Vaccino Influenza suina A-H1N1: dal 15 Novembre 2009 in Italia iniziano le vaccinazioni contro l’ influenza dei suini

vaccino-influenza-suina-a-h1n1-dal-15-novembre-2009-in-italia-iniziano-le-vaccinazioni-contro-l-influenza-dei-suiniI casi di influenza suina in Italia sono aumentati ed è stato fissato per il 15 Novembre 2009 l’ inizio della vaccinazione contro l’ influenza suina. A partire dal 15 Novembre 2009 in Italia sarà disponibile il vaccino contro il virus A-H1N1 dell’ influenza dei suini. Con l’ arrivo della normale ondata di influenza prevista per l’ autunno, arriva anche il vaccino contro il virus A-H1N1 dell’ influenza suina. Il vaccino sarà a disposizione di tutti coloro che vogliono evitare il contagio della nuova influenza suina. Il vaccino sarà disponibile anche per le categorie a rischio di contagio. Il piano dell’ Italia per il vaccino contro l’ influenza suina prevede la vaccinazione del 40% della popolazione con meno di 65 anni. Il vaccino contro il virus A-H1N1 sarà DISPONIBILE SOLO IN OSPEDALE e non in farmacia.

IL VACCINO CONTRO L’ INFLUENZA SUINA IN ITALIA

I primi ad essere vaccinati contro l’ influenza suina saranno i componenti del personale medico sanitario (più esposti al rischio di contagio da virus A-H1N1), ma saranno vaccinati anche gli addetti ai servizi amministrativi di supporto, il personale delle Poste italiane e della Telecom.
Poi verranno vaccinate le persone a rischio di età compresa dai 2 ai 65 anni.

CHE COS’ è L’ INFLUENZA SUINA

L’ influenza suina è una malattia respiratoria tipica dei maiali. L’ influenza suina viene causata da un virus influenzale di tipo A: è molto infettiva (ad alto rischio di contagio) ma la mortalità è molto bassa. L’ influenza suina si diffonde soprattutto nei mesi autunnali o in quelli invernali, proprio come la normale influenza stagionale.
L’ influenza suina è una malattia che non si prende con il consumo di carni di maiale ben cotte a 70 – 80 gradi. Ma solitamente la carne di maiale non si mangia cruda. Sono immuni dal rischio contagio anche prosciutti e salami di maiale.

RISCHIO CONTAGIO INFLUENZA SUINA

Le categorie di persone maggiormente esposte al rischio di contagio da influenza suina sono quelle che vivono a stretto contatto con i maiali. Il virus dell’ influenza suina passa da maiale a maiale e da maiale a uomo, ma anche da uomo a uomo.
Il contagio da virus A-H1N1 passa da persona a persona con le secrezioni naso faringee, quindi con la tosse e lo starnuto (anche il bacio può essere un veicolo del virus A-H1N1). Come la normale influenza stagionale, anche il contagio dell’ influenza suina può avvenire toccando delle superfici che contengono secrezioni infette: se ci si passa poi la mano in bocca o nel naso, il contagio è quasi certo. Si consiglia quindi di lavarsi spesso le mani nei luoghi pubblici.

SINTOMI INFLUENZA SUINA A-H1N1

I sintomi dell’ influenza suina da virus A-H1N1 sono uguali ai sintomi della comune influenza stagionale: febbre, perdita di appetito, tosse, sonnolenza. Altri sintomi possono essere anche raffreddore, nausea, vomito, mal di gola, diarrea.





132 risposte

  1. simone scrive:

    salve, io sono un ragazzo di 12 anni, per questa influenza suina A-H1N1 lo devo fare il vaccino o no ? mi potrebbe venire quest’ influenza ? non soffro di niente e non ho malattie. questo vaccino fa bene alla salute ? vi prego rispondetemi al più presto possibile. un saluto
    Simone

  2. Alex77 scrive:

    E’ normale in questi momenti essere indecisi sul da farsi, ma penso che ormai si stia esagerando. Ad esempio io ho una bambina di 2 anni e mezzo e mia moglie in gravidanza alla 17a settimana.
    Fortunatamente la bambina non va all’ asilo quindi abbiamo deciso di non vaccinarla contro l’ influenza suina; al contrario ho letto che i problemi maggiori potrebbero colpire le donne in gravidanza in quanto la febbre alta potrebbe dare problemi gravi sia a lei che al feto.
    Per questo motivo lunedì porterò mia moglie a vaccinarsi con la speranza di fare la cosa giusta.
    In ogni caso quello che mi ha dato più fastidio di questa cosa, è che si è creata una sorta di allarmismo sui problemi che potebbe causare il vaccino per l’ influenza A-H1N1, paura creata però prevalentemente da persone comuni come me che di medicina non ne capisce una mazza e solo per partito preso demonizzano tutte le vaccinazioni in genere.
    Detto questo non voglio dire che i vaccini per l’ influenza siano sempre totalmente innocui, ma che di fronte a certe situazioni bisogna valutare il minore dei mali, e poi scusate tanto ma per quanto si possa accusare non credo che l’ OMS promuova con così tanta forza questo vaccino solo per arricchire le case farmaceutiche. questo mi sembra veramente troppo anche per uno come me che non ha mai ben visto le lobby

  3. Cristina Tasselli scrive:

    Io lavoro in ospedale e mi sono vaccinata per entrambi i vaccini per l’ influenza A-H1N1 e stagionale, mi sono vaccinata il giorno 20 Ottobre 2009, ad oggi nessun sintomo di reazione avversa anzi sto benissimo, non mi sono posta minimamente il problema: squalene o quant’ altro anche perchè i vaccini per l’ influenza suina A-H1N1 erano dei mock, cioè prototipi già pronti in caso di pandemia o epidemia come la volete chiamare, e quindi è bastato inoculare il virus responsabile in questi vaccini denominati mock per avere il vaccino, quindi mi rivolgo a tutte le persone che ribadiscono che il vaccino non è sicuro perchè non testato, ma cosa dovevono testare ? il vaccino è identico al vaccino stagionale in uso dal 1997 e somministrato a più di 20 milioni di persone da allora ad oggi, chi ha paura di questo vaccino la smetta di terrorizzare le persone solo perchè si ha paura di fare la scelta sbaglita non vaccinandosi, e quindi è meglio essere in buona compagnia per essere sicuri di non avere sbagliato.
    Smettiamola con questi “al lupo al lupo”. Il mio consiglio è di vacinarsi contro l’ influenza suina, e se al momento non si rientra tra le categorie a rischio andate a fare il vaccino antinfluenzale stagionale, per evitare almeno complicazioni in caso vi doveste prendere l’ influenza A-H1N1
    Cristina

  4. Daniela scrive:

    Dando una scorsa al foglietto illustrativo pubblicato da “La Repubblica” circa la composizione del vaccino anti-suina, ho notato che la dose di olio di squalene in esso contenuta è identica a quella contenuta in ogni vaccino stagionale che si conosca. Perdipiù, il mercurio pare non essere contenuto nei vaccini monodose. La precisazione suona sibillina anche a me, ma è quello che ho letto. Non capisco dunque tutta questa agitazione per l’ olio di squalene, che è stato il primo indiziato. Negli anni che furono non è neanche stato nominato. Una quantità di 0,95 mg., oltretutto, è pari a quella contenuta in tutti gli altri vaccini.

  5. Daniela scrive:

    Le notizie sulla vaccinazione in Italia sono purtroppo confuse. Pur appartenendo io ad una patologia cronica ed avendo meno di 65 anni e indubbiamente più di sei mesi, il mio medico dice che non sono inclusa nell’ elenco delle persone da vaccinare contro l’ influenza. Si vedrà. Che poi non capisco perché vaccinino i bambini a gennaio, quando sono a rischio e, in quel periodo, l’ influenza avrà già colpito gran parte della popolazione. Altra cosa: il tempo di incubazione dell’ influenza suina può arrivare a sei giorni e, se ci si vaccina in questo periodo non è una meraviglia, com’è successo a Novara. Forse, in Grecia, sono molto più progrediti di noi.

