Sana alimentazione e bambini: la Commissione Mensa per il controllo delle mense scolastiche

sana-alimentazione-e-bambini-la-commissione-mensa-per-il-controllo-delle-mense-scolasticheA partire dall’ asilo nido molti bambini pranzano a scuola. Sono i genitori e anche gli insegnanti che devono preoccuparsi della qualità dell’ alimentazione dei bambini. “Che cosa hai mangiato oggi a scuola ?” è senza dubbio una delle domande più frequenti che i genitori rivolgono ai bambini quando vanno a prenderli a scuola. La preoccupazione che i bambini a scuola abbiano un’ alimentazione sana è infatti molto diffusa, soprattutto tra le mamme dei bambini che vanno alla scuola materna. Si tratta di una preoccupazione del tutto legittima e naturale, dato che per la prima volta i genitori affidano i bambini a qualcun’ altro in una fase molto delicata di crescita.
È in questi primi anni, in cui i bambini trascorrono l’ ora di pranzo all’ asilo o a scuola con i coetanei, che si formano le prime abitudini alimentari che, se sono scorrette, possono anche dare non pochi problemi.

ALIMENTAZIONE SANA E BAMBINI: CALORIE E NUTRIZIONE
Ma come dovrebbe essere un’ alimentazione sana per i bambini ? Innanzitutto, i nutrizionisti sottolineano che il pranzo di mezzogiorno dovrebbe apportare dal 35 al 40 % delle calorie assunte durante l’ intera giornata, ossia in media tra le 500 e le 700 calorie per i bambini delle scuole materne e 800-1000 per i bambini delle scuole elementari.
È anche importante che nell’ alimentazione siano presenti tutti i gruppi di alimenti, in modo da fornire al bambino sia zuccheri a lento assorbimento (come quelli derivati da pasta e riso), sia zuccheri semplici, utilizzabili immediatamente dall’ organismo. Il menù deve inoltre prevedere la presenza di proteine e grassi, sia di origine animale sia di origine vegetale. E ovviamente in una sana alimentazione per i bambini non devono mancare frutta e verdura che danno il giusto apporto di vitamine, fibre e sali minerali.
Purtroppo non di rado nell’ alimentazione dei bambini l’ apporto calorico o quello proteico finiscono per essere eccessivi, perché i bambini, se lasciati a se stessi e se non sono seguiti, tendono a dividersi in due gruppi: quelli che prediligono soprattutto il primo piatto e quelli che puntano sulla carne. Pesce e contorni rischiano invece di restare in buona parte sul piatto.


L’ IMPORTANZA DELLA MAESTRA PER L’ EDUCAZIONE ALIMENTARE DEI BAMBINI A SCUOLA
Una recente ricerca condotta da Altroconsumo ha messo in evidenza come là dove la maestra mangia allo stesso tavolo dei bambini, questi tendono a mangiare in maniera più equilibrata, specie se l’ insegnante è sensibile ai problemi dell’ educazione alimentare e scoraggia, per esempio, il bis dei primi invitando a mangiare anche i contorni e la frutta, che dovrebbe sempre comparire in tavola per una sana alimentazione.

LA VARIETA’ E LA QUALITA’ DEL CIBO PER L’ ALIMENTAZIONE DEI BAMBINI
Un altro stratagemma per garantire un apporto equilibrato di tutti i principi nutritivi nell’ alimentazione dei bambini è quello di proporre il piatto unico al posto del classico primo, secondo e contorno, una soluzione che a volte è vista con diffidenza dai genitori, timorosi che si tratti di una scelta “al risparmio”.
Per una corretta alimentazione è anche importante che il menù a scuola non sia eccessivamente ripetitivo e che presenti un minimo di possibilità di scelta tra primi e secondi piatti. Perché tutto questo funzioni è però necessario che si instauri una collaborazione tra operatori scolastici, famiglie e gestori della mensa, cosa che può essere realizzata attraverso la Commissione Mensa della scuola.

DIETE SPECIALI PER I BAMBINI CON ALLERGIE E INTOLLERANZE ALIMENTARI
Chi si occupa di refezione scolastica dovrebbe porre particolare attenzione alle diete speciali, quelle cioè rivolte ai bambini con allergie o intolleranze alimentari documentate. In questi casi è importante assicurarsi che i menù della dieta prevedano la rigorosa esclusione dei cibi in grado di provocare i disturbi (per esempio il glutine nel caso dei bambini celiaci) e anche che la preparazione dei pasti sia eseguita separatamente dal resto, eventualmente con il ricorso a utensili usa e getta.

L’ ATTIVAZIONE DELLA COMMISSIONE MENSA PER GARANTIRE UN’ ALIMENTAZIONE SANA AI BAMBINI
Come è possibile intervenire concretamente sulla gestione della mensa scolastica ? Il più importante strumento attraverso cui le famiglie possono assicurarsi del corretto funzionamento della mensa scolastica e della sua aderenza ai principi nutrizionali per garantire un’ alimentazione sana ai bambini è l’ attivazione della Commissione Mensa. Grazie a questo organismo i rappresentanti dei genitori possono prendere visione delle certificazioni di qualità dei prodotti utilizzati, controllare la conservazione e le modalità di lavorazione e di distribuzione dei pasti, oltre che assicurarsi della corretta applicazione delle diete con vitto normale e di quelle speciali per i bambini con intolleranze alimentari.
Formata su base volontaria, per lo più da insegnanti e genitori, la Commissione Mensa è un organismo da non sottovalutare. È importante sapere che la Commissione Mensa può anche valutare il livello di soddisfazione dei bambini (una delle lamentele più frequenti dei bambini che mangiano a scuola riguarda per esempio il cibo che arriva troppo freddo in tavola) e redigere una relazione che può essere inviata al Comitato di Circolo, alla Direzione Didattica, al Coordinamento Genitori e all’ Ufficio Economato del Comune.
La Commissione Mensa rappresenta anche il luogo più adatto per concordare piccoli corsi di educazione alimentare: un aspetto della formazione che non trova al momento una codifica ufficiale nei programmi scolastici, ma è sempre più sentito come un’ esigenza di fronte a problemi quali l’ obesità e l’ anoressia, che riguardano un numero crescente di giovani e bambini.





Website is Protected by WordPress Protection from eDarpan.com.

Benvenuto sul Blog! Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione con cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, accetti il servizio e gli stessi cookie. Migliora la tua esperienza, trova quello che cerchi e... buona navigazione!