Prevenzione del tumore al seno: gli esami per la diagnosi del tumore al seno e i centri di cura in Italia

prevenzione-del-tumore-al-seno-gli-esami-per-la-diagnosi-del-tumore-al-seno-e-i-centri-di-cura-in-italiaLa prevenzione del tumore al seno comincia a 30 anni, con un calendario di controlli ed esami che oggi consente di eseguire una diagnosi precoce e di curare, fino alla completa guarigione, i tumori al seno scoperti sul nascere. Se è vero, infatti, che oggi ci si ammala di più, è altrettanto vero che si muore di meno (il 90 per cento dei tumori al seno operati in fase iniziale non mostrano recidive a dieci anni di distanza dall’ intervento). Un traguardo raggiunto proprio grazie alla doppia arma della prevenzione e della diagnosi precoce del tumore al seno.
L’ AUTOPALPAZIONE DEL SENO per la prevenzione del tumore al seno: vantaggi e limiti
Le mani sono il primo strumento di diagnosi a disposizione della donna. L’ autopalpazione del seno va eseguita ogni mese, al termine del ciclo mestruale, in posizione supina, ponendo alternativamente una mano dietro la nuca e utilizzando l’ altra per ispezionare la mammella a tutto tondo, senza dimenticare di “strizzare” i capezzoli per controllare che non vi siano secrezioni sospette. L’ autopalpazione del seno, se da un lato ha il pregio di aiutare la donna a prendere confidenza con il proprio seno e le sue continue modificazioni, dall’ altro lato mostra molti limiti. In primo luogo, perché è impossibile avvertire sotto i polpastrelli dei tumori molto piccoli, che all’ inizio non sono altro che una fila di cellule allineate all’ interno dei dotti galattofori, non ancora in grado di formare “massa”. In secondo luogo, perché esistono dei tumori che, per la loro sede, sfuggono alla palpazione: quelli alla base o al centro del cono ghiandolare.
La donna giovane che pratica regolarmente l’ auto-palpazione del seno non deve affidarsi soltanto alle sue mani. Questa buona abitudine non esonera la donna dai controlli strumentali e dagli esami, in grado di scovare anche tumori al seno di tre millimetri di diametro, non apprezzabili neppure dalle mani esperte di un senologo. L’ 80 per cento dei noduli al seno che vengono operati sono infatti evidenziati dall’ ecografia o dalla mammografia, in totale assenza di sintomi o di tumefazioni palpabili.

IL CALENDARIO DEI CONTROLLI E DEGLI ESAMI PER LA PREVENZIONE E LA DIAGNOSI DEL TUMORE AL SENO
- Dai 30 anni ECOGRAFIA: una volta compiuti i 30 anni, è bene effettuare la prima ecografia, un’ indagine a ultrasuoni per nulla pericolosa o invasiva. L’ ecografia va fatta ogni anno. L’ esame dell’ ecografia permette un’ ottima visione della ghiandola mammaria giovane (spesso opaca ai raggi x). In particolare, l’ ecografia è capace di distinguere i noduli al seno e il loro contenuto (liquido, solido, misto), ma anche le cisti al seno.
- Dai 40 anni MAMMOGRAFIA: quarant’ anni è invece l’ età in cui va eseguita la prima mammografia, nonostante i programmi di screening previsti dalle Asl invitino le donne a eseguire la prima mammografia a 50 anni. Il referto della mammografia va sempre portato ai controlli successivi, per consentire al senologo di studiare l’ evoluzione delle ghiandole mammarie, comparando le immagini di “prima” e “dopo”. Le ultime linee-guida suggeriscono di fare una mammografia all’ anno dai 40 ai 50 anni, e una mammografia ogni due anni dopo i 50 anni. La necessità di rendere più fitti i controlli dai 40 ai 50 anni è nata dall’ osservazione di un grande numero dei cosiddetti tumori intervallo, che si manifestano tra una mammografia e l’ altra. Nelle donne più giovani che hanno la sfortuna di ammalarsi di tumore al seno, infatti, la proliferazione cellulare è più veloce.

Per correttezza va però detto che neppure la mammografia è un esame infallibile: evidenzia fino all’ 85 per cento dei tumori al seno. Per questa ragione ogni anno, nella stessa seduta, andrebbero eseguite mammografia ed ecografia insieme: due esami indispensabili che si completano l’ un l’altro. Ciò che non vede la prima è infatti in grado di leggere la seconda, ed è perciò molto importante per lo specialista avere un quadro completo della situazione, in cui dati di ecografia e mammografia si integrano a vicenda.

LA VISITA DAL SENOLOGO PER LA PREVENZIONE DEL TUMORE AL SENO: i fattori di rischio
Una visita senologica per la prevenzione del tumore al seno è fondamentale, soprattutto se sono presenti dei fattori dì rischio come: la bassa età della prima mestruazione, il basso numero di figli, l’ elevata età della gravidanza.
Per quanto riguarda l’ ereditarietà del tumore al seno (familiarità), solo il 5-7% dei tumori al seno è da imputare ad una predisposizione familiare, cioè a casi di tumore al seno presenti in famiglia (sono importanti soprattutto quelli che colpiscono madri, sorelle, nonne e zie). Il senologo è in grado di disegnare un reale profilo di rischio.

