Rughe da pc: il computer fa venire le rughe?

Passi molto tempo davanti al pc? Ti vengono le rughe! Si chiamano “rughe da pc” e sono le nuove insidie che minacciano la bellezza della tua pelle. Stare a lungo fermi davanti allo schermo del computer favorisce infatti la formazione delle rughe sul viso, in particolare le rughe sulla fronte e le “zampe di gallina”, cioè le rughe che si formano ai lati degli occhi.

rughe da pc rimedi
Trascorrere diverse ore immobili davanti allo schermo del pc porta a strizzare gli occhi per la concentrazione e può accelerare il processo di lassità della pelle, soprattutto nella zona del collo e delle guance. Ecco allora che compaiono guance cadenti, il cosiddetto “collo di tacchino”, le rughe sulla fronte e quelle intorno agli occhi (le zampe di gallina).
Va specificato che il computer di per sé non provoca l’invecchiamento della pelle, ma è piuttosto la postura che si assume davanti allo schermo del pc ad accentuare la formazione delle rughe: non muovere il viso per molto tempo riduce l’elasticità della pelle. Negli Stati Uniti questo fenomeno sempre più diffuso è stato chiamato “computer face”, proprio per indicare le rughe che si formano stando per molto tempo davanti al pc.

E dato che oggi molti lavori si svolgono stando davanti al computer, anche in Italia la medicina estetica propone la soluzione al problema delle “rughe da pc”: la tossina botulinica diluita è un trattamento efficace per migliorare l’ estetica della pelle del viso e per attenuare le zampe di gallina intorno agli occhi.

“Computer face”: rughe da pc. Nuovo trattamento con botulino diluito

Le cosiddette “rughe da pc” si possono contrastare con una soluzione più “soft”: il botulino, iniettato in soluzione più diluita, è oggi una soluzione efficace per attenuare la lassità della pelle e la formazione delle rughe sul viso. Il trattamento estetico prevede un’iniezione sottocutanea di botulino diluito, cioè in concentrazione più leggera.


Questo metodo di impiego della tossina botulinica consente di intervenire direttamente sulle ghiandole sebacee, sulle ghiandole sudoripare e sullo strato superficiale dei muscoli facciali che sono responsabili dell’ apertura dei pori. Inoltre il botulino stimola i fibroblasti: questa stimolazione rende la pelle più compatta, più liscia e sollevata (meno cadente).
I risultati del trattamento con botulino diluito sono visibili dopo circa una settimana e possono durare fino a 4-5 mesi.

Per trovare un medico estetico qualificato nella tua zona, consulta il sito dell’ AITEB (Associazione Italiana Terapia Estetica Botulino): www.aiteb.it





Website is Protected by WordPress Protection from eDarpan.com.

Benvenuto sul Blog! Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione con cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, accetti il servizio e gli stessi cookie. Migliora la tua esperienza, trova quello che cerchi e... buona navigazione!