Salute e Bellezza dei denti: quando compaiono le macchie dei denti. Smalto dei denti e denti ingialliti

Lo smalto dei denti e la dentina assorbono e scambiano sostanze con la saliva. È attraverso questi processi che, ad esempio, penetra all’ interno del dente il fluoro contenuto anche nei dentifrici per remineralizzare lo smalto dei denti e proteggere i denti della carie. Oltre alle sostanze utili però vengono assorbite e si depositano sotto la superficie dello smalto dei denti anche sostanze esterne colorate (cromogeni). Questi cromogeni non sono nocivi e non pregiudicano lo stato di salute dei denti, ma contengono dei doppi legami chimici che assorbono la luce e fanno apparire i denti più gialli e più scuri. Con il passare del tempo, il dente assume una colorazione sempre più carica. È per questo che una persona adulta, anche se ha sempre avuto un’ igiene orale scrupolosa, avrà i denti più gialli di quando era più giovane, in quanto i denti sono soggetti al naturale processo di invecchiamento che modifica la composizione dei tessuti. Inoltre i denti sono soggetti anche alle sostanze coloranti assorbite attraverso l’ alimentazione, che si possono togliere solo con uno sbiancamento dentale professionale, perché lo spazzolamento o la pulizia non riescono a eliminarle. E’ così che possono comparire anche le macchie dei denti.

Le sostanze che possono fare macchiare i denti sono innumerevoli: praticamente tutte le sostanze colorate possono potenzialmente macchiare i denti.Tra queste ve ne sono alcune che più di altre hanno questo effetto: catrame e nicotina (presenti nel fumo), tannino (presente nel tè), caffè, vino rosso; tetracicline (categoria di antibiotici); fluoro (assunto in modo eccessivo attraverso l’ esterno con pastiglie e acque fluorate).

LE MACCHIE DEI DENTI

I denti possono presentare due tipi di macchie:

1- MACCHIE ESTRINSECHE che si sviluppano nella pellicola acquisita (placca) dentale e possono essere facilmente rimosse con strumenti abrasivi, detergenti e sbiancanti. Hanno uno sviluppo esclusivamente superficiale, all’ interno della placca dei denti. Normalmente sono associate a colonie batteriche, ad una scarsa igiene orale (tartaro), ad abitudini come fumo, alcool ed alimenti fortemente coloranti (cola, liquirizia, caffè). Possono comparire come linee cervicali (zona di passaggio tra corona e radice dentale) a semi luna, o macchie sparse più o meno diffuse sulle superfici del dente. Possono aiutare a mantenere i denti puliti, paste dentifrice e collutori specifici, lavaggi con bicarbonato di sodio, o trattamenti sbiancanti.

2- MACCHIE INTRINSECHE che coinvolgono i tessuti duri del dente. Le pigmentazioni dentarie intrinseche colpiscono i tessuti duri del dente, e, a meno che non siano particolarmente superficiali, non possono essere risolte. Queste macchie si distinguono in:
- Fenilchetonuria: discromia marrone dovuta all’ alterazione del metabolismo di un aminoacido
- Porfiria eritropoietica congenita: dente rosso-marrone, dovuto ad una patologia ematica
- Eritroblastosi fetale da incompatibilità del pH: provoca una pigmentazione giallo-verde diffusa del dente (clorodonzia)
- Fluorosi: l’ eccesso di fluoro nell’ alimentazione provoca macchie marroni
- Tetracicline: pigmentazione a banda orizzontale color grigio-marrone, o grigio-giallo del dente
- Traumi: pigmentazioni marroni e alterazioni della superficie dentale.

Più che macchie vere e proprie, le macchie intrinseche sono difetti di mineralizzazione. Per questo sono più diffìcili delle altre da trattare e spesso richiedono sbiancamenti dentali professionali prolungati per diverso tempo. I denti macchiati da tetracicline, che presentano delle bande caratteristiche, rispondono in molti casi ottimamente al trattamento. Per i difetti di mineralizzazione più gravi e difetti di forma del dente bisogna ricorrere a trattamenti di odontoiatria conservativa o odontoiatria protesica.





Una risposta

  1. Bianca scrive:

    grazie per questi preziosi consigli sulla salute dei denti !
    :)

Website is Protected by WordPress Protection from eDarpan.com.

Benvenuto sul Blog! Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione con cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, accetti il servizio e gli stessi cookie. Migliora la tua esperienza, trova quello che cerchi e... buona navigazione!