Reflusso gastrico e dieta: proteine a cena, pasta e carboidrati a pranzo

Chi soffre di reflusso gastrico può mangiare la pasta, ma non alla sera a cena. È uno degli errori più frequenti fatti da chi soffre di acidità di stomaco, perché (a torto) molti ritengono che i carboidrati (quindi non solo la pasta, ma anche il riso, il pane e i dolci) siano più digeribili.

Il problema è che pasta e carboidrati si digeriscono effettivamente in fretta, ma principalmente nella prima parte dell’ apparato digerente. Questo significa che lo stomaco viene subito coinvolto nella parte più importante e cospicua della digestione di questi cibi e, purtroppo, in chi soffre di reflusso gastrico ciò comporta spesso una maggiore produzione di acido cloridrico, con conseguente acidità di stomaco.


Quindi, a cena è bene puntare sulle proteine, soprattutto carne bianca di pollo, tacchino o coniglio (la carne rossa di manzo è più “pesante” da digerire) e pesce. I carboidrati, anche per la loro capacità di dare energia, vanno invece mangiati a colazione (chi non ha acidità al risveglio può mangiare dei cereali nel latte o nello yogurt) e a pranzo ma, in questo caso, i carboidrati vanno abbinati alle proteine. Provando questo approccio dietetico, si digerisce bene e senza bruciori.

Ecco un’ utile dieta da seguire anche per dimagrire:
Dieta con le fibre da 1200-1500 calorie

E’ sempre bene effettuare una visita di controllo presso il gastroenterologo.





Website is Protected by WordPress Protection from eDarpan.com.

Benvenuto sul Blog! Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione con cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, accetti il servizio e gli stessi cookie. Migliora la tua esperienza, trova quello che cerchi e... buona navigazione!