    I CENTRI ITALIANI PIU’ QUALIFICATI DI SENOLOGIA PER LA PREVENZIONE E LA CURA DEL TUMORE AL SENO

  • Centro di riferimento oncologico di Aviano (Pordenone)
    Tel: 0434-659111
  • Struttura complessa di senologia della Fondazione IRCCS dell’ Istituto Nazionale dei tumori di Milano
    Tel: 02-23902659
  • Divisione di senologia dell’ Istituto Oncologico Europeo di Milano
    Tel: 02-574891111
  • Centro di senologia Ospedali Riuniti di Bergamo
    Tel: 035-269661
  • Unità operativa di senologia presso la Fondazione Salvatore Maugeri di Pavia
    Tel: 0382-592277 oppure 0382-592278
  • Centro di riferimento per l’ epidemiologia e la prevenzione oncologica a Torino
    Tel: 011 -6333875
  • S.S.D. Senologia chirurgica avanzata dell’ Istituto Nazionale per la ricerca sul Cancro di Genova
    Tel: 010-5600895
  • Centro di diagnostica “Canino” presso il Policlinico Sant’ Orsola-Malpighi di Bologna
    Tel: 051-6363590
  • Servizio di Senologia presso la Asl 2 Umbria di Perugia
    Tel: 075-5412670
  • Centro interdipartimentale di Senologia del Policlinico Gemelli di Roma Tel: 06-30156328 (7)
  • Centro di prevenzione, diagnosi e terapia del tumore alla mammella Giunone di Avezzano (Aquila)
    Tel: 0863-23338
  • Divisione di senologia dell’ Istituto Nazionale dei tumori Fondazione G. Pascale di Napoli
    Tel: 081-5903111
  • Unità di chirurgia senologica, Ospedale San Paolo di Potenza
    Tel: 0971-613535
  • Dipartimento di oncologia sperimentale A.R.N.A.S. dell’ Ospedale civico Benefratelli di Palermo
    Tel: 091-666344

Tag: , , , ,
Di

41 Commenti al post “Prevenzione del tumore al seno: gli esami per la diagnosi del tumore al seno e i centri di cura in Italia”


  1. Stefania scrive:

    Se possibile, vorrei sapere se nella mia città (Palermo) esiste la possibilità di effettuare una prevenzione per il tumore al seno, a scadenza regolare, gratuitamente. Ho 37 anni e non ho mai fatto un controllo sebbene in famiglia ci sia stato qualche caso. Grazie.

  2. Redazione Io Benessere Blog scrive:

    Buongiorno Stefania, un ottimo centro per effettuare i controlli periodici per la prevenzione del tumore al seno, è il Dipartimento di oncologia sperimentale A.R.N.A.S. dell’ Ospedale civico Benefratelli di Palermo (Tel: 091-666344), come riportato anche nell’ articolo sopra.

    Non so se esiste la possibilità di effettuare dei controlli gratuiti (mutuabili); il consiglio è di informarti presso il tuo medico di famiglia oppure di telefonare direttamente all’ ospedale di cui sopra per avere informazioni in merito.

  3. ivana scrive:

    con il parere del mio medico vorrei fare una ricerca genetica per tumori al seno, purtroppo nella mia famiglia ho avuto e ho tuttora questo problema, come e a chi devo rivolgerm? io ho 55 anni, faccio i controlli ma sinceramente vorrei avere delle informazioni più complete
    grazie

  4. Redazione Io Benessere Blog scrive:

    Salve Ivana, per quanto riguarda l’ ereditarietà del tumore al seno (familiarità), solo il 5-7% dei tumori al seno è da imputare ad una predisposizione familiare, cioè a casi di tumore al seno presenti in famiglia (sono importanti soprattutto quelli che colpiscono madri, sorelle, nonne e zie).
    Come specificato sopra nell’ articolo, è bene rivolgersi ad un senologo che è in grado di disegnare un reale profilo di rischio per il tumore al seno.
    E’ quindi necessario un controllo medico specialistico per avere maggiori indicazioni in base ad ogni caso specifico.
    In fondo all’ articolo (vedi sopra) trovi una lista dei centri di senologia più qualificati in Italia con i relativi contatti telefonici per richiedere informazioni o per prenotare una visita specialistica.

  5. Caterina becc scrive:

    Salve, vorrei sapere dove fare il controllo al seno, ho 40 anni, ho una figlia di 2, ed ho allattato al seno fino a fine agosto. ma ora il seno dx mi fa male, esce ancora latte. dove posso andare ? non ho ancora fatto mammografie, ma Eco si sempre! dove vado ? grazie, cati

  6. Redazione Io Benessere Blog scrive:

    Salve Caterina, la prevenzione e i controlli periodici del seno per le donne sono molto importanti. Se hai dei dubbi, rivolgiti ad un senologo e ad un centro specializzato.
    In fondo all’ articolo (vedi sopra) trovi alcuni dei centri di senologia più qualificati in Italia per effettuare i controlli medici necessari alla prevenzione delle malattie del seno e per la salute della donna. Chiama il centro più vicino alla tua zona per farti dare indicazioni su una visita specialistica (in fondo all’ articolo trovi i numeri di telefono, gli indirizzi utili e i contatti dei centri di senologia specializzati in Italia).

