Gravidanza e fecondazione assistita: gravidanza dopo i quarant’ anni, fertilità, salute e rischi per il bambino

gravidanza-e-fecondazione-assistita-gravidanza-dopo-i-quaranta-anni-fertilita-salute-e-rischi-per-il-bambinoAnche in Italia sono sempre di più le donne che decidono di avere un figlio e di affrontare la gravidanza dopo i quarant’ anni. In questi casi le domande più comuni che le donne si pongono riguardano quali problemi aspettarsi in gravidanza dopo i quarant’ anni, come prepararsi alla gravidanza e come affrontare il dopo parto.
Oggi infatti per una donna si fa presto ad arrivare a quarant’ anni senza avere ancora realizzato il desiderio di avere un figlio: anni di studi all’ università, altro tempo e tanta pazienza per trovare un lavoro, evitare di avere un bambino appena assunte e magari non c’è neanche il contratto di lavoro che prevede la maternità perché si lavora a progetto. Oppure si è nel vortice della carriera e bisogna aspettare ancora per avere un bambino. Tutto slitta e la donna arriva ai quarant’ anni posticipando la gravidanza. Secondo un’ indagine dell’ Istituto Nazionale di Statistica, i bambini nati da donne quarantenni sono stati 27.938 già nel 2006 (per fare un paragone, nel 1995 erano 12.383).
La percezione dell’ età si è modificata con il prolungamento della vita media. Oggi ci si sente ragazze almeno fino ai 30 anni. Sono cambiati stili di vita, abitudini e il modo di vedere lunghezza e qualità della vita. Di conseguenza è mutata anche la concezione che abbiamo del corpo e della salute e si arriva alla prima gravidanza sempre più tardi. Le motivazioni più incisive di questa scelta sono di carattere sociale: l’ autonomia economica e abitativa si raggiungono tardi. C’è inoltre la volontà diffusa di posticipare la gravidanza e un figlio alla casa e al raggiungimento di uno status professionale più sicuro per garantire al bambino più possibilità economiche.

GRAVIDANZA DOPO I 40 ANNI: perché avere un bambino diventa più difficile.
Dopo i 40 anni il concepimento è più difficile e la ricerca del figlio non sempre dà risultati. Si stima che una coppia fertile a 20 anni possa concepire in 5 cicli, e dopo i 40 anni ne siano necessari in media 20, cioè un anno e mezzo. Ciò avviene perché si riduce il numero di cellule uovo fecondabili e le patologie uterine sono più probabili.


GRAVIDANZA E FECONDAZIONE ASSISTITA
Recenti studi confermano che l’ infertilità riguarda l’ 11,3% delle coppie di età compresa tra 25 e 44 anni; le percentuali vanno dal 5,6% per le coppie tra i 25 e i 29 anni, fino al 14.7% per le coppie di età compresa tra i 40 e i 44 anni. Quando il figlio cercato non arriva dopo un anno di rapporti sessuali non protetti, occorre indagare se esistano fattori di infertilità maschili o femminili, rivolgendosi ad un centro specializzato. La procreazione (o fecondazione) assistita comprende un insieme di tecniche che facilitano il concepimento e la gravidanza in coppie presunte non fertili. I meccanismi e le tecniche di fecondazione assistita sono varie (come stimolare l’ ovulazione quando questa non è presente; porre l’ uovo fecondato direttamente nella cavità uterina se ci sono ostruzioni tubariche). Dopo i quarant’ anni però anche le possibilità di ottenere risultati con le tecniche di fecondazione assistita sono inferiori. Si tratta di un percorso spesso lungo e faticoso per chi decide di intraprenderlo, e non privo di delusioni perché non sempre è efficace. Per questo è bene che le coppie, prima di iniziare l’ iter per la procreazione assistita, si informino sul tipo e numero di trattamenti da effettuare ogni anno e sulle percentuali di successo del centro, italiano o estero, al quale si rivolgono.

ETA’ DELLA DONNA E GRAVIDANZA: I RISCHI PER MAMMA E BAMBINO
Fino a quale età è possibile per una donna affrontare una gravidanza ed avere figli ? L’ argomento suscita oggi molte discussioni. Mentre è in aumento in maniera netta nei Paesi occidentali la quota di donne che decidono di avere figli nella fascia di età tra i 35 e i 39 anni e tra i 40 e i 44 anni, crescono anche le nascite per le mamme tra i 50 e i 54 anni. Al di là di scelte personali e insindacabili, gli esperti dicono che l‘ età ideale per avere figli è compresa tra i 25 e i 35 anni. Nella fascia di età tra i 35 e i 40 anni la gravidanza è un evento ancora abbastanza sicuro, anche se non è totalmente privo di rischi. Di sicuro la fertilità diminuisce, e questo fattore rende più frequente il riscorso a tecniche di fecondazione assistita. Inoltre, con gli anni diventa più difficile condurre a termine la gravidanza e sono maggiori le probabilità di aborto o di problemi nel terzo trimestre di gravidanza. Inoltre le donne fumatrici o con fattori di rischio cardiovascolare possono avere una difficoltà del letto vascolare uterino di adattamento alla gravidanza, ciò può portare a patologie durante l’ ultimo trimestre di gestazione. Con l’ avanzare dell’ età sono più frequenti anche i rischi legati ad una possibile ipertensione gestazionale, che si verifica in media nel 5% delle gravidanze. Lo stesso parametro sale al 35% nelle donne di 50 anni che hanno usato tecniche di fecondazione assistita. Anche il rischio di mortalità materna è maggiore con l’ avanzare dell’ età della donna, anche se nei Paesi occidentali resta un evento molto raro.

