La Dieta senza Sale: dieta da 1300 calorie per eliminare la ritenzione idrica, per sgonfiarsi e per dimagrire

maggio 24, 2010 10 Commenti »

La Dieta senza Sale è una dieta che aiuta ad eliminare i liquidi (ritenzione idrica e senso di gonfiore), a dimagrire e ritrovare la linea. Spesso infatti l’ uso di troppo sale nell’ alimentazione quotidiana è una delle cause della ritenzione dei liquidi. La Dieta senza Sale è quindi utile per sgonfiarsi e per eliminare i liquidi dando un taglio alle calorie e (soprattutto) al sale. Cinque grammi al giorno di sale sono infatti la quantità giusta per una sana e corretta alimentazione quotidiana. Troppo sale nella dieta costringe invece i reni ad un superlavoro. I reni sono importanti organi che hanno il compito di eliminare le tossine prodotte dal nostro corpo, trattenendo e riassorbendo i sali minerali e le altre sostanze nutrizionalmente importanti che altrimenti andrebbero perse con le urine. Se però la quantità di sale nella dieta quotidiana è eccessiva, i reni devono faticare di più per riassorbirla. Per riuscirci i reni trattengono anche molta acqua (che serve per diluire il sale ed evitare che finisca nel sangue in concentrazioni eccessive). Il risultato è la ritenzione idrica, un aumento del volume del sangue con possibilità (soprattutto nelle persone predisposte) di causare un aumento della pressione arteriosa (pressione alta). Per evitare di affaticare i reni, per il benessere e per la salute è quindi bene non eccedere con il sale nella dieta quotidiana. Tutti i giorni sono concessi cinque grammi di sale, ma come regolarsi col sale ? In realtà è molto più semplice di quanto non si creda. Ecco qualche consiglio da seguire ogni giorno per restare sotto il limite e non eccedere col sale nella dieta:
- mettere mezzo cucchiaino di sale (pari a 2,5 grammi) in una tazzina da caffè o su un piattino e utilizzalo per condire l’ insalata, la carne, il pesce o i cibi che si preferiscono;
- mettere un altro mezzo cucchiaino di sale (pari a 2,5 grammi) da aggiungere a 900 millilitri d’ acqua per cuocere la pasta (le dosi sono per una persona), di questi 2,5 grammi solo una minima parte di sale (pari a 140-160 mg per 50-60 grammi di pasta) verrà assorbita da spaghetti, fusilli o maccheroni.

QUANTO SALE SI NASCONDE NEGLI ALIMENTI: evitare salumi e formaggi per una Dieta senza Sale

II sale che può far male non è solo quello che si aggiunge e si usa per insaporire i cibi, ma molti alimenti contengono elevate quantità di sale.
Il prosciutto crudo, spesso inserito nelle diete perché poco calorico (50 grammi di prosciutto crudo privati del grasso forniscono appena 70-80 calorie), è il salume più ricco di sale: in un etto di prosciutto crudo si trovano oltre 6 grammi di sale.
I cibi più salati sono infatti gli affettati: 3,9 grammi di sale in un etto di bresaola; 3,8 grammi di sale nella coppa di Parma; 3,7 grammi di sale nel salame ungherese. Tra tutti i salumi in realtà la meno salata è la mortadella con 1,2 grammi di saleper ogni etto.
Anche il saporitissimo formaggio pecorino è molto ricco di sale: in un etto di pecorino ci sono 4,5 grammi di sale. Altri formaggi da evitare sono: la feta (3,6 grammi di sale per etto), i formaggini fusi (2,5 grammi di sale per etto), il taleggio (2,1 grammi di sale sempre in 100 grammi di foraggio).
Tra gli alimenti da evitare per una Dieta senza Sale ci sono quindi anche alcuni for­maggi (mentre un etto di parmigiano contiene 1,5 grammi di sale). E sono da evitare anche le minestre liofilizzate, le patatine e gli snack salati, la margarina.

IL SALE GIUSTO DA USARE IN CUCINA

In commercio esistono diverse tipologie di sale da usare in cucina per condire gli alimenti, e ogni tipo di sale ha una composizione diversa.

COMUNE SALE DA CUCINA: il nome chimico è cloruro di sodio. È costituito da sodio (40 grammi ogni etto) e doro (circa 60 grammi, sempre ogni etto).

