In Italia è al via la legge per istituire un registro delle protesi al seno usate nella mastoplastica additiva

In Italia, la Commissione Sanità del Senato ha dato il via all’ istituzione di un registro per le protesi al seno, una legge che era attesa da molto tempo. Il registro per le protesi al seno (usate nella mastoplastica additiva per l’ aumento del seno) include tutti i dati relativi all’ impianto di protesi mammarie ad opera dei chirurgi estetici e plastici. Erano anni che si aspettava una disposizione in materia, finalmente si è arrivati a una svolta e si spera che la legge vada fino in fondo. Di registro protesi si discute infatti almeno dal ministero Veronesi, da allora non si è mai arrivati a nessuna risoluzione concreta. Purtroppo c’è voluto uno scandalo mondiale come quello delle protesi Pip realizzate con silicone industriale per arrivare a questo punto. Le protesi Pip sono le protesi al seno a rischio rottura, trovate altre informazioni in merito allo scandalo qui: Protesi al seno Pip a rischio rottura: aumento del seno con protesi Pip e controlli medici per le donne

Chiarezza, ordine e leggi chiare sono sia per i chirurghi estetici che per la salute delle donne un presupposto imprescindibile. Ben vengano dunque le disposizioni finalizzate a mettere ordine in un settore così poco disciplinato come quello della chirurgia estetica al seno, dove tutti possono fare tutto senza che resti traccia.





Website is Protected by WordPress Protection from eDarpan.com.

Benvenuto sul Blog! Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione con cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, accetti il servizio e gli stessi cookie. Migliora la tua esperienza, trova quello che cerchi e... buona navigazione!