  6. Redazione Io Benessere Blog scrive:

    RISPOSTA PER SIMONE E PER PATRIZIA:
    per quanto riguarda il vaccino per le donne in gravidanza, il Ministero della Salute ha specificato la possibilità di effettuare il vaccino per donne al secondo o al terzo trimestre di gravidanza;
    per quanto riguarda le persone affette da determinate patologie, il vaccino per l’ influenza suina è rivolto a persone a rischio di età compresa tra 6 mesi e 65 anni.

    Questo almeno è quanto è stato specificato nell’ ordinanza del Ministero della Salute per la vaccinazione in Italia; trovate comunque maggiori indicazioni in questo articolo (Clicca Qui):
    Vaccino Influenza suina A-H1N1 per donne in gravidanza e bambini dai 6 mesi ai 17 anni

    In ogni caso chiedete sempre consiglio al vostro medico, al di là dell’ ordinanza del Ministero della Salute.

  7. simone scrive:

    mia moglie e incinta all’ ottavo mese di gravidanza, deve fare il vaccino per l’ influenza suina o no ? o come ho sentito alla tv solo entro il terzo mese di gravidanza si può fare ? HELP !

  8. Daniela scrive:

    A MARIELLA: Anch’ io sono HCV positiva cronica e la mia epatite è attiva. Il mio epatologo, che è uno dei migliori d’ Italia se non il migliore, mi ha detto che ‘sarebbe’ meglio vaccinarsi contro l’ influenza suina, sottolineando però l’ uso del condizionale, poiché trattasi di vaccino non testato.

    A MISTER ICE dico che “La Repubblica” ha pubblicato il foglietto illustrativo lunedì, mi sembra.

    Ad ANNA: non si tratta più di ponderare gli eventuali arricchimenti farmaceutici. Il fatto è che continuano a morire persone, specie bambini e, più la popolazione rifiuta il vaccino per l’ influenza suina, più il virus si estenderà. I medici di base sono stati vaccinati ma non mi risulta che siano morti o che qualcuno sia stato male. Io stessa sono prevenuta sul vaccino ma, se avessi un figlio piccolo, ad esempio, e non lo facessi vaccinare per poi vedermelo morire davanti agli occhi, potrei mai perdonarmi ? Piuttosto si chieda il parere di medici e pediatri di tutto rispetto nonostante le parcelle. La vita di un essere umano costa di sicuro di più.

  9. patrizia scrive:

    mio padre è affetto da patoligie per quanto riguarda polmoni e cuore, ma ha 66 anni, può fare il vaccino per l’ influenza suina A-H1N1 ?

  10. Anna scrive:

    secondo me il vaccino per l’ influenza suina è solo un metodo per arricchire le case farmaceutiche. Mia cugina di 17 anni ha contratto l’ influenza suina.. due giorni a letto con la febbre, qualche aspirina e via… INFLUENZA PASSATA.
    NON VACCINATEVI !

  11. Mister Ice scrive:

    Se io compro un prodotto, come un vaccino per l’ influenza, all’ interno ci deve essere il foglietto illustrativo e la composizione del vaccino. Io e tutti gli altri esseri umani, abbiamo il diritto di sapere cosa ci stanno inoculando…

  12. MARIELLA scrive:

    HO SENTITO PARLARE DI VACCINARSI NEI CASI DI EPATOPATIE, IL MIO è UN CASO DI HCV POSITIVO E CRONICO MA APPARENTEMENTE NON ATTIVO, HO 55 ANNI. CHE FARE ? SE MI RISPONDESSE UN EPATOLOGO O UN INFETTOLOGO GLIENE SAREI VERAMENTE GRATA. GRAZIE

  13. francesca scrive:

    sono al settimo mese di gravidanza, un mese fa il mio ginecologo diceva di non vaccinarmi contro l’ influenza suina… ieri mi ha detto di sì, qualcuno mi sa dire quali possono essere le conseguenze del vaccino su di me e sulla bambina ?

  14. silvia scrive:

    io non mi sento di vaccinare contro l’ influenza suina la mia vittoria di 10 mesi. faccio bene o no ?

  15. Daniela scrive:

    Anch’ io, al posto di clasca, agirei nello stesso modo. Comunque avevo già detto anch’ io che l’ olio di squalene è contenuto in tutti i vaccini influenzali da anni ed anni. Mio padre ha iniziato a vaccinarsi non so quanti anni fa e non è mai successo niente di negativo. Mi occupavo anche delle case di riposo e lì, ogni anno, si vaccinano contro l’ influenza quasi tutti i degenti. Nessuno, anche affetto da altre patologie, ha mai mostrato reazioni avverse. Circa il mercurio, ho letto oggi che non è contenuto nei flaconi di vaccino monodose. Andando a rispolverare le influenze degli anni passati, compresa l’ australiana del 2008-2009, che è stata cattivella assai, lo mmetto, devo dire che anche in quel caso si parlava di pandemia. I morti in Italia sono stati 8.000. Quest’ anno il numero potrebbe salire soprattutto a causa del vaccino, al momento inesistente e, comunque, assai sospetto, tant’è che sono in molti a non volerlo fare. Consiglierei di affidarsi ai farmaci omeopatici, per ora, come dice Miriam, non sottovalutando qualche mg. di vitamina D al giorno.

  16. Miriam scrive:

    Daniela, io inviterei te e chi come te ha dei bambini, a mantenere la calma, chiedere consiglio al proprio pediatra che in caso di bimbi sani sconsiglierà certamente per il momento il vaccino per l’ influenza suina e dormire sonni tranquilli, è un’ influenza come tante altre.

  17. clasca scrive:

    Lavoro a contatto con il pubblico in una grande città, maneggio soldi in continuazione, mi sposto ahimé con i mezzi pubblici, ho una bambina di 9 mesi (nata in anticipo) e l’ intenzione di darle presto un fratellino.
    Il congedo parentale finisce a giorni, ma se non riesco a vaccinarmi contro l’ influenza suina prima, mi metto in aspettativa e al lavoro non ci torno !

    Fosse per me vaccinerei anche la piccina, ma il pediatra mi ha consigliato di aspettare (sempre se non devo portarla al nido) e vedere come si mette la situazione

  18. Miriam scrive:

    Io sono un chimico farmaceutico come te, ma ormai non lavoro più nel settore da anni, in quanto schifata da questo mondo interessato solo al business anzichè alla salute umana !
    Le persone oneste non potrebbero resistere a lungo… infatti adesso mi occupo di omeopatia… e ne vado fiera !
    Io ho preso la decisione di non vaccinare contro l’ influenza i miei figli, ogni anno all’ inizio dell’ autunno facciamo (tutta la famiglia) prevenzione con un rimedio omeopatico immunostimolante ed un’ integrazione vitaminica… e ci troviamo bene, qualora dovessimo ammalarci, la durata e l’ entità dei sintomi influenzali sarebbero di gran lunga inferiori (testato sulla nostra pelle) !

  19. daniela scrive:

    Ho una bambina di tre anni e mezzo, e non so se vaccinarla contro l’ influenza suina o meno. Vorrei conoscere gli effetti collaterali di questo vaccino, e chiedere in caso non sottoponessi mia figlia al vaccino cosa potrebbe accadere se venisse infettata

  20. Daniela scrive:

    Grazie a Miriam. Diciamo che, dopo tutti i bombardamenti sulla pericolosità della pandemia per l’ influenza suina, ma anche su quella del vaccino, uno è lì a domandarsi di quale morte è meglio morire ! Uno tra quelli cui il vaccino è destinato, s’ intende! Certo, avessi figli piccoli, com’è il caso di Davide, mi troverei ancor più nel dilemma. Si è creato uno stato assolutamente confusionale e si va avanti sperando. Non mi risulta comunque che qui a Novara siano arrivate le dosi del vacciono e so che pressocché nessuno accetterà di vaccinarsi. Si potesse starsene chiusi in casa… ma, lavorando, è impossibile. Dunque, non c’è che sperare e qui aggiungo “il Paradiso può attendere”.

