Con problemi al cuore quale anestesia fare dal dentista?

anestesia locale disturbi cardiaci
Per chi soffre di disturbi cardiaci e deve estrarre un dente del giudizio o eseguire un intervento chirurgico dal dentista, viene proposta un’anestesia più blanda, con meno effetti collaterali.
Ci sono due tipi di anestesia per effettuare interventi chirurgici in bocca e l’efficacia è per entrambe la stessa: viene assicurata la mancanza totale di sensibilità di denti e gengive, senza percepire dolore nel punto in cui l’anestesia viene iniettata.

La differenza è data dall’utilizzo del vasocostrittore che allunga la durata e l’efficienza locale dell’anestesia mediante un’azione diretta sui vasi sanguigni. Da qui l’esigenza di segnalare al dentista eventuali problemi al cuore e le medicine che si prendono.

L’anestesia che viene utilizzata sul maggior numero di persone prevede un effetto di vasocostrizione, quindi di restringimento dei vasi sanguigni delle gengive, con la possibilità di creare alterazioni alla pressione sanguigna.
Il vantaggio è che il farmaco rimane, grazie al restringimento dei vasi, in un’area più circoscritta attorno al dente sul quale si deve operare.

L’altro tipo di anestesia non ha l’effetto di vasocostrizione ed è adatta a chi ha problemi cardiovascolari perchè diminuisce il rischio di andare incontro a problemi come tachicardia e svenimento. L’unico accorgimento è aspettare qualche minuto in più dopo l’iniezione perché l’effetto sia completo.
Per le persone malate di cuore in cura con farmaci anticoagulanti (che hanno la funzione di rendere più fluido il sangue), è necessaria l’anestesia senza vasocostrizione. Entro determinati valori della coagulazione del sangue è anche possibile intervenire senza smettere la cura.


Prima di qualsiasi intervento dentistico è bene avvisare il medico dei farmaci che si stanno prendendo, sia per evitare interazioni pericolose tra le diverse sostanze sia perché alcuni farmaci possono rendere più lenta la guarigione.
La scelta del tipo di anestetico è quindi puramente tecnica: l’esperienza e la professionalità dell’odontoiatra sono garanzia per il corretto utilizzo dell’anestesia più appropriata.


leggi anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error:
Benvenuto sul Blog! Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione con cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, accetti il servizio e gli stessi cookie. Migliora la tua esperienza, trova quello che cerchi e... buona navigazione!