Presbiopia: vedere male da vicino. Correzione presbiopia: occhiali e intrevento sul cristallino

La presbiopia è un difetto della vista tipico dopo i 40 anni: chi è presbite comincia a vedere male da vicino. La presbiopia è la naturale conseguenza dell’ invecchiamento dell’ occhio: è dovuta alla fisiologica perdita di elasticità della lente naturale dell’ occhio, cioè il cristallino, che diventa rigido e impedisce la messa a fuoco delle immagini da vicino.

Correzione presbiopia: occhiali e lenti multifocali o progressive

Per la correzione della presbiopia si punta molto su occhiali e lenti multifocali o progressive, la cui curvatura cambia dal centro alla periferia della lente, per vedere sia da vicino che da lontano.

In fatto di occhiali, tra le novità spiccano i Gunnar Optiks con lenti Carl Zeiss Vision (da 99 euro), studiati contro lo stress “digitale” anche per chi non ha difetti visivi: ultraleggeri e antiriflesso, hanno lenti gialle per assorbire la luce blu, la più faticosa per la retina, forte nei computer.

Presbiopia: intervento con radiofrequenza

Ancora non esiste una soluzione definitiva per la presbiopia, ma ci sono tecniche che permettono di limitare l’ uso degli occhiali, come la cheratoplastica conduttiva o CK che opera con la radiofrequenza su otto punti della superficie della cornea per correggere la presbiopia. Con questa tecnica si rende più efficiente da vicino uno dei due occhi: uno vede perfettamente da lontano, quello operato vede bene da vicino e tutti e due collaborano per un’ ottima capacità visiva. Non è una soluzione ottimate, ma permette di fare a meno degli occhiali nell’ 80% dei casi, limitandoli a particolari situazioni.

Presbiopia e sostituzione del cristallino

Altra soluzione, ma non prima dei 50 anni, è la sostituzione del cristallino naturale con uno artificiate accomodativo o multifocate in grado di correggere anche la presbiopia, oltre ad altri eventuali difetti visivi da lontano (come la miopia, ad esempio).

Laser per presbiopia

Si stanno studiando anche altre opzioni: il laser a femtosecondi serve a creare nella cornea una sorta di sacca in cui inserire sottilissime lenti studiate contro la presbiopia. Questa sarà una delle tecniche del futuro.





Website is Protected by WordPress Protection from eDarpan.com.

Benvenuto sul Blog! Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione con cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, accetti il servizio e gli stessi cookie. Migliora la tua esperienza, trova quello che cerchi e... buona navigazione!