Epistassi e perdita di sangue dal naso nei bambini. Come fermare l’ emorragia del sangue dal naso

epistassi-e-perdita-di-sangue-dal-naso-nei-bambini-come-fermare-l-emorragia-del-sangue-dal-nasoL’ epistassi (comunemente detto “sangue dal naso“) √® un fenomeno molto comune nei bambini durante l’ infanzia e di solito tende a scomparire con l’ adolescenza quando le membrane del setto nasale diventano pi√Ļ resistenti. La perdita di sangue dal naso √® infatti un disturbo fastidioso ma quasi sempre facile da controllare. L’ epistassi √® un disturbo legato alla particolare delicatezza della membrana che riveste la parte interna delle narici, in particolare quella centrale del naso, meglio nota come setto nasale. Sotto questo strato sottile di pelle ci sono numerosi piccoli capillari sanguigni la cui funzione √® riscaldare l’ aria che inspiriamo per evitare che, se troppo fredda, possa creare qualche problema ai polmoni. L’ epistassi (la perdita di sangue dal naso) si verifica quando i capillari e la membrana che li protegge si rompono.

LE CAUSE DELL’ EPISTASSI NEI BAMBINI: LA PERDITA DI SANGUE DAL NASO
I bambini e i ragazzi fino a 15 anni perdono sangue dal naso pi√Ļ spesso di un adulto. Le ragioni sono molteplici: prima di tutto per la fastidiosa abitudine, tipica dei bambini, di infilarsi le dita nel naso provocando cos√¨ piccole lacerazioni. Va detto poi che la membrana dei bambini √® pi√Ļ delicata. Altre cause dell’ epistassi nei bambini possono essere la presenza di poca umidit√† nell’ aria, magari per via del riscaldamento eccessivo in inverno. Allergie e raffreddori poi, obbligando a soffiare il naso molto spesso. In genere il disturbo dell’ epistassi √® lieve e poco fastidioso, √® raro infatti che la perdita del sangue dal naso rappresenti un sintomo di altre problematiche come un’ ipertensione arteriosa o anomalie della coagulazione del sangue.

CHE COSA E’ BENE FARE IN CASO DI EPISTASSI: come fermare la perdita di sangue dal naso.
La prima cosa da fare in caso di epistassi √® far semi-sdraiare la persona, magari su un divano se possibile. Bisogna comprimere l’ esterno della narice da cui esce il sangue per cinque o dieci minuti. Se le narici che sanguinano sono due, la pressione con le dita va applicata su entrambe lasciando respirare il soggetto con la bocca. Se la situazione non migliora, occorre continuare a comprimere le narici per altri cinque minuti applicando un fazzoletto bagnato con acqua fredda. Meglio ancora se il fazzoletto viene avvolto intorno a un cubetto di ghiaccio. Il freddo va applicato alla radice del naso, nella zona tra gli occhi. Una volta bloccata l’ emorragia √® bene applicare, anche nei due giorni successivi, un sottile strato di vaselina, reperibile in farmacia, sul setto nasale, cos√¨ da evitare l’ eccessivo essiccamento della membrana. Allo stesso scopo pu√≤ essere utile aumentare l’ umidit√† dell’ ambiente con un umidificatore.
Se dopo mezz’ ora non si riesce a bloccare la fuoriuscita di sangue dal naso e se la perdita di sangue √® molto abbondante, occorre andare al Pronto soccorso. Un caso diverso si verifica invece quando, oltre all’ epistassi (perdita di sangue dal naso), compaiono anche lividi in altre parti del corpo che possono rappresentare il campanello d’ allarme di qualche cosa che non va bene nella coagulazione del sangue. In questo caso √® bene rivolgersi immediatamente ad un medico.

CHE COSA SI DEVE EVITARE IN CASO DI EPISTASSI (emorragia di sangue dal naso)
Gli esperti avvertono che i cosiddetti “rimedi della nonna” non vanno sempre bene per bloccare la perdita di sangue dal naso perch√© a volte possono rivelarsi dannosi invece che utili. Prima di tutto bisogna evitare di piegare la testa all’ indietro: cos√¨ facendo si rischia di inghiottire il sangue perso, e ci√≤ pu√≤ indurre nausea e vomito. Poi √® meglio non esporsi al sole subito dopo una perdita di sangue dal naso, n√© tanto meno soggiornare in ambienti troppo secchi. Da mettere al bando anche il rimedio del cotone all’ interno delle narici: una volta finita l’ epistassi, il cotone potrebbe essere difficile da rimuovere e inoltre togliendolo si potrebbe rompere la crosticina della coagulazione, facendo ricominciare l’ emorragia dal naso.

