Ritenzione idrica, cellulite e gambe gonfie: diagnosi e sintomi della ritenzione idrica. Dieta e rimedi naturali

ritenzione-idrica-cellulite-e-gambe-gonfie-diagnosi-e-sintomi-della-ritenzione-idrica-dieta-e-rimedi-naturaliMolto spesso sovrappeso e cellulite sono causati dalla ritenzione idrica, un problema che riguarda l’ 80-85% delle donne. A causa di alcuni fattori di tipo ormonale si forma una stasi di liquidi. Questa dà luogo alla degenerazione del tessuto connettivo che provoca la cellulite. All’ origine della ritenzione idrica c’è uno squilibrio tra la quantità di potassio che si trova all’ interno delle cellule e la quantità di sodio presente nel liquido che circola all’ esterno delle cellule e che prende il nome di “liquido interstiziale”. Il problema della ritenzione idrica riguarda quindi la proporzione di potassio e di sodio, che dovrebbe essere simile al fine di permettere gli scambi necessari all’ organismo. Nel momento in cui si crea una sproporzione, con una sovrabbondanza di sodio, l ‘organismo trattiene una maggiore quantità di acqua per ottenere una diluizione normale. La ritenzione idrica è in genere causata da un aumento della quantità di sodio, non è causata da una diminuzione della quantità di potassio. La carenza di potassio provoca infatti dei sintomi molto più gravi della ritenzione idrica, sintomi che sono legati alle cardiopatie.
SINTOMI E DIAGNOSI DELLA RITENZIONE IDRICA
Quando si ha il problema delle gambe gonfie e pesanti, quando si segue una dieta ipocalorica ma non si perde neanche un grammo, oppure quando si verificano perdite di peso relativamente importanti da un giorno all’ altro, questi sono chiari sintomi di ritenzione idrica e non di grasso. Per la diagnosi medica della ritenzione idrica, occorre determinare la quantità di sodio presente nell’ organismo. Si possono eseguire diversi tipi di analisi, i più semplici sono le analisi delle urine e del sangue. Ma esiste anche il dosaggio dell’ aldosterone (l’ ormone che regolarizza l’ equilibrio dei liquidi), che serve a determinare le cause della ritenzione idrica.

Attenzione: il fatto che si soffra di ritenzione idrica non vuoi dire che bisogna ricorrere ai diuretici, di qualsiasi genere essi siano; al contrario, un abuso di diuretici può a volte scatenare la ritenzione idrica invece di risolverla. Ecco perché questo tipo di prodotti deve essere utilizzato con precauzione e sotto il controllo del medico. E’ da notare inoltre che durante l’ estate si tende ad una ritenzione idrica maggiore perché, con la traspirazione, si eliminano i sali minerali che saranno reintegrati solo in parte. Ecco perché si crea uno squilibrio ancora più evidente, che viene compensato dalla stasi dei liquidi (ritenzione idrica).

RIMEDI RITENZIONE IDRICA: DIETA, ALIMENTAZIONE E MASSAGGI LINFODRENANTI (drenaggio linfatico)
L’ accumulo di acqua in alcune zone del corpo (ritenzione idrica) ha la sua origine da diversi fattori e tra questi l’ alimentazione, occorre prima di tutto ridurre il consumo di sale. Sul piano dietetico, si può fare molto per contrastare il problema della ritenzione idrica. Prima di tutto riducendo il più possibile l’ apporto di sodio. Poi, è necessario bere molto, almeno due litri di acqua al giorno, ma facendo molta attenzione all’ acqua che si consuma, perché numerose acque minerali sono molto ricche di sodio e quindi è meglio evitarle.
Molti alimenti sono all’ origine ricchi di sale, come i formaggi, i salumi e i cibi in scatola (in caso di ritenzione idrica è bene evitarli). Nei casi di ritenzione idrica abbastanza seri è indispensabile farsi prescrivere una dieta su misura da uno specialista: solo lo specialista è in grado di stabilire l’ esatta quantità di sale da usare nella dieta.
Dal punto di vista dei massaggi, la miglior terapia per sgonfiare dei tessuti “pieni” di acqua è il drenaggio linfatico. Due o tre sedute a settimana saranno utili nei casi veramente acuti di ritenzione idrica, altrimenti è sufficiente una seduta a settimana.

RIMEDI NATURALI PER LA RITENZIONE IDRICA: INTEGRATORI E TISANA CONTRO RITENZIONE IDRICA, GAMBE GONFIE E CELLULITE
Oltre ad una dieta ipocalorica e povera di sodio e ai massaggi linfodrenanti, un trattamento a base di estratti di piante naturali dà un reale sollievo contro ritenzione idrica e gambe gonfie. Preparati a base di estratti fluidi di ribes nero sono dei veri attivatori della circolazione (si trovano in farmacia e in erboristeria). Il ribes nero è una pianta contenente vitamina P e agisce per inibizione enzimatica, per stabilizzazione del collagene, come antiossidante e antinfiammatorio.
TISANA CONTRO LA RITENZIONE IDRICA
Per lottare contro la ritenzione idrica e la cellulite, ecco una ricetta raccomandata dall’ erborista. Chiedete al vostro erborista di fiducia di prepararvi la miscela di piante, secondo le seguenti indicazioni:
30 grammi di peduncoli di ciliegia, 40 grammi di regina dei prati, 30 grammi di betulla bianca, 30 grammi di gramigna, 30 grammi di parietaria, 100 grammi di fucus, 25 grammi di asperella e 10 grammi di liquirizia tagliuzzata.
PREPARAZIONE: Fate bollire un litro di acqua per due minuti e aggiungete tre cucchiai della miscela. Lasciate in infusione una dozzina di minuti. Filtrate e bevete l’ infuso durante la giornata, per venti giorni al mese, per tre mesi.

