Come curare la pelle dopo l’allattamento

Alle neo mamme capita spesso che la pelle appaia secca ed opaca. Le zone più interessate sono il viso, il seno e la pancia. Ecco alcuni semplici rimedi per ridare alla pelle tonicità e lucidità.
Come curare la pelle dopo l’allattamento e renderla di nuovo morbida come prima della gravidanza?
Basta adottare alcuni semplici accorgimenti ed utilizzare qualche prodotto ad hoc e il problema scomparirà.
La pasta bepanthenol, che è specifica per le irritazioni della pelle del seno durante l’allattamento, è ad esempio un valido aiuto. Questo unguento rigenera e idrata anche le pelli più secche e screpolate e corre in aiuto di tutte le mamme non solo per il loro corpo ed i loro inestetismi, ma anche per combattere le irritazioni da pannolino dei loro amati bebè.
come-curare-pelle-dopo-allattamento
Utilizzare ogni giorno una crema per il viso e per il corpo che abbia proprietà idratanti ed emollienti, e nutrire e proteggere così la propria pelle, è la cosa migliore che si possa fare per prendersi cura della propria persona.
Se si è solite truccarsi, è oltretutto bene evitare (per togliere fondotinta, mascara e quant’altro) i detergenti più aggressivi e il sapone. Proprio quest’ultimo, come è risaputo, secca la cute e lascia che si screpoli con più facilità.
Gli esperti consigliano prodotti naturali ed oleosi, meglio se a base di olio di mandorla. Altre sostanze utili?
Il silicio, la soia, l’alchemilla, l’edera, il collagene e l’elastina aiutano le cellule a rigenerarsi e donano alla pelle una nuova vita.

Perfino fare attenzione alla propria alimentazione serve a curare la propria pelle. Aumentare il consumo di frutta e verdura, ma anche di yogurt e latticini, aiuta la pelle a rimanere tonica, morbida e giovane. I migliori alleati della cute sono i prodotti e i cibi ricchi di vitamina A. Occorre ricordare infine che i bagni bollenti, così come l’uso del sapone, sono i peggiori nemici dell’idratazione della pelle e in questi casi vanno evitati.

Cosa rende la pelle delle neo mamme così opaca e fragile? Quali sono le cause di questi piccoli problemi ed inestetismi?
I medici concordano nell’affermare che il nutrimento donato al bebè attraverso la placenta e la conseguente perdita di parecchie sostanze nutritive, anche durante il periodo dell’allattamento, mette a dura prova la tenuta della pelle. La scarsità delle vitamine e dei sali minerali la rende meno elastica e luminosa.
In generale la pelle di una donna, durante la gravidanza e l’allattamento, va incontro a numerose trasformazioni ed attraversa un periodo piuttosto difficile anche a causa degli ormoni.


Altri problemi legati soprattutto all’allattamento riguardano il seno. Molte mamme dicono di vederlo più svuotato e cadente, riscontrando anche una certa secchezza della pelle. Anche in questo caso molti consigliano di applicare ogni giorno una crema idratante e rassodante, massaggiando con cura la parte interessata. L’unguento, scaldato con le mani, va applicato sia alla sera che alla mattina, partendo dall’attacco dei seni ed arrivando ai capezzoli con piccoli e delicati movimenti circolari. Solo così i principi attivi dei prodotti utilizzati arrivano fino in profondità garantendo l’effetto benefico.

Il fenomeno della pelle secca è comunque transitorio. L’uso costante di creme idratanti ed emollienti riesce di solito a sconfiggere gli inestetismi. Se il problema dovesse persistere, però, si può sempre contattare il proprio medico e valutare l’assunzione di alcuni integratori.


leggi anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error:
Benvenuto sul Blog! Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione con cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, accetti il servizio e gli stessi cookie. Migliora la tua esperienza, trova quello che cerchi e... buona navigazione!