  21. davide scrive:

    Sono venti anni che lavoro nel farmaceutico e vi posso assicurare che dalla S.A.R.S. all’ influenza Aviaria etc. etc. ne ho sentite di tutti colori ma non c’è mai stato allarmismo, ebbene quest’ anno per la prima volta siamo stati convocati per una maggiore disponibilità produttiva (non produciamo vaccini ma antinfiammatori) e con il caldo consiglio di vaccinare noi e le nostre famiglie, tra l’ altro ho una bimba di 7 mesi e un bimbo di 5 anni e sono veramente combattuto sul da farsi.
    Giudicate voi !

  22. Miriam scrive:

    Daniela,
    quanto a lei io credo che la paura della gente sul vaccino per l’ influenza suina A-H1N1 riguardi maggiormente la demonizzazione che si sta facendo di questa influenza e non le poche dosi di vaccino… Di organizzato e architettato c’è solo l’ induzione alla psicosi della gente che si sente bombardata dai media, ogni giorno con nuove morti, invitandola però a non preoccuparsi, e convincendola che vaccinarsi contro l’ influenza suina sia giusto ! Smettiamola di arricchire “BIG PHARMA” a nostre spese !

  23. Miriam scrive:

    La inviterei ad informarsi che proprio lo squalene utilizzato nei vaccini contro l’ influenza è riconosciuto fin dal 2002 come una delle sostanze che può indurre forme di artrite simili all’ artrite reumatoide dopo l’ iniezione, con dati di tutto rispetto pubblicati sul Clinical Experimental Immunology.

  24. Anna scrive:

    Per chi ha parlato di SQUALENE e chi demonizza le vaccinazioni in generlae:
    Tratto dal sito -nuovainfluenza.blogspot.com-

    Alla domanda “Quale è il suo parere sull’ uso dello squalene come adiuvante nel vaccino contro l’ influenza A-H1N1″
    Craigh A. Gallegher ha detto (22 ottobre 2009 15.41)

    Carissimo lettore,
    Si è sentito parlare molto di squalene è vero ! Il vaccino pandemico recapitato negli scorsi giorni alle regioni, contiene un adiuvante, una sostanza tra l’ altro prodotta proprio in Toscana, negli stabilimenti di Siena. La sostanza si chiama MF59 ed è anche nota con il nome, a dire il vero poco fortunato di squalene (poco fortunato perchè ricorda l’ idea di uno squalo, ed anche per questo viene in genere colto erroneamente con accezione negativa).
    Molti si sono scagliati contro questo additivo, ignorando il fatto che la sostanza è stata sintetizzata oltre 20 anni fa e che da 10 anni è comunemente utilizzata anche nei normali vaccini antinfluenzali.
    “Leggende metropolitane” che potrebbero riempire libri interi sono state costruite attorno a questo ingrediente.
    Lo squalene, o MF59, come preferisco chiamarlo io utilizzando il termine medico brevettato, serve a stimolare la reazione immunitaria nel paziente e ad aumentare l’ efficacia del vaccino. Per questa ragione viene di solito incluso nei normali vaccini antinfluenzali stagionali utilizzati per gli anziani ed i pazienti immunodepressi, persone che hanno bisogno di un aiuto nello stimolare le naturali difese immunitarie.
    Le “fantasie” sono state stimolate anche dal fatto che l’ MF59 è un ingrediente che, per la sua efficacia nel potenziare la risposta immunitaria del paziente, è stato usato anche in altri vaccini (ad esempio in quelli contro l’ influenza aviaria da virus H5N1, ed anche nei vaccini contro l’ antrace).
    In questa ultima veste (adiuvante nel vaccino contro l’ antrace) è stato somministrato ai militari americani partiti per la Guerra del Golfo. L’ antrace si supponeva erroneamente essere una delle armi batteriologiche poi mai ufficialmente rinvenute.
    E’ vero che alcuni militari hanno sviluppato disturbi neurologici e psichici, ma… chissà a quali altre sostanze sono stati sottoposti e poi, il Vietnam insegna, il trauma di combattere una guerra contro un nemico che si mimetizza con la popolazione civile e non si riesce ad individuare può essere da solo origine di problemi nervosi.
    Non credo proprio che sia stato l’ MF59 a causare questi traumi, anche perché il problema si sarebbe dovuto verificare in tutti gli altri pazienti che lo hanno assunto come adiuvante dei normali vaccini antinfluenzali da 10 anni a questa parte… e così non è stato.
    Non a caso, interrogando Wikipedia alla voce squalene troverà la seguente definizione: “Lo squalene è un idrocarburo e un triterpene presente nell’ olio di fegato degli squali (elasmobranchi) ma anche nei vegetali come i semi di amaranto, crusca di riso, germe di grano e olive. Tutti gli organismi superiori producono squalene, inclusi gli esseri umani.”

    Lo vogliamo demonizzare così tanto ?

  25. Daniela scrive:

    Mi sembra d’ aver già scritto, a proposito dell’ olio di squalene, che non solo è in dose minima, ma che ogni vaccino anti-influenzale l’ ha sempre contenuto, compreso il Fluad di quest’ anno. Schiere di persone si fanno vaccinare annualmente contro l’ influenza, soprattutto gli anziani. Non è mai successo niente. Si fa allarmismo forse perché le dosi di vaccino per l’ influenza A-H1N1 sono un pò troppo poche, inducendo così la popolazione a rinunciarvi ? Circa il mercurio è anch’ esso in percentuale minima e poi non penso che abbiano immesso sul mercato qualcosa di letale per la popolazione. Piuttosto, lo ribadisco, penso che la paura del vaccino sia stata organizzata perchè il numero delle dosi non corrisponde a quello effettivamente acquistato. Qui in Piemonte sono stati vaccinati solo alcuni medici. Per il resto della popolazione non c’è nessun vaccino e la suina sta dilagando a macchia d’ olio. Dunque, manca il timore per il vaccino, non avendolo neppure…

  26. marco scrive:

    IO DA QUANDO AVEVO DUE ANNI FINO AI 25 MI SONO VACINATO A CADENZA ANNUALE CONTRO LE VARIE INFLUENZE E PUNTUALMENTE ME LE PRENDEVO.
    DA 3 ANNI A QUESTA PARTE HO SMESSO DI VACCINARMI E NON HO PIù PRESO NULLA.
    MI CHIEDO SE IL VACCINO PER L’ INFLUENZA SUINA SERVA REALMENTE AD EVITARE LA MALATTIA…

  27. Aldo scrive:

    Qualcuno mi sa dire dove posso fare il vaccino per l’ influenza suina A-H1N1 ? grazie.

  28. Miriam scrive:

    Fate molta attenzione, prima di prendere una decisione riguardo al vaccino per l’ influenza suina informatevi, il rapporto rischio-beneficio è tutto a favore dei rischi, il vaccino contiene mercurio come conservante e squalene, sostanze tossiche per l’ organismo umano. Chiedete alle ASL il foglio informativo sul vaccino prima di firmare prendendovi le vostre responsabilità sui rischi che correte.
    Il vaccino per l’ influenza A-H1N1 non è obbligatorio, per nessuna categoria di soggetti, segnalate chiunque voglia fare della propria professione un abuso…
    Ricordatevi che sapere è un vostro diritto… sapere significa essere liberi di scegliere con la propria testa !