Tag: , , , , ,
Di

29 Commenti al post “Ritenzione idrica, cellulite e gambe gonfie: diagnosi e sintomi della ritenzione idrica. Dieta e rimedi naturali”


  1. Giuseppe scrive:

    Finalmente ho trovato una spiegazione chiara al disturbo di mia madre…
    Complimenti

  2. giovanna merone scrive:

    Mi serve aiuto ! Sto soffrendo tanto perchè ho le gambe gonfissime sopratutto dal ginocchio in giù. Non ho mai sofferto di ritensione idrica, ma da quando sto seguendo la terapia, (synacthen fiale), che mi ha dato l’ ortopedico, mi si sono gonfiate le gambe nonostante faccio circa 2 ore di marcia tutte le mattine, mangio senza sale, molta frutta, verdura e legumi, dormo con il materasso sollevato. Mi potete aiutare per favore ?
    Vi ringrazio anticipatamente
    Giovanna Merone.

  3. Redazione Io Benessere Blog scrive:

    Salve Giovanna, se non hai mai sofferto di gambe gonfie e ritenzione idrica, il consiglio migliore è effettuare delle analisi per accertare la causa del problema, soprattutto nel tuo caso. Dato che segui una terapia medica, fai attività fisica costante e segui un’ alimentazione attenta (da quanto scrivi), è bene effettuare delle analisi mediche per scoprire qual’ è la reale causa delle gambe gonfie e della ritenzione idrica di cui soffri attualmente.
    Per la diagnosi medica della ritenzione idrica, occorre determinare la quantità di sodio presente nell’ organismo. Si possono eseguire diversi tipi di analisi, i più semplici sono le analisi delle urine e del sangue. Ma esiste anche il dosaggio dell’ aldosterone (l’ ormone che regolarizza l’ equilibrio dei liquidi), che serve a determinare le cause della ritenzione idrica. Rivolgiti al tuo medico per esporre il problema ed effettuare degli accertamenti.

  4. silvia salfi scrive:

    Per favore, desidererei sapere se esiste un rapporto di causalità tra la mia ritenzione idrica nelle gambe e l’ ipotiroidismo, sebbene già curato con gli ormoni. Ho la sensazione che, nonostante la cura, la mia ritenzione tenda progressivamente ad aumentare, pur avendo perso parte dei chili che avevo acquistato prima della diagnosi dell’ Ashimoto. Nel caso di alterazione dell’ aldosterone, inoltre, cosa si può fare ? Grazie anticipatamente

  5. Redazione IO Benessere Blog scrive:

    Salve Silvia, l’ ipotiroidismo incide sul metabolismo (causa un ridotto metabolismo) e porta all’ aumento di peso. La ritenzione idrica di cui soffri può essere quindi legata alla tua disfunzione tiroidea che incide su tutto il tuo metabolismo. L’ ipotiroidismo causa infatti un rallentamento generalizzato delle funzioni corporee: un rallentamento dell’ attività fisica e di quella mentale, della funzione cardiovascolare, di quella gastrointestinale e di quella neuromuscolare. La tiroidite di Hashimoto è una malattia organo-specifica (tiroidite cronica autoimmune).
    Per quanto riguarda l’ alterazione dell’ aldosterone, oltre ad essere associato alla ritenzione idrica, è una patologia delle ghiandole surrenali caratterizzata da un eccesso di produzione dell’ ormone aldosterone e causa ipertensione arteriosa. Per la diagnosi e la terapia di cura è necessaria una visita specialistica presso un endocrinologo.

  6. Marisa scrive:

    Salve, ho 28 anni e ho sempre avuto problemi di gonfiore alle gambe… ho addirittura fatto una sorta di liposcultura che non mi ha risolto il problema.
    praticamente il mio problema consiste dalla caviglia al polpaccio.
    Non so più cosa fare… non indosso gonne perchè sono bruttissima, aiutatemi.

  7. Redazione IO Benessere Blog scrive:

    Buongiorno Marisa, innanzitutto occorre distinguere tra ritenzione idrica vera e propria e costituzione fisica. La ritenzione idrica, come descritto sopra nell’ articolo, è causata da uno squilibrio tra la quantità di potassio e la quantità di sodio: quando si verifica una sovrabbondanza di sodio, l’ organismo trattiene una maggiore quantità di acqua che causa la ritenzione idrica. In questo caso però non sono solo le caviglie e i polpacci ad essere gonfi, ma tutte le gambe. Nei casi di ritenzione idrica vera e propria è bene quindi effettuare gli accertamenti medici necessari (analisi delle urine e del sangue ed eventuale dosaggio dell’ aldosterone); va inoltre seguita una dieta che reintegri le quantità di potassio e riduca le quantità di sodio. Puoi quindi eseguire gli accertamenti medici necessari per verificare se soffri effettivamente di ritenzione idrica dovuta all’ eccesso di sodio.

    Se invece si tratta di costituzione fisica, ovvero se hai il problema dei polpacci troppo grossi con cellulite e ritenzione idrica localizzata solo nella zona che va dalla caviglia al polpaccio, allora la soluzione è la medicina o la chirurgia estetica perchè il problema è puramente estetico. Da quello che scrivi sei già ricorsa alla liposcultura. Esistono però molti altri trattamenti specifici per eliminare cellulite e ritenzione idrica localizzate anche nella zona che va dalla caviglia al polpaccio. Anche nel campo della medicina estetca (si parla di trattamenti soft senza interventi chirurgico) ci sono oggi molte soluzioni personalizzate in base al singolo caso specifico.
    In questi articoli trovi maggiori informazioni in merito (Clicca Qui):

    - Eliminare cellulite e cuscinetti di grasso su pancia, fianchi, collo e doppio mento, braccia, cosce e caviglie

    - Mesoterapia Omeopatica anticellulite: rimedi naturali omeopatici per eliminare cellulite e ritenzione idrica

    - Trattamento anticellulite Triactive Plus: eliminare la cellulite con laser, radiofrequenza ed ultrasuoni

    Tutti questi trattamenti di medicina estetica vengono eseguiti dal medico estetico; è quindi necessaria una visita specialistica in modo da valutare il problema ed applicare il trattamento specifico più efficace.

