Jeans: come scegliere. Jeans vita bassa, vita alta, a sigaretta, a zampa, capri

I jeans sono il capo d’ abbigliamento più usato: non mancano mai nell’ armadio!
I modelli da donna sono molti, ma come scegliere per valorizzare il proprio fisico? Ecco dei consigli utili!

Jeans a vita bassa per chi non ha un “vitino da vespa” ma ha addominali tonici

Il modello di jeans a vita bassa si chiude sotto l’ombelico ed è ideale per chi ha addominali tonici: rende la pancia sexy.

Questo modello è ideale anche per chi non ha un “vitino di vespa”: la cintura infatti è all’altezza dei fianchi e non lo sottolinea.

I jeans a vita bassa stanno bene quindi anche alle donne over 40: con gli anni il busto e il girovita tendono inevitabilmente ad allargarsi.

Jeans a vita alta per chi ha un girovita sottile. Nascondono anche qualche chilo di troppo su pancia e fianchi

I jeans a vita alta sono un capo basic che slancia la figura.

Questo modello cade a pennello su chi ha un girovita sottile e snello.

I modelli di jeans a vita alta sicuramente presentano molti vantaggi rispetto ai loro concorrenti a vita bassa: perdonano qualche chiletto di troppo su pancia e fianchi e, indossati con una giacca o una camicia, si prestano anche ad un look più formale e da ufficio.

Per essere sexy invece, basta scegliere magliettine corte che mettono in risalto le curve.

Jeans a sigaretta per chi ha gambe snelle

I jeans a sigaretta sono ideali per chi ha gambe snelle e toniche.
In questo caso vanno bene anche i jeans stretch a sigaretta.

Per i modelli skinny invece, chi non è molto magra ma ha comunque gambe snelle, deve preferire jeans in tessuto scuro e lasciare le tinte chiare alle più magre.

I jeans a sigaretta nei modelli stretch e skinny che sono più aderenti (come una seconda pelle!), indossati con gli stivali (ce ne sono anche in versione primaverile ed estiva) slanciano la figura.

Jeans a zampa per chi non è molto alta ma ha cosce snelle e per chi ha una corporatura robusta

I jeans a zampa rendono più alte.
Le gambe svasate dei jeans a zampa creano un effetto trapezio che allunga la figura, a patto però di avere cosce snelle.

Il modello di jeans a zampa sta bene a chi non è molto alta, ma è perfetto anche per chi ha una corporatura robusta da ingentilire.

Per aggiungere centimetri in altezza, coi jeans a zampa si può puntare sui tacchi, che devono essere completamente coperti dal pantalone.

Chi ha un sedere “importante” deve scegliere jeans senza tasche posteriori ed evitare l’effetto slavato proprio sul lato B.

Jeans stile Capri per chi ha caviglie sottili, per chi è alta e per chi è di costituzione minuta

I modelli di jeans stile Capri sono molto femminili: lasciano maliziosamente scoperte le caviglie, che devono quindi essere sottili.
Inoltre, il taglio a vita media dei jeans stile Capri ingentilisce la figura.

Il fitness può aiutare a combattere il gonfiore delle caviglie dovuto ad una cattiva circolazione, ma nulla può fare per affinare una gamba di costituzione massiccia. In questo caso è meglio non scegliere i jeans stile Capri ma acquistare piuttosto altri modelli.

I jeans stile Capri che arrivano alla caviglia o al ginocchio sono invece ideali per chi è alta e per chi è di costituzione minuta, perché spezzano la figura e regalano più curve.





Website is Protected by WordPress Protection from eDarpan.com.

Benvenuto sul Blog! Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione con cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, accetti il servizio e gli stessi cookie. Migliora la tua esperienza, trova quello che cerchi e... buona navigazione!