  29. cristina scrive:

    Basta con questo allarmismo sui danni del vaccino per l’ influenza A-h1n1, come la paura per il temibile squalene (forse perchè ricorda lo squalo). Ma io vorrei dirvi: lo squalene è un componente di alcuni adiuvanti che vengono aggiunti ai vaccini al fine di incrementare la risposta immunitaria. Lo squalene è una sostanza presente in natura (nelle piante, negli animali e negli esseri umani) che viene sintetizzata nel fegato e che circola nel sangue umano.
    Si trova in molti alimenti, cosmetici, farmaci ed integratori. Lo squalene viene estratto, per ragioni commerciali, dall’ olio di pesce, in particolare dall’ olio di fegato di squalo, e viene purificato in caso di utilizzo come componente di farmaci o vaccini.
    L’ MF59, un adiuvante contenente lo squalene, fa parte del vaccino anti-influenzale stagionale ed è stato autorizzato nel 1997 in Italia e successivamente anche in diversi altri Paesi. Ogni dose di vaccino contiene circa 10mg di squalene. Oltre 22 milioni di dosi sono state distribuite da allora fino ad oggi (2006). I numeri di eventi avversi e reazioni locali non sono risultati superiori rispetto a quanto ci si aspettava in base agli eventi dovuti ad altri vaccini anti-influenzali; sembra quindi che lo squalene non rappresenti un rischio significativo. Il vaccino è stato somministrato in primo luogo agli individui appartenenti alla fascia di età 65 e oltre per cui il vaccino era stato autorizzato.
    Alcuni vaccini sperimentali, inclusi dei vaccini anti-pandemia, vaccini anti-malarici e vari altri vaccini di natura virale e batterica, vengono allestititi con adiuvanti contenente lo squalene con l’ obiettivo di rafforzare l’ immunogenicità e quindi l’ efficacia dei vaccini. Sono stati condotti studi clinici con vaccini contenenti squalene coinvolgendo bambini e lattanti senza risultati preoccupanti dal punto di vista della sicurezza.
    E’ stato ipotizzato una relazione tra problemi di salute dei veterani della guerra del Golfo e la possibile presenza di squalene nei vaccini che ai soldati sono stati somministrati. Un report pubblicato ha ipotizzato che alcuni dei veterani esposti al vaccino anti-antrace hanno sviluppato anticorpi anti-squalene e che questi anticorpi hanno successivamente provocato disabilità. Tuttavia lo squalene non faceva parte dei vaccini somministrati ai veterani e non è stato neppure utilizzato nel processo di produzione dei vaccini. Sono stati pubblicati molti studi che hanno evidenziato dei limiti tecnici di questo report.
    La maggior parte degli adulti, specialmente quelli più anziani, indipendentemente dalla loro storia vaccinale, possiedono anticorpi naturali che reagiscono con lo squalene. In uno studio clinico l’ immunizzazione con il vaccino anti-influenzale contenente squalene non ha modificato né frequenza né titolo degli anticorpi anti-squalene.
    Il comitato (il Global Advisory Committee on Vaccine Safety) è d’ accordo nel ribadire che preoccupazioni sul fatto che lo squalene contenuto nei vaccini possa indurre anticorpi anti-squalene siano infondate. Cristina

  30. Daniela scrive:

    Contro il vaccino per l’ influenza A ne sono già state dette di tutti i colori e, per me, vale il discorso che ho fatto ieri. Un medico mi ha però detto che chi ha fatto l’ asiatica nel 1957 può considerarsi immunizzato, poiché si trattava di influenza con lo stesso ceppo. Ho cercato su Google. L’ attuale influenza è A-H1N1, l’ asiatica era A-H2. Comunque, la notizia è questa.

  31. Sara scrive:

    Qui trovate i foglietti illustrativi dei vaccini per l’ influenza A:
    -www.farmaciapompei.it/index.php?option=com_content&view=article&id=223:i-vaccini-per-h1n1-eccoli-&catid=3:newsflash&Itemid=30-

  32. baby,78 scrive:

    ciao io volevo dire: come mai non ci sarà il foglietto illustrativo con composizione ed effetti collaterali del vaccino per l’ influenza suina A-H1N1 ? se il vaccino è così sicuro e irrinunciabile, permetti che voglia sapere cosa c’è dentro ? ho parlato con la mia ginecologa e la pediatra di mio figlio e assolutamente tutte e due mi hanno sconsigliato vivamente il vaccino:
    1- perchè non è stato studiato ancora abbastanza
    2- perchè dà seri problemi neurologici sopprattutto nei bambini.
    Perchè non dicono i rischi del vaccino ? dicono solo quello che gli fa comodo… ci vogliono ignoranti e paurosi così si arricchiscono. sveglia, questa influenza c’e’ già stata in passato ed è come un’ influenza normale solo che si espanderà di più, certo che la mortalità sarà più alta: se con 1000 casi di influenza stagionale muoiono 5 persone, con 3000 casi di influenza suina ne moriranno 15.
    è più alta la mortalità ma anche i casi sono tre volte tanto, se fosse una cosa alla luce del sole dovete spiegarmi perchè non mi devono dire i pro e i contro di questo vaccino, lo dipingono come sicuro quando invece non lo è… si prendono gioco della gente facendo leva sulla paura… quando avremo casi di complicazioni serie con questo vaccino, voglio proprio sentire cosa diranno…

  33. Daniela scrive:

    Prima si terrorizza la popolazione circa l’ influenza suina, il che è come dire: “Vaccinatevi !”. Dopodiché si viene di nuovo terrorizzati per quel che riguarda il contenuto del vaccino (che, oltretutto stenta ad arrivare), il che pare soprattutto un incitamento a non vaccinarsi. Come sostenuto in un altro mio post, circa la campagna di vaccinazione in Italia per l’ influenza A mi sembra che si voglia attuare una “selezione” della popolazione a discapito delle altre, già penalizzate da Madre Natura o da circostanze loro avverse. Indubbimanete, sotto il profilo economico, un ottimo guadagno. Il fatto che il vaccino per l’ influenza non venga venduto nelle farmacie segue la logica “darwiniana”. E a questo punto dubito molto che ne siano acquistati i quantitativi dichiarati e comincio a capire il motivo della sua composizione.

  34. George scrive:

    Il vaccino contro il virus H1N1 (influenza A) contiene SQUALENE – THIOMERSAL – POLISORBATO 80 – OCTOXYNOL. Informatevi su quanto siano “salutari” queste sostanze.
    Se tuttavia decidete di vaccinarvi pretendete dall’ Autorità medica competente una “dichiarazione di carico di responsabilità per danni da vaccinazione”. Se effettivamente sostengono che non comporta rischi, non dovrebbero avere nulla da ridire.
    ;)

  35. Mario scrive:

    Caro Giuliano,
    mi sa che la tua osservazione sul vaccino per l’ influenza suina non va poi tanto fuori dalla realtà. Se uno non ha ancora 65 anni, va vaccinato; se uno li ha superati, no. Con evidente ed ovvio vantaggio esclusivo dell’ INPS e con buona pace degli eredi. Tra le altre cose, siccome la campagna di vaccinazione discrimina cittadini “inter pares” credo che la decisione sia tutt’ altro che costituzionale.
    Anche perché per i pochi volontari over 65 anni, il vaccino per l’ influenza A-H1N1 potrebbero benissimo metterlo in vendita in farmacia !
    Beh… se arriveremo alle urne (non a quelle cinerarie, ovviamente), ci penseremo bene… che ne dici ?

  36. Daniela scrive:

    A Giuliano.
    Quello che hai scritto sul vaccino per l’ influenza suina è quello che ho pensato anch’ io e che ho poi visto confermato in vari siti. Oltretutto, se non hai patologie croniche, niente vaccino dai 27 anni in su. Io ne ho due di patologie ma sono stata esclusa perchè non riguardano le vie respiratorie. Eppoi, tante ne dicono contro questo vaccino che nessuno lo vuole più fare. Mi domando, a questo punto, chi curerà i malati ! Da qualunque punto di vista si consideri la questione, si tratta di un business. Ne faremo le spese, tutto qui. Non ci resta che pregare e… gli acquisti natalizi, fateli ora ! Con la speranza di poterli poi consegnare.