  8. Laura scrive:

    Buongiorno, sono una ragazza di 25 anni e da qualche mese ho notato che le gambe si sono gonfiate (soprattutto nella zona coscie) i fianchi si sono allargati (ho preso 4 kg). Sono sempre stata una ragazza in forma, ho sempre praticato sport ma da un anno e mezzo assumo la pillola anticoncezionale Ginoden. Penso che questo gonfiore sia dovuto alla pillola. Cosa posso fare per ritornare in forma ? Posso fare delle analisi che mi possano indicare la causa ? Vi ringrazio tantissimo…
    Laura

  9. Redazione IO Benessere Blog scrive:

    Cara Laura, se hai notato un aumento di gonfiore e ritenzione idrica unito ad un aumento di peso in seguito all’ assunzione della pillola anticoncezionale, occorre rivolgersi al tuo ginecologo che ti ha prescritto la pillola anticoncezionale. Sarà il ginecologo stesso a farti effettuare le analisi mediche necessarie per valutare se la pillola anticoncezionale non è adatta a te. Il ginecologo può prescriverti un altro tipo di pillola anticoncezionale che non ti dia effetti collaterali indesiderati (come quelli che stai riscontrando). Esistono infatti diversi tipi di pillola anticoncezionale in commercio con differenti dosaggi ormonali specifici per ciascuna donna; la prescrizione della pillola anticoncezionale va fatta dal ginecologo in base ad analisi mediche specifiche, lo stesso avviene nel caso in cui occorre cambiare o interrompere la pillola anticoncezionale. Di conseguenza è importante che tu ti rivolga al tuo ginecologo facendogli presente i sintomi che stai riscontrando dopo l’ uso della pillola anticoncezionale Ginoden.

    La ritenzione idrica vera e propria (indipendentemente dall’ uso della pillola anticoncezionale) è invece causata da uno squilibrio tra la quantità di potassio e la quantità di sodio: quando si verifica una sovrabbondanza di sodio, l’ organismo trattiene una maggiore quantità di acqua che causa la ritenzione idrica e gonfiore. Nei casi di ritenzione idrica vera e propria è bene effettuare gli accertamenti medici necessari (analisi delle urine e del sangue ed eventuale dosaggio dell’ aldosterone); va inoltre seguita una dieta che reintegri le quantità di potassio e riduca le quantità di sodio.

    Nel tuo caso però i sintomi che accusi sembrano più legati alla pillola anticoncezionale.

  10. fabrizia scrive:

    Ciao mi chiamo Fabrizia, ho quasi 18 anni e quando arriva l’ estate ho sempre questo problema delle gambe gonfie. Vado a correre un’ oretta 2 volte a settimana, non mangio tanto, con poco sale, e sono in forma. Il mio problema riguarda specialmente la coscia e per cercare di risolverlo ho incominciato ad utilizzare dopo la doccia una crema ad azione drenante, oltre che di peeling. Ma a quanto pare il problema non l’ ho risolto; cosa posso fare praticamente ? Grazie per la disponibilità

  11. Redazione IO Benessere Blog scrive:

    Ciao Fabrizia, se soffri di ritenzione idrica e cellulite nella zona specifica delle cosce, soprattutto con l’ estate è importante bere molta acqua. Ma attenzione: leggi bene l’ etichetta dell’ acqua che compri, deve essere un’ acqua povera di sodio e ricca di potassio. Evita di bere acqua che contiene alte quantità di sodio: un’ acqua con 5,8 mg di sodio non va bene, fa aumentare il gonfiore e la ritenzione idrica soprattutto sulle gambe e sugli arti inferiori. Compra un’ acqua con 1,9 mg di sodio (sodio e potassio contenuti nell’ acqua naturale devono essere circa della stessa quantità).

    Per la dieta è ottimo mangiare l’ ananas fresco: un alimento ricco di potassio che aiuta contro la ritenzione idrica. Trovi maggiori informazioni sulle proprietà dell’ ananas in questo articolo (Clicca Qui):
    Dieta dell’ Ananas: dieta anticellulite per dimagrire. Schema Menù dieta depurativa 1300 calorie al giorno

    Sono ottimi anche gli integratori alimentari naturali contro la ritenzione idrica e la cellulite, trovi maggiori informazioni qui:
    Curare la cellulite con i rimedi naturali anticellulite: estratto d’ ananas e centella asiatica contro la cellulite

    Per quanto riguarda creme e massaggi contro la ritenzione idrica, le gambe gonfie e la cellulite, trovi maggiori informazioni sulle tecniche di massaggio-fai-da-te con oli essenziali in questo articolo (Clicca Qui):
    Crema anticellulite e oli essenziali: il massaggio anticellulite fai-da-te contro ritenzione idrica e cellulite

  12. carolina scrive:

    ciao mi chiamo carolina, ho 15 anni e ho un problema con le mie gambe… sono molto gonfie e pesanti… e non so cosa devo fare… per il linfodrenaggio non ho abbastanza soldi… e volevo chiederti se posso fare degli sport e quali… e cosa fare per cercare di sgonfiarle… mi puoi aiutare ? ti prego…