SALE IPOSODICO: circa il 30% del cloruro di so­dio è sostituito dal potassio. Questo sale è quindi indica­to per chi ha la pressione alta o soffre di ritenzione idri­ca. Ma attenzione: siccome sembra meno “salato” si tende ad uti­lizzarne di più, vanificando così i suoi benefici. Utilizzarne sempre il giusto.

SALE IODATO: è un normale sale da cucina arricchito di iodio. Viene consigliato a chi ha la tiroide che funziona poco, ma può essere usato anche da chi (mangiando poco pe­sce di mare) può avere carenze di questo minerale.

SALE INTEGRALE: di colore grigio, in genere più umido e grumoso degli altri sali da cucina, viene prodotto facendo semplice­mente evaporare l’ acqua di mare. Oltre al cloruro di so­dio, questo tipo di sale contiene in piccole quantità anche altri sali: magne­sio, calcio, potassio, bromo, iodio. Si trova nei negozi di ali­mentazione naturale.

SCHEMA MENù SETTIMANALE DIETA SENZA SALE (dieta da 1300 calorie al giorno)

REGOLE DA SEGUIRE TUTTI I GIORNI:
- per condire gli alimenti sono concessi solo 4 cucchiaini di olio extravergine d’ oliva al giorno (20 grammi; circa 180 calorie);
- è concesso del pane toscano (50 grammi; circa 144 calorie);
- sono concessi 2 cucchiaini di parmigiano (10 grammi; pari a circa 38 calorie);
- è concesso un cucchiaino di sale al giorno;
- per lo spuntino di metà mattina o della merenda preferire ananas fresco (200 grammi; circa 80 calorie), oppure un frutto di stagione, oppure succo d’ arancia (200 ml; circa 66 calorie).

LUNEDì
COLAZIONE:
un caffè d’ orzo senza zucchero (100 ml; 0 calorie); 2 fette biscottate (30 grammi; circa 114 calorie)
PRANZO: gnocchi al pomodoro e basilico con 150 grammi di gnocchi e 30 grammi di pomodoro (circa 220 calorie); petto di pollo al limone e prezzemolo (150 grammi; circa 150 calorie); insalatina verde mista (200 grammi; circa 35 calorie)
CENA: passato di verdure al basilico con 200 grammi di verdure miste e basilico (circa 100 calorie); caprese con 70 grammi di mozzarella e 100 grammi di pomodoro (circa 180 calorie); zucchine grattugiate con peperoni sottaceto (200 grammi; circa 30 calorie)

MARTEDì
COLAZIONE:
un caffè d’ orzo senza zucchero (100 ml; 0 calorie); 2 fette biscottate (30 grammi; circa 114 calorie)
PRANZO: risotto al curry con 60 grammi di riso e 10 grammi di curry (circa 220 calorie); bresaola al limone con erba cipollina (60 grammi di bresaola e 20 grammi di erba cipollina; circa155 calorie); finocchi in insalata al pepe nero (200 grammi di finocchi; circa 18 calorie)
RICETTA RISOTTO AL CURRY
INGREDIENTI: 60 grammi di riso (tipo Carnaroli o Arborio) per risotti; mezzo dado di carne; un quarto di cipolla; 10 grammi (un cucchiaio) di curry
PREPARAZIONE: Preparare il brodo facendo sciogliere il dado in 500 ml di acqua. Tritare la cipolla e metterla in una pentola con un cuc­chiaio d’ acqua. Lasciarla stufare per 5 minuti. Aggiungere il riso, aspettare un paio di minuti perché si insaporisca, poi coprire con un mestolo di brodo. Portare a cottura (ci vorran­no circa 20 minuti) unendo altro brodo a mano a mano che viene assorbito. Quando il risotto è pronto, spegnere il fuoco, aggiungere il curry e mescolare bene.
NOTA BENE: Per dare più sapore al risotto si può fare stufare la cipolla in uno dei 4 cucchiaini d’ olio che sono consentiti ogni giorno. In questo caso, però, occorre ricordare che rimarrà meno olio per con­dire gli altri piatti.
CENA: minestrone all’ alloro con 200 grammi di verdure miste e due foglie di alloro (circa 100 calorie); carne alla pizzaiola con maggiorana (preparata con 120 grammi di magatello di manzo, 50 grammi di pomodoro e maggiorana; circa 160 calorie); insalata verde con peperoni sottaceto (200 grammi; circa 45 calorie)