  37. Giuliano scrive:

    La forchetta di età che lo Stato ammette per le vacinazioni contro l’ influenza suina è da 2 a 65 anni.
    Io ho 65 anni compiuti, cosa devo fare per protegermi dall’ influenza A-H1N1 ? Devo ritenere che lo stato (qualora non ci offra alternative) voglia cogliere questa occasione (come fu al tempo dell’ Asiatica nel 1952) per sistemare il bilancio dell’ INPS… !

  38. Mario scrive:

    Vorrei tanto sapere se questo famoso vaccino per l’ influenza suina contiene virus attenuato oppure virus morto. Non riesco a trovare la composizione. Qualcuno può farmela conoscere ?
    Inoltre, non credete che questo “controllo” del vaccino senza porlo in commercio possa generare una vera e propria “borsa nera” ?

  39. Daniela scrive:

    Grazie. Nessuna chiarezza, infatti. Quando leggi il comunicato stampa del Ministero della Salute, staccano le considerazioni, vanno a capo e non capisci più se si stanno riferendo a tutti o solo agli ultrasessantacinquenni. So comunque che molti di questi over 65, perché diabetici od altro, faranno il vaccino. Dipende dall’ interpretazione che dà il medico di base alle disposizioni. Un pò come quando, preparando un’ arringa, l’ avvocato più che alla legge si riferisce alla sua interpretazione. Speriamo solo che l’ influenza non sia così grave come viene prospettata. Altrimenti suppongo che il Ministero sarà subissato di cause. E un pò se le merita…

  40. Redazione Io Benessere Blog scrive:

    Ciao Daniela, ci spiace davvero per la tua situazione e per quella di tuo padre.
    Purtroppo le informazioni che il Ministero della Salute ha dato riguardo al vaccino per l’ influenza suina a alla campagna di vaccinazione sono solo queste per ora, e il tutto non sembra essere della massima chiarezza…
    Un abbraccio a te e alla tua famiglia dalla Redazione di Io Benessere Blog, sperando che parlandone qui tutti insieme si possano almeno trovare delle soluzioni o quantomeno cercare di confrontarci sul problema.

  41. Daniela scrive:

    Ringrazio per la precisazione. Purtroppo, avendo mio padre un’ età superiore ai 65 anni, il medico gli ha detto che è escluso dal vaccino. Idem per me, che, pur 58enne, sono affetta da epatite C da 34 anni, con conseguente crioglobulinemia.

  42. Redazione Io Benessere Blog scrive:

    Salve Patrizia, per quanto riguarda le categorie a rischio e la campagna di vaccinazione in Italia contro l’ influenza suina A-H1N1, il Ministero della Salute ha diffuso un comunicato stampa con tutte le precisazioni. Si specifica che il vaccino in Italia sarà a copertura di almeno il 40% della popolazione residente.
    Trovi gli aggiornamenti in merito in questo articolo (Clicca Qui):
    Vaccino Influenza suina A-H1N1 per donne in gravidanza e bambini dai 6 mesi ai 17 anni

    (In risposta a Daniela, le persone affette da diabete, come tuo padre, rientrano nelle categorie a rischio, almeno così sembra dal comunicato del Ministero della Salute – vedi link riportato nel post)

  43. patrizia scrive:

    sono una mamma di una bimba di 20 mesi e lavoro in un bar self-service, avrei bisogno di sapere se rientro nella categoria delle persone a rischio e se devo fare il vaccino dell’ influenza h1n1.

  44. Daniela scrive:

    In molti Stati sono stati acquistati dosaggi di vaccino per l’ intera popolazione. Non penso sarà un’ ecatombe ! E, comunque sia, che arrivino i vaccini quando l’ influenza sarà già in onda è inutile. Come inutile è il suggerimento di Marco: “Barricatevi in casa”.
    Dalle mie parti si lavora e anche a stretto contatto col pubblico. Ho parlato con alcuni medici ma dicono che il vaccino non sarà nocivo. Sarei nella fascia “a rischio” ma il mio medico, non so perché, non mi ha fatto la prescrizione. Porto poi l’ esempio di mio padre: 83 anni, diabetico, 3 by pass, e tanti etcetera. Meglio il vaccino o l’ influenza ?

  45. tony scrive:

    Vaccinazioni: perché sono un pericolo
    Dottor Mercola (mercola.com)
    Traduzione di Cristina Bassi (thelivingspirits.net)

    Avviso importante. Si consigliano caldamente i genitori di documentarsi sugli effetti (e l’ utilità) del vaccino contro l’ influenza suina che il Ministero della “Sanità” ci sta proponendo.

  46. ignazio scrive:

    marco (del post n° 50), se questo è ciò che ha da dire agli italiani spero che la prossima volta si risparmierà la fatica. Ha qualche fonte degna di essere presa in considerazione ? Non credo.

    La decisione sulla vaccinazione contro l’ influenza suina è difficile per tutti, perché non ci sono precedenti e non ci sono modelli che consentano previsioni attendibili. E’ ovvio che se ci saranno milioni di vaccinazioni ci saranno anche centinaia o migliaia di reazioni avverse al vaccino, di cui probabilmente si parlerà molto più che dei contagi prevenuti. Direi anche che è una fortuna che le compagnie farmaceutiche non producano vaccini “testati sui bambini” (dove dovrebbero prendere le cavie ?). Nel momento in cui parte la campagna di vaccinazione (che in Italia non mi pare particolarmente pressante) stanno anche partendo studi sulle reazioni avverse: l’ unica cosa da fare è seguire l’ andamento delle campagne. Ma occorre ricordare che l’ efficacia della vaccinazione dipende anche dal momento in cui viene praticata e non si può aspettare in eterno.

    Chi dice che l’ influenza non è grave ha anche ragione, in termini di mortalità registrata, ma dimentica il fatto che se ce la prendiamo tutti insieme rischiamo di mandare in tilt ospedali e servizi essenziali.

    La cosa migliore è fare come hanno fatto molti qui, informarsi da fonti attendibili e prendere una decisione assieme al proprio medico di fiducia, che è l’ unico ad avere il quadro completo delle nostre condizioni, senza pretendere che quello che abbiamo deciso per noi sia la soluzione migliore per tutti.

  47. Daniela scrive:

    Persino la Grecia, per non parlare della Francia e dell’ Inghilterra, s’è procurata le scorte di vaccino necessarie per tutti. L’ Italia, no. Prima si terrorizza la popolazione diatribando sulla pericolosità di questo virus pandemico. Poi, non riuscendo a procurarsi le scorte necessarie, si torna a terrorizzarla parlando dei temibili effetti del vaccino. Il famigerato olio di squalene è contenuto in percentuale minima in ogni vaccino, compreso quello stagionale che molte persone, soprattutto anziani, fanno da decenni senza conseguenze dannose. Risultato: il vaccino sarà rifiutato da molti, verrà quindi gettato tra la spazzatura, non inoculandolo a chi è anziano o malato, e l’ influenza farà il suo temibile (?) corso.

  48. Daniela scrive:

    Prima arriva l’ influenza e dopo il vaccino… Sembra si voglia fare opera di selezione “naturale”. Aggiungo: le dosi di coloro che rifiuteranno il vaccino saranno eliminate dopo due giorni dal ricevimento. Eppoi sarà un fiorire di cause per risarcimento danni al Ministero della Salute, tutte perse in partenza, perché la Sanità ha sempre ragione anche quando, in un caso come il mio, ti viene trasfuso il virus dell’ epatite C e, nonostante il riconoscimento del nesso causale, devi ancora pagarti avvocato e CTU. This is Italy…

  49. aida scrive:

    ho partecipato ad un corso di aggiornamento sull’ influenza suina e sulla sicurezza del vaccino c’ era scetticismo; non so che fare

  50. Piazzolla Monica scrive:

    soffro di sindrome neufrologica, posso fare la vacinazione per l’ influenza suina ??

