Cancellare un tatuaggio è possibile?

Hai deciso di rimuovere il tuo tatuaggio?
Può arrivare un momento in cui nasce in te il desiderio di eliminare un tatuaggio per diversi motivi: perchè vuoi eliminare il nome o il ricordo dell’ex partner che il tuo tatuaggio rappresenta, oppure perchè i tuoi gusti e le tue passioni sono cambiate e il tatuaggio che ti sei fatto molto tempo fa non rappresenta più ciò che sei oggi.
cancellare tatuaggio con laser
Togliere un tatuaggio è però molto più difficile che farselo fare! Ecco le domande più frequenti e le cose che devi sapere prima di rimuovere un tattoo‏.

Qual’è il laser più efficace per rimuovere un tatuaggio?

Al momento la tecnologia laser più efficace per rimuovere un tatuaggio è rappresentata dai laser q-switchati (laser Q-S): producono un impulso laser di brevissima durata (nanosecondi; alcuni miliardesimi di secondo).
Consentono di distruggere le cellule in cui sono accumulati i granuli di pigmento, spezzandoli in frammenti più piccoli (di diametro variabile da 10 a 100 millesimi di millimetro) che vengono smaltiti nei liquidi corporei o da cellule migranti durante i giorni e le settimane successive al trattamento.
Ripetuti trattamenti laser (in genere a distanza di 45-60 giorni), consentono la spontanea rimozione dei pigmenti e la progressiva scomparsa del tatuaggio.

Quante sedute laser servono per eliminare un tatuaggio?

Rimuovere un tatuaggio è un processo lungo: sono necessarie diverse sedute distanziate. E’ difficile sapere in anticipo quante sedute ti serviranno per rimuovere il tuo tatuaggio. Nei casi più facili variano da 3 a 5 sedute, mentre nei casi più difficili si arriva a 8-12 sedute di trattamento laser. Anche la durata di ogni singola seduta dipende dalla grandezza del tatuaggio da rimuovere: una superficie di 4 centimetri di lato viene trattata in circa 10 minuti.

Dopo il trattamento laser si può prendere il sole?

Dopo il trattamento si formano sulla pelle delle bollicine: devi mettere sulla pelle unguenti antibiotici e applicare una medicazione con garza vaselinata per 1-2 giorni, fino alla formazione delle croste.
Dopo il trattamento laser, l’ esposizione al sole o a lampade abbronzanti deve inoltre essere evitata per almeno un mese e, durante le prime esposizioni devi usare creme con filtro solare ad alta protezione (filtri 30+ oppure 50+).

Rimuovere un tatuaggio è doloroso?

Il trattamento con laser Q-S è doloroso. Per ridurre il dolore viene applicata una crema anestetizzante 30 minuti prima della seduta e durante il trattamento viene applicato del ghiaccio sulla pelle.

Eliminare del tutto un tatuaggio è sempre possibile?

La completa scomparsa di un tatuaggio non è sempre possibile: il laser non sempre cancella del tutto il tatuaggio.
L’ efficacia del trattamento laser dipende infatti da diversi fattori: dal colore del tatuaggio, dalla profondità, dalla densità e dal tipo di pigmento usato, dal fototipo della tua pelle.
Ecco vari casi:

  • i tatuaggi professionali sono più difficili da rimuovere a causa della maggiore profondità del pigmento e della sua elevata densità
  • i tatuaggi colorati di verde, azzurro e soprattutto giallo sono molto difficili (a volte impossibili) da rimuovere
  • i tatuaggi colorati di rosso in alcuni casi possono scurirsi col trattamento laser, per effetto di eventuali materiali ferrosi presenti nel pigmento
  • i tatuaggi più vecchi sono più facili da cancellare rispetto a quelli più recenti, perché il corpo ha già eliminato una parte del pigmento
  • i tatuaggi cosmetici (sopracciglia, labbra, areole, camuffaggio di cicatrici) di colore rosa-marrone-arancio devono essere trattati con molta prudenza, effettuando test su piccole aree prima di procedere al trattamento completo, perché contengono zinco e ossido di titanio e se trattati con il laser Q-S possono annerirsi irreversibilmente
  • la rimozione di un tatuaggio è più problematica per chi ha la pelle scura; chi ha la pelle olivastra, mulatta o nera o comunque di colore più scuro del tatuaggio da rimuovere corre un forte rischio di alterare la pigmentazione
  • in corrispondenza del tatuaggio rimosso, può rimanere una sorta di ombra chiamata “fantasma del tatuaggio” che può durare alcuni anni o anche per sempre.

leggi anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error:
Benvenuto sul Blog! Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione con cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, accetti il servizio e gli stessi cookie. Migliora la tua esperienza, trova quello che cerchi e... buona navigazione!