MERCOLEDì
COLAZIONE:
un caffè d’ orzo senza zucchero (100 ml; 0 calorie); 2 fette biscottate (30 grammi; circa 114 calorie)
PRANZO: penne ai peperoni con 60 grammi di pasta e 100 grammi di peperoni (circa 225 calorie); fiocchi di latte con i pomodorini (preparati con 150 grammi di fiocchi di latte magri, 150 grammi di pomodorini e basilico; circa 200 calorie); insalata verde con due cetriolini sottaceto (200 grammi; circa 45 calorie)
CENA: crema di finocchi e zucchine (bolliti e passati) insaporita col finocchietto (200 grammi; circa 60 calorie); tagliata all’ origano (150 grammi di tagliata di manzo magro; circa 178 calorie); insalatina con i cipollotti (200 grammi; circa 30 calorie)

GIOVEDì
COLAZIONE:
un caffè d’ orzo senza zucchero (100 ml; 0 calorie); 2 fette biscottate (30 grammi; circa 114 calorie)
PRANZO: penne con le zucchine al timo (preparate con 50 grammi di pasta, 100 grammi di zucchine, timo; circa 175 calorie); crescenza al pepe nero (100 grammi; circa 281 calorie); verdure miste crude in pinzimonio con aceto balsamico (200 grammi; circa 50 calorie)
CENA: passato di cipolle (bollite e passate) al peperoncino (200 grammi; circa 60 calorie); hamburger (120 grammi di hamburger di vitello) al rosmarino e peperoncino (circa 140 calorie); spinaci al limone (200 grammi; circa 62 calorie)

VENERDì
COLAZIONE:
un caffè d’ orzo senza zucchero (100 ml; 0 calorie); 2 fette biscottate (30 grammi; circa 114 calorie)
PRANZO: spaghetti con le vongole al prezzemolo con 50 grammi di pasta e 100 grammi di vongole (circa 235 calorie); 1 nasello all’ aneto (preparato con 150 di filetti di pesce, vino bianco, aneto fresco; circa 150 calorie); insalatina con i cipollotti (200 grammi; circa 45 calorie)
CENA: crema di pomodoro (lessato e passato) e crostini con 300 grammi di pomodori e 20 grammi di crostini (circa 51 calorie); frittata al coriandolo (preparata con 1 uovo, semi di coriandolo, 30 grammi di prosciutto cotto; circa 175 calorie); insalata verde mista con peperoni sottaceto (200 grammi; circa 45 calorie)

SABATO
COLAZIONE:
un caffè d’ orzo senza zucchero (100 ml; 0 calorie); 2 fette biscottate (30 grammi; circa 114 calorie)
PRANZO: spaghetti aglio, olio e peperoncino (60 grammi; circa 200 calorie); petto di pollo agli aromi con 200 grammi di pollo aromatizzato con salvia e rosmarino (circa 200 calorie); insalata di pomodori e rucola con 200 grammi di pomodori e 30 grammi di rucola (circa 42 calorie)
CENA: passato di zucchine e carote (lessate e passate) insaporito col peperoncino (200 grammi; circa 60 calorie); mortadella (50 grammi; circa 158 calorie); insalata di cavolfiori e sottaceti (200 grammi; circa 24 calorie)

DOMENICA
COLAZIONE:
un caffè d’ orzo senza zucchero (100 ml; 0 calorie); 2 fette biscottate (30 grammi; circa 114 calorie)
PRANZO: pasta con pomodori e origano con 50 grammi di pasta e 30 grammi di pomodori (circa 168 calorie); costolette di agnello al timo con 100 grammi di agnello e timo (circa 162 calorie); patate arrosto insaporite col rosmarino (100 grammi; circa 148 calorie)
CENA: crema di asparagi surgelati (lessati e passati) con prezzemolo tritato (200 grammi; circa 48 calorie); hamburger di salmone alla menta (100 grammi; circa 182 calorie); insalata verde e pomodori con sottaceti (200 grammi; circa 49 calorie)

Tag: , , , , , ,
Di

10 Commenti al post “La Dieta senza Sale: dieta da 1300 calorie per eliminare la ritenzione idrica, per sgonfiarsi e per dimagrire”


  1. mario scrive:

    …è da un anno che mangio senza sale e devo dire di stare molto bene con una dieta senza sale !