  51. marco scrive:

    parlare con un bambino è più semplice che parlare con un italiano, ma io ci volgio provare comunque.
    l’ influenza suina non è mortale, qui in inghilterra al contrario di quello che vi dicono i media, l’ ha avuta l’ 80 per cento della popolazione e i morti PER questa influenza sapete quanti sono ? …ZERO
    come appunto qualche commento sopra il mio, ‘eliana’ parla bene, i morti della normale influenza sono 500000 l’ anno.
    un bambino, logicamente, il vaccino non lo farebbe se avesse la possibilità di scegliere; ma un adulto “medio” fa fatica a comprendere che il vaccino è VERAMENTE NOCIVO, alla fine lo dice la televisione che dovete vaccinarvi e allora vi fate vaccinare.
    purtroppo di questo vaccino non si conoscano le controindicazioni, non dicono nulla riguardo all’ NWO. il vaccino è imbottito di mercurio e sostanze considerate nocive alla salute dell’ uomo, il vaccino contro l’ influenza suina è il vaccino dell’ influenza aviaria modificato con metalli e chissà cos’ altro dopo il flop della scorsa influenza…
    comunque.. esiste l’ auto schermatura, un periodo in 40ena nelle vostre abitazioni, se proprio siete spaventati da questa influenza mediatica, difendetevi da voi: comprate cibo in scatola di lunga conservazione, acqua in bottiglie di vetro e integratori vitaminici, e state chiusi nelle vostre abitazioni dal giorno del previsto ‘boom’. e se poi anche questo allarme sarà stato inutile e nessuno è morto o chissà cos’ altro la televisione vi racconta, avrete del cibo e acqua a lunga scadenza che potrete untilizzare in futuro.

    cordiali saluti

  52. antonio scrive:

    Sono un cardiopatico, dopo i comunicati che ho sentito nei vari tg, dopo aver saputo che la vaccinazione contro L’ influenza A-H1N1 sarà solo di competenza delle ASL, dopo aver letto che la Regione Emilia Romagna era tra le prime pronte, mi veniva detto dalla ASL di mia competenza che non ne sapevano ancora niente. Che si gioca sulla salute ?

  53. vito scrive:

    I vaccini per l’ influenza suina sono solo consigliati a quelle tpologie di persone o bambini che non sono autoimmuni, cioè quando il proprio corpo non ha suffienti anticorpi per potersi difendere da queste malattie virali.

  54. vito scrive:

    Cara Renata io sono Vito, un genitore come te.
    mio figlio ha 7 anni ed è seguito da 2 pediatri, 1 di base e 1 nefrologo perchè mio figlio soffre di infiammazione ai reni. dunque il pediatra di base mi ha consigliato di effetuare il vaccino per l’ influenza suina ma mi ha anche avvertito di possibili effetti collaterali, tipo: gravi danni neurologici, ovviamente non succede a tutti ma portebbe esserci il rischio.
    invece il nefrologo mi ha consigliato di non effetuare nessun vaccino perche l’ influenza di cui parlano tanto è ancora più leggera di quella che prendiamo di solito. Di questa influenza se ne sta facendo una psicosi come tutte le altre influenze: l’ aviaria, la cinese, la mucca pazza, l’ australiana e così via non sono altro che allarmi inutili che servono solo a far vendere più medicinali alle case farmaceutiche produttrici di questi vaccini.
    Io a mio figlio non lo faccio vaccinare, anche perchè meno porcherie gli diamo, meno ripercussioni avranno in futuro sulla loro salute.
    con questo è tutto, ti auguro una serena decisione per il NO.

  55. Redazione Io Benessere Blog scrive:

    Tutti gli aggiornamenti sul vaccino per l’ influenza suina A-H1N1 e sulla CAMPAGNA DI VACCINAZIONE IN ITALIA sono presenti in questo nuovo articolo (Clicca Qui):
    Vaccino Influenza suina A-H1N1 per donne in gravidanza e bambini dai 6 mesi ai 17 anni

  56. Renata scrive:

    Io ho un bambino, ha 21 mesi e va all’ asilo nido e la pediatra mi ha detto che deve essere vaccinato ma io veramente ne ho tanta paura perchè ho sentito che il vaccino non è stato ancora testato sui bambini e non vorrei che funzionasse al contrario… vi prego rispondetemi….
    Che cosa fareste al posto mio ?
    E’ vero che il vaccino per l’ influenza suina non è stato ancora testato sui bambini ? Che efetto farà il vaccino sui bambini ?

  57. lara scrive:

    Il mio consiglio a tutti è: NON vaccinatevi. Se guardate su youtube trovate un sacco di informazioni in merito, quest’ influenza non è grave.

  58. Silvia scrive:

    Mia nonna ha 80 anni, è diabetica e ha problemi di cuore, ma pare non sia possibile vaccinarla perchè ha più di 65 anni, il che mi sembra assurdo… fa comunque parte di una categoria a rischio! non ci sono possibilità di avere un vaccino per lei ?

  59. susi scrive:

    vorrei sapere i componenti del vaccino per l’ influenza suina in quanto non sono ancora stati pubblicati

  60. Ida scrive:

    come si fa a distinguere l’ influenza suina dalla “classica” influenza stagionale poichè lavoro a stretto contatto con il pubblico ogni giorno ? e poi bisogna sottoporsi ad un test in ospedale ?

  61. serenella scrive:

    Ho una figlia di 16 anni, non pensavo assolutamente di fare il vaccino per l’ influenza suina, nè io nè per mia figlia, ma sono stata informata più dettagliatamente dalla mia dottoressa che è anche ricercatrice dei rischi e cioè che il vaccino può portare tumori all’ utero, cosa che non viene sempre detta. Poi è venuto fuori il peggio: per chi vorrà vaccinarsi, il VACCINO gratuito è BIVALENTE, cioè copre solo in parteparte. Il VACCINO QUADRIVALENTE che ha una copertura totale non è stato scelto dal nostro ministero della Sanità perchè ha un costo superiore di 6.00 € rispetto all’ altro vaccino bivalente. Così anche chi è vaccinato… Mi è stato spiegato che il costo del vaccino quadrivalente è di 180.00 € ogni fiala ed è composto di 4 fiale..
    Molti dottori hanno cercato di protestare su queste scelte.
    Altro problema grave, non c’è nessuna campagna d’ informazione sull’ influenza suina nè nelle scuole o negli studi medici ,non resta che a noi singoli cittadini divulgare…

  62. giuliana scrive:

    riguardo il vaccino per l’ influenza suina, quello che ho saputo ora da un gruppo di medici, è che non si possono vaccinare coloro che sono allergici alle uova.

  63. Deborah scrive:

    Esiste un numero verde del ministero della sanità è il 1500, danno informazioni sul vaccino e si può parlare anche con personale medico.
    Io ho chiamato e la dottoressa è stata molto gentile. Anche loro non hanno ancora tutte le informazioni, manca ancora l’ approvazione dell’ EMEA e comunque dicono che fino a metà novembre il vaccino non sarà disponibile. Comunque ogni caso andrà valutato singolarmente. Chi prende i mezzi pubblici o lavora a stretto contatto con la gente è forse più a rischio, lo stesso varrà per i bambini, se vanno all’ asilo probabilmente possono essere più soggetti ad infezione.
    Io sono sempre più dell’ idea che non lo farò. Sono al 6° mese di gravidanza, ho il termine la prima settimana di gennaio, se il vaccino arriva dopo il 15 novembre, piuttosto che rischiare mi chiudo in casa per un mese.

  64. raffaella scrive:

    sono completamente confusa sul vaccino per l’ influenza suina !

  65. vito scrive:

    Sono d’ accordo anch’ io con Eliana, prima la mucca pazza poi la giapponesse, linfluenza aviaria, la cinese e così via… vogliono fare della psicosi collettiva di massa.
    l’ Influenza A (h1n1) potrà esistere veramente ma non è cosi grave come vogliono farci credere.
    GENITORI ATTENTI.