  7. giusi scrive:

    Ciao a tutte, ho 60 anni e un passato di ottima salute. E’ la prima volta che scrivo per parlare di prevenzione. Vi racconto la mia esperienza: io dal 1987 ogni anno a Novembre mi sottoponevo alla mammografia al seno, che allora era ancora un esame poco praticato. Ho continuato sempre per tutti questi anni, anche perchè avevo avuto da poco un bambino e ritenevo la prevenzione un mio dovere. Ciononostante, dal novembre 2008 al novembre del 2009 mi sono trovata: un tumore primario al seno, con metastasi importanti alla colonna vertebrale, al fegato (12 cm) e ai polmoni. Mi ha ceduto una vertebra ed è stato questo evento che mi ha permesso di scoprire questa incredibile realtà. Sono stata operata alla schiena e ora riesco con difficoltà a camminare. Eppure, non si può dire che non facessi prevenzione ! Forse sono incappata in un radiologo troppo superficiale e frettoloso ? Probabilmente sì. Ho scoperto per caso da altri medici, che già quella lastra del novembre 2008 poteva suscitare dei dubbi, e indurre il radiologo ad approfondire con una ecografia. Purtroppo questo controllo ecografico non è stato richiesto, e nel mio caso avrebbe evidenziato tutti i guai che mi portavo dentro, ovviamente in fase iniziale ! Per una buona prevenzione del tumore al seno rivolgetevi ad un medico scrupoloso.
    Faccio tanti auguri a tutte le donne che ne sono colpite e altrettanto a chi ne sta uscendo.
    Giusi.

  8. sabrina scrive:

    Ciao a tutte, anche io come Giusi voglio raccontare la mia esperienza.
    Ho 41 anni e da circa 20 anni mi controllo per dei fibroadenomi al seno che ho scoperto casualmente e accertati con agoaspirato fatto all’ epoca. Ho 3 figli di cui l’ ultima sotto i 3 anni, quindi ho saltato per tre anni i controlli. Vado recentemente a fare la mammografia e sembra che tutto sia invariato rispetto a tre anni fa, quindi con comodo faccio l’ ecografia dalla quale risulta un nuovo nodulo al seno di circa 14 mm con bordi netti, si consiglia ago aspirato. Prendo appuntamento privatamente, perchè altrimenti mi andrebbe a finire a luglio 2010. Piena di angoscia e di paura faccio l’ ago aspirato e il dottore (anatopatologo) mi fa due prelievi, uno nel nodulo al seno e uno nell’ area circostante, la risposta dopo due giorni. Con trepidazione vado a prenderla e il dottore esordisce dicendo che la medicina non è una scienza esatta, che quell’ ago sottile prendendo poco materiale ci da una certezza solo al 90% della benignità del nodulo al seno, e che avendo 41 anni non mi può lasciar andare via con l’ incertezza ma deve eseguire un nuovo prelievo con ago più grosso che aspira più materiale e mi darebbe una certezza al 99% il 100% lo avrei solo asportando il nodulo al seno. Io sconvolta per le parole del dottore che non solo non mi dava una certezza per l’ esame invasivo al quale mi ero sottoposta ma anche perchè non riuscivo a capire come mai non avesse usato da subito l’ ago più grande visto che la mia età la sapeva e soprattutto sono angosciata perchè mi ha già prenotato l’ esame che dovrei fare fra pochi giorni e sinceramente credo che non ci andrò. Dalla mia esperienza ho imparato che devo cercare dei professionisti seri che facciano esami con scrupolo e vorrei sapere se nelle Marche esiste un centro degno di fiducia visto che nella lista non l’ ho trovato. Grazie

  9. GIU' scrive:

    ciao a tutti, anch’ io penso che la prevenzione sia molto importante ma come effettuarla ? Io ad esempio faccio regolarmente il controllo al seno ma la domanda che mi faccio sempre è: ma se il tumore dovesse manifestarsi in qualsiasi altra parte del corpo io come posso prevenirlo ? Voi cosa ne pensate ?

  10. Angela scrive:

    Ciao a tutti. Ho letto i vostri commenti e non nego che mi tremano le gambe. Nel 2006 a causa di un farmaco mi è stata riscontrata dopo un’ ecografia, la galattorrea, cioè, secrezione da un capezzolo e il senologo mi comunicava che ero fortunata perchè la secrezione era molto scura quindi niente di maligno ma solo una ghiandola infiammata. Mi ha consigliato di non prendere alcun antibiotico perchè sarebbe passato con il tempo. Ho creduto alle sue parole e dopo pochi mesi il problema era svanito. Adesso da quasi un anno il problema è tornato e stavolta senza farmaci. Ho troppa paura a fare un controllo ma devo ! Sono di Pa e ho 34 anni e non ho figli. Se qualcuno può darmi un cosiglio per tranquillizarmi e se è possibile indirizzarmi in una buona struttura a Pa. Ringrazio fin da ora e tanti auguri a chi come me sta vivendo la mia angoscia. Ciao Angela

