tuoi gusti.
    Ecco altre 4 diete veloci, leggi i menù proposti e scegli la dieta che si adatta ai tuoi gusti:
    1- Dieta 4 giorni con yogurt

    2- Quattro giorni di dieta depurativa

    3- Dieta di quattro giorni per riattivare il metabolismo

    4- Tre giorni di dieta depurativa

  9. Lucia scrive:

    Ciao, al posto dei due gamberoni il primo giorno con cosa posso sostituirli?

  10. Redazione IO Benessere Blog scrive:

    Buongiorno Eleonora, la dieta proteica dei 4 giorni può essere ripetuta dopo un mese. Se tu e tuo marito avete bisogno di altre diete veloci depurative, ti consigliamo quindi di scegliere altri programmi dietetici. Ti mandiamo i link:
    1- Dieta 4 giorni con yogurt

    2- Quattro giorni di dieta depurativa

    3- Dieta depurativa di 4 giorni per riattivare il metabolismo

    4- Tre giorni di dieta depurativa

    Per quanto riguarda invece la Dieta Dissociata, trovi un utile schema di riferimento in questa pagina: Dieta Dissociata menù
    Nello schema alimentare della Dieta Dissociata ci sono diverse opzioni tra cui puoi scegliere. A pranzo puoi optare per un panino veloce oppure, se vai al ristorante, scegli un primo piatto di pasta o riso con sole verdure. Mentre le proteine vanno mangiate a cena.
    In sintesi, la dieta dissociata prevede carboidrati a pranzo, proteine a cena, verdure ai pasti in quantità libera e frutta negli spuntini. E’ quindi uno schema alimentare facile da seguire anche se mangi fuori casa.
    La dieta dissociata “dissocia” appunto le proteine dai carboidrati che non vanno mangiati nello stesso pasto.
    A cena, se vai al ristorante, ordina un secondo piatto proteico di carne o pesce con verdure. La pizza invece è consentita una sola volta a settimana: pizza ortolana alle verdure oppure pizza margherita.
    Questo schema ti aiuta ad avere un’alimentazione varia e sana.

  11. Eleonora scrive:

    Giorno… siamo al 4 giorno della dieta… io e mio marito… non siamo scesi di peso ma ho notato meno gonfiore e siamo più snelli… volevo sapere se è possibile la settimana prossima ripetere oppure associare un’altra dieta (già seguo la dissociata fai da te). grazie

  12. Redazione IO Benessere Blog scrive:

    Buongiorno Eleonora, la dieta dei 4 giorni proposta è adatta a chi deve perdere solo 2-3 chili di troppo. Può essere seguita sia dagli uomini che dalle donne.
    Se invece hai bisogno di perdere più chili, scegli una dieta mensile. Trovi altre diete in questa pagina del nostro blog: Diete per Dimagrire

    Dopo la dieta, è consigliato seguire la Dieta Dissociata di mantenimento che trovi qui: Dieta Dissociata

    E’ inoltre ottimale praticare attività fisica costante, con un allenamento per almeno 3-4 giorni a settimana, in modo da mantenere il peso forma raggiunto.
    Seguire solo una dieta è infatti sempre riduttivo. Sull’importanza di abbinare dieta e sport, ti mandiamo i link di questi articoli di approfondimento:
    1- Dieta e Sport per Dimagrire

    2- I muscoli di chi fa sport bruciano più grassi

    Per altre domande o dubbi scrivici pure.
    Buona giornata!

  13. Eleonora scrive:

    Salve, volevo fare la dieta dei 4 giorni… la domanda che mi pongo… è per tutti? Non ci sono differenze tra uomo e donna, soprattutto peso? Le porzioni dei cibi sono uguali per tutti?

  14. Redazione IO Benessere Blog scrive:

    RISPOSTA PER IRENE: certamente, puoi usare il dolcificante dietetico a zero calorie per addolcire tisane e caffè. Spesso però questi dolcificanti contengono aspartame che è potenzialmente cancerogeno: leggi l’etichetta prima dell’acquisto.
    In alternativa, ti consigliamo di passare in erboristeria e di acquistare un dolcificante completamente naturale: la Stevia.
    Trovi maggiori informazioni in questo articolo: Stevia-dolcificante naturale a zero calorie

  15. Redazione IO Benessere Blog scrive:

    RISPOSTA PER ALESSANDRA: per prima cosa ben tornata sul blog! Carissima, se hai già seguito questa dieta e ti sei trovata male (da quanto scrivi hai avuto mal di testa), perchè hai deciso di rifarla?
    Con la dieta dissociata il tuo metabolismo non ha avuto problemi, con questa dieta dei 4 giorni invece ti senti in “carenza di energia”. Evidentemente questa dieta non è adatta a te. Scegli un’altra dieta tra le molte presenti sul nostro sito. Per quanto riguarda le “diete veloci”, ce ne sono altre; ti mandiamo i link:
    1- Dieta 4 giorni con yogurt

    2- Quattro giorni di dieta depurativa

    3- Dieta depurativa di 4 giorni per riattivare il metabolismo

    4- Tre giorni di dieta depurativa

    Facci sapere!
    Buona giornata e a presto!

