Rimedi stitichezza in gravidanza: alimentazione e dieta. Lassativi solo su prescrizione medica

Nella prima fase della gravidanza circa 8 donne su dieci hanno a che fare con una stitichezza particolarmente ostinata. La colpa è dei livelli di progesterone elevati, che rendono l’ intestino “pigro”.

Per risolvere il prolema della stitichezza in gravidanza ci si può aiutare con l’ alimentazione. Prima del pasto è ad esempio utile assumere un cucchiaio di olio extravergine d’ oliva: raggiunge rapidamente l’ intestino e ne lubrifica le pareti facilitando molto l’ evacuazione. Nella dieta quotidiana è inoltre utile puntare sui cibi che aumentano l’ idratazione e il volume della massa fecale. Vanno bene tutte le verdure e la frutta. In particolare, fichi, prugne e kiwi sono ottimi contro la sititichezza, perché sono molto zuccherini (lo zucchero richiama acqua e rende le feci più morbide).

Nei casi più ostinati di stititchezza invece, il ginecologo può prescrivere dei lassativi stabilendo precisamente tempi e modi d’ assunzione (è quindi da evitare il fai-da-te in caso di assunzione di lassativi in gravidanza, ed è bene chiedere al ginecologo). Possono essere assunti anche in gravidanza i lassativi che contengono fibre naturali come psillio, mucillagini (ad esempio l’ alga agar-agar) o zuccheri (ad esempio il lattulosio). I lassativi vanno comunque prescritti dal medico in caso di gravidanza.





Website is Protected by WordPress Protection from eDarpan.com.

Benvenuto sul Blog! Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione con cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, accetti il servizio e gli stessi cookie. Migliora la tua esperienza, trova quello che cerchi e... buona navigazione!