Tag: , , ,
Di

22 Commenti al post “Epistassi e perdita di sangue dal naso nei bambini. Come fermare l’ emorragia del sangue dal naso”


  1. Rosalba scrive:

    Sono una mamma di due bimbi, il piccolo di 4 anni ha spesso perdita di sangue dal naso, ho sentito dire che il succo di mirtilli può aiutare, da premettere che da ottobre 2008 gli sono state tolte le adenoidi e tonsille, cosa posso fare?
    Grazie

  2. Redazione Io Benessere Blog scrive:

    Buongiorno Rosalba, il mirtillo √® un’ ottima fonte di carboidrati (e antiossidanti) utile nei casi di epistassi.

    Per quanto riguarda l’ epistassi (sangue dal naso) nei bambini, esistono anche molti rimedi omeopatici utili per aiutare il tuo bambino a rafforzare i capillari deboli.
    Dal punto di vista dei rimedi naturali dell’ omeopatia, l’ ARNICA √® il rimedio principale per qualsiasi trauma con o senza sanguinamento: l’ arnica agisce come emostatico, anestetico, antiedemigeno, previene e favorisce il riassorbimento di ematomi. L’ arnica √® quindi un rimedio omeopatico utile soprattutto con i bambini.

    Un altro rimedio omeopatico è il FERRUM PHOSPHORICUM che di solito viene impiegato quando le manifestazioni emorragiche (epistassi) sono frequenti, come nel caso del tuo bambino.

    I rimedi naturali dell’ omeopatia contro l’ epistassi (perdita di sangue dal naso) possono essere assunti dai bambini a bassa-media diluizione anche in modo frequente (ogni 10-15 minuti) a seconda dei casi.
    E’ bene comunque rivolgersi ad un medico specializzato in omeopatia che sapr√† certamente indicarti e prescriverti i rimedi omeopatici pi√Ļ adatti per il tuo bambino e le modalit√† di impiego.

  3. Rosalba scrive:

    Grazie del consiglio a presto.

  4. francesca scrive:

    Se la fuoriuscita coinvolge entrambe le narici contemporaneamente è grave?
    La mia bimba di tre anni soffre saltuariamente di epistassi e per questo in una delle prime volte, presa dal panico, l’ho portata al Pronto Soccorso dell’ Osp. Gaslini; l√¨ √® stata visitata immediatamente e non √® stato riscontrato nulla di anomalo nemmeno il giorno successivo durante la visita dall’ otorino; a volte il fenomeno riguarda entrambe le narici ed ho notato che accade quando il tempo √® particolarmente secco.
    Gli episodi si sono sempre risolti premendo la / le narici per alcuni minuti e poi applicando un p√≤ di crema cicatrizzante che mi ha fornito il pediatra; per√≤ questa cosa mi crea molta ansia, c’√® qualche rimedio che possa prevenire tutto ci√≤?

  5. Redazione Io Benessere Blog scrive:

    Buongiorno Francesca, quando la perdita di sangue dal naso (epistassi) nei bambini avviene in entrambe le narici non è grave.
    L’ importante √® che, oltre all’ epistassi, non compaiono anche lividi in altre parti del corpo che possono rappresentare il campanello d’ allarme di qualche cosa che non va bene nella coagulazione del sangue. In questo caso √® bene rivolgersi immediatamente ad un medico.

    Se invece si tratta solo di perdita di sangue dal naso, come nel caso della tua bambina, si tratta di un disturbo che di solito scompare con l’ adolescenza ed √® dovuto semplicemente alla maggiore fragilit√† nei bambini dei piccoli capillari sanguigni presenti nel naso.

    Una causa dell’ epistassi nei bambini √® spesso la presenza di poca umidit√† nell’ aria, e (come tu stessa hai notato) la perdita di sangue dal naso pu√≤ essere pi√Ļ frequente quando il clima √® molto secco.