  13. Redazione IO Benessere Blog scrive:

    Ciao Carolina, come già risposto sopra a Fabrizia, se soffri di ritenzione idrica e gambe gonfie e pesanti, soprattutto con l’ estate è importante bere molta acqua. Ma attenzione: leggi bene l’ etichetta dell’ acqua che compri, deve essere un’ acqua povera di sodio e ricca di potassio. Evita di bere acqua che contiene alte quantità di sodio: un’ acqua con 5,8 mg di sodio non va bene, fa aumentare il gonfiore e la ritenzione idrica soprattutto sulle gambe e sugli arti inferiori. Compra un’ acqua con 1,9 mg di sodio (sodio e potassio contenuti nell’ acqua naturale devono essere circa della stessa quantità). Inoltre, nella tua alimentazione quotidiana riduci il più possibile il consumo di sale ed evita di mangiare i formaggi, i salumi e i cibi in scatola.
    Per aiutarti contro la ritenzione idrica, puoi preparare la tisana riportata sopra nell’ articolo (basta andare in erboristeria), oppure è molto utile la tisana di foglie di vite rossa, trovi maggiori informazioni in questo articolo (Clicca Qui):
    Rimedi naturali contro cellulite, ritenzione idrica e cattiva circolazione delle gambe: tisana di foglie di vite rossa

    Per quanto riguarda gli sport da praticare, sono utili tutti gli sport che sollecitano gli arti inferiori (cosce, gambe, glutei). D’ estate sono ottimi i corsi di acquagym come l’ Aquabike (la versione dello spinning in acqua), l’ acqua step e l’ acquarunning. Gli stessi corsi esistono anche in palestra oltre che nella versione in acqua. Sono tutti corsi fitness che sollecitano gli arti inferiori. Trovi maggiori informazioni in questi articoli (Clicca Qui):

    CORSI DI ACQUABIKE
    Corsi di Acquabike: l’ hydrospinning per dimagrire e rassodare glutei, gambe, addominali e braccia

    CORSI DI ACQUASTEP
    L’ Acqua Step: i corsi di Step in piscina per dimagrire e rassodare glutei, gambe, cosce e addominali

    CORSI DI ACQUARUNNING
    Acquagym – Corsi di Acqua Running: il tapis roulant in acqua per dimagrire e rassodare glutei, gambe e pancia

    In alternativa va bene anche un allenamento fai da te con la corsa all’ aperto (o la camminata veloce), oppure col tapis roulant.
    Qui trovi maggiori informazioni sull’ allenamento col tapis roulant (Clicca Qui):
    La corsa sul Tapis Roulant per dimagrire e rassodare gambe e glutei

  14. Chiara scrive:

    Ciao, sono Chiara, ho 28 anni. Da qualche mese (circa dicembre) ho notato che le mie gambe si sono gonfiate tantissimo e le sento pesanti. Non ho cambiato stile di vita nè alimentazione nè altro. Ho un lavoro sedentario e non pratico sport. L’ unica novità è stata iniziare ad utilizzare Nuvaring (da giugno 2009), può essere questa la causa del gonfiore ? Ho provato a prendere per 10 giorni linfa di betulla e per 10 giorni Flebinec ma non vogliono proprio sgonfiarsi. E’ ritenzione idrica o può essere sintomo di qualche altra patologia ?
    Aiuto. Grazie.

  15. Redazione IO Benessere Blog scrive:

    Salve Chiara, per la diagnosi medica della ritenzione idrica occorre determinare la quantità di sodio presente nell’ organismo. Si possono eseguire diversi tipi di analisi, i più semplici sono le analisi delle urine e del sangue. Ma esiste anche il dosaggio dell’ aldosterone (l’ ormone che regolarizza l’ equilibrio dei liquidi), che serve a determinare le cause della ritenzione idrica.
    La tua vita sedentaria, l’ assenza di sport e attività fisica di certo non ti aiutano contro il problema delle gambe gonfie, soprattutto nei mesi caldi in cui il problema (quando compare) si accentua. A 28 anni il metabolismo inizia a cambiare, di conseguenza l’ attività fisica (almeno 3-4 volte a settimana) è importante sia per la salute che per la ritenzione idrica e il problema delle gambe gonfie. Per quanto riguarda le tisane e i rimedi naturali contro la ritenzione idrica e le gambe gonfie, è utile una tisana di estratto di foglie vite rossa (in erboristeria): migliora la microcircolazione cutanea con diminuzione della formazione di edemi, stasi e ritenzione idrica.
    Per un buon trattamento basta far bollire dell’ acqua con l’ estratto di foglie di vite rossa. Con una tazza di infuso di vite rossa bevuta ogni sera si contrasta la ritenzione idrica e i rossori dovuti alla cattiva circolazione.
    L’ estratto di foglie di vite rossa si trova anche in compresse (sempre in erboristeria) da usare come integratore alimentare naturale.

    Sempre contro il problema delle gambe gonfie, sono ottime anche le cure termali; trovi maggiori informazioni in questo articolo (Clicca Qui):
    Cure Termali per gambe gonfie, cattiva circolazione, insufficienza venosa, ritenzione idrica delle gambe

    Inoltre anche una corretta alimentazione aiuta contro gonfiore e ritenzione idrica, è infatti consigliata una dieta senza sale; trovi maggiori indicazioni in questo articolo (Clicca Qui):
    La Dieta senza Sale: dieta da 1300 calorie per eliminare la ritenzione idrica, per sgonfiarsi e per dimagrire

  16. tiziana scrive:

    non mangio nulla ma ingrasso… la cosa che mi preoccupa è la mia forte ritenzione idrica sulle cosce, pancia e braccia. sto prendendo 3 pasticche al giorno di metforal 500, è possibile che è colpa del metforal di tutti i miei liquidi ?
    grazie tiziana

  17. Redazione IO Benessere Blog scrive:

    Salve Tiziana, di solito il Metforal (usato di solito per il trattamento del diabete mellito) non dà questi tipi di effetti collaterali indesiderati. E’ quindi bene che tu ti rivolga al medico per una diagnosi della ritenzione idrica che accusi. Per una corretta diagnosi, di solito vengono eseguite analisi delle urine e del sangue ed eventualmente anche il dosaggio dell’ aldosterone.