  16. Irene scrive:

    Il dolcificante a gocce della marca dietetic si può usare nel caffè e le tisane?? Perché amaro proprio non ce la faccio, in fondo quello è zero calorie…

  17. alessandra scrive:

    Buongiorno, dopo circa tre mesi ho deciso di rifare questa dieta per dare la sveglia al mio metabolismo oltre che un po’ di depurazione.
    Premetto che nei mesi precedenti ho seguito la dieta dissociata e il mio peso è più o meno quello forma 64/65Kg.
    Oggi sono al 3 giorno e Vi chiedo un consiglio per domani la quarta giornata, considerato che la quantità di proteine indicata per il pranzo, 100gr è davvero minima e fornirà poche calorie, a cena non viene menzionata la quantità di sogliola, temo di avere mal di testa come la volta scorsa dovuta alla carenza oltre che di zuccheri anche di proteine, come posso ovviare a questo problema?
    Grazie in anticipo.

  18. Redazione IO Benessere Blog scrive:

    Buongiorno Mari, questa è una dieta veloce di soli 4 giorni, quindi va seguito il menù proposto se vuoi avere risultati.
    Dato che ami la frutta secca, ti consigliamo di cambiare dieta. Ecco i link di altre due diete tra cui puoi scegliere e in cui è inserita la frutta secca:
    1- Dieta da 1300 calorie al giorno
    (in questa dieta la frutta secca è presente nello spuntino del martedì e del venerdì)

    2- Dieta da 1550 calorie al giorno
    (in questa dieta la frutta secca è presente a colazione)

    Ovviamente, come spesso diciamo, il menù della dieta da seguire va scelto principalmente in base ai propri gusti alimentari e alle proprie esigenze, in modo che sia più facile seguire un regime dietetico. Scegli quindi un’altra dieta più adatta a te.

  19. mari scrive:

    salve, vorrei sapere se in questa dieta si può inserire la frutta secca e se si in quale quantità.
    grazie

  20. Redazione IO Benessere Blog scrive:

    Hai fatto benissimo a chiedere Sabrina, il servizio di risposta ai commenti serve proprio a questo!
    Se hai difficoltà a scegliere la dieta da seguire, facci sapere, ti possiamo aiutare mandandoti i link delle diete più adatte alle tue esigenze.
    Cerchi una dieta mensile oppure ti serve una dieta depurativa veloce?
    Quanti chili devi perdere?
    Mangi a casa a pranzo oppure mangi fuori casa per motivi di lavoro?
    Quanti anni hai? Quanto sei alta? Quanto pesi attualmente?
    Pratichi sport? Quante volte a settimana?
    Rispondendo a queste semplici domande avremo un quadro più completo sulle tue esigenze.
    Aspettiamo tue!
    Buona giornata e a presto sul blog!

  21. Sabrina scrive:

    Grazie mille. Ho chiesto solo perché sinceramente la mattina lavorare con la fame, dopo questa colazione, è un problema.

  22. Redazione IO Benessere Blog scrive:

    Buongiorno Sabrina, la dieta dei 4 giorni riportata nell’articolo sopra è una dieta veloce, ideale per chi ha solo 2-3 chili di troppo da perdere.
    Dato che la dieta dei 4 giorni proposta sfrutta le proprietà delle proteine per riattivare il metabolismo, il menù va seguito così come è riportato se vuoi avere benefici in termini di dimagrimento.
    In questo schema dietetico non sono quindi consigliate sostituzioni di cibi, trattandosi di una dieta che dura solo 4 giorni.

    Se il menù proposto non si addice ai tuoi gusti alimentari, ti consigliamo quindi di cambiare dieta e di scegliere un menù più adatto a te.
    Trovi altre diete pubblicate nella sezione dedicata del nostro sito: Diete per Dimagrire

  23. Sabrina scrive:

    Buongiorno, posso a colazione un cappuccino di soia e due gallette di riso nei quattro giorni ?

  24. Redazione IO Benessere Blog scrive:

    Buongiorno Alessandra, la dieta dei 4 giorni può essere ripetuta all’occorrenza, ad esempio dopo 1 mese.
    Per quanto riguarda la successiva dieta di mantenimento, consigliamo il semplice schema della Dieta Dissociata che trovi a questo link: Dieta Dissociata Menù

    In questo schema alimentare ci sono diverse opzioni tra cui puoi scegliere. A pranzo puoi optare per un panino veloce oppure, se vai al ristorante, scegli un primo piatto di pasta o riso con sole verdure. Mentre le proteine vanno mangiate a cena.
    In sintesi, la dieta dissociata prevede carboidrati a pranzo, proteine a cena, verdure ai pasti in quantità libera e frutta negli spuntini. E’ quindi uno schema alimentare facile da seguire anche se mangi fuori casa.
    La dieta dissociata “dissocia” appunto le proteine dai carboidrati che non vanno mangiati nello stesso pasto.
    A cena, se vai al ristorante, ordina un secondo piatto proteico di carne o pesce con verdure. La pizza invece è consentita una sola volta a settimana: pizza ortolana alle verdure oppure pizza margherita.