    Per quanto riguarda i rimedi, nei bambini si pu√≤ ricorrere all’ omeopatia, come gi√† risposto sopra a Rosalba.
    Un rimedio omeopatico contro l’ epistassi e la perdita di sangue dal naso √® ad esempio il FERRUM PHOSPHORICUM che di solito viene impiegato quando le manifestazioni emorragiche (epistassi) sono frequenti.
    Un medico specializzato in omeopatia sapr√† certamente indicarti e prescriverti i rimedi omeopatici pi√Ļ adatti per la tua bambina e le modalit√† di impiego.

  6. francesca scrive:

    Grazie per la risposta ed il consiglio.

    Saluti

  7. monica scrive:

    anche io sono una mamma, ho una bambina di 4 anni che da pochi mesi ha problema di epistassi, il panico √® stato forte, ma all’ ospedale mi hanno assicurato che non c’√® nulla da temere. ora leggendo le altre domande di mamme che sono nel caso mio, e le vostre risposte di cosa fare in caso di epistassi, mi sono un p√≤ pi√Ļ tranquillizzata, volevo chiedere…. il ghiaccio dietro la nuca va bene per fermare l’ abbondante fuori uscita del sangue dal setto nasale?

  8. Redazione Io Benessereblog scrive:

    Buongiorno Monica, per fermare il sangue dal naso il ghiaccio è molto utile, ma non va applicato dietro la nuca.
    Bisogna comprimere le narici con un fazzoletto bagnato con acqua fredda e avvolto intorno ad un cubetto di ghiaccio. Il freddo (e quindi il ghiacchio) va applicato alla radice del naso, nella zona tra gli occhi.
    Applicare il ghiaccio dietro la nuca non serve a niente.

  9. carolina scrive:

    salve, sono la mamma di un bambino di 4 anni e il sangue dal naso è molto frequente, a volte tanto e a volte poco, riesco a fermarlo abbastanza velocemente.
    sono gi√† andata dall’ otorino due volte e da otorini diversi e tutti e due hanno detto cue non ha nulla da preocuparsi, l’ ultimo gli ha fatto una cura con vittamina c erinopanteina, dopo questa cura ha perso sangue dal naso per due volte e la mia pediatra ha ritenuto che √® meglio fargli bruciare le vene del naso.
    è il rimedio oppure è miglio aspettare ? spero nelle risposte
    grazie

  10. Redazione Io Benessere Blog scrive:

    Salve Carolina, nei casi pi√Ļ gravi di epistassi (perdita di sangue dal naso nei bambini), di solito vengono eseguiti degli esami endoscopici (video-endoscopia nasale) e gli accertamenti necessari a stabilire la causa delle emorragie.
    In base alla diagnosi medica, per la cura dell’ epistassi si pu√≤ intervenire chirurgicamente. La diagnosi spetta comunque al medico e allo specialista.
    Di conseguenza, se dopo visita medica ed esami specifici ti hanno consigliato di intervenire chirurgicamente sul tuo bambino, è lo specialista che lo decide.
    Richiedi comunque tutti gli esami e gli accertamenti medici necessari prima di un intervento sul tuo bambino.

  11. KATY scrive:

    buongiorno, mio figlio perde sangue dal naso, il problema √® che ne perde tanto e soprattutto molto denso e rosso scuro. l’ ultima volta gli √® successo di mattina presto si √® alzato un p√≤ stordito e subito dopo gli √® uscito in quantit√† e sempre denso e rosso scuro. Oggi lo porto dal dottore ma prima da andarci volevo documentarmi e sapere quando √® da preoccuparsi.
    grazie

  12. Redazione IO Benessereblog scrive:

    Salve Katy, la perdita di sangue dal naso (epistassi) nei bambini di solito non √® un problema grave. L’ importante √® che, oltre all’ epistassi, non compaiono anche lividi in altre parti del corpo che possono rappresentare il campanello d’ allarme di qualche cosa che non va bene nella coagulazione del sangue. In questo caso √® bene rivolgersi immediatamente ad un medico.
    Se invece si tratta solo di perdita di sangue dal naso, si tratta di un disturbo che di solito scompare con l’ adolescenza ed √® dovuto semplicemente alla maggiore fragilit√† nei bambini dei piccoli capillari sanguigni presenti nel naso.
    Fai bene comunque a rivolgerti al medico per un controllo.