  18. francesca scrive:

    Salve, ho iniziato ad assumere la pillola gracial da meno di un mese.
    Presento gonfiore alle gambe, in particolar modo ai polpacci. La mattina mi sveglio sempre con le gambe indolenzite, poi durante il giorno, facendo un pò di moto, il fastidio si allevia per tornare la mattina seguente. E’ il caso di sospendere l’ assunzione della pillola ? o potrebbe essere un disagio legato al periodo di assestamento ? Quali sono gli indicatori di allarme ?
    Grazie !

  19. Redazione IO Benessere Blog scrive:

    Buongiorno Francesca, tra gli effetti indesiderati della pillola Gracial c’è la pesantezza alle gambe ed un eventuale aumento di peso. Se riscontri questi disturbi, è il caso che tu lo segnali al tuo ginecologo che, tramite accertamenti medici, ti saprà consigliare se continuare o sospendere la pillola. Esistono infatti in commercio diversi tipi di pillole anticoncezionali con differenti dosaggi, ma è il ginecologo che può consiglairti qual’è la pillola anticoncezionale più adatta a te.

  20. anna scrive:

    buongiorno, ho 28 anni e da circa 8 assumo la pillola anticoncezionale. i miei livelli di sodio nelle analisi del sangue sono sempre nella media, ma ho molta ritenzione idrica su glutei, cosce e parte alta delle ginocchia, ma i 2 o 3 medici a cui mi sono rivolta in merito mi hanno sempre consigliato cure che mi sembravano eccessive, anche da un punto di vista economico (per esempio cicli di sedute di cavitazione per un totale di oltre mille euro): considerando che purtroppo per motivi di lavoro non riesco a praticare dello sport con costanza, ci sono integratori o farmaci che potrei assumere per migliorare un pò la situazione ? grazie mille

  21. Redazione IO Benessere Blog scrive:

    Buongiorno Anna, se i tuoi livelli di sodio nel sangue sono nella media, la ritenzione idrica è probabilmente dovuta ad una vita troppo sedentaria (scarsa attività fisica). Cerca di trovare un pò di tempo per dedicarti ad un’ attività fisica che possa aiutarti contro la ritenzione idrica. Sono ad esempio ottimi i corsi di Acqua Gym: soprattutto se soffri di ritenzione idrica e conseguente cellulite nella zona delle gambe, delle ginocchia e dei glutei, è ottimo praticare corsi di Acqua Step (i corsi di step in piscina), Acqua Running (il tapis roulant in acqua) o Acqua Bike (lo spinning in acqua). Tutte le attività in acqua svolgono infatti un massaggio molto utile contro la ritenzione idrica. Puoi anche praticare i corsi di Running, Step o Spinning in palestra anzichè in piscina, sono comunque ottimi per far lavorare la parte delle gambe e dei glutei. Sui benefici dei corsi di AcquaGym, trovi comunque maggiori informazioni in questi articoli (Clicca Qui):

    CORSI FITNESS DI ACQUA RUNNING
    Acquagym – Corsi di Acqua Running: il tapis roulant in acqua per dimagrire e rassodare glutei, gambe e pancia

    CORSI FITNESS DI ACQUA BIKE
    Corsi di Acquabike: l’ hydrospinning per dimagrire e rassodare glutei, gambe, addominali e braccia

    CORSI FITNESS DI ACQUA STEP
    L’ Acqua Step: i corsi di Step in piscina per dimagrire e rassodare glutei, gambe, cosce e addominali

    Detto questo, puoi anche aiutarti con degli integratori alimentari naturali contro la ritenzione idrica. Ma l’ uso dei rimedi naturali non fa “miracoli” da solo: è bene sempre abbinare l’ attività fisica (basta un allenamento di 3 volte a settimana) per avere risultati migliori. Un aiuto naturale contro la ritenzione idrica è ad esempio la TISANA di di foglie vite rossa (si compra in erboristeria): migliora la microcircolazione cutanea con diminuzione della formazione di ritenzione idrica. Trovi maggiori informazioni in questo articolo (Clicca Qui):
    Rimedi naturali contro cellulite, ritenzione idrica e cattiva circolazione delle gambe: tisana di foglie di vite rossa

    Per quanto riguarda gli INTEGRATORI ALIMENTARI NATURALI, contro ritenzione idrica e cellulite sono ottimi l’ estratto d’ ananas e di centella asiatica (li trovi sempre in erboristeria). Trovi maggiori indicazioni in questo articolo (Clicca Qui):
    Curare la cellulite con i rimedi naturali anticellulite: estratto d’ ananas e centella asiatica contro la cellulite

    Per quanto riguarda le cure contro la ritenzione idrica, invece della cavitazione (che è molto costosa) sono ottime anche le CURE CON LE ACQUE TERMALI: la medicina termale ha ottimi benefici come cura dei problemi vascolari che spesso si presentano con gonfiori (gambe gonfie e ritenzione idrica) e senso di pesantezza o formicolio (cattiva circolazione). Inoltre LA TERAPIA TERMALE è PRESCRIVIBILE DAL MEDICO per le patologie vascolari venose croniche e consiste in 12 sedute di idromassaggio in vasca. Prova quindi a sentire il tuo medico. Trovi maggiori informazioni sulle cure termali per la ritenzione idrica in questo articolo (Clicca Qui):
    Cure Termali per gambe gonfie, cattiva circolazione, insufficienza venosa, ritenzione idrica delle gambe

    Infine, contro la ritenzione idrica è molto importante anche l’ ALIMENTAZIONE. E’ bene seguire una DIETA SENZA SALE, trovi maggiori informazioni in questo articolo (Clicca Qui):
    La Dieta senza Sale: dieta da 1300 calorie per eliminare la ritenzione idrica, per sgonfiarsi e per dimagrire

  22. selene scrive:

    Buondì, le scrivo per un prolema che mi affligge da 2 anni: ritenzione idrica e cellulite, anche se bevo 3 litri d’ acqua e non uso sale da ben 5 anni. Potrebbe consigliarmi l’ attività fisica ideale, tenendo conto che il mio quadricipite si gonfia molto facilmente ? Ho paura che con determinati allenamenti come cyclette o step possa ingrossarsi ulteriormente (mi è già successo; invece, vorrei allungare e tonificare l’ interno coscia e anche a livello del ginocchio). Al momento cammino 40 minuti a ritmo sostenuto, a volte corro (ma ho sentito dire che non è buono per questo problema poichè si forma molto acido lattico, è vero ?) e poi tonificazione (mai leg press e curl perchè pensavo gonfiassero il muscolo. Dovrei invece farli ?). Dunque, cosa mi consiglia di aerobico ? Cyclette ? Camminata, magari in salita ? Corsa ? Altro quesito: corsi tipo gag, step possono andare ? Una volta li facevo e stavo molto bene, poi con questo problema ho sempre temuto che ne aumentassero la vistosità e la grossezza della gamba !

    Tra l’ altro, soffro spesso penso di cattiva circolazione, sento molte volte formicolii sotto la pianta del piede e un pò lungo le gambe… a cosa può essere dovuto ? Viene diagnosticato con l’ esame del dosaggio dell’ aldosterone o serve altro ? Avevo chiesto al mio medico tempo fa ma non mi aveva fatto fare nulla… il problema fisico di gambe pesanti e soprattutto estetico si aggrava sempre di piu però… Cosa posso eventualmente dirgli, anche per le cure termali ? Saebbero molto interessanti…

    Per l’ alimentazione, sono molto equilibrata: frutta, verdura, pochi carboidrati, zero zuccheri, proteine sprattutto vegetali… e bevo tisane e infusi in gran quantità…

    Aspetto con ansia una risposta, scusi il lungo post ma… non so più dove sbattere la testa !

    GRAZIE MILLE

  23. Redazione IO Benessere Blog scrive:

    Buongiorno Selene, solitamente chi ha problemi di ritenzione idrica con gambe gonfie e pesanti soffre di uno squilibrio tra la quantità di potassio e la quantità di sodio: la ritenzione idrica è in genere causata da un aumento della quantità di sodio. Per questo, oltre a fare attenzione all’ alimentazione limitando l’ apporto di sale (come tu stessa stai facendo da quanto scrivi), è importante bere acqua povera di sodio. Molte acque naturali sono in realtà troppo ricche di sodio, leggi bene l’ etichetta dell’ acqua naturale che acquisti: compra un’ acqua con al massimo 1,9 mg di sodio (sodio e potassio contenuti nell’ acqua naturale devono essere circa della stessa quantità). Detto questo, le analisi mediche necessarie per verificare da che cosa dipende la tua ritenzione idrica sono le analisi delle urine e del sangue. Oltre a queste analisi mediche di base, esiste anche il dosaggio dell’ aldosterone (l’ ormone che regolarizza l’ equilibrio dei liquidi), che serve a determinare le cause della ritenzione idrica se dalle precedenti analisi mediche non si hanno risultati attendibili. Contro la ritenzione idrica e la cattiva circolazione delle gambe, sono ottime le cure termali. Il tuo medico può sia prescriverti le analisi mediche necessarie per verificare da che cosa dipende effettivamente la ritenzione idrica di cui soffri, e sia prescriverti le cure termali che sono mutuabili. Come già risposto nel commento precedente, trovi maggiori informazioni in merito alle terapie termali in questo articolo (Clicca Qui): Cure Termali per gambe gonfie, cattiva circolazione, insufficienza venosa, ritenzione idrica delle gambe

    Per quanto riguarda invece l’ attività fisica, l’ acido lattico si crea sempre quando una persona è poco allenata, e questo avviene indipendentemente dall’ atticità fisica che si svolge. L’ allenamento costante può alterare la quantità di acido lattico prodotto e tollerato, questo adattamento è dovuto ad una migliore efficienza del metabolismo aerobico, come anche ad un aumento del numero di capillari che trasportano ossigeno ai muscoli. E’ inoltre importante eseguire un allenamento a giorni alterni per far assorbire l’ acido lattico prodotto dal corpo: un giorno di allenamento e un giorno di riposo. Se hai le gambe grosse per costituzione fisica (sei cioè un pò sproporzionata fisicamente), il tuo problema non deriva certamente dall’ acido lattico. In questo caso puoi comunque migliorare il tuo fisico con un allenamento mirato. Dato che soffri anche di ritenzione idrica, cellulite, gambe pesanti e cattiva corcolazione, i corsi fitness migliori nel tuo caso sono i corsi di acquagym come l’ AcquaRunning (il tapis roulant in acqua), l’ AcquaStep (gli esercizi di step in acqua) e l’ AcquaBike (lo spinning in acqua). La ginnastica in acqua infatti, oltre a ridurre la formazione di acido lattico (l’ assenza di gravità in acqua per­mette di lavorare intensamente senza il rischio di provocare traumi o danni alle articolazioni), migliora anche il problema della cellulite, della ritenzione idrica e della cattiva corcolazione delle gambe. Gli esercizi di ginnastica in acqua infatti esercitano una specie di idromassaggio sulle gambe e la pressione dell’ acqua (unita al movimen­to) agisce come un linfodrenaggio naturale. Trovi maggiori informazioni sui benefici dei corsi di acquagym in questi articoli (Clicca Qui):

    CORSI FITNESS DI ACQUA RUNNING
    Acquagym-Corsi di Acqua Running: il tapis roulant in acqua per dimagrire e rassodare glutei, gambe e pancia

    CORSI FITNESS DI ACQUA BIKE
    Corsi di Acquabike: l’ hydrospinning per dimagrire e rassodare glutei, gambe, addominali e braccia

    CORSI FITNESS DI ACQUA STEP
    L’ Acqua Step: i corsi di Step in piscina per dimagrire e rassodare glutei, gambe, cosce e addominali

    Così come le cure termali, i corsi fitness di acquagym sono ottimi per il tuo problema.

