Pranzo da portare al lavoro: dietetico con la schiscetta!


Dopo la quarantena si torna al lavoro! Per sentirti sempre in forma, inizia dalla pausa pranzo. Al bando il fast food, oggi i pasti migliori, sani e gustosi sono quelli che portiamo da casa.

Ci siamo, seppur faticosamente si ricomincia a prendere il ritmo della quotidianità. Alcuni di noi sentono l’esigenza di pianificare meglio il proprio tempo per sentirsi sempre in forze, energici e in forma. Da dove cominciare, allora, per tornare a prenderci cura di noi stessi e ripartire alla grande?
Iniziare dall’alimentazione è certamente cosa buona e giusta!

Sono molti gli italiani che mangiano fuori casa durante la loro pausa pranzo: un’abitudine che a lungo andare incide sulla linea e anche sul portafoglio. Se anche tu fai parte di questa categoria, prendi in considerazione l’idea di preparare da te il tuo pasto per poi portarlo sul posto di lavoro: è questa la famosa schiscetta!
La sua denominazione deriva dal milanese “schiacciare” (“schiscià“) e si riferisce appunto all’atto di mettere il cibo in un portavivande.
Dalla Lombardia, la schiscetta è poi passata a tutta l’Italia, fino a diventare una vera tendenza.

La schiscetta è un buon modo per preparare un pranzo veloce, sano, gustoso ed economico.
In commercio si trovano tra l’altro innumerevoli contenitori porta-vivande da procurarti per portare il pasto al lavoro o in ufficio.
Una dritta: porta sempre con te anche una vaschetta di frutta di stagione già tagliata. La macedonia di frutta fresca è lo snack perfetto per lo spuntino di metà mattina o per la merenda di metà pomeriggio. Portare la frutta da casa ti evita di buttarti su alimenti ipercalorici o poco sani come quelli delle macchinette distributrici.

Di seguito, ecco alcune idee dietetiche per la tua pausa pranzo.

Pausa Pranzo: cosa mangiare.
Ricette dietetiche per la schiscetta

Scegli e alterna tra queste nove ricette veloci, light e ipocaloriche da preparare la sera e da portare con te per la pausa pranzo.

  1. Piadina di kamut con fettine di fesa di tacchino cotte alla piastra e zucchine grigliate (per il condimento usa poco olio e poco sale; via libera alle spezie);
  2. piadina di kamut con fettine di petto di pollo alla piastra e fagiolini lessi (per condire usa poco olio e poco sale);
  3. piadina di kamut con prosciutto crudo, insalata e senape;
  4. bresaola con rucola e pomodori ciliegini (condita con poco olio, poco sale, succo di limone);
  5. insalata di pollo preparata con fettine di pollo grigliate alla piastra e poi tagliate a listarelle, insalata a piacere e pomodori (per il condimento usa sempre poco olio, poco sale, succo di limone);
  6. insalata di salmone preparata con un trancio di salmone fresco (lo trovi al banco-pesce del supermercato oppure in pescheria) cotto in padella con poco olio e poi sminuzzato; in alternativa puoi usare il salmone affumicato già pronto; aggiungi insalata a piacere; per condire usa poco olio e poco sale;
  7. insalata di tonno con tonno in scatola al naturale, insalata a piacere e pomodori (per il condimento usa sempre poco olio, poco sale, succo di limone);
  8. riso integrale con verdure grigliate (come melanzane, zucchine o peperoni) e cubetti di formaggio magro; per il condimento usa poco olio e poco sale;
  9. omelette in padella (oppure frittata o uova strapazzate… come preferisci!) con poco olio, prezzemolo e pomodori a cubetti; da mangiare in pausa pranzo con qualche fetta di pane integrale.

leggi anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error:
Benvenuto sul Blog! Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione con cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, accetti il servizio e gli stessi cookie. Migliora la tua esperienza, trova quello che cerchi e... buona navigazione!