  11. Redazione IO Benessere Blog scrive:

    Buongiorno Angela, come già risposto sopra a Stefania, un ottimo centro per effettuare i controlli periodici per la prevenzione del tumore al seno, è il Dipartimento di oncologia sperimentale A.R.N.A.S. dell’ Ospedale civico Benefratelli di Palermo (Tel: 091-666344), che è riportato anche nell’ articolo sopra.
    Se qualche altro navigatore del blog avrà da consigliarti un altro centro medico specializzato, non mancheremo di pubblicarlo.
    Un abbraccio dalla Redazione di IO Benessere Blog

  12. Angela scrive:

    Sono Angela e scrivo per ringraziare la redazione per la repentina risposta inviatami e ancora grazie per la serietà del sito ! Ho preso il numero e domani stesso prenderò un appuntamento al centro da voi indicato. Incrocio le dita e questa volta non torno indietro perchè la paura di sapere non ha mai guarito nessuno. Grazie ancora e vi farò sapere. Saluti Angela.

  13. raffaella scrive:

    buongiorno a tutti. ho 38 anni e ho problemi al seno da quando ne ho 18 (ricordo ancora quando mi hanno ricoverato all’ ospedale a Natale dell’ 89). Ho fatto sempre prevenzione facendo l’ ecografia ogni anno. Poi Due anni fa un altro bello spavento: eco e mammografia di urgenza. ecografia con biopsia. poi per fortuna è andato tutto bene. Dopo questo episodio su consiglio del ginecologo faccio ogni 6 mesi eco e mammografia alternandoli. Ho numerose cisti, e in particolar modo una che mi fa molto male. Vorrei farmi visitare da un senologo, ma non so a chi rivolgermi nella provincia di Savona.
    Ringrazio anticipatamente e auguri a tutte, un in bocca al lupo.
    Raffaella

  14. GIU' scrive:

    BUONGIORNO A TUTTI ! IO SOFFRO DELLE PEìRESENZA DI NUMEROSI NODULI IN TUTTI E DUE I SENI E FACCIO I CONTROLLI OGNI SEI MESI ! VIVO OGNI GIORNO CON LA PAURA CHE ACCADA SEMPRE IL PEGGIO QUINDI VORREI FARE DEI CONTROLLI PIù ACCURATI ! VORREI SAPERE SE ESISTE UN CENTRO DOVE POSSO EFFETTUARE TUTTE LE VISITE NECESSARIE PER TRANQUILLIZZARMI ! VI RINGRAZIO ANTICIPATAMENTE !

  15. Redazione IO Benessere Blog scrive:

    Buongiorno Giù e buongiorno Raffaella, in fondo all’ articolo sono riportati alcuni centri di cura e prevenzione presenti in Italia per i controlli periodici da effettuare al seno. Controllate se nella lista dei centri specializzati in senologia c’è un centro vicino alla vostra zona di residenza.
    Potete provare a chiedere consiglio anche alle moltissime ragazze e donne che si sono operate di fibroadenoma e noduli al seno; trovate la conversazione in corso nei commenti di questo articolo (Cliccare Qui):
    Noduli al seno: sintomi, diagnosi e cura della cisti al seno e del fibroadenoma al seno (tumore benigno)

  16. Angela scrive:

    Ciao a tutte, sono sempre Angela, quella che aveva tanta paura della prevenzione e invece eccomi qui a ringraziare chi mi ha dato coraggio e mi ha consigliato la struttura dove rivolgermi. Ho prenotato e mi hanno fissato una data all’ ospedale civico e benefratelli, g.di cristina, unità operativa complessa oncologia medica. Ho trovato uno staff altamente qualificato, sia medici che infermieri, mi hanno subito messa a mio agio rincuorandomi vista la mia paura e subito sono stata sottoposta a visita medica e dopo ad ecografia mammaria. L’ esame clinico eseguito dal Dott. Mesi dice: “seni granulosi con consistenza fibroghiandolare; assenza di alterazioni del profilo cutaneo; secrezione verdastra capezzolo seno dx; piccoli linfonodi ascellari bilateralmente”. Ecografia: “L’ esame condotto con sonda lineare evidenzia un pattern ecografico di tipo fibroghiandolare. millimetriche aree anecogene bilateralmente che all’ integrazione cd non mostrano flussi patologici”. Di seguito hanno fatto l’ esame citologico e venerdì vado a ritirare per tornare a visita, ma la cosa che più di tutte mi ha tranquillizata è che il medico mi ha subito detto che tutto ciò che ha trovato è molto piccolo e sopratutto benigno ! Scusate se mi sono prolungata tanto ma ci tenevo, in modo che se c’è qualcuno che ha il mio stesso problema non perda tempo, tutto quello che comprende la prevenzione va fatto in tempo. Grazie mille alla Dottoressa che mi ha indirizzata presso questa struttura. L’ importante è non mollare MAI in nessun caso ! Un abbraccio a tutte da Angela.

