Rimedi stitichezza in gravidanza: alimentazione e dieta. Lassativi solo su prescrizione medica

Nella prima fase della gravidanza circa 8 donne su dieci hanno a che fare con una stitichezza particolarmente ostinata. La colpa è dei livelli di progesterone elevati, che rendono l’ intestino “pigro”.

Per risolvere il prolema della stitichezza in gravidanza ci si può aiutare con l’ alimentazione. Prima del pasto è ad esempio utile assumere un cucchiaio di olio extravergine d’ oliva: raggiunge rapidamente l’ intestino e ne lubrifica le pareti facilitando molto l’ evacuazione. Nella dieta quotidiana è inoltre utile puntare sui cibi che aumentano l’ idratazione e il volume della massa fecale. Vanno bene tutte le verdure e la frutta. In particolare, fichi, prugne e kiwi sono ottimi contro la sititichezza, perché sono molto zuccherini (lo zucchero richiama acqua e rende le feci più morbide).

Nei casi più ostinati di stititchezza invece, il ginecologo può prescrivere dei lassativi stabilendo precisamente tempi e modi d’ assunzione (è quindi da evitare il fai-da-te in caso di assunzione di lassativi in gravidanza, ed è bene chiedere al ginecologo). Possono essere assunti anche in gravidanza i lassativi che contengono fibre naturali come psillio, mucillagini (ad esempio l’ alga agar-agar) o zuccheri (ad esempio il lattulosio). I lassativi vanno comunque prescritti dal medico in caso di gravidanza.


leggi anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error:
Benvenuto sul Blog! Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione con cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, accetti il servizio e gli stessi cookie. Migliora la tua esperienza, trova quello che cerchi e... buona navigazione!