GRAVIDANZA DOPO I 40 ANNI E ANOMALIE CROMOSOMICHE DEL BAMBINO: la sindrome di Down e le patologie cromosomiche.
Se avere un figlio dopo i 40 anni non è un grosso problema per la mamma, per il bambino le cose vanno un pò diversamente. C’è un rischio genetico superiore, vale a dire che aumenta la probabilità di concepire un bambino affetto da trisomia 21 (sindrome di Down) o da altre patologie cromosomiche. Tale rischio per una madre di 40 anni è rispettivamente di un caso su 109 gravidanze e di uno su 63.
La sindrome di Down è causata dalla presenza di un cromosoma 21 in più, che nel 90% dei casi è dovuto alla mancata divisione del cromosoma materno ed è legato all’ età. La probabilità di generare figli affetti dalla sindrome di Down è una su 1500 a 20 anni, sale a una su 280 tra i 35 e i 39 anni e arriva a una su 25 all’ età di 46 anni.
Ogni anno però nascono più bambini con sindrome di Down da madri giovani che non da donne over 35 anni. Questo perché i 35 anni sono considerati la soglia del rischio alto e le donne di età superiore sono sottoposte a esami diagnostici prenatali, mentre quelle più giovani, non essendo considerate ad alto rischio, non sempre vi si sottopongono.

STILE DI VITA E GRAVIDANZA A 40 ANNI: fumo e sovrappeso cause di infertilità.
Per una buona gravidanza lo stile di vita, soprattutto negli anni che precedono la gravidanza, è fondamentale. Ci sono alcuni consigli, validi per tutti, molto importanti se si vuole arrivare all’ età di 40 anni con l’ organismo in salute e in grado di sostenere una gravidanza.
Prima di tutto bisogna mantenere il peso forma, non fumare e fare un minimo di attività fisica regolare. Il suggerimento di non fumare e di mantenere il peso forma arriva anche dall’ Istituto Superiore di Sanità che annovera il fumo e il sovrappeso tra le principali cause di infertilità idiopatica, cioè l’ incapacità di concepire non spiegata e non dovuta a cause note. Questo vale sia per gli uomini sia per le donne.

GRAVIDANZA E FERTILITA’ : FARE L’ AMORE ALL’ ALBA AIUTA IL CONCEPIMENTO
L’ ideale, se si vuole avere un figlio, è fare l’ amore tra le 6.30 e le 7.00 del mattino, vale a dire prima di fare colazione. Farlo all’ alba non è soltanto più piacevole fare l’ amore, perché i livelli di testosterone sono al massimo per la donna e per l’ uomo. Ma è anche il momento migliore perché avvenga il concepimento. Le ragioni sono diverse: il quadro ormonale di entrambi i partner all’ alba è più favorevole all’ incontro tra l’ ovulo e gli spermatozoi, inoltre gli spermatozoi al risveglio sono presenti in maggiore quantità nell’ eiaculato maschile e quindi la probabilità che uno di essi raggiunga il suo obiettivo è più alta.
A ciò si aggiunga che alla sera e andando verso le ore piccole, pur essendo senza dubbio questi i momenti più romantici per fare l’ amore, subentrano stanchezza, pigrizia e le energie dopo un’ intera giornata di lavoro sono in genere parecchio più scarse.

IN FORMA DOPO IL PARTO ANCHE A 40 ANNI
Nuoto, yoga e palestra per tornare in forma fisica dopo la gravidanza, ma ci vuole pazienza.
Se la gravidanza è stata fisiologica, cioè se tutto è andato come doveva, non ci sono differenze nella fase di recupero dopo il parto tra una donna giovane e una quarantenne. Se invece ci sono stati problemi di tipo ipertensivo o altro, è fondamentale effettuare un monitoraggio attento anche nella fase del puerperio fino al rientro in equilibrio.
Se la gravidanza è filata liscia, con un pò di attività fisica (esercizi post-parto di yoga, nuoto, o dell’ attività fisica che più piace) ogni donna può essere protagonista del recupero della forma fisica che aveva prima della gravidanza. Ciò richiede un pò di tempo, come avevano richiesto tempo le modifiche del corpo fino al momento del parto. Non c’è fretta: l’ importante è ricordare che dopo il parto e dopo un periodo di grande stanchezza per il quale è fondamentale il buon sonno al fine di recuperare energie, la ripresa del movimento fisico migliora il tono dell’ umore, le condizioni generali della donna, l’ immagine allo specchio e scarica le tensioni.

