Ricette dietetiche light: ricetta spaghetti di soia con gamberi (o pollo) e verdure. Piatto unico da 410 calorie

Gli spaghetti della Cina sono preparati con la soia (non con il frumento) e quando li cuoci diventano lucidi e trasparenti. I fagioli mungo, detti anche vigna radiata, non sono altro che la soia verde, il prezioso legume che trova in Oriente numerosi im­pieghi (è utilizzato per preparare salse, paste, formaggio e i famosi spaghetti di soia). In Cina la “pasta” prodotta con leguminose come la soia era molto diffusa prima della dinastia Song, che governò il Paese dall’ anno mille fino a buona parte del XIII secolo e che cer­cò di incentivare la produzione di frumento. Oggi gli spaghetti di soia sono motto diffusi non solo in Cina e in altri Paesi orientali, ma anche in Occidente dove è presente la ristorazione cinese, general­mente cantonese. Essendo un cibo di sapore neutro, gli spaghetti di soia si possono abbinare a qualsiasi preparazione sia di carne, sia di pesce e anche vegetale (spaghetti di soia con le verdure). La caratteristica di questi spaghetti di soia (che una volta cotti assumono una caratteristica trasparenza) è assorbire molto liquido. Pertanto, se li fai saltare nell’ intingolo del pesce in umido o del brasato ne assorbiranno il sapore. Accompagnati da proteine animali (carne o pesce) gli spaghetti di soia rappresenta­no un piatto unico dietetico e light, mentre abbinati con i germogli di soia si possono servire come contorno. In genere gli spaghetti di soia vanno cotti per pochi minuti. Gli spaghetti di soia sono ottimi se preparati con i gamberi e le verdure: una ricetta light e dietetica per un ottimo piatto unico.

RICETTA SPAGHETTI DI SOIA CON GAMBERI E VERDURE: piatto unico da 410 calorie a porzione

INGREDIENTI PER 4 PERSONE: 200 grammi di spaghetti di soia, 200 grammi di gamberi, 100 grammi di cipolla, 100 grammi di peperone verde, 80 grammi di carota, 1 peperoncino, 50 grammi di mandorle sgusciate e sbucciate, 50 grammi di anacardi, 1 cucchiaio e mezzo di olio di soia, sale (o 1 cucchiaio di salsa di soia), pepe nero (costo del piatto: circa €2,98 a porzione).

PREPARAZIONE: sbuccia la cipolla (scegliendo se possibile la varietà ra­mata), affettala sul piano di lavoro e poi, con un coltello da cucina, tagliala finemente e raccoglila in una ciotola. Monda la carota e raschiala sotto il getto dell’ acqua corrente strofinandola con una spazzola dura, quindi dividila prima a quarti nel senso della lunghezza, dopo a tronchetti e infine trita­la grossolanamente e mettila in un’ altra ciotola. Lava il peperone, taglialo a metà, privalo del picciolo comprensivo dei semi e delle cestole bianche interne; poi riducilo a pezzetti che verserai in una terza ciotola. Metti in un mortaio, o nel cutter, gli anacardi e le mandorle, rompili grosso­lanamente e trasferiscili in una tazza. Monda i gamberi: lavali in acqua corrente fredda e privali della testa; quindi elimina un anello del carapace della co­da, incidi nel senso della lunghezza la parte del dorso scoperta e con uno stecchino togli con cura il filo intestinale. Fai scaldare in una padella o nel wok un cucchiaio di olio di soia e, a fiamma alta, fai saltare i gamberi per circa due minuti la­sciandoli diventare rossi. Sgocciola i gamberi con cura e tienili in caldo. Versa nel recipiente di cottura dei gamberi mezzo cuc­chiaio di olio, unisci la cipolla e lasciala appassire per circa 6 minuti, mescolando spesso, in modo da non farla colorire. Sala la cipolla o se preferisci bagnala con un cucchiaio di salsa di soia, poi unisci la carota e falla consumare per circa 6-7 minuti. Aggiungi anche i peperoni, sala leggermente e cuoci circa 7-8 minuti mescolando spesso; infine versa gli anacardi e le man­dorle, gira con un cucchiaio di legno e alza la fiamma. Fai lessare gli spaghetti di soia in una casseruola con abbondante acqua bollente salata (devono cuocere circa 3 minuti, ma è meglio che controlli il tempo indicato sulla confe­zione). Poco prima che siano pronti, unisci i gamberi. Scolali, versali nel recipiente di cottura con le verdure e la frutta secca e mescola velocemente per farli insaporire. Suddividi la prepara­zione nei singoli piatti; cospargi con il peperoncino spezzettato (o tritato) e con il pepe appena macinato e servi subito in tavola.

SPAGHETTI DI SOIA CON POLLO E VERDURE PER VARIARE

In alternativa ai gamberi, per la ricetta è possibile scegliere un altro ingrediente proteico, ad esempio la carne di pollo. Usa il petto: taglialo a bocconcini e fallo saltare nel wok (o in una padella) con un cucchiaio di olio di semi. Dopo circa 4 minuti estrai i bocconcini di pollo, mettili in un piatto e salali. Versa quindi nello stesso recipiente la cipolla tritata e qualche mandorla intera. Quando la cipolla sarà tenera aggiungi il pollo (e se vuoi qualche verdura lessata a piacere), lascialo insaporire e bagnalo con un cucchiaio di salsa di soia. Nel frattempo fai cuocere gli spaghetti in acqua bollente salata, scolala, uniscila al pollo con mezzo mestolino di acqua di cottura, mescola e servi.

SPAGHETTI SI SOIA E Tè VERDE PER ACCOMPAGNARE I CIBI

In Cina gli spaghetti di soia vengono serviti con tè verde, che può essere profumato con fiori di gelsomino. Il tè verde, non zuccherato, è un’ ottima bevanda per accompagnare cibi e la presenza del tannino ripulisce il gusto tra una portata e l’ altra come farebbe un vino rosso. Ovviamente il tè verde è anlcolico, salutare e non è calorico. Ottimo per la dieta.


leggi anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error:
Benvenuto sul Blog! Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione con cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, accetti il servizio e gli stessi cookie. Migliora la tua esperienza, trova quello che cerchi e... buona navigazione!