Lo stress causa sovrappeso, insonnia, disturbi del sonno, metabolismo rallentato – Stress e Metabolismo

Lo stress è spesso causa di insonnia (diturbi del sonno) e dei chili di troppo (problemi di sovrappeso). Sono molti i fattori che possono causare situazioni di stress: problemi al lavoro, litigi in famiglia, questioni sentimentali irrisolte, relazioni con gli altri, sono tutte problematiche di vita quotidiana. Quando lo stress diventa cronico, può creare seri problemi alla salute e al benessere psico-fisico: uno stress eccessivo può condurre anche all’ esaurimento o allo sfinimento. Il nostro corpo riesce di solito a far fronte a situazioni teporanee di stress, ma sul lungo periodo possono emergere piccoli malesseri e disturbi psico-fisici. Nei cambi di stagione, lo stress può accentuarsi: i cambiamenti climatici e le nuove abitudini (come il ritorno al lavoro dopo le ferie) possono portare a momenti di stanchezza e all’ aumento dello stress.

STRESS E SOVRAPPESO

Chi è stressato tende a mangiare di più perché il cervello stimola la produzione di sostanze che condizionano la regolazione del senso di fame e di sazietà. Di conseguenza, lo stress può causare problemi di sovrappeso. Il nostro organismo reagisce agli stimoli: se c’è una situazione di pericolo o di disequilibrio (come la situazione di stress), l’ organismo riduce il metabolismo (metabolismo rallentato) e mette da parte grasso di scorta. Così le persone incapaci di trovare equilibrio e sottoposte ad uno stress cronico, ingrassano con facilità.


Il problema dei periodi di stress inoltre, è che il cibo diventa il miglior “alleato”: ci si “consola” col cibo mangiando troppo e prendendo quei chili in eccesso che portano al sovrappeso. Lo stress spinge infatti a mangiare di più e a preferire cibi più grassi. I grassi che si accumulano per lo stress si depositano prevalentemente intorno alla vita (obesità centrale): una forma di obesità che favorisce ipertensione, diabete, malattie cardiovascolari.

STRESS, ANSIA E DISTURBI DEL SONNO: insonnia e metabolismo

Lo stress si lega inoltre a stati d’ ansia, provocando disturbi nel sonno che si ripercuotono su tutto il metabolismo del corpo. Dormire bene aiuta a non sentire troppo lo stress durante la giornata, l’ ideale sarebbe riuscire a concedersi dalle 7 alle 9 ore di riposo. Le persone ansiose faticano ad addormentarsi. Quando si dorme poco o male, il sistema immunitario si indebolisce aumentando il rischio di infezioni, cala la memoria e la capacità di concentrarsi. Riposare di notte e soprattutto dormire bene serve a ricaricarci dell’ energia necessaria ad affrontare al meglio gli impegni di tutta la giornata. Chi soffre di insonnia e fa fatica a riposare, ha difficoltà di memoria e di concentrazione il giorno successivo. Insonnia e problemi del sonno incidono pesantemente anche sulla salute dell’ apparato cardiovascolare, aumentando il rischio di eventi come infarti ed ictus. Inoltre la carenza di sonno altera l’ ottimale funzionamento del metabolismo, favorendo l’ insorgenza di obesità, diabete e sintomi di gastrite e stitichezza. L’ insonnia viene oggi riconosciuta come uno degli elementi fondamentali all’ origine di incidenti stradali e sul lavoro, eppure molti sottovalutano il problema e lo trascinano per settimane, mesi, e anche per anni.

INSONNIA E TABAGISMO: i fumatori faticano a dormire

Prima di andare a letto, sarebbe meglio non fumare. La nicotina, infatti, è un forte stimolante che porta a frammentare il sonno, specie le fasi di sonno profondo, ritenute le più importanti per il riposo.
È dimostrato che i fumatori arrivano ad impiegare anche un’ ora prima di addormentarsi, mentre i non fumatori possono impiegare dai 5 ai 15 minuti !

RIDURRE LE CAUSE DELLO STRESS PER IL BENESSERE PSICO-FISICO

La prima tappa per ridurre lo stress è la riduzione dell’ esposizione alle cause dello stress: è bene evitare attività molto rumorose e privilegiate le attività rilassanti come la camminata, la respirazione profonda, la musica e la meditazione per rallentare il ritmo cardiaco e ridurre la sensazione di “urgenza” tipica dei momenti stressanti. La meditazione e la musica possono infatti conciliare il relax. Gli esperti rilevano che la musica può avere un ruolo significativo nella riduzione di ansia e stress e nel supporto psicologico. L’ attività fisica è particolarmente importante, poiché fornisce un mezzo per lottare contro i meccanismi di reazione allo stress. In situazioni di stress è inoltre bene
mangiare regolarmente dei pasti equilibrati, ridurre il consumo di caffeina (che aumenta la sensazione di panico e di stress), aumentate l’ esposizione alla luce naturale.