  2. FEDERICA scrive:

    Buongiorno, ho 26 anni e nel giro di un anno la mia condizione fisica (sempre stata discreta) è andata in malora ! Vi faccio un quadro per poi porvi la mia domanda: da un anno e mezzo ho smesso di fare regolarmente palestra così come facevo ormai da diversi anni, da un annetto assumo 20 mg di antidepressivo a base di paroxetina dovuta alla terapioa psicologica post ansia e attacco di panico, alimentazione molto poco regolare e ricca di salumi e grassi vari… lo stress emotivo non aiuta. Ora sono quasi guarita dal problema psicologico ma ovviamente ho le gambe e i glutei ridotti maluccio… un misto di ritenzione, adipe e un pò di cellulite… Ho preso ad iscrivermi ad acqua gym ma non so se può essere d’ aiuto… che faccio ? Grazie per i consigli che mi darete… saluti federica

  3. FEDERICA scrive:

    …dimenticavo… lavoro a tempo pieno… e mangio fuori casa ! federica

  4. Redazione IO Benessere Blog scrive:

    Salve Federica, per tornare in forma occorre sempre abbinare l’ attività fisica costante ad una dieta equilibrata. Seguire i corsi di acqua gym per rassodare gambe, cosce e glutei è ottimo: sono soprattutto i corsi di Aquabike (lo spinning in acqua), l’ Acqua Running (il tapis roulant in acqua) e l’ Acqua Step (i corsi di step in piscina) che rassodano le zone critiche delle cosce, delle gambe e dei glutei. Sui benefici di questi corsi di Acqua Gym trovi maggiori informazioni in questi articoli (Clicca Qui):

    ACQUABIKE PER RASSODARE GLUTEI-GAMBE-ADDOMINALI-BRACCIA
    Corsi di Acquabike: l’ hydrospinning per dimagrire e rassodare glutei, gambe, addominali e braccia

    ACQUA STEP PER RASSODARE COSCE-GAMBE-GLUTEI
    L’ Acqua Step: i corsi di Step in piscina per dimagrire e rassodare glutei, gambe, cosce e addominali

    ACQUA RUNNING PER DIMAGRIRE GLUTEI-GAMBE-PANCIA
    Acquagym – Corsi di Acqua Running: il tapis roulant in acqua per dimagrire e rassodare glutei, gambe e pancia

    Ovviamente l’ attività fisica costante (almeno 3-4 volte a settimana a giorni alterni) va sempre abbinata ad una dieta equilibrata: se mangi in modo sregolato, l’ attività fisica da sola non fa miracoli. L’ alimentazione sana è molto importante per la salute e per il peso-forma. Dato che per motivi di lavoro mangi fuori casa, prova a seguire la Dieta del Panino o la Dieta del Piatto Unico, trovi maggiori informazioni in questo articolo (Clicca Qui):
    Dieta del Panino e Dieta del Piatto Unico. Mangiare fuori casa e dimagrire con una dieta da 1000 calorie al giorno

    Inoltre, contro la ritenzione idrica e la cellulite, limita il sale per condire i cibi e non mangiare troppi salumi e insaccati.

  5. stefania scrive:

    ciao, io soffro di ipotiroidismo, e sto facendo dosaggi ormonali per una fivet, trattengo molti liquidi, la dieta scritta la posso seguire ?

  6. Redazione IO Benessere Blog scrive:

    Buongiorno Stefania, per quanto riguarda le disfunzioni della tiroide come nel tuo caso, dato che stai seguendo una cura ormonale su prescrizione medica per l’ ipotiroidismo, è bene evitare il fai-da-te con le diete. Dato che sei seguita dal medico, fatti prescrivere una dieta ad hoc adatta al tuo singolo caso specifico. L’ ipotiroidismo è determinato da una ridotta funzionalità della tiroide, tra i sintomi dell’ ipotiroidismo c’è proprio la tendenza ad ingrassare e la ritenzione idrica di cui tu stessa soffri. E’ bene quindi che tu sia seguita dal medico anche per la dieta quotidiana, dato che la ritenzione idrica di cui soffri è causata dall’ ipotiroidismo. Trovi maggiori informazioni in questo articolo (Clicca Qui): Disfunzioni della tiroide e ipotiroidismo: sintomi, diagnosi e cura ipotiroidismo (ridotta funzionalità della tiroide)

