Rimedi naturali di bellezza per i capelli: cura capelli fini, doppie punte e forfora, caduta eccessiva dei capelli

Per la bellezza dei capelli è possibile utilizzare dei rimedi naturali che rinforzano il cuoio capelluto e contrastano la caduta dei capelli. L’ argan e l’ ortica sono ad esempio due rimedi naturali che la natura offre per infoltire i capelli, ma dalla natura arrivano anche molti altri alleati biologici per la bellezza e per la salute dei capelli contro forfora, doppie punte e alopecia (calvizie). Da sempre la cura dei capelli rappresenta un importante fattore di bellezza, ma avere dei bei capelli è anche sinonimo di salute. Nell’ antica medicina cinese, per esem­pio, la salute dei capelli è indice di vitalità perché i capelli sono collegati ai reni: gli organi che governano l’ energia e il vi­gore fisico. Per il fatto di continuare a nascere, crescere e morire, rinnovandosi giorno per giorno e per tutta la vita, i capelli riflettono puntualmente come uno specchio non solo lo stato di salute generale del nostro organismo, ma anche le abitudini alimentari, i livelli di tossine presenti in circolo, l’ equilibrio ormonale e il livello di stress psicofisico della persona. Un capello debole, grasso e sfibrato è tipico di un soggetto intos­sicato, affaticato e stanco. Curare la bellezza dei capelli significa quindi non solo usare i trattamenti cosmeti­ci adatti ad ogni tipo di capello, ma anche intervenire con gli integratori alimentari orali adatti sugli squilibri fisici dell’ organismo che possono manifestarsi.

I CAPELLI VANNO CURATI DI PIÙ IN PRIMAVERA E D’ AUTUNNO


Ogni capello comprende, oltre alla parte visi­bile chiamata stelo, una radice che si trova al­l’ interno del follicolo pilifero e un bulbo contenente la matrice. La matrice del capello è l’ insieme di cellule da cui “germinano” i capelli. Il ricambio dei capelli, dalla nascita alla cresci­ta fino al loro esaurimento vitale e alla conse­guente caduta dei capelli (calvizie), è governato dai cicli alternati di crescita e di riposo dei follicoli, con un’ acce­lerazione fisiologica in primavera e in autun­no. In genere comunque la quantità normale di capelli vitali in una persona giovane oscilla tra le 90.000 e le 150.000 unità, cifra che con l’ avanzare dell’ età diminuisce in media del 30% circa. Questa perdita di capelli può essere ridotta osservando alcune regole fon­damentali, tra cui quelle che riguardano una sana e corretta alimen­tazione e l’ uso di erbe e integratori alimentari naturali “mirati”.

L’ IMPACCO DEL CAMBIO DI STAGIONE PER LA BELLEZZA DEI CAPELLI: RICETTA MASCHERA FAI-DA-TE
Soprattutto a settembre e a marzo (nei periodi dei cambi di stagione), va fatto un impacco sui capelli: una maschera fai-da-te per la bellezza e la salute dei capelli preparata con i rimedi naturali da acquistare in erboristeria. I capelli si allungano di circa un centimetro tutti i mesi, con questo impacco ristrutturante e stimolate a base di rhum e argan è possibile anche aumentarne la crescita dei capelli.
Ecco la ricetta per la maschera fai-da-te per i capelli: due volte la settimana applicare sui capelli asciutti una maschera ristrutturante preparata con 2 cucchiai di olio di argan (ristrutturante), un cucchiaio di rhum (ravviva il microcircolo) e 20 gocce di tin­tura d’ ortica (stimola la ricrescita dei capelli). Lasciare in posa 15 minuti avvolgendo la testa in un asciugamano e poi fare lo shampoo.

LO SHAMPOO CON PRODOTTI NATURALI PER I CAPELLI

LO SHAMPOO PER I CAPELLI: IL SAPONE DI ALEPPO PER ILLUMINARE I CAPELLI
Per aumentare la lucentezza dei capelli, basta fare una o due volte alla settimana uno shampoo rigenerante usando la schiuma cremosa del sapone di Aleppo (si compra in erboristeria): ricco di olio d’ oliva e soprattutto di olio di alloro, nutre la struttura del capello e previene la comparsa precoce dei capelli bianchi.