SESSO POST GRAVIDANZA
La nascita di un figlio è un meraviglioso terremoto che riguarda praticamente tutto, la vita privata, gli amici, il tempo libero. E ovviamente anche la sfera sessuale dei genitori.
Quali sono i tempi giusti per ricominciare a fare l’ amore ? Normalmente servono dalle 4 alle 6 settimane perché l’ utero riprenda le sue dimensioni e il collo dell’ utero reintegri le sue funzioni protettive. Se non è ancora ben chiuso, risulta più vulnerabile alle infezioni e si può compromettere la fertilità futura. Nel caso di parto cesareo o altre complicazioni i tempi diventano più lunghi.
Non è un limite rigido, ma è raro che una coppia senta il bisogno di riprendere l’ attività sessuale prima di 4-6 settimane dal parto, dato che i neo-genitori sono impegnati con l’ accudimento del neonato e anche per le modificazioni endocrine nell’ organismo della donna che non favoriscono il desiderio. Basta ricordare che, quando si allatta, nel sangue della mamma ci sono alti livelli di prolattina, un ormone che “rema contro” la libido. In più, c’è una carenza di estrogeni, che induce secchezza vaginale e i rapporti possono diventare dolorosi.
Anche i papà hanno bisogno di tempo: secondo studi recenti, nei primi mesi di vita del figlio vanno incontro a un calo di testosterone, e quindi del desiderio sessuale. Il che dimostra che la natura stessa provvede a raffreddare l’ impulso erotico in entrambi i partner.


leggi anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

186 Risposte

  1. Ilaria says:

    Cara Irene, mi dispiace molto sentire queste notizie… so come stai ed immagino la tua delusione, avendo provato anche io l’esito negativo di due inseminazioni intrauterine. Purtroppo sembra che nessuna di noi riesca ad essere un pò fortunata con la gravidanza. Anche io come Claudia, avendo fra qualche mese 47 anni, ho abbandonato l’idea di fivet iui e tantomeno gravidanza naturale! E penso all’ ovodonazione come unica via fattibile (anche se nessuno poi ci dà la certezza della riuscita!). Così, volevo accennare al mio compagno di fare almeno un colloquio al centro dove già abbiamo fatto le iui per sapere almeno l’Iter, purtroppo è molto costoso e poi c’è anche il problema di dover andare all’estero. Vediamo …per ora un abbraccio a tutte! E come sempre “in becco alla cicogna!”

  2. francesca says:

    ciao ragazze, leggere i vostri commenti è davvero bello, scoprire che siamo in tante a voler diventare mamma mi commuove… io ho 42 anni, anzi 43 a luglio, vorrei tanto avere una gravidanza ma mio marito è sterile e non so se con la icsi facciamo ancora in tempo. noi abbiamo perso 3 anni per colpa di un’ infezione che aveva lui e che è stata difficile da debellare. vorrei fare un tentativo a taranto, clinica Crea dottor Carone, voi cosa mi consigliate? grazie delle eventuali risposte

  3. claudia says:

    Cara Irene, posso capire come stai in questo momento. Le parole possono sembrare inutili, ma ti prego cerca di trovare la forza. Se hai fatto questo tentativo è perché c’era ancora qualche speranza! Per quanto mi riguarda, il mio pensiero gira attorno all’ ovodonazione, ma la decisione da prendere non è facile! Però il desiderio di diventare mamma è sempre più forte anche se ho 47 anni! Non scoraggiarti! un abbraccio

  4. IRENE says:

    ciao ragazze, il 25 di gennaio ho fatto la mia terza e ultima fivet dopo aver fecondato 2 embrioni di 4 e 8 cellule di prima qualità, le beta sono venute negative come sempre e come ogni volta. domani le devo ripetere ma senza nessuna aspettativa, visto che non credo si possano positivizzare. fino ad ora il risultato è stato nullo. sono veramente distrutta… auguro una buona serata a tutte e mi auguro che a qualcuna di voi le cose vadano meglio. un abbraccio

  5. claudia says:

    Ciao Stefania, aspettiamo le tue belle notizie! E che sia di stimolo a quelle come me che vivono pensando ad una gravidanza, ma purtroppo tentennano a prendere una decisione… aggiornaci, mi raccomando! io faccio il tifo per te! In bocca al lupo! e che arrivi presto questa bella notizia… frutto di tanto amore!
    un bacione a te e a tutte