  17. Redazione IO Benessere Blog scrive:

    Ciao Angela, grazie per aver condiviso la tua esperienza positiva sul centro medico a cui ti sei rivolta. Questo è un modo per dare coraggio anche a tutte le donne che hanno problemi al seno, la tua esperienza darà senz’ altro forza a chi si fermerà a leggere. Sono moltissime le donne con noduli al seno e fibroadenomi (tumori benigni) che per paura non effettuano i controlli medici necessari: la prevenzione è molto importante, anche un tumore al seno maligno se preso in tempo è curabile. Questo è anche un modo per condividere e per far sì che nessuna si senta sola. Tu hai superato la tua paura e hai scoperto di stare bene. Dicendolo e scrivendolo qui sei di aiuto a tutte le donne che devono affrontare la loro paura. Grazie ancora per aver raccontato la tua esperienza.
    Un abbraccio da tutta la Redazione di IO Benessere Blog

  18. angela scrive:

    vorrei che giusi che ha lasciato un commento il 18 novembre del 2009 potesse darmi un consiglio, perchè probabilmente mi trovo nelle sue stesse condizioni, solo che adesso non so cosa pensare… dopo tante visite mi viene proposta una resezione ampia, se possibile vorrei sapere i suoi sintomi. grazie in anticipo se vorrai rispondermi

  19. Angela scrive:

    Per Angela. Ho ricevuto, tramite il blog, il tuo messaggio e come te ho vissuto attimi d’ ansia prima dell’ esito citologico. Io ho letto la storia di Giusi e “per fortuna” non abbiamo lo stesso problema anche se le sono vicina con il cuore ! Io, come ho già detto sopra, mi sono rivolta al centro oncologico dell’ Ospedale Civico di Palermo e ho trovato grande umanità e altrettanta professionalità. Se mi fai sapere dove vivi magari potrei fare una ricerca e indirizzarti anche se, la redazione di IO BENESSERE BLOG è sempre tempestiva e pronta a sostenere donne che come noi sono in un momento di sconforto. Aspetto una tua risposta e intanto ti invio tanti auguri e sopratutto… niente paura… vedrai che è solo spavento. Un forte abbraccio… Angela.

  20. anna scrive:

    grazie per le risposte date. ciao un bacio

  21. fiorellino scrive:

    Ciao a tutti ! Anch’ io ho delle cistine ! le ho scoperte un anno fa e tra pochi giorni vado a rifare l’ ecografia. Ho 27 anni, la sorella di mia nonna ha avuto un tumore al seno. Può esere considerata una familiarità ? E’ possibile che queste cistine, molto piccole almeno un anno fa di circa due mm, mi facciamo male tipo “aghi” infilati ? E’ un dolore a tratti che mi manda in paranoia…
    Comunque, a Roma dove lo trovo un buon senologo o un buon ospedale per una visita ?
    Grazie a chi mi risponderà !

  22. Redazione IO Benessere Blog scrive:

    Ciao Fiorellino, a Roma un ottimo centro per una visita senologica è il Centro interdipartimentale di Senologia del Policlinico Gemelli di Roma
    Tel: 06-30156328 (7)

    Se qualcun altro ha da consigliarti un centro su Roma non mancheremo di pubblicarlo.

    Per quanto riguarda le cisti al seno, danno dolore alla palpazione (a differenza dei fibroadenomi benigni e del tumore maligno che invece non danno dolore). Le cisti al seno non sono comunque nulla di grave, trovi maggiori informazioni in merito in questo articolo (Clicca Qui):
    Noduli al seno: sintomi, diagnosi e cura della cisti al seno e del fibroadenoma al seno (tumore benigno)

    Un abbraccio grande dalla Redazione di IO Benessere Blog

  23. ANGELA scrive:

    ciao, mi chiamo angela. è dal mese di giugno del 2010 che ho un problema ad ambo i seni. praticamente secrezioni, una volta rosse, una volta marroncine, una volta bianche… come vogliono ! ho fatto esami: mammografia, ecografia, una risonanza speciale per vedere a fondo. bene, il risultato è: ectasia duttale con questo ristagno di liquidi strani. da premettere che ho fatto anche l’ esame citologico ed è risultato sangue nel liquido ! sono tornata dal chirurgo che mi ha fatto seguire tutto questo iter e mi ha detto di operarmi, togliere completamente i dotti. Essendo io troppo giovane, ho 34 anni, mi ha detto che l’ operazione era la soluzione dato che ci potevano essere dei polipi all’ interno che non si vedono e che il tutto potrebbe degenerare in tumore, però mi ha consigliato di andare da un chirurgo plastico. Ci sono andata, lui si è voluto consultare con un suo collega senologo e la diagnosi è stata: non mi devo operare assolutamente ! da che mondo è mondo queste cose non si operano ! Ora mi trovo molto in difficoltà ! Non so a chi credere ! le secrezioni continuano e io non so che fare ! Vorrei sapere dove è che mi posso rivolgere per poter arrivare a capo di tutto ! Io sono della provincia di CB, ma vado in capo al mondo pur di risolvere tutto ! Io vi ringrazio immensamente per il tempo che mi dedicate ! aspetto vostre notizie al più presto ! un saluto… Angela L.