  13. FRANCO scrive:

    SALVE HO 58 ANNI. HO SEMPRE SOFFERTO DI PERDITA DI SANGUE DAL NASO FINO DA PICCOLO. MI √® STATA CUSTICATA SEMPRE LA NARICE DX 10 ANNI FA, POI ANCORA 2 ANNI FA. ORA CI SONO CAPILLARI CHE SPESSO MI SANGUINANO. HO PROVATO CON VARI UNGUENTI MA NON OTTENGO RISULTATI. IN QUESTI GIORNI HO PRESO UN LEGGERO RAFFREDDORE E HO PAURA DA UN MOMENTO ALL’ ALTRO (MAGARI FUORI CASA PER LAVORO) DI TROVARMI IN SPIACEVOLI SITUAZIONI CHE MI STANNO CONDIZIONANDO LA VITA PUR ESSENDO BANALI. MEDICI GENERICI O PRONTO SOCCORSI NON DANNO PESO AL MIO PROBLEMA, L’ UNICA COSA CHE MI ACCINGO DI FARE E’ PORTAMI APPRESSO COTONE E TRANEX, LO TENGO 10 MINUTI, LO CAMBIO E LO RIMETTO PER 2 ORE E SPERO CHE IL SANGUE DAL NASO PASSI ! COSA POTER FARE ? HO SENTITO PARLARE DI LASER, DOVE ANDARE ? GRAZIE

  14. Redazione IO Benessere Blog scrive:

    Salve Franco, per la cura dell’ epistassi (la perdita di sangue dal naso) occorre rivolgersi ad un medico specializzato: un otorinolaringoiatra. Per epistassi si intende una emorragia dalle fosse nasali (appunto la perdita di sangue dal naso) causata di solito dalla fragilit√† dei capillari del setto nasale. Nel tuo caso per√≤, essendo arrivato all’ et√† di 58 anni, occorre una visita specialistica. Di solito il problema della perdita di sangue dal naso si risolve con l’ adolescenza. Nel tuo caso invece il problema continua ancora.
    L’ otorinolaringoiatria √® un medico specializzato che si occupa del trattamento medico e chirurgico delle patologie dell’ orecchio, del naso, della gola e delle altre strutture correlate della testa e del collo.

    Per quanto riguarda la diagnosi del tuo problema, l’ otorinolaringoiatra pu√≤ eseguire diversi accertamenti specifici: esame obiettivo (visita), completato (soprattutto nel caso di epistassi ripetute nel tempo come nel tuo caso) da esami endoscopici (video endoscopia nasale) e tutti gli accertamenti necessari a stabilire la causa delle emorragie (come accertamenti ematologici, radiografici e cardiologici: Ecg, prove da sforzo, controlli della pressione arteriosa, Holter cardiaco e pressorio).

    Per quanto riguarda la terapia e la cura, nelle forme pi√Ļ gravi di epistassi (perdita di sangue dal naso continua nel tempo), che risultano resistenti alle comuni terapie, pu√≤ essere indicata la Laser chirurgia, che consiste nella semplice fotocoagulazione del vaso o dei vasi che sono responsabili dell’ epistassi (perdita del sangue dal naso).
    Il consiglio è quindi quello di rivolgerti ad un otorinolaringoiatra esperto per valutare e risolvere il tuo problema.

  15. Letizia scrive:

    Buongiorno, mio figlio di 2 anni e mezzo soffre spesso di perdite di sangue al naso e ho notato soprattutto quando ha il corpo troppo accaldato, pu√≤ essere ? Sapevo anche del clima secco ma da noi √® un p√≤ improbabile, vivendo in emilia romagna l’ umido √® il suo forte e d’ inverno col riscaldamento uso spesso l’ umidificatore. Noi gli stringiamo le narici per un p√≤, ma sapevo anche di dovergli bagnare con l’ acqua fredda i polsi e le tempie perch√® aiuta a fermare il sangue, secondo lei funziona ? La ringrazio di tutti i rimedi e consigli dati prima, mi saranno molto utili. La nostra pediatra omeopatica mi aveva dato l’ ARNICA, ma siccome ci sono periodi che sanguina molto provver√≤ anche FERRUM PHOSPHORICUM.