  24. martina scrive:

    ciao ! io ho un problema con le mie gambe. in questo periodo faccio massaggi 2 volte alla settimana, cerco di andare a correre 30 minuti ogni giorno o a giorni alterni faccio step. ma ho le gambe gonfie, forse il mio lavoro, faccio la parruchiera, non mi aiuta. le mie gambe sono pesanti… ho anche la cellulite e forse causata dalla mia stipsi… cosa potrei fare ?

  25. Redazione IO Benessere Blog scrive:

    Buongiorno Martina, certamente stare molto tempo in piedi a causa del tuo lavoro (dato che sei una parrucchiera) influisce negativamente sul problema delle gambe gonfie, stanche e pesanti. Il caldo della bella stagione inoltre accentua il problema. Massaggi, corsa e step sono comunque un’ ottima cosa che già stai facendo. Per quanto riguarda i prodotti cosmetici, per stimolare la circolazione delle gambe, soprattutto d’ estate, un’ ottima crema gambe è Capillar Stop di Dr. Taffi (costo circa €19 in farmacia o in profumeria); questa crema gambe contiene infatti rusco, edera e olio essenziale di canfora, utili contro la cattiva circolazione delle gambe (la cattiva circolazione è spesso la causa delle gambe gonfie e pesanti). Se il caldo accentua le gambe gonfie, è utile anche un massaggio fai-da-te con la crema all’ ippocastano Gambe Pesanti di Somatoline (costo circa €15,75 in farmacia o in profumeria).

    Se ti è possibile, anche le cure termali sono ottime contro il problema delle gambe gonfie e della ritenzione idrica. Le terapie termali sono in molti casi prescrivibili dal medico (informati quindi anche presso il tuo medico). Trovi maggiori informazioni in merito in questo articolo (Clicca Qui): Cure Termali per gambe gonfie, cattiva circolazione, insufficienza venosa, ritenzione idrica delle gambe

    Contro il problema della cellulite invece, ci sono molti rimedi naturali: puoi fare diversi trattamenti mensili da abbinare ai prodotti cosmetici. I rimedi naturali (integratori e tisane) agiscono dall’ interno per contrastare cellulite, ritenzione idrica e cattiva circolazione delle gambe. In questi articoli trovi degli utili consigli (Clicca qui sotto):

    SPIRULINA E FUCUS ANTICELLULITE
    Rimedi naturali anticellulite: spirulina e fucus. Le alghe per eliminare la cellulite. Integratori alimentari e bagni

    TISANA DI FOGLIE DI VITE ROSSA CONTRO CELLULITE, RITENZIONE IDRICA E CATTIVA CIRCOLAZIONE DELLE GAMBE
    Rimedi naturali contro cellulite, ritenzione idrica e cattiva circolazione delle gambe: tisana di foglie di vite rossa

    ESTRATTO D’ ANANAS E CENTELLA ASIATICA ANTICELLULITE
    Curare la cellulite con i rimedi naturali anticellulite: estratto d’ ananas e centella asiatica contro la cellulite

    Per quanto riguarda il problema della stipsi (stitichezza), anche in questo casa ci sono degli utili rimedi naturali. La malva è ad esempio un ottimo rimedio naturale. La malva si può comprare già essiccata in erboristeria. Per preparare un infuso di malva, basta usare mezzo cucchiaio di malva in una tazza d’ acqua calda, lasciare riposare 20 minuti, filtrare e bere. L’ infuso di malva è molto utile da bere contro stipsi (stitichezza), colite e gastrite: per una buona cura naturale, occorre bere 2 tazze al giorno di infuso di malva anche per più settimane. Sempre contro la stitichezza, sono utili anche i semi di psillio o di hispaghul (sono rimedi omeopatici): ne vanno presi 3 cucchiaini da tè in acqua o latte caldi la sera dopo cena. Anche i semi di lino sono utili anche per combattere la stipsi (si trovano in erboristeria o nei centri specializzati).

    Sia contro la stitichezza (stipsi), sia contro il problema della cellulite, è inoltre molto importante la dieta quotidiana e l’ alimentazione. In questi articoli trovi delle diete utili per i tuoi problemi tra cui puoi scegliere in base ai tuoi gusti alimentari e alle tue esigenze (Clicca qui sotto):

    DIETA CON LE FIBRE PER CHI SOFFRE DI STITICHEZZA
    Dieta con le Fibre: dieta da 1300 calorie per dimagrire. Dieta molto adatta anche a chi soffre di stitichezza

    DIETA DELL’ ANANAS ANTICELLULITE
    Dieta dell’ Ananas: dieta anticellulite per dimagrire. Schema Menù dieta depurativa 1300 calorie al giorno

    DIETA DEL POTASSIO CONTRO LA RITENZIONE IDRICA
    Dieta del Potassio contro la ritenzione idrica e per dimagrire. Dieta da 1300 calorie ricca di potassio

    DIETA DEL CARCIOFO CONTRO LA RITENZIONE IDRICA E PER SGONFIARE LA PANCIA
    Dieta del Carciofo: dieta da 1100-1200 calorie. Dieta per sgonfiare la pancia e per la ritenzione idrica

    DIETA SENZA SALE CONTRO LA RITENZIONE IDRICA E PER SGONFIARSI
    La Dieta senza Sale: dieta da 1300 calorie per eliminare la ritenzione idrica, per sgonfiarsi e per dimagrire

    DIETA DEPURATIVA ANTICELLULITE E CONTRO RITENZIONE IDRICA
    Dieta anticellulite depurativa: i cibi contro cellulite e ritenzione idrica

