Varicella: cosa fare contro il prurito. Per i bambini vaccino contro la varicella

La varicella è una malattia infettiva che si riconosce dalle caratteristiche bollicine e crosticine: compaiono su viso e corpo e danno prurito.

La varicella è inoltre molto contagiosa: si trasmette attraverso le goccioline di saliva o toccando le bolle che compaiono sulla pelle di chi ne è affetto e che sono piene del virus che provoca la malattia (l’Herpes zoster). Per questo molti genitori, curando i propri figli, possono contrarre a loro volta la varicella. Questa malattia infettiva si trasmette ancora più facilmente dell’ influenza e, soprattutto tra i bambini, si diffonde rapidamente.

Varicella: cosa fare contro il prurito

Quando si prende la varicella, sia nei bambini che negli adulti, il corpo e il viso si riempiono di bollicine gonfie e trasparenti ripiene di liquido, che assomigliano a delle vescichette. Il prurito può essere anche molto forte, per alleviarlo è bene comprare in farmacia del talco mentolato, meglio se liquido, oppure alla Calendula, da applicare sulle singole lesioni.
Se, nonostante tutto, si sente ancora prurito, si può assumere qualche goccia di antistaminico (per i bambini occorre seguire le indicazioni del proprio pediatra).


Nel caso in cui ci si gratti a causa del prurito, il rischio è quello che rimanga il segno sulla pelle. Per questo, nel caso dei bambini è bene prendere delle precauzioni.
Se il bambino è molto piccolo, si possono acquistare in un negozio di articoli per bambini dei guantini in cotone, in modo che non riesca a toccarsi con le unghie.
Se il bambino è più grandicello, è utile spiegargli perché non si deve grattare. Se poi, quando sta bene ed è guarito dalla varicella, esce con il sole, è bene mettergli sul viso e sulle parti esposte una crema solare ad alta protezione (50+).

Non sempre la varicella fa venire la febbre, ma in alcuni casi la febbre può superare anche i 39-40 gradi. Se compare, il bambino può assumere del paracetamolo (va evitato invece l’ acido acetilsalicilico che nei bambini può causare problemi neurologici) ed eventualmente mettere delle pezze bagnate in acqua fresca sulla fronte.

Se la varicella si presenta in una forma molto forte, nel caso dei bambini il pediatra può prescrivere un farmaco antivirale, che aiuta a controllare la malattia, limitandone i sintomi.

Quando si sta meglio, sia i bambini che gli adulti possono riprendere tranquillamente a farsi la doccia anche se ci sono ancora delle bollicine o delle crosticine (va invece evitato il bagno nella vasca).
Bisogna lavarsi delicatamente, senza strofinare la pelle, utilizzando detergenti neutri che si possono trovare in farmacia. La doccia deve durare poco e va ripetuta durante il giorno, in questo modo si allevia anche il prurito.

Il vaccino contro la varicella per i bambini dai 12 mesi di età

Oggi esiste il vaccino per la varicella da effettuare ai bambini. Quello contro la varicella è un vaccino sicuro, che richiede due dosi a distanza di un mese l’una dall’altra. Il vaccino può essere eseguito nei bambini a partire dai 12 mesi di età.





Website is Protected by WordPress Protection from eDarpan.com.

Benvenuto sul Blog! Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione con cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, accetti il servizio e gli stessi cookie. Migliora la tua esperienza, trova quello che cerchi e... buona navigazione!