  16. Redazione IO Benessere Blog scrive:

    Salve Letizia, fenomeni di perdita di sangue dal naso nei bambini sono piuttosto comuni e di solito il problema tende a scomparire con l’ adolescenza quando le membrane del setto nasale diventano pi√Ļ resistenti. Se hai gi√† consultato il medico e tuo figlio sta in salute, non c’√® quindi da preoccuparsi. Per quanto riguarda i RIMEDI OMEOPATICI che possono essere d’ aiuto a tuo figlio, il mirtillo √® un’ ottima fonte di carboidrati (e antiossidanti) utile nei casi di epistassi (perdita di sangue dal naso). Esistono anche molti rimedi omeopatici utili per aiutare il tuo bambino a rafforzare i capillari deboli. Dal punto di vista dei rimedi naturali dell’ omeopatia, l’ ARNICA √® il rimedio principale: l’ arnica agisce come emostatico, anestetico, antiedemigeno, previene e favorisce il riassorbimento di ematomi. L’ arnica √® quindi un rimedio omeopatico utile soprattutto con i bambini, come ti ha gi√† consigliato la pediatra di tuo figlio. Un altro rimedio omeopatico √® il FERRUM PHOSPHORICUM che di solito viene impiegato quando le manifestazioni emorragiche (epistassi) sono frequenti, come nel caso del tuo bambino.

    Per quanto riguarda invece che cosa √® bene fare in caso di epistassi per bloccare la perdita di sangue dal naso, come riportato anche sopra nell’ articolo, prima di tutto bisogna evitare di piegare la testa del bambino all’ indietro: cos√¨ facendo rischia di inghiottire il sangue perso, e ci√≤ pu√≤ indurre nausea e vomito. Poi √® meglio non esporsi al sole subito dopo una perdita di sangue dal naso, n√© tanto meno soggiornare in ambienti troppo secchi. Da mettere al bando anche il rimedio del cotone all’ interno delle narici: una volta finita l’ epistassi, il cotone potrebbe essere difficile da rimuovere e inoltre togliendolo si potrebbe rompere la crosticina della coagulazione, facendo ricominciare l’ emorragia dal naso. In caso di epistassi √® bene far semi-sdraiare il bambino, magari su un divano se possibile. Bisogna comprimere l’ esterno della narice da cui esce il sangue per cinque o dieci minuti (cos√¨ come state facendo voi). Se le narici che sanguinano sono due, la pressione con le dita va applicata su entrambe lasciando respirare il bambino con la bocca. Se la situazione non migliora, occorre continuare a comprimere le narici per altri cinque minuti applicando un fazzoletto bagnato con acqua fredda. Meglio ancora se il fazzoletto viene avvolto intorno a un cubetto di ghiaccio. Il freddo va applicato alla radice del naso, nella zona tra gli occhi (non va applicato n√® ai polsi e n√® alle tempie). Una volta bloccata l‚Äô emorragia √® bene applicare, anche nei due giorni successivi, un sottile strato di vaselina, reperibile in farmacia, sul setto nasale, cos√¨ da evitare l’ eccessivo essiccamento della membrana. Allo stesso scopo pu√≤ essere utile aumentare l’ umidit√† dell’ ambiente con un umidificatore (che voi state gi√† usando a casa vostra, da quello che ci scrivi). Solo se dopo mezz’ ora non si riesce a bloccare la fuoriuscita di sangue dal naso e se la perdita di sangue √® molto abbondante, occorre andare al Pronto soccorso.

  17. Fiorenzo scrive:

    Buongiorno. Mio figlio, che compir√† 3 anni a dicembre, ultimamente sofre di epistassi con frequenza media di 10 giorni. Il pediatra gli ha prescritto le analisi del sangue. Domanda: ma servono per la cura dell’ epistassi, oppure questa pu√≤ essere causata da patologie che si possono scoprire solo analizzando il sangue ? Vi chiedo questo perch√® portare un bimbo ad un prelievo pu√≤ essere problematico… visto anche la sua vivacit√†.
    Ringrazio anticipatamente.
    Fiorenzo

  18. Redazione IO Benessere Blog scrive:

    Salve Fiorenzo, come gi√† risposto in molti dei commenti precedenti, fenomeni di perdita di sangue dal naso nei bambini sono piuttosto comuni e di solito il problema tende a scomparire con l’ adolescenza quando le membrane del setto nasale diventano pi√Ļ resistenti. Il problema dell’ epistassi (perdita di sangue dal naso) nei bambini √® quindi dovuto di solito solo alla fragilit√† dei capillari, raramente il problema √® dovuto ad anomalie della coagulazione del sangue. Se il pediatra di tuo figlio ha consigliato di effettuare delle analisi del sangue, √® per valutare lo stato di salute generale di tuo figlio e per sfatare ogni altra potenziale causa che possa determinare fenomeni di epistassi.