  24. Redazione IO Benessere Blog scrive:

    Buongiorno Angela, è bene che tu ti rivolga ad un terzo medico per una valutazione del tuo caso, dato che dalle due visite precedenti hai avuto pareri discordanti. Un ottimo centro di senologia è a Napoli:
    Divisione di senologia dell’ Istituto Nazionale dei tumori Fondazione G. Pascale di Napoli
    Tel: 081-5903111

    Se qualche navigatore del nostro blog saprà consigliarti un altro centro di senologia accreditato più vicino a Campobasso, non mancheremo di pubblicarlo.
    Consulta comunque anche gli indirizzi degli altri centri di senologia riportati sopra nell’ articolo.

  25. lucia scrive:

    buongiorno mi chiamo lucia, mia madre si ammalò di tumore al seno a soli 35 anni per poi decedere a 44 anni… vivo ogni mio giorno nel terrore di questa malattia, soprattutto dopo aver perso anche mio padre tre anni dopo per un tumore alla prostata. sono molto combattuta nell’ intraprendere la strada dell’ analisi dei fattori ereditari, ma anche in tal caso non saprei dove farli… premetto che ho 40 anni ed ogni anno effettuo mammografia ed ecografia… se qualcuno potesse aiutarmi ne sarei grata ! dimenticavo, sono pugliese

  26. Redazione IO Benessere Blog scrive:

    Salve Lucia, per informazioni sui centri specializzati per la prevenzione del tumore al seno in Puglia, prova a chiamare il numero verde della LILT (Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori):
    Numero verde SOS LILT 800-998877
    (è una linea verde nazionale con chiamata anonima e gratuita rivolta a tutti. Un’ équipe di esperti risponde dal lunedì al venerdì dalle ore 9 alle ore 17).

    Chiedi dove puoi effettuare gli accertamenti medici necessari specifici per il tuo caso, considerando il fattore rischio dell’ ereditarietà. Sul sito della LILT (lilt.it) sono inoltre riportatie anche le sezioni provinciali della LILT. Ti riportiamo quelle presenti in Puglia:

    BARI
    Dott. Francesco D’ ALFONSO
    Indirizzo: Via A.Manzoni, 21
    Telefono: 080-5216157

    BARLETTA-ANDRIA-TRANI
    Dott. Michele CINIERO
    Indirizzo: Via Libertà, 8
    Telefono: 0883-332714

    BRINDISI
    Dott. Andrea GABALLO
    Indirizzo: Via Indipendenza, 18
    Telefono: 0831-520366

    FOGGIA
    Prof.ssa Valeria GALANTE DE TRINO
    Indirizzo: Via Barletta, 6
    Telefono: 0881-661465

    LECCE
    Dott. Giuseppe SERRAVEZZA
    Indirizzo: Via Alpestre, 4 (CASARANO)
    Telefono: 0833-512777

    TARANTO
    Dott.ssa Caterina Perla SUMA
    Indirizzo: Viale Virgilio, 135
    Telefono: 099-4587360

  27. catia scrive:

    salve sono catia, ho 32 anni e ho un fastidio al seno. ho fatto delle visite e mi hanno detto che ho dei linfonodi infiammati. ora ho paura e vorrei fare una visita più dettagliata. dove posso rivolgermi ? dove trovo un centro specialistico più vicino ? sono di Cosenza

  28. Redazione IO Benessere Blog scrive:

    Buongiorno Catia, un ottimo centro di senologia convenzionato con la LILT (Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori) nella tua zona è questo:
    Prof. Gianfranco FILIPPELLI
    Via Monte Grappa 45 (Cosenza)
    Telefono 0984-28547

    Per altre informazioni puoi anche contattare il Numero verde SOS LILT 800-998877 (è una linea verde nazionale con chiamata anonima e gratuita rivolta a tutti. Un’ équipe di esperti risponde dal lunedì al venerdì dalle ore 9 alle ore 17).

  29. valentina scrive:

    Se possibile, vorrei sapere se nella mia città (Pescara) esiste la possibilità di effettuare una prevenzione per il tumore al seno, a scadenza regolare, gratuitamente. Ho 28 anni e non ho mai fatto un controllo sebbene in famiglia ci sia stato qualche caso. Grazie.

  30. Redazione IO Benessere Blog scrive:

    Buongiorno Valentina, un senologo convenzionato con la LILT (Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori) nella tua zona è questo:
    Dottor Marco LOMBARDO
    Via Fonte Romana 8, Pescara
    Ala Nord-Est, Quinto piano Ospedale Civile di Pescara

    Per altre informazioni e per sapere se i controlli medici di prevenzione per il tumore al seno sono gratuiti, puoi contattare il Numero verde SOS LILT 800-998877 (è una linea verde nazionale con chiamata anonima e gratuita rivolta a tutti. Un’ équipe di esperti risponde dal lunedì al venerdì dalle ore 9 alle ore 17).