3 risposte

  1. Pagorella scrive:

    Salve a tutti. Questo articolo sembra creato apposta per me. Ringrazio tutte le persone che lavorano a questo bellissimo portale e che danno queste importanti informazioni. Anche se ero già a conoscenza del fatto che lo stress altera il benessero psico-fisico di un individuo (e non solo !), è sempre buona cosa ricordare certi punti fondamentali ogni tanto, almeno per me.

    Per lali: anche bere almeno 1 litro 1/2 di acqua al giorno aiuta tantissimo a dimagrire e perdere peso. Te la consiglio vivamente. A me ha aiutato molto disintossicando il fisico, anche se prima non bevevo nemmeno un bicchiere d’ acqua al giorno, ma solo in rari casi e sempre bibite inutili. Adesso riesco a capire bene quando si tratta di stimolo di fame o di sete.
    :D
    Gli altri alimenti che mi hanno aiutato sono stati in particolare: pomodori, ravanelli, sedano, yogurt magro e carni bianche.
    Buona fortuna per tutto. spero di esserti stata d’ aiuto almeno un pò.

    Grazie a tutti. Un abbraccio

  2. Redazione IO Benessere Blog scrive:

    Salve Lali, il concetto di Metabolismo Basale è molto ampio e chiama in causa lo stile di vita e l’ alimentazione in primis. Uno stile di vita troppo sedentario (scarsa attività fisica) e un’ alimentazione scorretta sono tra le prime cause del metabolismo rallentato. Quindi, oltre alla dieta e ad una sana alimentazione, per riattivare il metabolismo lento occorre anche abbinare un’ attività fisica costante (almeno 3 volte a settimana a giorni alterni). Detto questo, per sapere se il tuo metabolismo è normale, rallentato o veloce dovresti eseguire un Test specifico (sempre se non l’ hai già fatto). Un test per il metabolismo basale è ad esempio il Test Bia che infatti viene eseguito proprio per prescrivere la dieta personalizzata in base al proprio metabolismo basale (se ad esempio il metabolismo è rallentato, la dieta contiene cibi che riattivano il metabolismo e purificano l’ organismo). Il test Bia per il metabolismo basale si esegue ad esempio alle Terme di Padova, trovi maggiori informazioni in questo articolo (Clicca Qui):
    Alle Terme di Padova trattamenti anticellulite e Test Bia per il metabolismo basale e per la dieta personalizzata

    Un altro utile test utile per il metabolismo basale è il nuovo Test delle Urine (il SedimenTest) per la dieta personalizzata, trovi maggiori indicazioni in questo articolo (Clicca Qui):
    Il Test delle urine per la dieta personalizzata dimagrante: metabolismo e problemi di digestione

    Di solito il metabolismo rallentato viene riequilibrato con la DIETA PERSONALIZZATA. Ovviamente un cattivo funzionamento del metabolismo basale influisce sui problemi di sovrappeso, ritenzione idrica e cellulite. Ma per essere certi, sarebbe meglio eseguire un test medico per valutare il proprio metabolismo basale.

    Sulle cause del metabolismo rallentato e sulle tisane per riattivare il metabolismo, trovi maggiori informazioni in questo articolo (Clicca Qui):
    Le cause del metabolismo lento e le tisane per riattivare il metabolismo rallentato

    Per quanto riguarda la dieta e l’ alimentazione per riattivare il metabolismo rallentato, trovi maggiori indicazioni in questo articolo (Clicca Qui): Dimagrire con la dieta per il metabolismo lento: la dieta per riattivare il metabolismo rallentato

  3. lali shoshiashvili scrive:

    voglio sapere come aumentare ritmo del mio metabolismo lento, adesso faccio la dieta senza olio, sale, pasta, zucchero. il dottore mi ha detto che dovevo perdere ogni giorno 250 grammi, ma non è così. grazie, spero che mi potete dare consiglio

Website is Protected by WordPress Protection from eDarpan.com.

Benvenuto sul Blog! Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione con cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, accetti il servizio e gli stessi cookie. Migliora la tua esperienza, trova quello che cerchi e... buona navigazione!