  66. vito scrive:

    salve sono venuto a conoscenza dal pediatra di mio figlio che tutti vaccini influenzali possono portare a deficit mentali gravi o/e meno gravi a seconda dal calore di incubazione del vaccino nel nostro corpo.
    Ora io sono veramente arrabbiato, indignato, amareggiato, perchè non si può giocare con la vita o la salute dei nostri figli o delle persone, queste cose non vengono rivelate prima della vaccinazione (perchè se no non si venderebbe più il vaccino) ma bensì dopo aver firmato documenti qua e la per lo scarico di responsabilità e presa visione del vaccino.
    Quindi gli effetti collaterali dei vaccini a volte possono essere devastanti per la nostra salute e quella purtroppo dei nostri figli a causa di qualche azienda farmaceutica senza scrupoli (così sperimentano i loro medicinali con cavie inconsapevoli).
    genitori attenti, prima di fare qualcosa a vostro figlio informatevi con più persone e dottori specializzati nel loro settore.

  67. silvia scrive:

    Lavoro con un pediatra e abbiamo le mamme allarmatissime…. purtroppo non sappiamo se consigliare o no il vaccino. la domanda più frequente è “lei a suo figlio lo farebbe ?”
    Non è tanto la somministrazione ma quanto gli effetti postumi del vaccino che preoccupano. Stiamo parlando di esserini che vanno da 1 giorno di vita a 12-13 anni. Non è facile, io ho sentito che molti medici di famiglia non sono daccordo a farlo, ma per i bambini ? possibile che nessuno sappia dare delle valide e oneste informazioni ? Perchè non si inviano opuscoli informativi o si crea un numero verde (funzionante) per dare informazioni alla popolazione. Io personalmente non ho mai fatto neanche il vaccino antiinfluenzale stagionale e credo che non farò neanche questo, ma io sono adulta e non ho patologie particolari, incrociamo le dita!

  68. lara scrive:

    L’ influenza aviaria è sempre esistita, e anche quella suina c’è sempre stata ! Lo dico con cognizione di causa perchè sono un allevatore avicolo, e quindi conosco il mondo dei polli e di riflesso quello dei suini.

    Io ho due bimbe che non vaccinerò perchè credo fermamente che dietro tutto questo calderone ci siano conti economici perfettamente quadranti fatti sulla paura della gente, costruiti sull’ informazione truccata dei tg !
    Gente impariamo a consultare maggiomente internet perchè altrimenti ci fanno credere tutto quello che vogliono e noi gli diamo ragione !!

  69. giorgio scrive:

    Io non ci capisco più niente sul vaccino per l’ influenza suina. Da una parte ci sono i complottisti, quelli che credono vi sia un disegno per “eliminare” le persone e al contempo far fare un sacco di profitti alle case farmaceutiche, dall’ altra parte ci sono quelli che creano panico, quelli secondo cui praticamente due persone su tre se la prenderanno l’ influenza se non vaccinati. E in mezzo ci sono io e quelli come me, la cui salute dipende da persone che non si conoscono. Io forse non mi vaccinerò, ma ho una bimba di 4 anni e non so cosa fare… ma la cosa più grave è che nessuno può dire cosa fare… tutto è rimesso al testa o croce… vi confesso che sono preoccupato

  70. adriana scrive:

    ciao sono adriana, ho una bambina di 14 mesi, cosa devo fare la devo far vaccinare ?

  71. Deborah scrive:

    Sono alla 25° settimana di gravidanza, quindi rientro tra i “soggetti a rischio” e dovrei sottopormi al vaccino. Premetto che non prendo mai l’ influenza, al massimo leggere sindromi da raffreddamento, ma mai forme virali. La mia ginecologa mi consiglia di farlo perchè la gravidanza abbassa le difese immunitarie, il medico di famiglia, invece, è assolutamente contrario. Di chi mi devo fidare ? Chi mi assicura che la mia bimba non avrà problemi a causa di questo vaccino ?

  72. carmela scrive:

    Sono una studentessa fuori sede, che studia a Roma, come faccio per vaccinarmi contro l’ influenza A dal momento che non ho la residenza nella capitale ? cioè praticamente devo vaccinarmi nell’ ospedale del mio paese ?

  73. pina scrive:

    ma perchè non fanno il vaccino per tutti ? perchè non lo fanno vendere in farmacia ? che tristezza……

  74. TINA scrive:

    Ho due bambini, 4 e 7 anni, non ho ancora consultato il mio pediatra, anche perchè non sono molto convita dell’ efficacia di quasto vaccino e mi preoccupa un bel pò, già sono molto titubante sui vaccini di rutine che vanno fatti, questo poi che non è ancora ben sperimentato, bohho io sono daccordo con Eliana

  75. concettam scrive:

    brava Eliana! Ammetto di essere tra quelli “vaccino si, vaccino no ?”, ma il tuo intervento, indubbiamnte apprezzabile e di notevole incisività, espone, senza mezzi termini, quelle che credo siano le preoccupazioni di tutti riguardo a quest’ ultima campagna di vaccinazioni !

  76. susanna scrive:

    Vorrei tanto sapere se il vaccino per l’ influenza suina sarà OBBLIGATORIO per il mio bambino (2 anni e mezzo) e la mia eventuale (ma assolutamente CERTA) non adesione a questo programma vaccinale avrà delle conseguenze per esempio sulla frequenza all’ asilo o su altre attività.

  77. eliana scrive:

    A proposito di influenza suina… c’è sempre un interesse mascherato… 2000 persone contraggono l’ influenza suina e ci si mette la mascherina… 25 milioni di persone con AIDS e non ci si mette il preservativo
    Che interessi economici si muovono dietro l’ influenza suina ? Nel mondo, ogni anno, muoiono milioni di persone, vittime della malaria..
    I notiziari di questo non parlano…
    Nel mondo, ogni anno muoiono due milioni di bambini per diarrea che si potrebbe evitare con un semplice rimedio che costa 25 centesimi.. I notiziari di questo non parlano…
    Polmonite e molte altre malattie curabili con vaccini economici, provocano la morte di 10 milioni di persone ogni anno. I notiziari di questo non parlano…
    Ma quando comparve la famosa influenza dei polli… i notiziari mondiali si inondarono di notizie… un’ epidemia e più pericolosa di tutte, una pandemia!
    Non si parlava d’ altro, nonostante questa influenza causò la morte di 250 persone in 10 anni… 25 morti l’anno!!
    L’ influenza comune, uccide ogni anno mezzo milione di persone nel mondo. Mezzo milione contro 25.
    E quindi perché un così grande scandalo con l’ influenza dei polli ? Perché dietro questi polli c’era un “grande gallo”.
    Le case farmaceutiche internazionali con il famoso vaccino Tamiflu, vendettero milioni di dosi ai paesi asiatici. Nonostante il vaccino fosse di dubbia efficacia, il governo britannico comprò 14 milioni di dosi a scopo preventivo per la sua popolazione.
    Prima con i polli, adesso con i suini: e così adesso è iniziata la psicosi dell’ inflluenza suina. E tutti i notiziari del mondo parlano di questo. E allora viene da chiedersi: se dietro l’ influenza dei polli c’ era un grande gallo, non sarà che dietro l’ influenza suina ci sia un “grande porco?”
    Se l’ influenza suina è così terribile come dicono i mezzi di informazione, se l’ Organizzazione Mondiale della Salute è tanto preoccupata, perché non dichiara un problema di salute pubblica mondiale e autorizza la produzione farmaci generici per combatterla ?

  78. virginia scrive:

    salve. sono una studentessa universitaria e il mese prossimo andrò a londra per un progetto.. qualcuno di voi sa darmi le giuste direzioni per combattere o prevenire il contagio dell’ influenza ? io che sono italiana posso chiedere il vaccino a londra ? COME ? grazie.