  6. stefania says:

    Cara Claudia, credimi, sono così entusiasta di avere fatto la scelta di poter avere un figlio che il fatto che l’ ovulo sia di un’altra donna per me é solo un dettaglio. Il primo passo é stato fatto! Adesso attenderò la chiamata e poi vi farò sapere.
    Un bacio grande a tutte

  7. claudia says:

    Le parole di Silvia toccano il cuore. Per quanto mi riguarda mi sto informando un pò sull’ovodonazione… mi sono data un limite per decidere entro quest’anno! Sono molto confusa, e tesa… credo però che sia l’unica alternativa nel mio caso! Le informazioni le sto avendo via e-mail sono sull’età, dicono che dopo i 46 anni viene valutata l’ovodonazione! Si, l’ovulo sarà di un’altra donna, ma il bimbo è nella tua pancia e non fa la differenza! Certo, bisogna valutare che non sempre funziona e che ha un costo… Ora però la ricerca è difficile per me… a chi affidarsi? Un bacio a Silvia, e a tutte!

  8. Silvia says:

    Ciao a Claudia, Ilaria, Alessandra e a tutte voi. Io ho sempre desiderato avere dei figli, ma le circostanze della vita (o non era il momento giusto, o non era la persona giusta) mi hanno allontanato da questo obbiettivo. Ho iniziato a provarci a oltre 44 anni con poche speranze, ma ogni mese ci pensavo eccome! Sono rimasta incinta dopo quasi un anno ed era una gravidanza bellissima, poi, come già ho scritto in un mio precedente commento, la doccia fredda: sindrome di down diagnosticata da villocentesi alla tredicesima settimana e conseguente parto indotto dolorosissimo da tutti i punti di vista. Dopo qualche mese, a 46 anni, ho deciso di provarci ancora, piena di dolore e di sensi di colpa. Poi il miracolo (e tanta paura che potesse accadere di nuovo qualcosa di terribile) di una nuova splendida gravidanza e la nascita di Federico che dorme accanto me nel lettone perchè a 19 mesi vuole ancora la poppa! Io ci ho solo provato naturalmente, perchè non me la sentivo di affrontare lo stress che deriva dal seguire i possibili iter per favorire una gravidanza, e comunque il mio compagno non riesce neppure a fare un normale prelievo di sangue per cui non avrebbe assolutamente collaborato. Per me ha funzionato l’affidarmi alla natura, ma conosco anche storie di fecondazioni assistite concluse con la nascita di bellissimi bambini, per cui credo che ciascuno debba scegliere la via che ritiene più giusta, quello che conta è il fine. Comunque non colpevolizzatevi se ci pensate ogni mese, è assolutamente normale e anche io ci pensavo sempre e stavo ad ascoltare tutti i possibili sintomi di gravidanza, quindi non penso che lo stato d’animo renda meno possibile una gravidanza, piuttosto rende più difficile la vita e il rapporto con le persone vicine, soprattutto il rapporto di coppia. Vi abbraccio tutte forte forte e aspetto belle notizie.

  9. claudia says:

    Cara Alessandra, io credo che tu non debba mollare! Anch’io la penso come Ilaria che più ci pensiamo e peggio è! Anch’io ogni tanto (forse perchè abbiamo l’orecchio attento per questo argomento) sento storie di donne della nostra età che attendono o hanno partorito naturalmente e senza cercare la gravidanza!
    Proprio l’altro giorno la figlia di una mia conoscente ha partorito (ha 20 anni) e in camera con lei c’era una donna di 48 anni che aveva appena avuto un bel maschietto di 4 kg! Gravidanza bellissima e parto naturale e con un mare di latte! Io quando sento queste storie gioisco e riesco ancora a sorridere e a pensare positivo… spero di riuscire anche a trasmettere a voi questa speranza! Forza ragazze! Un abbraccio

  10. Ilaria says:

    Cara Alessandra, sarebbe bello che ogni tanto qualcuna di noi desse una bella notizia! Invece a quanto pare non è così, a parte Silvia che comunque ci fa ancora “sognare”! Ultimamente ho saputo tramite delle conoscenti di due donne (una di 45 e una di quasi 47 anni) che hanno avuto proprio ora gravidanze naturali e perfette, e bimbi altrettanto sani! Ma aggiungo che entrambe non cercavano assolutamente la gravidanza e per loro è stata una sorpresa! Temo che noi siamo ormai veramente “fissate” e ci pensiamo troppo… cosa che psicologicamente influisce molto su un eventuale concepimento. Ahimè io sono la prima a farlo! Mi riprometto di non pensarci e poi sto lì a calcolare i miei giorni del ciclo! Vi abbraccio speranzosa per tutte! E che sia l’anno della svolta!

