I migliori afrodisiaci naturali: ginseng, maca, rodiola

Erbe, piante e sostanze naturali afrodisiache: se ne parla tanto, ma cosa dice la medicina?
Cosa c’è di vero e scientificamente provato su queste presunte sostanze naturali dal potere afrodisiaco?
viagra-naturale-ginseng-afrodisiaco

Afrodisiaci naturali in erboristeria: erbe stimolanti

Alcune tra le sostanze naturali da sempre considerate afrodisiache hanno proprietà tonificanti e stimolanti. È il caso di ginseng, maca e rodiola.
Il ginseng (conosciuto anche con il nome latino di panax ginseng) è una radice nota come tonico, energizzante e stimolante di mente e corpo. Anche di rodiola (o “ginseng artico”) e maca (il “ginseng delle Ande”) si utilizzano le radici.
Queste sostanze naturali impiegate nella fitoterapia sono tutte state a lungo studiate per le loro proprietà.

Il ginseng ha dimostrato in vari studi clinici di possedere virtù afrodisiache. Ma attenzione, è bene puntualizzare che cosa si intende col termine “afrodisiaco”. Il ginseng, per esempio, ha dimostrato di essere utile a uomini con problemi di insufficienza erettile: l’efficacia è provata dopo un’assunzione di 900 mg al giorno di estratto secco di ginseng per un periodo di otto settimane.
L’estratto della pianta del ginseng dà infatti luogo ad un aumento dell’afflusso di sangue nei corpi cavernosi del pene, un effetto analogo a quello dei farmaci di sintesi sviluppati per risolvere la disfunzione erettile.

La maca, nota anche come “pianta del desiderio e della fertilità”, è l’afrodisiaco che ha risposto meglio alle domande della scienza. Alcuni studi piuttosto recenti hanno infatti dimostrato che l’estratto di maca può influenzare positivamente la produzione di liquido seminale maschile, il numero e la motilità degli spermatozoi. Inoltre anche la maca influisce positivamente sui problemi di disfunzione erettile nell’uomo.
Altri studi sulle proprietà della maca hanno dimostrato un miglioramento della performance sessuale, del desiderio e del benessere psicofisico nell’uomo e dell’attività sessuale di donne in menopausa.

La rodiola è una radice molto diffusa nel Nord Europa e nelle pianure della Russia Nordoccidentale. In fitoterapia, la rodiola è una pianta nota per le proprietà toniche e adattogene. Vari studi clinici hanno dimostrato l’efficacia della rodiola nel favorire l’utilizzo dell’energia a livello cellulare e nel modificare positivamente le condizioni di stress.
La rodiola possiede quindi un effetto psicostimolante e si è dimostrata utile per risolvere i casi di eiaculazione precoce e disfunzione erettile nell’uomo.





Website is Protected by WordPress Protection from eDarpan.com.

Benvenuto sul Blog! Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione con cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, accetti il servizio e gli stessi cookie. Migliora la tua esperienza, trova quello che cerchi e... buona navigazione!