Come curare la bulimia con l’ aiuto di uno psicologo

bulimia come si cura
La bulimia è una malattia che comporta un rapporto difficile con il cibo e l’alimentazione e che porta ad assumere comportamenti volti a perdere peso, con conseguenti problematiche a livello fisico e psicologico.
Il disturbo alimentare noto come bulimia prevede dei comportamenti similari tra tutti i soggetti che ne soffrono. Principalmente si tende ad abbuffarsi eccessivamente come risposta all’ansia, per poi compensare quest’azione con condotte contrarie come l’indursi il vomito, l’abuso di diuretici e lassativi e un’eccessiva attività fisica.

In alcuni casi la bulimia comporta anche un rigido programma alimentare con episodi di abbuffate, che solitamente vengono fatte in solitaria. Quindi si tende a mangiare poco durante i pasti normali e poi durante la notte o ad orari fuori pasto si mangia in eccesso, per poi vomitare tutto quello che si è ingerito.
La bulimia è un disturbo che aumenta nel tempo se non viene trattato. Questo perché chi soffre di questa problematica, naturalmente, tende a nascondersi e non rivelare il suo comportamento, sino a quando l’eccessiva perdita di peso e la magrezza iniziano a preoccupare chi gli sta accanto.

Curare la bulimia con l’aiuto di uno psicologo è possibile?

Quando ci si trova dinanzi ad un disturbo alimentare come questo è normale chiedersi: Come curare la bulimia? Uno dei rimedi consigliati per superare questa problematica è la cura presso uno psicologo.
Considerando che la bulimia è un disturbo causato da problematiche psicologiche e che comporta anche delle difficoltà successive per il proprio equilibrio psichico, l’aiuto dello psicologo è certamente tra i migliori per combattere in modo profondo e sicuro questa patologia.

Tra gli psicologi che possono aiutare le persone affette da un disturbo alimentare come la bulimia, troviamo lo psicologo Fabio Meloni, che è specializzato nel trattamento di questa problematica sotto il profilo psicologico, cogliendo la causa scatenante della bulimia e aiutando chi ne soffre a combattere questa specifica patologia.

Bulimia: conseguenze e cause scatenanti

Le cause che possono scatenare la bulimia sono davvero molte e variano di soggetto in soggetto. In alcuni casi la bulimia è comportata da una scarsa accettazione di sé, quindi ci si sente inadeguati all’interno del proprio corpo, non si accetta la propria immagine, ma al contempo non si riesce a digiunare costantemente, quindi per allentare la pressione si mangia in modo compulsivo sino a sentirsi completamente pieni.

Il senso di pienezza successivamente induce ad un senso di colpa per aver mangiato in modo eccessivo, quindi per allentare la pressione e l’ansia si utilizzano delle tecniche che inducono lo svuotamento dell’intestino, come il vomito indotto e l’uso di lassativi.

Questa è solo una delle problematiche che può causare l’insorgere della bulimia. Altre cause scatenanti possono essere anche un trauma improvviso e la paura di perdere il controllo della propria vita, che così porta a un controllo ossessivo compulsivo del proprio corpo e dell’alimentazione.

Per quanto riguarda le conseguenze di questo disturbo alimentare, queste possono essere devastanti sia a livello fisico sia a livello psicologico. Tra i principali disturbi ci sono: la caduta dei denti, l’ingiallimento della pelle, dolori articolari, dimagrimento eccessivo, carenze alimentari, perdita dei capelli, perdita eccessiva del peso.
Inoltre, la bulimia può avere delle conseguenze psicologiche come: insicurezza, depressione, non accettazione di sé, manie ossessive compulsive.


leggi anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error:
Benvenuto sul Blog! Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione con cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, accetti il servizio e gli stessi cookie. Migliora la tua esperienza, trova quello che cerchi e... buona navigazione!