  11. alessandra says:

    Ciao a Tutte… dopo un bel pò di tempo eccomi di nuovo e non con meravigliose novità come speravo… mi sono stati consigliati dopo varie cose 4 cicli di stimolazioni e niente… la pillola per 3 mesi per mettere un pò in moto tutto di nuovo e poi si riprova… forse devo proprio pensare di rinunciare?!

    Ps: un grazie a Silvia per l’iniezione di fiducia… io ho 46 anni e la vorrei tanto davvero una gravidanza! Come ci sei riuscita? un abbraccio!

  12. claudia says:

    E’ bellissimo questo nostro sentirci vicine e condividere con così tanto amore le belle storie che ci sono state come quella di Silvia e del suo e forse un pò anche “nostro” Federico! Speriamo che il 2013 ci aiuti a trovare la senenità che abbiamo perso e che sia di stimolo per tutte noi… cerchiamo di essere più fiduciose e nei momenti bui pensiamo a Silvia e a Federico anche se non li conosciamo personalmente… un abbraccio a tutte voi, buon anno a voi e alla redazione

  13. stefania says:

    Che bello Silvia! Grazie per questa iniezione d i fiducia. Un bacio speciale al tuo bimbo speciale. Buon anno a tutte voi ed alla redazione che ci dà la possibilita di coltivare i nostri sogni. Grazie di cuore!

  14. irene says:

    ciao ragazze, vi auguro un felice natale e che questo 2013 porti a tutte la realizzazione del nostro desiderio più grande: una gravidanza! un bacione a tutte e un grazie particolare alla redazione del blog che ci permette di usare questo spazio per sfogarci nei nostri momenti più tristi e di gioire nei pochi momenti belli che la vita ci sta riservando…

  15. Ilaria says:

    Auguri di cuore Silvia per te e per Federico! Quando sento le tue parole credo ancora nei miracoli! Un abbraccio

  16. claudia says:

    Grazie Silvia, non ci siamo dimenticate di te… grazie per la forza che ci dai e questo è un buon augurio per il 2013! Io abbraccio il tuo bimbo speciale e la sua mamma altrettanto speciale… TANTI AUGURI

  17. Silvia says:

    Sono Silvia, non so se vi ricordate di me e il piccolo Federico che ho avuto a 47 anni. Oggi compie 18 mesi ed è davvero un bambino speciale. Vi ho continuate a seguire in silenzio augurandovi in cuor mio di sperimentare lo stesso miracolo e vi esorto a non mollare. Qualsiasi percorso sceglierete di seguire è legittimo, l’importante è quel bimbo che avrete tra le braccia. Un abbraccio forte a tutte voi

  18. Redazione IO Benessere Blog says:

    Grazie a Claudia ed Ilaria, ricambiamo con i più sinceri auguri di Buon Natale a voi e a tutte le donne che continuano a scriversi e a sostenersi in questa pagina del blog. Questo spazio è vostro, e il blog lo fate anche e soprattutto voi, coi vostri commenti e con l’ aiuto gratuito e sincero che vi date a vicenda. Per questo vi ringraziamo e vi auguriamo tutto il meglio che potete avere per questo 2013! Un abbraccio da tutto lo staff di Redazione di IO Benessere Blog

  19. stefania says:

    Auguri a tutte anche da parte mia. Che il nuovo anno porti belle novità a tutte…. cominciando da me magari… il 9 gennaio comincia l’avventura in quel di Brno… Auguri!

  20. Ilaria says:

    Ricambio gli auguri con affetto a te Claudia, alle nostre amiche ed alla redazione del Blog… tantissimi auguri cari di Buone Feste e la speranza che un giorno vicino qualcosa di meraviglioso possa accadere! Un abbraccio grande

  21. claudia says:

    Auguro a tutte voi BUONE FESTE e la realizzazione dei desideri che sono nel vostro cuore… Con grande affetto a voi tutte e alla redazione di questo blog che ci permette di comunicare fra noi e condividere i nostri più profondi pensieri

  22. claudia says:

    Ciao Ilaria e tutte! Sinceramente non so i metodi seguiti da Carmen Russo… sicuramente non sarà stato un percorso facile! ma l’ammiro! Per quanto riguarda il Dott Semprini, l’ho scoperto sempre facendo le mie ricerche in internet e credo sia uno dei dottori di ottimo livello nel campo delle gravidanze in tarda età e con una grande umanità (è molto importante per noi)… riceve a Milano ma anche in altre parti d’Italia.. non so… Poi ti dico. Hai ragione: ci dobbiamo muovere! un bacione a te e a tutte

  23. Ilaria says:

    Ciao Claudia e ciao a tutte! Sono contenta di sentirti ottimista! Ho sentito dire che Carmen Russo ha fatto autoovodonazione (non so se è vero), nel senso che anni fa quando aveva cominciato l’ iter per inseminazione, ha congelato suoi ovociti …ma a me sembra strano Comunque l’ammiro per l’età che ha… che facciamo, aspettiamo anche noi di avere 54 anni o vogliamo fare qualcosa prima? Un bacio grande. ps: non ho mai sentito Dott Semprini, dove sta?