  26. Tatiana scrive:

    Salve, vorrei un chiarimento. Assumo la pillola anticoncezionale (Yaz) da 3 anni e solo adesso accuso un aumento di peso e ritenzione idrica. Sei mesi fa ho interrotto la pillola per fare gli esami del sangue (ormonali) prescritti dal medico curante e mi ha nuovamente detto che potevo riprendere la pillola il mese successivo. Cosa posso fare ?dovrei mettermi a dieta ? Sono sempre stata in forma… la fame mi è aumentata ma è possibile che questa pillola non è adatta al mio organismo solo adesso ? grazie…

  27. Redazione IO Benessere Blog scrive:

    Buonasera Tatiana, tra i potenziali effetti collaterali della pillola anticoncezionale si possono verificare aumento di peso, cellulite e ritenzione idrica; trovi maggiori informazioni qui: Pillola anticoncezionale ed effetti collaterali: calo del desiderio sessuale, aumento di peso, cellulite

    Per quanto riguarda nello specifico la pillola Yaz, sul nostro blog hanno scritto molte ragazze: alcune si sono trovate bene, mentre altre hanno verificato effetti indesiderati con la pillola Yaz, come è successo a te. Trovi i commenti nel link che ti riportiamo e se vuoi puoi anche scrivere sulla pagina della pillola Yaz e confrontarti con le altre ragazze: Yaz: la pillola anticoncezionale contro acne, ritenzione idrica, mal di testa e sindrome premestruale

    Da quanto ci hai scritto comunque, sembra che il tuo fisico ora non tolleri più bene il dosaggio ormonale della pillola Yaz, è strano quindi che il tuo ginecologico non ti abbia consigliato un altro tipo di pillola anticoncezionale (ce ne sono diverse e con diversi dosaggi). Alcune donne ad esempio sono passate al cerotto contraccettivo proprio perchè è meglio tollerato; trovi informazioni qui: Contraccettivi per la donna: pillola anticoncezionale, certotto anticoncezionale, anello contraccettivo, spirale

    Trovi invece informazioni sul cerotto contraccettivo qui: Dalla pillola anticoncezionale al cerotto contraccettivo contro aumento di peso e ritenzione idrica

    Nel tuo caso quindi, è bene capire se effettivamente tolleri male la pillola anticoncezionale Yaz (considera che gli effetti indesiderati non compaiono subito, ma si possono verificare anche dopo diverso tempo di utilizzo). Per la dieta, ti consigliamo di seguire la Dieta con Potassio che contrasta la ritenzione idrica e ti può aiutare a tornare in forma; trovi la dieta qui: La Dieta K: la dieta col potassio per dimagrire 5-6 chili in 1 mese, e contro ritenzione idrica e cellulite

  28. Roberta scrive:

    E’ da un pò che noto le mie gambe grosse e gonfie. Per non parlare delle caviglie che da anni a questa parte sono diventate grossissime. in più sopra alle ginocchia noto proprio delle ciccia che è bruttissima in quanto è evidente quando sono in piedi. che mi sta succedendo? ho un fisico normale, non mangio tantissimo, ma è vero che mangio male. cosa potrei fare? mi può consigliare uno sport o darmi qualche consiglio sull’ alimentazione? vorrei andare da un nutrizionista ma non ho tanto da spendere…
    :(
    grazie. Spero in una sua risposta

  29. Redazione IO Benessere Blog scrive:

    Salve Roberta, per le caviglie grosse e gonfie, è utile un pediluvio tiepido con due cucchiai di sale marino grosso, 5 gocce di olio essenziale di cedro e 5 gocce di olio essenziale di cipresso (gli oli essenziali si trovano in erboristeria). Dopo il pediluvio, passa sulle caviglie, dal basso verso l’ al­to, un cubetto di ghiaccio avvolto in una garza.
    Un altro rimedio naturale efficace per chi ha il problema delle caviglie grosse che si gonfiano facilmente, sono le gemme di castagno in macerato glicerico (si trovano sempre in erboristeria) che stimolano il drenaggio agli arti inferiori: ne vanno assunte 70 gocce, 2 volte al giorno, per un mese.

    Per le ginocchia con cuscinetti di grasso, i prodotti cosmetici più adatti come cura-urto da applicare sulla zona delle ginocchia sono i patch (cerotti) a base di principi attivi drenanti. I patch si comprano in farmacia o in erboristria; va usato un patch al giorno, per uno-due mesi. Sono ad esempio ottimi i patch di Good-bye Cellulte di Nivea, trovi maggiori informazioni in questo articolo (Clicca Qui): Cerotti patch programma Good-bye Cellulite di Nivea

    Per quanto riguarda l’ attività fisica, dato che hai il problema della gambe e caviglie gonfie e delle ginocchia con cuscinetti di grasso, gli sport consigliati sono nuoto in piscina (almeno 3-4 volte a settimana), step in palestra (se però hai anche i polpacci grossi, lo step è sconsigliato perchè irrobustire ulteriormente il polpaccio, ed è invece indicato il pilates in palestra), cyclette a casa (con un allenamento di 30 minuti al giorno a bassa intensità per non irrobustire ulteriormente le gambe) abbianata ad esercizi specifici che trovi qui: Esercizi di ginnastica con l’ elastico terapeutico
    L’ elastico terapeutico si acquista nei negozi di articoli sportivi, costa poco ed è molto utile per gli esercizi di ginnastica a casa; nel link consigliato trovi un programma di allenamento completo, oltre agli esercizi specifici per le gambe (ti puoi stampare la scheda di allenamento).

    Infine anche la dieta è importante: se mangi male, è bene seguire una dieta sana ed equilibrata. Per consigliarti una dieta, devi però scriverci la tua età, il tuo peso attuale e la tua altezza, in modo da calcolarti l’indice di massa corporea per il tuo peso-forma e verificare se sei in sovrappeso e devi dimagrire oppure se il tuo problema dipende solo dalla ritenzione idrica. Aspettiamo quindi i tuoi dati per consigliarti la dieta da seguire e da abbinare all’ attività fisica costante.

Lascia un commento