Consigli per capelli fini, ricci, secchi o con forfora

I capelli sono esposti alle aggressioni di inquinamento, phon o piastra. Possono quindi diventare ruvidi, spenti e stressati.
I capelli risentono anche dell’alimentazione quotidiana che segui: bevi almeno due litri di acqua minerale naturale al giorno e consuma frutta e verdura. Assicurati inoltre un adeguato apporto dietetico di aminoacidi: costitutivi delle cheratine dei capelli. Gli aminoacidi sono contenuti in cereali, legumi, carne, pesce e latticini.
Un capello sano è robusto e lucido. Oltre a seguire una dieta sana, prenditi cura dei tuoi capelli con i trattamenti giusti: segui i consigli per avere capelli morbidi, lucidi, brillanti e setosi in tempi brevi.
capelli fini consigli

Soluzioni per capelli fini e fragili: consigli per avere capelli più voluminosi

Quando i capelli sono molto fini, fragili e si spezzano con facilità, è utile fare una cura mensile con lozioni specifiche a base di:
– vitamina E
– aminoacidi (come ornitina, metionina, taurina)
– estratti naturali antiossidanti (come la soia).

Per lavare i capelli usa uno shampoo fortificante e volumizzante con melograno, olio di avocado o pantenolo.
Quando i capelli sono particolarmente deboli, assumi per 2-3 mesi degli integratori alimentari naturali. Tra i più utili ed efficaci ci sono gli integratori a base di vitamina B e C, selenio, zinco, olio di borragine, biotina, calciopantotenato.

Dopo lo shampoo, prepara una maschera per capelli fai-da-te. Ecco la ricetta naturale: mescola 1/4 di tazza di gel d’aloe e un cucchiaio di olio di semi di cotone; aggiungi 2 cucchiai d’argilla bianca e mezza tazza d’acqua; applica la maschera sui capelli dopo lo shampoo e lasciala agire per 15 minuti, infine risciacqua con cura.
Puoi richiedere tutti i prodotti descritti in erboristeria.

Per quanto riguarda invece il taglio migliore per chi ha i capelli fini, è consigliato un taglio scalato ma non troppo sfilato, che ha un effetto volumizzante. Se ami la frangia, è meglio farla laterale, irregolare, sfilata o multistrato, l’importante è che sia studiata su misura per te dal parrucchiere e ben proporzionata in lunghezza e larghezza.

Trattamenti efficaci per capelli ricci, grossi e ingestibili

capelli ricci consigli anti crespo
Per combattere l’effetto crespo e garantire la massima definizione dei capelli ricci, usa uno shampoo specifico con olio di argan, malva o aloe (richiedilo in erboristeria): addolcisce, idrata e rende i fusti dei capelli più forti.
Sono ottimi anche gli shampoo con glicerolo idratante, derivati di silicone anti-crespo e polimeri che favoriscono la tonicità dei capelli ricci.

Dopo lo shampoo, usa un balsamo idratante con burro di karitè: stendilo su tutta la lunghezza dei capelli e lascia in posa 15 minuti prima di procedere al risciacquo.
A capelli ancora bagnati, usa una spuma anti umidità o un soin lisciante, infine completa con l’asciugatura.

Per evitare le doppie punte, più facili per questo tipo di capelli, vai dal parrucchiere ogni mese per il taglio.

Capelli molto secchi: come avere capelli morbidi e setosi?

Prima dello shampoo, fai un impacco per capelli di due ore. Ecco come preparare un utile impacco per capelli fai-da-te con ingredienti naturali che puoi richiedere in erboristeria; mescola quanto segue:

  • 50 ml di olio di germe di grano (o di mandorle dolci)
  • 10 gocce di olio essenziale di cedro
  • 10 gocce di olio essenziale di lavanda
  • 5 gocce di olio essenziale di melissa
  • 5 gocce di olio essenziale di bergamotto.

Per lavare i capelli secchi, usa oli lavanti o shampoo con sostanze nutrienti (oligoelementi e vitamine) e ammorbidenti (olio di mandorle, germe di grano, avena, guar).
Puoi provare anche il rhassoul: un’argilla schiumosa detergente ad alto contenuto di minerali (richiedila in erboristeria).

Assumi per due mesi integratori alimentari a base di olio di semi di oenothera, creatina, acido gammalinoleico, vitamine (in particolare B5 ed E), e minerali.

Soluzioni per capelli grassi con forfora: come risolvere il problema?

Usa uno shampoo con principi attivi astringenti e dermopurificanti, come catrame minerale o vegetale, biotina, limone, rosmarino, betulla.
Quando la forfora si accentua, effettua cicli di trattamento con lozioni e shampoo a base di solfuro di selenio, ketoconazolo, acido salicilico, derivati dello zolfo.

Se il problema è più grave o non si risolve, prenota una visita specialistica dal dermatologo o dal tricologo e richiedi un trattamento specifico. Sono ad esempio utili ed efficaci 2-3 sedute di pulizia profonda effettuata con appositi apparecchi, inclusi ultrasuoni a bassa frequenza e ionoforesi per far penetrare sieri e lozioni antinfiammatori, seguiti dall’ applicazione di una maschera per capelli con ornitina, taurina, adenosina.


leggi anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error:
Benvenuto sul Blog! Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione con cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, accetti il servizio e gli stessi cookie. Migliora la tua esperienza, trova quello che cerchi e... buona navigazione!