Proprietà nutrizionali del kiwi: vitamina C antiossidante, potassio, sali minerali

Il kiwi (il cui nome botanico è Actinidia Chinensis) è una pianta originaria della Cina, ma che ha trovato storicamente ampia diffusione in Nuova Zelanda. Il nome Kiwi deriva infatti dalla somiglianza del frutto con l’animale simbolo della Nuova Zelanda: il Kiwi, l’uccello dalle piume lanuginose.
Il kiwi è conosciuto ed apprezzato per i frutti succosi, freschi, ricchi di vitamina C e sali minerali.

La pianta del kiwi è una liana rampicante a foglie caduche e a forma di cuore, che può raggiungere notevoli dimensioni: fino a 10 metri di altezza, se supportata da adeguati tutori.
Le qualità che rendono prelibati i frutti risiedono nella polpa, dolce e acidula. Il frutto del kiwi presenta un asse centrale chiaro e fibroso (columella) ai cui lati sono distribuiti centinaia di piccoli semi scuri, quasi inavvertibili quando si mangia il frutto. I semi sono legati all’ asse centrale da tanti piccoli filamenti radiali, da cui deriva il nome Actinidia: dal greco forma attinomorfa, cioè “raggiata”.


La pianta del kiwi, nonostante sia tipica degli ambienti continentali orientali, si è molto adattata ai climi mediterranei e temperati, tipici anche dell’ Italia, che ora è il primo produttore al mondo di kiwi, superando anche la Nuova Zelanda.
Nel nostro Paese la varietà più diffusa è la “Hayward”, con frutto medio grande, a buccia robusta e polpa verde. L’ acidità dei frutti del kiwi è dovuta soprattutto alla presenza di vitamina C, cioè acido ascorbico, che costituisce la principale qualità del kiwi. La vitamina C, insieme ad altri acidi organici presenti nel kiwi, ha una notevole azione antiossidante, da cui deriva anche la capacità di conservarsi a lungo del frutto.
La quantità di vitamina C mediamente presente nei frutti della varietà Hayward è di 85 mg per 100 grammi, superando di gran lunga quella delle arance (che arriva a 50 mg per 100 grammi).

La notevole presenza di vitamina C non è l’unica caratteristica nutrizionale e salutare del kiwi: il frutto è anche ricco di potassio.

I migliori frutti sono indubbiamente quelli che provengono dalle coltivazioni biologiche, che ci mettono al riparo da qualsiasi trattamento chimico di sintesi nella coltivazione e nella conservazione.
I kiwi che si trovano in commercio sono generalmente italiani, ma possono provenire anche dalla Nuova Zelanda e dal Sudamerica (Cile e Argentina). L’ inconveniente della provenienza extra continentale è quello di essere eccessivamente onerosa in fatto di impatto ambientale dei sistemi di trasporto refrigerato, impatto che diminuisce con i frutti di casa nostra.





Website is Protected by WordPress Protection from eDarpan.com.

Benvenuto sul Blog! Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione con cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, accetti il servizio e gli stessi cookie. Migliora la tua esperienza, trova quello che cerchi e... buona navigazione!