  7. Greta Rossi scrive:

    Salve. Ho 58 anni (sono in menopausa da 9 anni). Sono alta 1,65 m e fino a 1 anno fa pesavo 60 kg, ora peso 6 kg in più ! A gennaio ho avuto un collasso per pressione bassa 30-50 e adesso invece mi ritrovo con Trigliceridi 153, colesterolo tot 273 HDL 59 LDL 183 e pressione minima a 95-100 e massima a 125-130. Eppure corro 3 volte a settimana e faccio bici da corsa 2 volte a settimana, non sono una mangiona anche se forse eccedo nei formaggi (odio carne e pesce). Che dieta fare ? Il sale nocivo è presente anche nei ravioli confezionati e nella lingua salmistrata ? Sono sempre stata una sportiva, ma ora sono grassa gonfia e vecchia. Sto attraversando un brutto momento, ma, appunto, cerco di rimediare con lo sport, ma… non basta ! Grazie per un suggerimento.

  8. Redazione IO Benessere Blog scrive:

    Buongiorno Greta, è normale per una donna in menopausa subire cambiamenti fisici e di peso. Nel tuo caso, dato che non ami molto la carne e il pesce e dato che proprio in menopausa è bene non eccedere con le proteine (e quindi il fatto che non mangi molto nè carne nè pesce va proprio a puntino !), puoi seguire la Dieta coi Cereali da 1300 calorie al giorno, la trovi qui: Dieta coi Cereali: dieta da 1300 calorie al giorno con avena, orzo, grano, riso. Perdere 4-6 chili in un mese

    Considera infatti che per una donna in menopausa è bene limitare le proteine, soprattutto quelle della carne, ed occorre limitare anche le proteine dei formaggi. Inoltre, sempre in menopausa, oltre all’ attività fisica costante che da quanto ci scrivi già pratichi, è utile integrare la soia e i derivati. Puoi aggiungere i germogli di soia all’ insalata (si trovano nei supermercati), puoi sostituire il latte di mucca col latte di soia e puoi sostituire l’ hamburger di carne presente nella Dieta coi Cereali con l’ hamburger di soia (è ad esempio ottimo l’ hamburgher di soia surgelato della marca Valsoia, è un’ alternativa alla carne). Su tutti i benefici della soia nella dieta quotidiana in menopausa, trovi maggiori informazioni qui: Dieta e menopausa: benefici della soia per la salute della donna in menopausa

    Questo per quanro riguarda la dieta. Per la tua bellezza invece, è utile inserire un integratore alimentare naturale per pelli mature. E’ ottimo ad esempio Arkéskin+ Capsules di Lierac: è un integratore che combatte pelle secca, perdita di tono, macchie e rughe marcate, dovuti alle carenze ormonali della menopausa. Va assunto per un ciclo di 3 mesi e contiene oli di noce, krill (gamberetto polare ricco di Omega 3) vitamine e zinco (una confezione da 60 capsule ha un costo di 25,50 euro; in farmacia).

    Se hai altri dubbi o domande scrivici pure e facci soprattutto sapere se la dieta coi cereali che ti abbiamo consigliato è in linea coi tuoi gusti alimentari: ogni dieta per dimagrire deve essere adeguata ai gusti alimentare della persona in modo da essere seguita con più facilità e costanza. Per una donna in meopausa, soprattutto se si aumenta di peso, è necessario cambiare la propria dieta quotidiana per tornare in forma.

  9. ANNA scrive:

    Salve, scrivo per conto di mia nonna per avere info su questa dieta. Lei ha 75 anni e molti problemi tra i quali i più gravi sono l’ obesità, l’ ipertensione ed il fegato e tutti i medici sentiti le hanno detto che se vuole vivere un pochino meglio deve assolutamente dimagrire. Pertanto volevo sapere se la dieta sopra riportata può essere un primo step con cui posso aiutarla. Grazie mille!

  10. Redazione IO Benessere Blog scrive:

    Buongiorno Anna, certamente puoi aiutare tua nonna con la Dieta senza Sale da 1300 calorie proposta nell’ articolo qui sopra. Questa dieta è infatti adatta a chi soffre di pressione alta e aiuta anche a dimagrire. Una dieta sana ed equilibrata aiuta anche a depurare il fegato. Se però tua nonna è obesa ed ha molti chili da perdere, devi cercare anche di farla camminare il più spesso possibile: fare un pò di movimento è indispensabile per la salute, a qualsiasi età.

Lascia un commento