Nei maligni della pelle: mappatura dei nei per prevenire il melanoma (tumore pelle)

Se sono comparse piccole macchie scure sulla pelle, principalmente su zigomi, fronte e dècollète, può trattarsi di melasmi (un’ alterazione a livello cromatico della cute) o di lentigini solari, ma per essere certi della diagnosi occorre fare subito un check-up dal dermatologo per avere una risposta precisa.

Il melasma è di solito causato da un’ eccessiva esposizione al sole senza un’ adeguata protezione solare: è un danno da abbronzatura che può essere risolto con trattamenti mirati dal medico estetico o dal dermatologo. Trovate maggiori informazioni qui: Cause melasma del viso e trattamenti estetici

C’è solo un tipo di iper-pigmentazione che non potete proprio sperare di veder scomparire, ed è rappresentato dai tanti piccoli nei scuri che, dopo un prolungato periodo di esposizione solare, “fioriscono” specie su gambe e braccia. In questo caso occorre sottoporli alla valutazione periodica dello specialista (il dermatologo). Può trattarsi di nei del tutto innocui, ma anche di una situazione da tenere sotto controllo, specialmente nei soggetti che ne hanno la cute cosparsa (chi ha più di 50 nei deve preferibilmente fare controlli periodici con la mappatura dei nei). Questo serve per scongiurare l’ipotesi del melanoma: un tumore della pelle molto aggressivo. Trovate maggiori informazioni in merito qui: Melanoma-Diagnosi e cura tumore della pelle


Fermo restando che il dermatologo saprà darvi le risposte giuste dopo un’ accurata visita, ricordiamo che i nei sono di solito formazioni benigne: si presentano come macchie rotondeggianti, simmetriche, con bordi regolari, di colorito variabile dal marrone chiaro al marrone scuro.
Il melanoma ha origine dalla trasformazione di un neo esistente o (più spesso) può insorgere come “nuovo neo”. In questo caso il neo appare come una macchia spesso asimmetrica, con bordi irregolari, di colorito generalmente molto scuro o nero, poco uniforme, di grandezza variabile e tendente all’ accrescimento. A prima vista può essere confuso con un semplice neo, ma il melanoma si identifica attraverso quattro parametri:
1- Asimmetria
: quando il neo tende ad accrescersi in maniera asimmetrica, per cui una metà non è più sovrapponibile all’ altra;
2- Bordi: quando i bordi del neo si fanno irregolari, a carta geografica, mal delimitati;
3- Colore: quando si nota una rapida variazione del colore originale del neo con comparsa di tonalità diverse, in più o in meno;
4- Dimensioni: quando il neo rapidamente si accresce superando i 6-8 mm.

È importante quindi controllare i propri nei attraverso un esame periodico della pelle dallo specialista.





Website is Protected by WordPress Protection from eDarpan.com.

Benvenuto sul Blog! Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione con cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, accetti il servizio e gli stessi cookie. Migliora la tua esperienza, trova quello che cerchi e... buona navigazione!