Rapporto madre-figlia: non è conflittuale se si accettano le diversità

Il rapporto d’ amore tra una mamma e una figlia è fatto di una tenera complicità.

Nel primo anno di vita, la mamma e il suo bebé vivono in totale simbiosi. Questa fusione, con una bambina, è ancora più profonda: per una bambina non c’è donna più meravigliosa della sua mamma, e tutte le mamme del mondo si specchiano nelle loro piccole principesse. Nel caso delle figlie uniche però, il legame può diventare troppo stretto, quasi morboso.

In generale, è normale che tra una madre e una figlia ci sia più sintonia: attraverso la sua bambina, una donna rivive l’infanzia.
Ma è importante che la mamma mantenga anche la giusta distanza da educatrice, anziché proiettare sulla figlia i suoi sogni di ex-bambina.

Crescendo infatti, le femminucce manifestano gusti che in genere sono diversi o addirittura opposti a quelli materni. Questo può succedere ad esempio nel modo di vestire: le mamme sportive possono avere figlie che adorano fiocchi, pizzi e paillettes! Queste sono forme di affermazione di sé: chi non le accetta rischia solo di rinviare il conflitto nell’ adolescenza.


leggi anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error:
Benvenuto sul Blog! Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione con cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, accetti il servizio e gli stessi cookie. Migliora la tua esperienza, trova quello che cerchi e... buona navigazione!