  24. claudia says:

    Ciao a tutte! Oggi ho letto un pò di notizie relavite alla gravidanza di Carmen Russo… che bello! lei ci può dare davvero la carica! A proposito qualcuno di voi ha sentito parlare del dottor SEMPRINI? Ho letto alcune sue recensioni così positive… Per ora, un salutone a tutte prima degli auguri per il prossimo Natale

  25. claudia says:

    Brava Stefania! Non sai quanto ti ammiro! Io riesco a sfogarmi solo con voi perchè sapete cosa vuol dire desiderare tanto una gravidanza e un bambino che non riusciamo ad avere… anche alla nostra età! Tante di voi hanno sofferto come me e non riescono a ricucire la ferita… Per me è quindi importante comunicare con voi! un bacione a tutte

  26. stefania says:

    Ehi ragazze! Quanto tempo! É già da 5 mesi che non ho il ciclo e ormai ho deciso! Il 9 gennaio mio marito si recherà a Brno e dopo si vedrà. Forza Ilaria e forza Claudia! In qualche modo ce la faremo ad avere la nostra gravidanza e il nostro bambino. Baci a tutte voi!

  27. claudia says:

    Ciao Ilaria, e ciao a tutte… come passa il tempo… Per quanto mi riguarda, credo che oramai sperare sia un’illusione! E’ triste da ammettere, ma è così! In più in questo periodo ho mille altri pensieri e vedo tutto nero… A Ilaria dico che saltare un ciclo non è solo da attribuire all’età! Capita a tutte! A me capitava più da giovane e ora sono precisa come un orologio svizzero! Mah! E io ho un anno più di te! MA CHE VOGLIA DI MATERNITA’! Non so, ma forse non sono normale… che dite? un bacione a tutte!

  28. Ilaria says:

    Ragazze come state? Che fate? Avete gettato la spugna o avete qualche bella notizia? Io posso dirvi che per la prima volta questo mese mi è saltato il ciclo (del resto ho 46 anni e mezzo) e ovviamente ho fatto anche il test di gravidanza! Cosa abbastanza ridicola visto che non sono rimasta incinta neanche con due iui! comunque adesso aspetto e spero che il ciclo mi torni …(spero che torni) e non so più neanche a che giorno sono ….mah! Un grande abbraccio a tutte!

  29. claudia says:

    Si Stefania, quello che hai sentito corrisponde al vero! Ed è anche vero che l’ ovodonazione dà davvero ottime speranze, a volte oltre il 60%! Io poi continuo ad essere dell’ opinione che i figli non sono tuoi solo perché li partorisci… In questo caso la gravidanza sarebbe come tutte le altre anche se l’ ovocita non è il tuo! Che bello sentire queste opinioni… Io in questo periodo purtroppo non mi do pace e con la mente non serena non si riesce a pensare a niente! E intanto il tempo scorre… un abbraccio a te, Alessandra, Ilaria, Cinzia e a tutte le altre con le quali scambiamo le nostre idee, a volte tristi, ma tante altre volte piene di speranza!

  30. stefania says:

    Per Cinzia: parlando con l dott. Texl della Sanatorium Helios di Brno, mi ha confemato che la probabilità con ovodonazione è superiore al 50%. E poi ho sentito dire in TV dal “modesto” dott. Antinori che il feto prende tantissimo dal carattere della donna ricevente… quindi il figlio è propro TUO! appena recupero un pò di soldi parto per Brno, ragazze. In bocca al lupo a tutte voi

  31. Ilaria says:

    Brava Alessandra! Dacci tue belle notizie che ci tiri un pò su il morale! In bocca al lupo!

    Per Cinzia: anche io so che con l’ ovodonazione ci sono il 60% di possibilità di avere una gravidanza… e come mi ha detto un mio amico ginecologo, l’ ovocita è di un’ altra donna, ma poi l’ embrione deve attecchire nel TUO utero con il TUO sangue… quindi… Un bacione a tutte!

  32. alessandra says:

    …che meraviglia! oggi dopo l’ esito dell’ eco follicolare dopo terapia con meropur sono felice… ora speriamo bene il proseguo! baci! dai forza… viva la Vita!

