Donazione di organi, sangue e cellule staminali in Italia. Informazioni donazione organi

In Italia sono molte le persone in lista d’attesa per il trapianto di un organo: rene, fegato, cuore, polmone.
A livello nazionale, pur con forti differenze tra le regioni del sud e quelle del nord Italia, dovute soprattutto alla diversità delle organizzazioni sanitarie regionali, il sistema delle donazioni nel suo complesso mostra comunque una certa stabilità in termini di donatori, nonostante l’aumento dell’età media dei donatori incide sul numero degli organi idonei per il trapianto.

Donazione di organi, sangue e cellule staminali da vivente (in vita)

Quando si parla di donazione non si fa riferimento soltanto a ciò che avviene dopo la morte. La donazione infatti si può effettuare anche da vivi.

In vita si può essere donatori di:
- organi (un rene, parte di fegato, parte di polmone);
- tessuti (cute, ossa, vasi sanguigni);
- cellule (midollo osseo e sangue cordonale);
- sangue, fondamentale per eseguire i trapianti e per poter attuare migliaia di interventi chirurgici.


Dopo la morte è possibile donare:
- organi (cuore, reni, fegato, pancreas, polmone e intestino);
- tessuti: (pelle, ossa, tendini, cartilagine, cornee, valvole cardiache e vasi sanguigni).

In particolare quindi, sia il sangue che le cellule staminali possono essere donati solo quando si è in vita.
Le cellule staminali ematopoietiche (o emopoietiche) sono ottenute dal midollo osseo, dal sangue del cordone ombelicale e dal sangue periferico.
Le staminali, presenti in ogni organismo con la funzione di rigenerare e produrre nuovi tessuti, sono cellule non differenziate, non hanno cioè ancora una funzione ben precisa all’interno dell’organismo stesso. Possono riprodursi in maniera pressoché illimitata (ogni giorno producono 200-400 miliardi di cellule nuove), dando vita sia ad altre cellule staminali sia a cellule destinate a differenziarsi e a generare tessuti e organi.
Le staminali emopoietiche (CSE) sono progenitrici di tutte le linee cellulari del sangue: significa che sono in grado di produrre globuli rossi, bianchi e piastrine. Grazie alla loro capacità di replicarsi, il loro numero rimane invariato durante tutta la nostra vita anche se dovessero in parte venire prelevate, come avviene quando si dona il midollo osseo.

Informazioni sulla donazione di organi in Italia

Per consentire un trapianto a tutte le persone in lista d’attesa, occorre avere quindi accesso alle informazioni corrette: questo è il primo passo per decidere di diventare donatore. Ecco 3 siti in cui potete trovare tutte le informazioni utili.

WWW.MOLTIPLICALAVITA.IT
Decidere di donare i propri organi è un gesto di estrema generosità, perché un solo individuo è in grado di restituire la speranza a molti pazienti: il donatore moltiplica la vita.
Per dare informazioni sui trapianti e sulle donazioni, sulla legislazione in vigore e sui centri specializzati, è attivo il sito www.moltiplicalavita.it: una vera e propria piazza virtuale dove si trovano le informazioni su come diventare donatori (la dichiarazione di volontà, la procedura, la tutela del donatore) e le linee essenziali su come avviene un trapianto (procedura, tempi e luoghi, liste d’attesa, sicurezza, terapie post trapianto).
Nella sezione “Cosa si dona” viene spiegata la donazione di organi, tessuti e cellule sia in vita che dopo la morte.

WWW.DONIAMO.ORG
Il sito internet www.doniamo.org è il portale realizzato nell’ ambito della campagna promossa dalla Fondazione Pubblicità Progresso, con la collaborazione di:
- Fondazione italiana ricerca in epatologia
- Associazione italiana donatori di organi
- Istituto superiore di sanità
- Centro nazionale trapianti.
Sul sito trovate anestesisti rianimatori, chirurghi, uomini di medicina e di scienza che rispondono con interventi video ai dubbi più comuni sulla donazione di organi, come l’accertamento della morte cerebrale prima dell’espianto, la rintracciabilità di donatore e trapiantato.

WWW.AIDO.IT
Una volta avute tutte le informazioni e una volta deciso di diventare donatore di organi, ci si può iscrivere all’ Aido (Associazione Italiana per la Donazione di Organi): l’iscrizione è gratuita e dall’iscrizione si può recedere liberamente in ogni momento.
Per ulteriori informazioni potete contattare il numero verde dell’ Aido: 800-736745
Potete inoltre consultare il sito internet www.aido.it





Website is Protected by WordPress Protection from eDarpan.com.

Benvenuto sul Blog! Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione con cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, accetti il servizio e gli stessi cookie. Migliora la tua esperienza, trova quello che cerchi e... buona navigazione!