  25. alessandra scrive:

    Buongiorno, grazie per le delucidazioni in merito a quantità e alternanza piatti nella dieta.
    In effetti devo perdere 3-4 Kg e non voglio intaccare la massa magra, faccio sport abbastanza regolarmente, 2-3 volte a settimana e non faccio assolutamente vita sedentaria, tranne l’ufficio per circa 6 ore al giorno, per il resto sono sempre in movimento. Domani dovrei riuscire ad iniziare la dieta, quindi da lunedì in poi quale delle vostre diete mi consigliate per mantenimento, e questa dieta dei 4 giorni quante volte può essere ripetuta? Grazie mille

  26. Redazione IO Benessere Blog scrive:

    Cara Alessandra, in merito alle 7 diete che ti abbiamo consigliato, sono tutte diete ipocaloriche adatte a dimagrire, ideali per chi mangia in ufficio a pranzo. Ognuna delle 7 diete proposte può essere seguita per 1-2 mesi consecutivi. Per quanto riguarda i chili che si possono perdere, molto dipende dal tuo stile di vita. Pratichi sport? Quante volte a settimana?
    Chi pratica attività fisica costante, con un allenamento per almeno 3-4 volte a settimana, può perdere fino a 6 chili abbinando sport e una dieta ipocalorica per 1 mese
    . Se invece non pratichi sport e conduci una vita sedentaria, perderai meno chili.
    Per riattivare il metabolismo e bruciare più calorie, lo sport è indispensabile: seguire solo una dieta è sempre riduttivo.

    Per quanto riguarda invece la dieta proteica, se vuoi seguire il programma mensile lo trovi a questo link: Dieta proteica menù
    Dato che nella dieta proteica vengono eliminati del tutto i carboidrati, lo schema dietetico va seguito solo per 1 mese, poi occorre tornare ad un’alimentazione più completa.

    La dieta dei 4 giorni è invece indicata solo alle persone che hanno 2-3 chili di troppo da perdere.
    In merito alle tue domande sulla dieta dei 4 giorni, puoi invertire il pranzo con la cena, l’importante è attenersi ai cibi e alle quantità indicate nel menù.
    Per gli spiedini, non è specificato il peso perchè variano di dimensioni; di solito se acquisti i gamberoni ne bastano 4-6 per realizzare due spiedini.
    Per il tonno, basta acquistare un trancio di tonno fresco da 200 grammi da cucinare in padella con un po’ di limone ed erbe aromatiche (ad esempio rosmarino, foglie di salvia fresca, un rametto di timo, 1 spicchio di aglio, sale e pepe). Bastano pochi minuti per cuocere il tonno che deve risultare rosa all’interno: se cotto troppo, la carne del tonno diventa troppo asciutta.

  27. alessandra scrive:

    Buongiorno e grazie per la pronta risposta.
    Ho dato un’ occhiata alle diete e ci sono praticamente i carboidrati complessi (pasta, pane, biscotti ecc.) praticamente ovunque. Ma per quanto tempo va fatta la dieta e quanti Kg si perdono?
    Io mi sono trovata bene con una dieta proteica la scorsa estate, forse proprio questa anche se non ricordo i gamberoni, ho dato una bella sveglia al mio organismo ed ora dopo le festività natalizie volevo ripetere l’esperienza. Provo comunque questa dieta dei 4 giorni, solo ditemi quanti gamberoni per gli spiedini e se posso invertire il pranzo con la cena del secondo giorno. Infine se avete dei suggerimenti su come cucinare il trancio di tonno (ad esempio al forno, tempi ecc.) ve ne sarei molto grata.
    Cordiali saluti.

  28. Redazione IO Benessere Blog scrive:

    Buongiorno Alessandra, dato che per motivi di lavoro mangi fuori casa, ti consigliamo di scegliere un’altra dieta da seguire, più adatta alle tue esigenze e più facile per te. Sul sito sono state messe a punto dai dietologi che collaborano con noi diete adatte per chi a pranzo ha poco tempo e mangia in ufficio.
    Ti mandiamo quindi i link delle diete più adatte a te tra cui puoi scegliere:

    1- Dieta del panino da 1300 calorie

    2- Dieta con le insalatone da 1550 calorie

    3- Dieta da 1300 calorie con menù veloce per chi ha poco tempo a pranzo

    4- Dieta da 1300 calorie per chi mangia fuori casa

    5- Dieta da 1300 calorie con pasta e panini light

    6- Dieta molecolare

    7- Dieta del panino e dieta del piatto unico da 1000 calorie

    Queste sono 7 diete adatte per chi mangia fuori casa. Leggi i menù e scegli la dieta che risponde meglio alle tue esigenze e ai tuoi gusti alimentari.

Website is Protected by WordPress Protection from eDarpan.com.

Benvenuto sul Blog! Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione con cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, accetti il servizio e gli stessi cookie. Migliora la tua esperienza, trova quello che cerchi e... buona navigazione!