Prurito intimo con perdite bianche: candidosi vaginale

Il prurito intimo è un disturbo fastidioso che nella maggior parte dei casi dipende da un’ infezione, come ad esempio la candidosi vaginale. Ecco le cause e i consigli utili per alleviare il prurito intimo in attesa di andare dal ginecologo per un controllo specialistico.
prurito intimo vaginale

Prurito intimo: cause e sintomi

Molto comune nelle donne, il prurito intimo è di solito uno dei sintomi caratteristici di alcune infezioni come la candidosi vaginale (che si riconosce anche dalle perdite dense e biancastre) o la tricomoniasi (che si riconosce dalle perdite giallo-verdastre e maleodoranti).

Altre cause del prurito intimo femminile possono inoltre essere il diabete, le alterazioni ormonali della gravidanza o della menopausa e la psoriasi. Quest’ultima si riconosce dalla caratteristica desquamazione della pelle che appare arrossata: uno dei sintomi più evidenti della psoriasi, che è una malattia della pelle.

Il prurito intimo può anche essere la conseguenza di una dermatite allergica derivante dal contatto con sostanze irritanti come un sapone troppo aggressivo oppure il lattice del preservativo (in questo caso è bene usare preservativi latex-free, cioè privi di lattice).

Prurito intimo: come fare per alleviarlo?

Ecco che cosa puoi fare per alleviare il disturbo del prurito intimo.

PRURITO INTIMO: COSA USARE PER LAVARSI
Il prurito intimo è accompagnato da una sensazione di calore e bruciore: detergi la parte con acqua tiepida aggiungendo del latte alla lavanda (lo trovi in erboristeria). Grazie alle sue proprietà, il latte alla lavanda è rinfrescante e disinfiamma, dando immediato sollievo alle mucose delle piccole e grandi labbra.
Puoi usare anche un detergente intimo con aloe vera e tea tree oil (lo puoi richiedere in erboristeria o in farmacia): contiene sostanze emollienti e rigeneranti che aiutano le mucose a ritrovare benessere.
Un’ altra lozione ad azione lenitiva che invece puoi preparare da sola a casa, si ottiene sciogliendo in cinque litri d’acqua due cucchiai di amido di riso: dà immediato sollievo e può essere usato anche tutti i giorni.

PRURITO INTIMO: COSA USARE PER ALLEVIARLO
Dopo aver lavato le parti intime e le mani, è utile applicare un velo di gel-crema a base di aloe vera: aiuta a riequilibrare il pH della pelle e delle mucose, dà una sensazione di immediata freschezza, attiva anche i meccanismi di difesa delle mucose intime. Il gel-crema a base di aloe vera può essere usato anche più volte al giorno.

In caso di una fastidiosa candidosi vaginale con prurito intimo e perdite bianche, è invece utile usare una crema specifica che contenga clotrimazolo: la puoi richiedere in farmacia.
Se il tuo prurito intimo è legato alla Candida, aiuta anche mangiare lo yogurt al naturale (perché è ricco di fermenti e batteri utili per la salute dell’intestino) e assumere probiotici e prebiotici specifici (consigliati dal medico) per ripristinare la flora batterica.

PRURITO INTIMO: CONSIGLI UTILI
Oltre all’uso di detergenti e creme specifiche, ecco nove consigli utili da seguire in caso di prurito intimo:

  1. non usare deodoranti intimi o lavande vaginali interne (a meno che non siano prescritte dal medico), per non rischiare di irritare ulteriormente le mucose genitali
  2. non fare bagni bollenti: l’acqua calda, oltre ad aumentare l’infiammazione, facilita la proliferazione di batteri
  3. evita di indossare biancheria intima sintetica perché trattiene umidità e calore creando condizioni favorevoli allo sviluppo di microrganismi
  4. evita di indossare jeans stretti e pantaloni aderenti: il continuo sfregamento dell’indumento contro i genitali causa irritazioni locali e prurito
  5. non usare mai in comune asciugamani e biancheria intima
  6. al mare o in piscina non rimanere a lungo con il costume da bagno umido perché aumenta la sensibilità delle parti genitali
  7. per non aggravare ulteriormente il problema del prurito intimo, è necessario resistere allo stimolo di grattarsi
  8. se è presente prurito intimo, utilizza il preservativo durante i rapporti sessuali
  9. se il prurito intimo compare in concomitanza delle mestruazioni, usa assorbenti rivestiti in garza di cotone.

Come prevenire il prurito intimo

Ecco le quattro regole d’oro di prevenzione che puoi applicare per evitare l’insorgere del prurito intimo:

  1. lava le zone intime al mattino e alla sera e prima e dopo un rapporto sessuale; farlo troppe volte al giorno (a meno che non ci siano condizioni particolari come le mestruazioni) può invece essere dannoso
  2. utilizza un detergente specifico per la tua igiene intima; preferisci quindi un detergente non aggressivo per non alterare l’equilibrio della microflora vaginale
  3. il lavaggio delle zone intime va fatto dalla vulva verso l’ano e non viceversa
  4. dopo aver lavato le parti intime, asciugati sempre molto bene per evitare il moltiplicarsi dei germi.




Website is Protected by WordPress Protection from eDarpan.com.

Benvenuto sul Blog! Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione con cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, accetti il servizio e gli stessi cookie. Migliora la tua esperienza, trova quello che cerchi e... buona navigazione!