L’ agopuntura per la cura dell’ iperidrosi (eccessiva sudorazione dovuta a stress e ansia)

Alcune persone soffrono di forti sudorazioni, soprattutto di mani ed ascelle che sudano fino a gocciolare. Nel corso del tempo le sudorazioni eccessive si fanno sempre più acute, diventando insostenibili e imbarazzanti. In questi casi il dermatologo può diagnosticare una iperidrosi e consigliare una cura con la ionoforesi (introduzione di un farmaco nell’ organismo attraverso l’ epidermide con somministrazione per via transcutanea, utilizzando una corrente continua galvanica prodotta da un apposito generatore). La ionoforesi per il trattamento dell’ iperidrosi è una tecnica che consiste nell’ applicare una corrente continua di bassa intensità tramite un generatore di corrente continua alle palme o alle piante dei piedi immerse in una soluzione elettrolitica. Tale corrente va gradualmente incrementata fino ad avvertire un formicolio. La corrente ottura i condotti delle ghiandole sudoripare per un certo periodo di tempo provocando una coagulazione proteica locale. Il trattamento deve essere ripetuto regolarmente, inizialmente più volte alla settimana per una durata di 20-30 minuti. I risultati sono migliori se si aggiungono agenti anticolinergici (poldina metilsolfato e bromide glicopirrolato) all’ acqua. Di solito si procede per tre sedute settimanali nel primo mese e poi si riduce con ripetuti trattamenti secondo le necessità personali. Questo metodo può essere provato qualora gli antitraspiranti non abbiano dato l’ effetto desiderato.


I risultati variano: alcuni pazienti che soffrono di iperidrosi lieve o moderata risultano soddisfatti dal trattamento con la ionoforesi, mentre altri lo considerano inefficace e relativamente costoso. È difficile adottarlo in caso di iperidrosi ascellare (anche se esistono elettrodi speciali detti tamponi), e non è applicabile in pazienti con iperidrosi del tronco o generalizzata. A volte quindi anche il trattamento con la ionoforesi può rivelarsi inefficace a risolvere il problema dell’ eccessiva sudorazione.

Quando i tre milioni di ghiandole che secernono sudore su tutta la superfìcie cutanea lavorano troppo, i medici parlano di iperidrosi, un problema che spesso dipende da ansia e stress e che si può affrontare bene con l’ agopuntura. Prima di curare l’ aspetto emotivo, però, bisogna accertarsi che non ci siano altre cause, per esempio l’ ipertiroidismo (malattia della tiroide). In questo caso infatti, l’ iperidrosi (eccessiva sudorazione) è accompagnata da altri sintomi, come l’ accelerazione del battito cardiaco, e le terapie naturali non hanno molta efficacia. Invece se il problema ha una componente psicosomatica vale senz’ altro la pena fare una cura con l’ agopuntura. Il trattamento con l’ agopuntura dura un paio di mesi, con una seduta alla settimana, e va ripetuta due volte l’ anno. In associazione all’ agopuntura, un buon rimedio naturale è la tintura madre di salvia. Questa pianta, che blocca le terminazioni nervose delle gluandole sudoripare, va presa per bocca, 25 gocce tre volte al giorno per un paio di mesi. Contro l’ eccessiva sudorazione sono utili anche le pomate a base di salvia, da applicare nelle zone più soggette a sudorazione.

Se nenache il trattamento con l’ agopuntura e i rimedi naturali funzionano, per la cura definitiva dell’ iperidrosi esiste anche la possibilità di effettuare un intervento chirurgico; trovate informazioni qui: Eccessiva sudorazione di mani ed ascelle: cause dell’ iperidrosi e cura. L’ intervento chirurgico per l’ iperidrosi





Website is Protected by WordPress Protection from eDarpan.com.

Benvenuto sul Blog! Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione con cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, accetti il servizio e gli stessi cookie. Migliora la tua esperienza, trova quello che cerchi e... buona navigazione!