OLIO LAVANTE A BASE DI MIGLIO O DI ESTRATTO D’ AVENA PER I LAVAGGI FREQUENTI DEI CAPELLI
Se i capelli vengono lavati spesso, è meglio evitare gli shampoo che
fanno tanta schiuma
: sono ricchi di tensioattivi che sfibrano i capelli. Meglio usare un olio lavante, per esempio a base di miglio o di estratto d’ avena (in erboristeria)

INTEGRATORI ALIMENTARI NATURALI PER LA BELLEZZA DEI CAPELLI

Come ogni cellula del corpo, anche i capelli hanno bisogno di nutrimento per crescere e svilupparsi, nutrimento che il bulbo capillare attinge dalle riserve in circolo. E poiché la che­ratina che costituisce i capelli è formata da due aminoacidi, lisina e cistina (mescolati con una piccola parte di grassi, oligoelementi, acqua e pigmenti colorati), questi componenti non dovrebbero mai mancare nella nostra alimentazione quotidiana.
La lisina è un aminoacido essenziale che il corpo utilizza per riparare i tessuti, produrre anticorpi, ormo­ni, enzimi ed energia. La carenza di lisina, anche per pochi giorni, danneggia il bulbo dei capel­li riducendone il diametro (capelli fini). La cistina è un aminoacido solforato dall’ azione antinvecchiamento: quando viene metabolizzata, la cistina libera zolfo, necessario per disin­tossicare il fegato e le cellu­le in generale, liberandoli dalle tossine prodotte dagli agenti inquinanti come il fumo e dai radicali liberi. La carenza di cistina rende lo stelo del capello secco, fragile e sottile. Fon­damentali per la salute dei capelli sono anche le vitamine A e E, ma in particolare le vitamine del gruppo B, presenti per esempio nel lievito di birra.

OLIO DI RICINO E LIEVITO DI BIRRA IN CAPSULE (INTEGRATORI ALIMENTARI NATURALI)
Per incamerare i principi attivi utili alla bellezza e alla salute dei capelli, basta assumere per un mese la mattina una perla di olio di ri­cino e una capsula di lievito di birra (integratori alimentari naturali): vanno presi la mattina, prima di colazione, con un abbondante bicchiere d’ acqua. L’ olio di ricino è disponibile in comode perle insapori per uso alimentare, ed è indicato per stimolare la produzione di cheratina e rinforzare i capelli.

FERRO, RAME, ZINCO, SELENIO, MANGANESE E MAGNESIO PER LA SALUTE E LA BELLEZZA DEI CAPELLI
Per avere capelli sani è inoltre indispensabile l’ apporto di Rame, che previene l’ incanutimento, l’ apporto di Ferro per garantire la buona irrora­zione sanguigna del cuoio capelluto, ma anche l’ apporto di Zinco, Selenio, Manganese e Magnesio, che sono sali “strutturali” per la salute dei capelli: si prendono sotto forma di fiale di oligoelementi, una a giorni alterni, per almeno 2 settimane (si comprano in erboristeria).

TINTURA D’ ORTICA CONTRO I CAPELLI DIRADATI; CEDRO DEL LIBANO CONTRO LE DOPPIE PUNTE
Se i capelli sono flosci e tendono a diradarsi, è bene bere 20 gocce di tintura di ortica 2 volte al giorno. Se ci sono le doppie punte, va bene usare il cedro del Libano (si trova sempre in erboristeria): 50 gocce una volta al giorno, prima di colazione. Infine, una perla di germe di grano a pranzo e una fiala di selenio la mattina a digiuno favoriscono la ricrescita dei capelli.

BETULLA E BARDANA CONTRO LA FORFORA
In caso di forfora, per un mese vanno prese 20 goc­ce di estratto fluido di bardana prima di pran­zo e cena; se si nota prurito sul cuoio capelluto, si possono bere anche 50 gocce di macerato glicerico di betulla prima di colazione per liberarsi dalle tossine che scatenano l’ infiammazione.

EQUISETO E TARASSACO PER I CAPELLI SOTTILI
Per rimineralizzare i capelli troppo fini, basta assumere 25 gocce di estratto fluido di equiseto più 20 di tarassaco 2 volte al giorno, per 3- 4 settimane. E’ bene anche ssociare al trattamento una tisana serale con la santoreggia (un cucchiaio di erba per tazza d’ acqua).