  79. ALBERTO scrive:

    Buonasera,
    leggendo i commenti relativi all’ articolo riportato in questa pagina mi è venuta la pelle d’ oca… a tutti voi preoccupati sul come o sul quando poter essere vaccinati per questa “influenza” consiglio di informarvi accuratamente sulla composizione e sugli effetti che questi vaccini causano all’ organismo! In particolare informatevi sullo SQUALENE, adiuvante presente nei vaccini che entreranno in commercio. E come suggerisce Joelle, non vaccinatevi e soprattutto NON VACCINATE I VOSTRI BAMBINI!

  80. Joelle scrive:

    Ciao a tutti!
    vorrei fare notare che l’ influenza A è molto più leggera della classica influenza stagionale ! Quindi credo che sia assolutamente inutile vaccinarsi, fa bene solo alle tasche delle case farmaceutiche ! Inoltre, come molti sanno, i vaccini sono tutt’ altro che salutari, infatti contengono conservanti a base di mercurio ed alluminio. Per la vostra salute, e quella dei vostri figli: NON VACCINATEVI !!!

  81. Samuela scrive:

    i dipendenti aeroportuali dovrebbero essere vaccinati anche loro contro il virus A-H1N1, visto che ogni giorno sono a stretto contatto con migliaia di passeggeri

  82. paola scrive:

    non nego di essere preoccupata. Ho un bambino di un anno e una figlia di 18. Come si fa a distinguere l’ influenza A h1n1 dalla comune influenza ? e poi un vaccino tanto nuovo somministrato a un così gran numero di persone…
    come facciamo a sapere quali sono i rischi ?

  83. Nicolò scrive:

    dal 15 gennaio inizierà la vaccinazione dai 2 anni ai 27 anni, eseguita dopo che sarà passato o sarà in corso il picco pandemico.
    Con ciò voglio dire che la maggior parte delle persone per quella data avrà contratto la malattia. A che serve vaccinare dopo che c’è stato il picco pandemico ? PER LOGICA BISOGNEREBBE VACCINARE PRIMA. IL VACCINO ESEGUITO DOPO CHE LA MALATTIA HA GIà COLPITO LA MAGGIORANZA DELLE PERSONE PURTROPPO NON SERVE E DIVENTA SOLO UN INUTILE SPRECO DEL DENARO PUBBLICO.

  84. Cristina scrive:

    Io ho un figlio di un anno che il 21 settembre inizierà l’ asilo nido, come farà a difendersi da questa malattia e dato che i sintomi sono molto simili all’ influenza normale come farò a riconoscerla?

  85. agentile scrive:

    i dipendenti comunali dovrebbero essere vaccinati anche loro contro il virus A-H1N1

  86. giancarlo scrive:

    Vorrei sapere dai medici come fanno a difendersi i neonati e quali sono le conseguenze su di loro di un eventuale contagio da influenza.

  87. eliana scrive:

    non ci hanno rovinato abbastanza con i vaccini… bisogna finire il lavoro…
    su su forza.. tutti a farsi vaccinare che è gratis

  88. Nicolò scrive:

    secondo me i grandi esperti che nella prima fase non faranno somministrare il vaccino della suina ai bambini dai 6 mesi in su sono delle persone che non stanno seguendo affatto le indicazioni dei veri esperti e dei pediatri. Purtroppo abbiamo politici tutto-fare che hanno l’ arroganza di sostituirsi ai pediatri. VERGOGNA

  89. alessandra scrive:

    ho un enorme dubbio. poco tempo fa sono andata dal mio medico curante per chiedere, dato che sono in stato di gravidanza, il vaccino per l’ influenza suina. lui me l’ ha sconsigliato vivamente, dicendomi che non si conoscono le controindicazioni. adesso mi chiedo, ma io sono una persona a rischio o no? eventualmente a chi mi devo rivolgere?

  90. CRISTINA scrive:

    Saluto e chiedo: tra le categorie a rischio non sono nominati gli insegnanti o gli operatori scolastici; il nostro anno scolastico inizia il 14 settembre, forse dovremmo anche noi essere vaccinati nel più breve tempo possibile, o no?

  91. concettam scrive:

    Avrei bisogno di sapere se mio figlio, di 3 anni, allergico a latte, derivati del latte ed uovo può essere vaccinato oppure ci sono delle controindicazioni per cui è preferibile evitarlo? Grazie.

  92. Redazione Io Benessere Blog scrive:

    Salve Valeria, prova a chiamare il numero verde istituito dal ministero della Salute: 1500 (è il numero verde di pubblica utilità).
    E prova a chiedere se ci sono indicazioni sulla composizione del vaccino.

  93. valeria scrive:

    Salve, ho 3 bambini di cui uno autistico. Poichè spesso nei vaccini vengono impiegati conservanti a base di mercurio ed alluminio, metalli dai quali mio figlio è intossicato e non deve entrare in contatto, vorrei sapere come fare per avere informazioni certe sulla reale composizione di questo vaccino. Grazie.

  94. Redazione Io Benessere Blog scrive:

    Salve Lele, per quanto riguarda il vaccino per l’ influenza suina A-H1N1, tu e la tua ragazza ricadete nella fascia d’ età stabilita dal Ministero della Salute (dai 2 ai 65 anni) e quindi potete effettuare il vaccino a Novembre 2009.

    Per quanto riguarda invece i BAMBINI, sembra che saranno vaccinati i bambini dai 2 anni in su, ed è proprio sui bambini che il mondo scientifico si divide in quanto la metà dei medici considera l’ età più a rischio quella fra i 6 mesi ed i tre anni mentre l’ altra metà, visti gli effetti blandi del virus, non ritiene necessario sottoporre bambini al di sotto dei due anni ad un vaccino ancora così nuovo e poco sperimentato.

    Agli inizi di settembre 2009 è comunque previsto l’ incontro fra il ministero della salute e le regioni per la definzione totale dell’ utilizzo del vaccino contro l’ influenza A-H1N1. Tutto è quindi ancora in evoluzione e da stabilire.

    Si sa per certo per ora che il vaccino contro l’ influenza A-H1N1 non sarà distribuito in farmacia ma verrà somministrato dai medici di famiglia con priorità per i soggetti a rischio, per le donne in gravidanza e per gli operatori del servizio pubblico e del servizio sanitario.

    Non appena avremo altre informazioni sul vaccino per i bambini, non mancheremo di tenere aggiornato il blog.

  95. lele scrive:

    io e la mia ragazza a dicembre dobbiamo andare in messico, volevo sapere se per noi anche se abbiamo più dei 27 anni c’è la possibilità di vacinarsi a novembre

  96. Kaserillo scrive:

    mi aggiungo alla domanda di mery77: abbiamo bisogno di sapere del vaccino sopratutto per i bambini con meno di 2 anni..

  97. sal scrive:

    Le diete vegetariane e simili possono aiutare a combattere i sintomi dell’ influenza suina e alleviare i disturbi ?

  98. mery77 scrive:

    e il vaccino per l’ influenza per i bambini da 0 a 2 anni ?

  99. Anna Papeschi scrive:

    Cara Rosa, non è come lei dice. La vaccinazione per l’ influenza suina sarà rivolta soprattutto ai giovani di età inferiore ai 30 anni circa perchè negli anni ’70 questo virus era già comparso nei nostri paesi europei e pertanto buona parte della popolazione over 30-35 anni lo ha gà incontrato e ha già sviluppato l’ immunità.
    Inoltre da quello che si è osservato nell’ ultimo anno è emerso che gli over 65 non sono contagiati da questo virus. Cordialità.

  100. Rosa La Banca scrive:

    Spero di sbagliare ma, stando a quanto leggo e sento in TV, per lo Stato gli ultra sessantacinquenni, sani o malati che siano, possono crepare tranquillamente. Per loro non c’è bisogno del vaccino antinfluenza A.
    Se così, allegria, evviva lo Stato!

Website is Protected by WordPress Protection from eDarpan.com.

Benvenuto sul Blog! Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione con cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, accetti il servizio e gli stessi cookie. Migliora la tua esperienza, trova quello che cerchi e... buona navigazione!