  19. Luca scrive:

    Buona sera, mio figlio di 4 anni e mezzo è un paio di giorni che soffre di abbondanti perdite di sangue dal naso. secondo lei è il caso di contattare un otorino ? Grazie e cordiali saluti

  20. Redazione IO Benessere Blog scrive:

    Buonasera Luca, nei bambini i fenomeni di epistassi (perdita di sangue dal naso) sono piuttosto comuni e di solito sono dovuti solo alla fragilit√† dei capillari. Raramente il problema dell’ epistassi √® dovuto ad anomalie della coagulazione del sangue. L’ importante √® che, oltre all’ epistassi, non compaiono anche lividi in altre parti del corpo che possono rappresentare il campanello d’ allarme di qualche cosa che non va bene nella coagulazione del sangue. In questo caso √® bene rivolgersi immediatamente ad un medico. E’ comunque sempre bene (per sicurezza) portare tuo figlio presso un medico per un controllo in modo da avere la certezza delle cause della perdita di sangue dal naso.

  21. maria scrive:

    buonasera, la mia bimba di 4 anni e mezzo soffre ultimamente di epistassi. A dicembre é successo due volte e poi a febbraio e ancora oggi. Come può immaginare, ogni volta che accade la cosa mi sconvolge. La perdita di sangue avviene da una sola narice e il flusso si arresta in 5 minuti. Pensa che sia il caso di sottoporre la bimba a qualche esame ? e cosa intende per epistassi frequenti ? posso nel caso della mia bimba usare il FERRUM PHOSPHORICUM ? grazie anticipatamente. Maria

  22. Redazione IO Benessere Blog scrive:

    Buongiorno Maria, come gi√† risposto in molti dei commenti precedenti, fenomeni di perdita di sangue dal naso nei bambini sono piuttosto comuni e di solito il problema tende a scomparire quando le membrane del setto nasale diventano pi√Ļ resistenti. Il problema dell’ epistassi (perdita di sangue dal naso) nei bambini √® infatti dovuto di solito solo alla fragilit√† dei capillari, raramente il problema √® dovuto ad anomalie della coagulazione del sangue. La tua bambina non ha tra l’ altro avuto fenomeni di epistassi frequenti: da quanto ci hai scritto √® successo solo 4 volte nell’ arco di 3-4 mesi, quindi non si tratta di nulla di grave. Per tua sicurezza puoi comunque far fare delle analisi del sangue alla tua bambina, dato che vai in ansia quando ha qualche caso di epistassi. Un caso diverso si verifica invece quando, oltre all’ epistassi (perdita di sangue dal naso), compaiono anche lividi in altre parti del corpo che possono rappresentare il campanello d’ allarme di qualche cosa che non va bene nella coagulazione del sangue. In questo caso √® bene rivolgersi immediatamente ad un medico. Ma questo non √® il caso di tua figlia.

    Per quanto riguarda l’ epistassi (sangue dal naso) nei bambini, esistono molti rimedi omeopatici utili per aiutare la tua bambina a rafforzare i capillari deboli. Dal punto di vista dei rimedi naturali dell’ omeopatia, l’ ARNICA √® il rimedio principale per qualsiasi trauma con o senza sanguinamento: l’ arnica agisce come emostatico, anestetico, antiedemigeno, previene e favorisce il riassorbimento di ematomi. L’ arnica √® quindi un rimedio omeopatico utile soprattutto con i bambini. Un altro rimedio omeopatico √® il FERRUM PHOSPHORICUM che tu hai citato e che di solito viene impiegato quando le manifestazioni emorragiche (epistassi) sono frequenti, ma non √® il caso della tua bambina. I rimedi naturali dell’ omeopatia contro l’ epistassi (perdita di sangue dal naso) possono essere assunti dai bambini a bassa-media diluizione anche in modo frequente (ogni 10-15 minuti) a seconda dei casi. E’ bene comunque rivolgersi ad un medico specializzato in omeopatia.

Lascia un commento