  31. Guendalina scrive:

    Eccomi di nuovo qui, salve a tutte. Ripiombata nell’ angoscia. Ho ritirato dopo 30 interminabili giorni l’ esame istologico per un nodulo al seno, il ginecologo che consegna gli esiti mi dice che per fortuna è normale e che non vi è niente di brutto. Strafelice ! Finalmente sembra finita… invece dopo 2 giorni mi reco dal mio ginecologo (che mi ha operata) e mi dice di avere dei dubbi, di non essere convinto ! Dice che fin dall’ inizio sospettava che questo nodulo (di 1cm) non fosse “innoquo” e dire “adenosi sclerosante con microcalcificazioni endoluminali” e dire tumore al seno è praticamente la stessa cosa ! Premetto che mi ha sempre tranquillizzata molto, fino a venerdi scorso ! Ho letto non so quanti trattati di medicina e tutte le cose riportate nel mio esame istologico sono considerate lesioni benigne e che non vi è aumentato rischio verso carcinoma mammario… io non ci capisco più niente ! Il mio ginecologo mi ha prescritto mammografia tra 2 mesi… io ho già prenotato un consulto con un esperto senologo, domani pomeriggio. Ma io mi chiedo: la possibilità di confondere adenosi sclerosante con carcinoma mammario (tunore al seno) riguarda solo il ginecologo o anche l’ esame istologico ?! e poi, prima di operarmi forse il mio ginecologo poteva avermi fatto fare la mammografia visto che l’ agoaspirato non aveva esito in quanto campione inadeguato con troppe poche cellule ! BOH ! Il fatto che il tuo ginecologo del quale ti fidi ciecamente non sia convinto dell’ esame istologico mi spaventa tantissimo !

  32. Redazione IO Benessere Blog scrive:

    Salve Guendalina, considerando i tuoi tanti dubbi, prova a confrontarti con le molte donne (sia affette da tumore maligno al seno che affette da semplice nodulo benigno al seno) che hanno scritto le loro esperienze in questo nostro articolo del sito (Clicca qui): Noduli al seno: sintomi, diagnosi e cura della cisti al seno e del fibroadenoma al seno tumore benigno

    Nel link consigliato sono presenti ben 676 commenti (ad oggi) e forse qualcuna si è trovata nella tua stessa situazione: è molto importante confrontarsi, e il nostro sito dà proprio la possibilità di farlo. Riscrivi il tuo commento nel link consigliato, qualcuna nella tua stessa situazione ti risponderà di certo.

  33. roberta scrive:

    Nelle Marche esiste un buon centro in cui effettuare buoni controlli di prevenzione ?

  34. Redazione IO Benessere Blog scrive:

    Salve Roberta, per informazioni sui centri specializzati per la prevenzione del tumore al seno nelle Marche, prova a chiamare il numero verde della LILT (Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori):
    Numero verde SOS LILT 800-998877

    (è una linea verde nazionale con chiamata anonima e gratuita rivolta a tutti. Un’ équipe di esperti risponde dal lunedì al venerdì dalle ore 9 alle ore 17).

    Chiedi dove puoi effettuare gli accertamenti medici necessari specifici per la prevenzione del tumore al seno. Sul sito della LILT (lilt.it) sono inoltre riportatie anche le sezioni provinciali della LILT. Ti riportiamo quelle presenti nelle Marche:

    ANCONA
    Professor Ugo Braccioni
    Via Maratta 8, Ancona
    Telefono: 071-2071203
    E-mail (ancona@lilt.it)

    ASCOLI PICENO
    Dottor Raffaele Trivisonne
    Presso Oncologia-Ospedale ASL 13
    Telefono: 0736-358360
    E-mail (oncologia@asl13.marche.it)

    FERMO
    Dottor Lucio Giustini
    Presso Ospedale UOC Oncologia-Via Murri 9, Fermo
    Telefono: 0734-62522582
    E-mail (giustinilu@alice.it)

    MACERATA
    Professor Marcello Pannelli
    Viale Betti 3, Camerino (Macerata)
    Telefono: 0737-636748
    E-mail (macerata@lilt.it)
    Sito internet (www.legatumorimacerata.it)

    PESARO
    Dottoressa Giuseppina Catalano
    Ospedale San Salvatore-Servizio Oncologia-Via Lombroso, Pesaro
    Telefono: 0721-364094
    E-mail (oncologia@ospedalesansalvatore.it)

  35. Rosy scrive:

    Buongiorno, mi chiamo Rosy e volevo chiedervi se con le protesi al seno effettuando l’ ecografia e la visita senologica si possono riscontrare eventuali noduli. Premetto che mia madre è stata operata di tumore al seno, grazie, aspetto una vostra risposta.

