Ricetta facile arrosto di manzo marinato: secondo piatto proteico di carne

Per un secondo piatto di carne dietetico e gustoso, questa è la ricetta facile per cucinare un ottimo arrosto di manzo marinato: un piatto proteico ideale a cena da abbinare ad un contorno di verdure cotte o crude.

Ricetta arrosto di manzo marinato: secondo piatto di carne

Tempo di preparazione: 20 minuti circa
Tempo di marinatura dell’ arrosto di manzo: 8-10 ore in frigorifero
Tempo di cottura: 35-45 minuti circa

INGREDIENTI per 8 persone: 2 spicchi d’aglio, 1 arrosto di manzo da circa 1,6 kg legato ma non bardato, 1 cipolla, 3 rametti di timo, 1 rametto di rosmarino, 1 cucchiaino di pepe macinato, 12 cl di olio d’oliva, 4 cucchiai di aceto, sale.


PREPARAZIONE della ricetta: sbucciate gli spicchi d’aglio, tagliateli a fettine e inseriteli nell’arrosto di manzo, che avrete inciso regolarmente con un coltello appuntito.

Pelate la cipolla e tritatela finemente. Sfogliate il timo e tritate gli aghi di rosmarino.
In una terrina mescolate le foglie di timo e rosmarino con la cipolla tritata, il pepe, l’olio e l’aceto.

Ponete un grande foglio di alluminio in una teglia e sistematevi sopra l’arrosto di manzo. Cospargete bene l’arrosto da tutti i lati con il trito di erbe aromatiche. Chiudetelo ermeticamente nel foglio d’alluminio e lasciatelo marinare in frigorifero per 8-10 ore.

Preriscaldate il forno a 250 °C. Infornate l’arrosto di manzo marinato, ancora avvolto nell’alluminio. Cuocetelo per 10 minuti quindi togliete l’alluminio, avendo cura di lasciare gli ingredienti della marinata sull’arrosto.
Abbassate la temperatura del forno a 200 °C. Salate l’arrosto e infornatelo nuovamente per altri 25-35 minuti circa, a seconda del grado di cottura desiderato.

Al termine delta cottura coprite nuovamente l’arrosto con l’alluminio e fatelo riposare per 5 minuti nel forno spento con lo sportello aperto. Tagliatelo a fette e servite. Risulterà ancora più tenero!

Potete accompagnare l’ arrosto di manzo con delle verdure passate in padella (carote, patate, cipolle o carciofi) come nella foto in alto a sinistra.


leggi anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error:
Benvenuto sul Blog! Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione con cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, accetti il servizio e gli stessi cookie. Migliora la tua esperienza, trova quello che cerchi e... buona navigazione!