Rifarsi il naso: rinoplastica o rinofiller?

Rifarsi il naso con la rinoplastica è uno degli interventi di chirurgia più richiesti sia per ragioni estetiche (cioè per rimodellare e migliorare la forma del naso) che per ragioni funzionali.
La rinoplastica è infatti un intervento di chirurgia in cui il medico interviene anche sull’aspetto funzionale, come nei casi di setto nasale deviato. Spesso la rinoplastica è utile per risolvere problemi respiratori e, nello stesso intervento chirurgico, il medico interviene anche sulla forma del naso per migliorare il profilo del viso.
Per correggere problemi funzionali come un setto nasale deviato, la rino-settoplastica è un’ operazione chirurgica che risolve sia problemi respiratori che problemi causati da un trauma o da malformazioni.
rifarsi-il-naso-rinoplastica
Ridefinire la forma del naso, correggere la punta del naso oppure diminuire le dimensioni di un naso troppo grosso sono inoltre alcune delle molte possibilità estetiche offerte dalla rinoplastica: l’intervento più richiesto sia dagli uomini che dalle donne nell’ambito della chirurgia facciale.
Ecco le informazioni utili che è bene sapere prima di sottoporsi all’ intervento chirurgico di rinoplastica.

Rifarsi il naso: cosa comporta?

Il numero di rinoplastiche eseguite in Italia è in crescita.
Stai pensando di sottoporti ad una rinoplastica per rifarti il naso? Ecco casa devi sapere.

Rinoplastica: come scegliere il chirurgo per rifarsi il naso?

Un intervento di rinoplastica mal eseguito comporta problemi estetici (con risvolti psicologici negativi) e comporta anche problemi di tipo funzionale. Se eseguita da chirurghi plastici poco esperti, la rinoplastica può infatti causare serie problematiche respiratorie ed estetiche.
Quando il primo intervento al naso va male, la persona vive un problema estetico, funzionale e psicologico, perché il naso è una parte del viso e non si può nascondere. In questo caso occorre eseguire un secondo intervento chirurgico al naso per rimediare all’intervento precedente.
Il secondo intervento al naso è sempre un momento delicato e difficile, perché chi ha già subito una prima operazione è scoraggiato dalla precedente esperienza.
E’ quindi importante scegliere un chirurgo estetico qualificato e competente per eseguire il primo intervento di rinoplastica.

Rinoplastica: quanto dura l’intervento chirurgico per rifarsi il naso?

Prima dell’ intervento di rinoplastica bisogna sospendere l’assunzione di farmaci che possono favorire il sanguinamento; è ottimale sospendere anche alcune terapie ormonali, se possibile.
L’ intervento chirurgico di rinoplastica dura da uno a due ore in anestesia generale o locale con sedazione assistita.
Dopo l’intervento al naso, bisogna indossare per 5-8 giorni una piccola ingessatura.
I tamponi nasali in molti casi non vengono invece utilizzati.

Rinoplastica: risultati definitivi dopo 6 mesi;
tempi di recupero completo dopo 1 anno

Dopo aver effettuato l’ intervento di rinoplastica, quanto tempo ci vuole per avere risultati definitivi?
Questa è una domanda che molti si fanno. Dopo l’operazione ci vogliono sei mesi per stabilizzare il risultato della rinoplastica e almeno un anno per il recupero completo.

Rifarsi il naso con filler senza chirurgia: quando è possibile?

La rinoplastica senza chirurgia, cioè eseguita con la medicina estetica, ha dei limiti.
Le iniezioni (filler) di idrossiapatite di calcio o acido ialuronico servono a modificare solo piccoli difetti del naso, ma non possono ridurre le dimensioni di un naso troppo grosso.
L’effetto dei filler ha inoltre una durata limitata nel tempo (un anno e mezzo), poi i filler si riassorbono.
Anche in questo caso bisogna rivolgersi a chirurghi estetici esperti: con le punturine (filler) si rischia di comprimere i vasi sanguigni del naso e provocare una necrosi cutanea. La rinofiller per migliorare la forma del naso va quindi eseguita da un medico estetico qualificato ed esperto nell’utilizzo dei filler.

Rinoplastica per uomo o per donna

Le tecniche di rinoplastica usate per uomo o per donna cambiano.
Il profilo del viso è infatti diverso nel caso di una donna: il chirurgo estetico sceglie un angolo naso-labiale che rende più femminile l’aspetto del viso nella donna.
Anche la lunghezza e la larghezza del naso vanno modificati a seconda della morfologia del viso.

E’ vero che il naso continua a crescere con l’ età?

Si dice che il naso continua a “crescere” con l’età. In realtà il naso cresce fino all’età di 18-20 anni.
Successivamente e con l’avanzare dell’ età, soprattutto nelle persone che hanno il naso lungo e cadente oppure nelle persone con cartilagini alari molto importanti, il naso sembra allungato e cresciuto.
Ma tutto dipende dall’abbassamento della punta del naso e dal fatto che con gli anni si verifica una riduzione del grasso dalle guance.





Website is Protected by WordPress Protection from eDarpan.com.

Benvenuto sul Blog! Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione con cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, accetti il servizio e gli stessi cookie. Migliora la tua esperienza, trova quello che cerchi e... buona navigazione!