  33. cinzia says:

    ciao Claudia, si mi sono informata, mi hanno risposto che per loro ci sarebbero più del 60% di probabilità con l’ ovodonazione, ma mio marito dice di provare prima in modo naturale, infatti ho un appuntamento con il ginecologo e senza dubbio mi bombarderà di ormoni. Se non va passiamo all’ ovodonazione, mio marito dice che fatto con l’ ovodonazione il figlio sarebbe solo suo e per niente mio, staremo a vedere. Tu comunque non essere confusa, dai tirati su. Un bacio

  34. claudia says:

    Ciao a tutte. Oggi sono ritornata a rivedere il sito emBio. Volevo sapere qualcosa di più… accidenti sono così confusa…. Chissà se Cinzia si è interessata… un bacio a tutte voi

  35. mary says:

    ciao Annalisa, puoi provare dalla dott.ssa Giulia Colombo… ne parlano tutti bene, è una ginecologa che si occupa di pma a milano. in bocca al lupo, facci sapere

  36. annalisa says:

    Sono Annalisa, 45 anni compiuti a giugno e tre gravidanze alle spalle, felicemente concluse, nonostante i problemi, tre cesarei, con tre meravigliosi figli… ora ne vorrei un quarto con il mio attuale marito, il quale ha gli spermatozoi poco mobili, sono 3 anni che proviamo ma niente… pensavamo di rivolgerci a qualche medico o struttura… abitiamo vicino a milano… qualcuna di voi, più esperte in questi problemi, può consigliarmi strutture o ginecologi in grado di aiutarci? grazie ancora a chi risponderà e un abbraccio a tutte!
    Annalisa

  37. claudia says:

    cara Irene, anche per me la vita non ha senso senza un bimbo… e come ho già detto precedentemente, credo che io e voi saremmo state delle mamme meravigliose! I tuoi sentimenti e quelli delle altre sono comuni… la nostra vita è vissuta a metà. Vorrei tanto darti coraggio… vorrei tanto anch’io saper dare forza, ma in questo momento sto come te, a terra! Sfoghiamoci almeno così, condividendo quello che abbiamo dentro, nella speranza di avere quanto prima una buona notizia… un bacione

  38. irene says:

    ciao Ilaria e a tutte le altre amiche di sventura come me… anche io in questo periodo sono piuttosto giù anche perchè oltre a tutti i problemi lavorativi sento sempre più forte in me il desiderio di avere un bambino… oltretutto anche volendo (e non ne sono sicura) per fare l’ ovodonazione ci vogliono troppi soldi che in questo momento non abbiamo… e lo stesso vale per l’ adozione, oltre ai tempi troppo lunghi… mi sembra di essere in un vicolo cieco senza via di uscita e sono arrivata ad un punto in cui non trovo niente che mi faccia piacere fare… è come se la mia vita avesse un senso solo se avessi un bambino accanto a me… sono davvero giù.. scusatemi per questi tristi pensieri e mi auguro che a qualcuna di voi le cose vadano meglio… un bacione a tutte e buon fine settimana…

  39. claudia says:

    Cara Ilaria, anch’ io provo le stesse tue emozioni quando per strada incontro una donna in gravidanza (non per invidia), anch’io come te quando vedo un bambino/a down mi sento osservata; e ti dirò di più, mi viene una voglia di stare con loro, di parlare, come se così riuscissi a comunicare con la mia bambina… Non so se questa è una protezione inconscia, sta di fatto che mi sembra di avere un legame con loro! Io non sono ottimista, e tutti i momenti penso a quanto ho perso… non sono piena di energie anche se vorrei fosse così. In certi momenti di sconforto totale, penso alla possibilità di essere felice, come lo saresti tu con un figlio e mi metto a cercare commenti sulla pratica dell’ ovodonazione, dell’ adozione, di tutto ciò che con le difficoltà riuscirebbe a darmi ciò che non ho avuto per un triste destino… Capisco anche il nervosismo dei nostri compagni, mariti che vedendoci così, di certo non sono contenti e dimostrano magari poca sensibilità nei nostri confronti… tutte cose comuni, credimi! Noi non siamo pazze se vogliamo essere madri, credimi! Non ascoltare le parole di persone insensibili al problema… ultimamente sono venuta a conoscenza di due donne che hanno avuto un figlio a 48 anni, il primo, con gravidanze meravigliose, parti normali e bambini sanissimi! Saranno rari, ma ci sono! Anche le nostre nonne partorivano a tarda età! Mia nonna aveva 46 anni e la mamma di mia suocera 47! solo nella mia famiglia due casi! Ultimamente le gravidanze alla nostra età non sono più così strane e isolate! Credimi, vorrei tanto trovare un pò di stabilità, ma non ci riesco! un abbraccio affettuoso