LE CONDIZIONI CHE PORTANO ALLA CADUTA DEI CAPELLI E ALLA CALVIZIE

Oltre alle carenze nutrizionali e al di fuori dei periodi fisiologici stagionali di aumentato ri­cambio (primavera e autunno), un’ eccessiva caduta di capelli improv­visa può dipendere da numerose cause: allatta­mento (nelle donne), ma anche malattie debilitanti, intossica­zioni da metalli pesanti, abuso di farmaci, di­sturbi ormonali. All’ interno del follicolo capillifero si trovano infatti recettori per gli ormoni sessuali, sia maschili che femminili, che hanno quindi un effetto diretto sulla funzionalità folli­colare. Strettamente ormonale è ad esempio la calvizie androgenetica su base ereditaria, tipi­camente maschile, dovuta a una ipersensibilità dei follicoli agli androgeni come il testosterone. Mentre la perdita di capelli nelle donne in me­nopausa è molto più legata (salvo rari casi) ad aspetti psicologici. E se da un lato lo stress sti­mola l’ iperproduzione di ormoni androgeni come risposta reattiva, dall’ altro il vissuto de­pressivo aggrava la caduta degli ormoni fem­minili, con un brusco scompenso endocrino che si scarica su pelle e capelli.

LA BETULLA CONTRO LA CADUTA ECCESSIVA DEI CAPELLI: UN RIMEDIO NATURALE CONTRO IL DIRADAMENTO DEI CAPELLI

Se si nota un’ eccessiva caduta di capelli improv­visa dovuta a fattori di stress, l’ estratto di betulla rinforza i capelli alla radice. Dai giovani germogli di betulla si ottiene un gemmoderivato utile per stimolare una rapida ricrescita dei capelli nei cambi di stagione e scongiurare fenomeni di caduta e diradamento dei capelli. Basta chiedere in farmacia o in erboristeria il macerato glicerico di Betula pubescens 1 DH, e berne 30 gocce 2 volte al giorno, la mattina, per un mese. Il macerato di Betulla è più efficace se bevuto a digiuno, alemno 15 minuti prima della colazione.

PROPRIETà E BENEFICI DELLA BETULLA
La betulla è uno scrigno di virtù detossinanti e rivitalizzanti: essendo il primo albero che mette le gemme alla fine dell’ inverno, le sue gemme sono piene di un’ energia vitale e di un patrimonio di sali ed enzimi che agiscono proprio sugli organi da cui dipende la bellezza dei capelli: i reni (la betulla favorisce la diuresi e la disintossicazione), il fegato (i suoi principi amari lo tonificano e lo aiutano a rigenerare il sangue) e l’ apparato circolatorio, dal quale dipende la salute del cuoio capelluto.





15 risposte

  1. Alessandra scrive:

    Salve, desideravo lasciarle un commento di merito per l’articolo interessantissimo che ho appena consultato per la perdita dei miei capelli, che con il cambio stagionale si è pronunciata assieme alla problematica dei capelli fragili, che si spezzano e sono spenti. Ho trovato il suo articolo molto dettagliato nelle informazioni fornite e nei consigli specialistici naturali che ha proposto. Seguo con molto entusiasmo le sue rubriche!

  2. Redazione IO Benessere Blog scrive:

    Ciao Francesco e ben tornato sul blog! Leggi bene e con attenzione la precedente risposta: l’olio essenziale di salvia sclarea va aggiunto allo shampoo (meglio comprare un olio lavante che è più delicato). Bastano solo 3 gocce di olio essenziale da aggiungere ad un cucchiaio di shampoo: diluisci il tutto in un bicchiere con dell’acqua e procedi al lavaggio dei capelli.

    La tintura madre di ortica va invece assunta per bocca come integratore alimentare, non la devi usare nello shampoo e non devi “mischiare i due composti”. Per fare un buon trattamento rinforzante, usa la tintura madre di ortica per 1-2 mesi con continuità: bevi 20 gocce di tintura madre di ortica con un bicchiere d’acqua per 2 volte al giorno, mattina e sera.
    In pratica, la tintura madre di ortica agisce dall’interno (perchè la bevi!) rinforzando i capelli, mentre l’olio essenziale di salvia sclarea agisce dall’ esterno perchè lo usi insieme allo shampoo per lavare i capelli. Sono quindi due azioni e principi attivi differenti.