  36. Redazione IO Benessere Blog scrive:

    Salve Rosy, è noto che TUTTE LE PROCEDURE PER L’ AUMENTO DEL SENO POSSONO INTERFERIRE CON LA LETTURA DELLE IMMAGINI MAMMOGRAFICHE e questo comprende non solo L’ AUMENTO DEL SENO CON PROTESI, ma anche l’ AUMENTO DEL SENO CON MACROLANE (filler di acido iarulonico), e l’ AUMENTO DEL SENO CON LIPOFILLIG (GRASSO CORPOREO). L’ uso del Macrolane per l’ aumento del seno è stato infatti sospeso proprio per difficoltà riscontrate dai radiologi nella mammografia. Trovi maggiori inforazioni qui: Stop al Macrolane per l’ aumento del seno

    Se hai effettuato l’ aumento del seno con protesi (intervento di chirurgia estetica), vengono comunque eseguiti altri esami: utilizzando le attuali tecniche di indagine disponibili, come la mammografia digitale, possibilmente in combinazione con l’ esame ecografico, è possibile ottenere informazioni adeguate sulla presenza di eventuali noduli al seno. Dato che tua madre è già stata operata di tumore al seno, è importante per te effettuare i controlli di prevenzione. Il tuo senologo saprà indicarti gli esami medici specifici dato che hai le protesi al seno. Ti sono stati riscontrati noduli al seno?

  37. Rosy scrive:

    ho già fatto una risonanza magnetica l’ anno scorso e non si riscontrava nulla, però io vorrei andare a fare un controllo più approfondito in un centro specializzato nella mia regione, che mi dite se andassi in un centro S.I.C.P.R.E (centro di chirurgia plastica ricostruttiva estetica)? a proposito, la mia regione è la calabria

  38. Redazione IO Benessere Blog scrive:

    Cara Rosy, per un controllo approfondito devi rivolgerti ad un SENOLOGO: non è certo il chirurgo estetico che è in grado di diagnosticare noduli al seno benigni o maligni. Il chirurgo estetico ti ha solo fatto l’ intervento per l’ aumento del seno con protesi a scopo estetico, ma non è lo specialista che si occupa di effettuare diagnosi mediche su noduli al seno. Gli specialisti in chirurgia e medicina estetica del SICPRE si occupano solo del lato estetico del seno. Per effettuare i controlli medici di prevenzione del tumore al seno devi invece rivolgerti ad un senologo.

    Per informazioni sui centri specializzati per la prevenzione del tumore al seno in Calabria, prova a chiamare il numero verde della LILT (Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori):
    Numero verde SOS LILT 800-998877
    (è una linea verde nazionale con chiamata anonima e gratuita rivolta a tutti. Un’ équipe di esperti risponde dal lunedì al venerdì dalle ore 9 alle ore 17).

    Chiedi dove puoi effettuare gli accertamenti medici necessari specifici per la prevenzione del tumore al seno. Sul sito della LILT (lilt.it) sono inoltre riportate anche le sezioni provinciali della LILT. Ti riportiamo quelle presenti in Calabria:

    CATANZARO
    Viale Pio X, 21
    Telefono 0961-725026

    COSENZA
    Prof. Gianfranco Filippelli
    Via Monte Grappa, 45
    Telefono 0984-28547

    CROTONE
    Dott. Damiano Falco
    Via Botteghelle, 176/178
    Telefono 0962-901594

    REGGIO CALABRIA
    Prof. Leonardo Iacopino
    Via Tenente Panella 3
    Telefono 0965-331563

    VIBO VALENTIA
    Prof.ssa Adalgisa Nardo
    Via Terravecchia Inferiore, 98
    Telefono 0963-547107

  39. Redazione IO Benessere Blog scrive:

    Sempre per Rosy ma utile a tutte: per tutto il mese di Ottobre 2012 è inoltre ripartita la Campagna Nastro Rosa per la prevenzione del tumore al seno con la possibilità di effettuare esami medici gratuiti nei centri LILT di tutta Italia. Trovate maggiori informazioni in questo articolo (cliccate qui): Ottobre 2012-esami medici prevenzione tumore seno

  40. martina scrive:

    buongiorno, ho 36 e ogni anno effettuo l’ eco mammaria da un radiologo. vorrei effettuare una visita senologica, dove potrei farla?scrivo dalla sardegna. grazie

  41. Redazione IO Benessere Blog scrive:

    Buongiorno Martina, per informazioni sui centri specializzati per la prevenzione del tumore al seno in Sardegna, puoi chiamare il numero verde della LILT (Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori):
    Numero verde SOS LILT 800-998877
    (è una linea verde nazionale con chiamata anonima e gratuita rivolta a tutti. Un’ équipe di esperti risponde dal lunedì al venerdì dalle ore 9 alle ore 17).

    Sul sito della LILT (lilt.it) sono inoltre riportate anche le sezioni provinciali della LILT. Ti riportiamo quelle presenti in Sardegna a cui puoi rivolgerti per effettuare una visita senologica:

    CAGLIARI
    Dottor Alfredo SCHIRRU
    Indirizzo: Via Macchiavelli 47 – Cagliari
    Telefono: 070-495558

    NUORO
    Dottoressa M.Pia CORTES
    Indirizzo: Via Cagliari 68 – Nuoro
    Telefono: 0784-619249

    ORISTANO
    Indirizzo: Via Dorando Petri 9/B – Oristano
    Telefono: 0783-74368

    SASSARI
    Dottor Marco BISAIL
    Indirizzo: Via Amendola 40/L – Sassari
    Telefono: 079-214688

Lascia un commento