  40. Ilaria says:

    Care ragazze, ho letto con interesse i vostri recenti commenti. Siete nonostante tutto sempre piene di buone parole, positive e piene di energia. Io ammetto che mi sto deprimendo molto… gioco ancora ogni mese con gli stick persona come se avessi 20 anni… e poi quando puntuale mi arriva il ciclo (perché mi arriva puntuale ancora!), allora divento nervosa ed intrattabile. Quando esco vedo ovunque pance e allora guardo subito il viso della gestante per capire quanti anni ha …ed in effetti mi rendo conto che donne più grandi di 40/42 anni è difficile vederle! Inoltre, come se questa paranoia non bastasse, vedo bimbi o anche ragazze down in giro… che mi guardano come se capissero che io una bimba come loro non l’ho voluta. Penso a questa benedetta ovodonazione, anche se è complicata dovendo anche andare all’ estero. Ovviamente poi essendo io così nervosa, ne risente il rapporto con il mio compagno… con il quale ultimamente ho qualche difficoltà di relazione. Scusate lo sfogo, solo con voi posso confidarmi …perché a molta gente una donna che vuole un figlio a 46 anni sembra pazza! Un caro ed affettuoso abbraccio a tutte voi!

  41. claudia says:

    si, il sito l’ho scoperto io in una giornata tanto “giù di tono”… cercavo cercavo e alla fine leggendo delle recensioni molto positive ho contattato questo centro in Grecia e subito mi hanno risposto spiegando tutto per bene e anche indicando i costi… Anche ieri l’ho visitato e mi trasmette positività! un bacio Pink e tutte

  42. Pink says:

    cinzia, veramente quel sito claudia lo conosce già: te l’ha consigliato lei stessa in un commento precedente, non ilaria… il commento di claudia indicava proprio emBIO dr. Thanos Paraschos, era questo: https://www.iobenessereblog.it/gravidanza-e-fecondazione-assistita-gravidanza-dopo-i-quarant-anni-fertilita-salute-e-rischi-per-il-bambino/900/comment-page-1#comment-93297

  43. cinzia says:

    Claudia il sito è questo: Embio dot Thanos Paraschos

  44. claudia says:

    mi piacerebbe tanto venire a conoscenza di questo sito… è possibile?

  45. cinzia says:

    CIAO CLAUDIA sto sul sito che mi ha suggerito ILARIA, mi ha trasmesso una speranza in più, non vedo l’ ora che si sveglia mio marito così lo metto al corrente. sono ecitatissima, credo che ne sarà entusiasta anche lui, poi vi dirò. un bacio a tutte voi! è vero, questo forum è grandioso, ti ritrovi a parlare e a leggere con nuove amiche. grazie a tutte e un saluto speciale a ilaria

  46. claudia says:

    ciao a tutte! sto imparando tanto da voi, e leggere quello che scrivete aiuta tanto e dà la spinta necessaria per poter stimolare un pò questo nostro destino! quindi BRAVA CINZIA che si sta interessando (fammi sapere) e brava Alessandra che sta tentando la terapia ormonale…
    ma brave a tutte le donne che combattono per un fine meraviglioso: UN FIGLIO!

  47. alessandra says:

    hola a tutte carissime… io non mollo! continuo anche questo mese con un’ altra terapia ormonale… sembra che qualcosa risponda… anche l’ ovaio destro che prima dormiva! beh speriamo… un abbraccio a tutte!

  48. cinzia says:

    Claudia ti ringrazio e poi ti faccio sapere, stasera con mio marito vado sul sito, sarebbe bello trovarci in Grecia ! io spero che questa sia la mia strada, potrebbe essere anche la tua, datti una spinta, spera ancora, noi donne siamo forti e per un figlio siamo combattive. un bacio grande grande

  49. claudia says:

    Sai Pink, penso che tante volte le sofferenze poi portano anche tante cose buone, non che con questo bisogna soffrire, anzi… a me la vita ha tolto tanto e quando sento storie come quelle di tua cugina e altre mi sembra di viverle di persona… oggi mi sento bene, perchè so che si può rinascere… e sentire che tua cugina è riuscita a parlare anche con il suo papà mi fa pensare che la vita ad un certo punto riesce a darti ciò che ti ha tolto in precedenza, ma con gli interessi! Io purtroppo il mio papà l’ ho perso a 16 anni e ancora ora a distanza di tempo mi manca da morire! Leggere questa storia mi ha commosso, ma riesco a vedere oltre… un bacio anche a te

  50. Pink says:

    Grazie ancora Claudia, loro sono già “oltre” la sofferenza, sono già sulla strada dell’ amore! Pensa che mia cugina, proprio grazie alla scelta dell’ adozione, è riuscita anche a parlare di nuovo con suo padre, che non vedeva da molto tempo. Ha superato tutto, non ha più rancore o rabbia nei confronti del suo padre “assente”. Davvero l’ amore e il desiderio di avere un figlio può tutto! Auguro il meglio anche a te. un bacio

error:
Benvenuto sul Blog! Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione con cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, accetti il servizio e gli stessi cookie. Migliora la tua esperienza, trova quello che cerchi e... buona navigazione!