    Riassumendo, passa in erboristeria e compra: olio lavante per capelli delicato, tintura madre di ortica integratore alimentare, olio essenziale di salvia sclarea. Sperando di averti chiarito meglio come fare! A presto e buona giornata!

  3. francesco scrive:

    Salve e grazie della risposta, gentilissimi e veloci… io non aprivo l’ email da più di un mese, ecco il ritardo nel porvi il mio ringraziamento… io prima mettevo l’ olio di salvia sclarea nella bottiglia di shampoo… invece voi mi consigliate di mischiare i due composti al momento dell’ uso… e ci mettevo pure i pezzi di ortica, lasciavo riposare per 10 giorni e iniziavo a usarlo… invece grazie a voi ho avuto queste dritte che sfrutterò…

  4. Redazione IO Benessere Blog scrive:

    Buongiorno Francesco, l’olio essenziale di salvia sclarea (utile per chi ha problemi di caduta di capelli) va aggiunto allo shampoo: bastano 3 gocce di olio essenziale da aggiungere ad un cucchiaio di shampoo delicato (o preferibilmente di olio lavante). Usa un secondo contenitore per preparare la miscela oppure usa un bicchiere in modo da diluire il tutto con dell’acqua, poi procedi al lavaggio dei capelli. Trovi maggiori informazioni qui: Rimedi naturali anticaduta capelli

    La tintura madre di ortica (utile in caso di capelli diradati) va invece bevuta, cioè assunta come un integratore alimentare: bevi 20 gocce di tintura madre di ortica in un bicchiere d’acqua per 2 volte al giorno. Il trattamento va continuato per 1-2 mesi. Richiedila in erboristeria.

  5. Francesco Coriandro scrive:

    salve, vorrei fare una domanda: si può aggiungere salvia sclarea olio essenziale e ortica in uno shampoo già pronto?

  6. Redazione IO Benessere Blog scrive:

    Ciao Ester, per il tuo problema è utile comprare il lievito di birra in capsule. Scegli uno shampoo che non fa troppa schiuma, per esempio un olio lavante: diluisci sempre il prodotto con un pò d’acqua.
    Se hai problemi di caduta, puoi aggiungere ad un cucchiaio di shampoo o olio lavante 3 gocce di olio essenziale di rosmarino o di salvia sclarea.
    Puoi inoltre fare un impacco d’ argilla bianca per dare volume ai capelli. Trovi tutte le indicazioni utili in questo articolo che puoi stampare (clicca qui): Rimedi naturali anticaduta capelli

    Puoi acquistare i prodotti naturali consigliati in erboristeria.

  7. Ester scrive:

    Salve, io sto notando che perdo capelli soprattutto dietro e poi sono radi ma ho 17 anni mi sembra un pò strano. Cosa posso usare? Soprattutto per aumentarne il volume perché ne ho proprio pochi.
    Ho capelli fini e scuri quasi neri non ricci, diciamo mossi ma sono anche stoppacciosi… Insomma un bel casino… Mi potete aiutare?

  8. Redazione IO Benessere Blog scrive:

    Ciao Yudy, le cure per i capelli vanno di solito fatte per cicli. Se in questo momento stai già usando un integratore alimentare, usa solo quello. Piuttosto abbina dei trattamenti che aiutano a rinforzare i capelli.

    Prima di lavare i capelli, è ad esempio utile un impacco anticaduta con polvere di alga laminaria, la puoi acquistare in erboristeria.
    Ecco come preparare l’impacco e come usarlo: sciogli 2 cucchiai di polvere di alga laminaria con acqua tiepida e mescola fino ad ottenere un composto denso. Stendilo dalle punte alle radici dei capelli bagnati e lascia in posa 15 minuti. Lava i capelli con uno shampoo delicato.

    Per lavare i capelli evita gli shampoo che fanno tanta schiuma: sono ricchi di tensioattivi che sfibrano i capelli. Meglio usare un olio lavante, per esempio a base di miglio o di estratto d’avena (lo trovi sempre in erboristeria).

  9. yudy scrive:

    Ciao, ho letto i consigli per la cura dei capelli con i vari tipi di integratori che aiutano la crescita del capello. Vorrei sapere quali posso usare insieme e per quali periodi. Grazie mille e spero di essermi spiegata bene! Io sto cercando disperatamente di far crescere i capelli velocemente e adesso devo cominciare a bere un integratore che si chiama hairBurst e vorrei sapere se va bene insieme a queste cose. Grazie ancora.

  10. Redazione IO Benessere Blog scrive:

    Certamente sì Fabry: anche il Bioscalin Anticaduta è un utile integratore alimentare per i capelli.

  11. Fabry scrive:

    Grazie mille, gentilissimi, anche il bioscalin pillole può andare bene?

  12. Redazione IO Benessere Blog scrive:

    Buongiorno Fabry, la bardana è utile soprattutto in caso di forfora e capelli grassi che possono portare alla caduta di capelli o ad un diradamento. Ma, da quanto ci scrivi, questo non ci sembra il tuo caso.

    L’ olio di Argan invece dona forza e lucentezza ai capelli secchi, fragili o sfibrati. Può inoltre essere usato per proteggere i capelli.
    La migliore modalità di applicazione dell’olio di Argan è quella di distribuirlo con un pettine su tutto il cuoio capelluto almeno 30 minuti prima dello shampoo per poi procedere con lavaggio e risciacquo.
    Non va quindi usato tutti i giorni, ma solo prima dello shampoo. E’ utile acquistare l’olio di Argan in erboristeria insieme ad uno shampoo delicato.

    Per favorire la crescita dei capelli è infine utile assumere un integratore alimentare specifico in capsule (per bocca). Ad esempio l’ integratore Anacaps di Ducray nutre e rinforza capelli e unghie: gli estratti di soia stimolano il follicolo pilifero, mentre un pool di vitamine attiva il metabolismo cellulare dei capelli (lo trovi in farmacia).

    Se invece si nota un’ eccessiva caduta di capelli improv­visa dovuta a fattori di stress, l’ estratto di betulla rinforza i capelli alla radice stimolando una rapida ricrescita dei capelli. Basta chiedere in farmacia o in erboristeria il macerato glicerico di Betula pubescens 1 DH, e berne 30 gocce 2 volte al giorno, la mattina, per un mese. Il macerato di Betulla è più efficace se bevuto a digiuno, almeno 15 minuti prima della colazione.

  13. Fabry scrive:

    Buonasera. Volevo sapere se esiste un olio per i capelli da usare tutti i giorni per i miei capelli ricci che ristruttura, protegge, idrata e soprattutto ne favorisce la crescita. Mi hanno consigliato oli a base di Bardana o di Argan ma non ho idea di quale sia più efficace. Grazie mille
    :-)

  14. Redazione IO Benessere Blog scrive:

    Ciao Lucia, ovviamente non sappiamo dove hai letto la ricetta in questione. Comunque, la salvia è indicata per ravvivare i capelli bruni o scuri, trovi maggiori informazioni qui: Risciacquo capelli con preparato a base di salvia
    La lozione a base di salvia va usata come risciacquo finale (fai lo shampoo, sciacqua i capelli con l’ acqua e poi usa la lozione per il risciacquo finale), poi si procede alla piega. Ma va usata la salvia da sola per preparare la lozione (salvia fresca: devi avere una pianta in balcone o in giardino).

    Il rosmarino invece serve per migliorare la circolazione e far arrivare più sangue e nutrimento ai bulbi, trovi maggiori informazioni qui: Oli essenziali per la bellezza dei capelli-Rosmarino
    Ma è consigliato l’ olio essenziale di rosmarino da acquistare in erboristeria. Dopo lo shampoo e il risciacquo, bisogna frizionare il cuoio capelluto con qualche goccia di olio essenziale di rosmarino.

    L’ uso del rosmarino e l’ uso della salvia sono quindi due cose diverse.

  15. lucia scrive:

    Ciao a tutti sono Lucia, ho visto che nel vostro sito parlate anche di cura dei capelli, navigando su internet ho trovato una ricetta per capelli deboli con il rosmarino a la salvia, il procedimento è: far bollire in acqua la salvia e il rosmarino, filtrare far raffreddare ed applicare dopo lo shampoo massaggiando, quello che la ricetta non dice è se dopo i capelli vanno risciacquati o si procede alla piega… mi potete aiutare? grazie mille

Website is Protected by WordPress Protection from eDarpan.com.

Benvenuto sul Blog! Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione con cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, accetti il servizio e gli stessi cookie. Migliora la tua esperienza, trova quello che cerchi e... buona navigazione!