Dieta Molecolare: meno carboidrati per riattivare il metabolismo, perdere peso e depurare il fegato

Per perdere peso e dimagrire non basta solo ridurre le porzioni dei cibi nella dieta quotidiana, ma occorre anche fare attenzione alla composizione dei pasti in termini di carboidrati, proteine e grassi. Con la Dieta Molecolare è possibile dimagrire, depurare l’ organismo e disintossicare il fegato senza contare le calorie, ma bilanciando l’ apporto di carboidrati, proteine e grassi nella dieta quotidiana. La Dieta Molecolare consente di perdere 4 chili in 5 settimane. Per perdere peso e dimagrire occorre certamente tagliare le calorie nella dieta quotidiana, ma bisogna fare attenzione soprattutto alla composizione di quello che si porta in tavola. La Dieta Molecolare è stata messa a punto dal Professor Pier Luigi Rossi, medico specialista in Scienza dell’ Alimentazione all’ Ospedale San Donato di Arezzo. Il Professor Pier Luigi Rossi è l’ ideatore della Dieta Molecolare, chiamata così per sottolineare l’ importanza dei nutrienti contenuti nei cibi rispetto all’ energia che forniscono. Un esempio ? Settanta grammi di parmigiano e ottanta grammi di pasta valgono entrambi 280 calorie, ma sono costituiti da molecole molto differenti: il parmigiano è composto da proteine e grassi, la pasta è composta quasi esclusivamente da carboidrati. Ed è proprio di carboidrati (nutrienti presenti in tutti i cereali e derivati) che non bisogna abusare nella dieta per dimagrire: un eccesso di carboidrati, oltre a fare ingrassare, è infatti anche dannoso per il fegato.

DIETA MOLECOLARE: MENO CARBOIDRATI NELLA DIETA PER DIMAGRIRE, PER IL METABOLISMO E PER DEPURARE IL FEGATO


Al fegato arrivano tutte le molecole ottenute dalla completa digestione e dall’ assorbimento intestinale degli alimenti ingeriti, ed è il fegato che poi fornisce energia a tutte le cellule attraverso il rilascio di glucosio e di lipoproteine (il glucosio è il risultato del metabolismo dei carboidrati e le lipoproteine sono il risultato del metabolismo di grassi e proteine ingeriti con la dieta). Se nella dieta si mangiano troppa pasta, pane o riso (ovvero troppi carboidrati), una parte dell’ energia fornita da questi cibi viene accumulata nel fegato e nei muscoli sotto forma di glicogeno. La capacità di stoccaggio però è limitata: non più di 60-70 grammi di glicogeno nel fegato e altrettanti nei muscoli. Così l’ eccesso di carboidrati giornalieri, se non viene bruciato con l’ attività fisica, è trasformato nel fegato in grasso corporeo e dislocato nell’ addome (zona pancia-fianchi) e sotto la cute come riserva energetica. Nella dieta occorre quindi dare un taglio ai carboidrati ingeriti con l’ alimentazione quotidiana, oltre alle calorie giornaliere. Per dimagrire occorre ridurre i carboidrati nella dieta, senza però scendere sotto i 130 grammi di carboidrati al giorno. Questa è la linea guida base della Dieta Molecolare messa a punto dal Professor Pier Luigi Rossi: la Dieta Molecolare assicurera all’ organismo la giusta quota di carboidrati che serve per nutrire il cervello ed evitare la chetosi (l’ acetone dei bambini, che si verifica quando la glicemia si abbassa troppo). La Dieta Molecolare consente quindi di dimagrire, ritrovere il peso-forma e tornare in salute.

DIETA, ATTIVITà FISICA, MASSA MAGRA E METABOLISMO

Oltre ad una dieta con la giusta quantità di carboidrati, per dimagrire è riattivare il metabolismo è molto importante anche l’ attività fisica costante. Con l’ attività fisica si consumano energie, si aumenta la massa muscolare e si combatte l’ invecchiamento.
L’ efficienza dei mitocondri (le centrali energetiche delle cellule) nel bruciare le calorie è strettamente legata alla presenza di muscoli. Ecco perché con la diminuzione della massa magra il metabolismo rallenta (si parla in questo caso di metabolismo lento o rallentato). Ben vengano quindi gli esercizi con i pesi in palestra: per stare in forma non basta l’ allenamento aerobico (come la corsa o il tapis roulant), ma occorre anche un esercizio anaerobico con esercizi di ginnastica. Lo sport serve sia per dimagrire che per restare giovani: il tessuto grasso produce infatti sostanze infiammatorie (le citochine) che favoriscono l’ invecchiamento. Il movimento fisico, riducendo il grasso corporeo, diminuisce anche le citochine ed è dunque un buon elisir di giovinezza, di salute e di benessere psicofisico.

LA DIETA MOLECOLARE DEL PROFESSOR PIER LUIGI ROSSI (medico specialista in Scienza dell’ Alimentazione)

La Dieta Molecolare messa a punto dal Professor Pier Luigi Rossi, riduce i carboidrati inseriti nella dieta quotidiana e consente di dimagrire e tornare in forma. Ogni 4 giorni proteici, con circa 130 grammi di carboidrati al giorno (è previsto il pane integrale o di segale nella dieta invece della pasta, perché il pane integrale è meno ric­co di carboidrati), nella dieta c’è un giorno glucidico in cui la quota di carboidrati sale a 150 grammi (e sono concessi gli spaghetti). Nella Dieta Molecolare, i pasti si aprono sempre con la verdura cruda che apporta vitamine, minerali e sostanze antiossidanti utili per mantenere giovane il fegato. A pranzo sono previste più alterna­tive nella dieta, per favorire chi mangia fuori casa, mentre il pa­sto più organizzato è sempre quello della sera. Per le altre 4 settimane di dieta è possibile ripetere lo stesso me­nu con le varie alternative tra cui scegliere, facendo attenzione a rispettare la corretta alter­nanza di giorni proteici e giorni glucidici indicata.

SCHEMA MENù SETTIMANALE DIETA MOLECOLARE (meno carboidrati per dimagrire)

TUTTI I GIORNI
APPENA SVEGLI
: bere 2 bicchieri di acqua minerale preferibilmente ricca dì bicarbonato (pH superiore a 6)

COLAZIONE:
scegliere o alternare

- una tazza di latte scremato
- una tazza di tè verde
- una tazza di orzo senza zucchero

in più scegliere o alternare
- 2 fette biscottate
- 3 biscotti secchi
- 40 grammi di pane integrale tostato
- 2 cucchiai di cereali integrali
- 2 cucchiai di muesli
- 150 grammi di frutta fresca di stagione.

NEL CORSO DELLA GIORNATA: bere un bicchiere di acqua (sempre preferibilmente con pH superiore a 6) ogni ora.
DOPO CENA: una tisana di rosa canina (che potenzia le difese immunitarie) o tisana di menta piperita (per migliorare la funzionalità e il benessere dell’ intestino).

LUNEDÌ (GIORNO PROTEICO)
SPUNTINO
: 150 grammi di mela o di altra frutta fresca di stagione a piacere.
PRANZO:
scegliere o alternare le varie proposte (A-B-C)

A- insalata di ortaggi misti crudi (porzione libera), tonno al naturale (60 grammi), fagioli borlotti (70 grammi pesati cotti), aneto e 2 cucchiaini di olio extravergine d’ oliva per condire (tutti gli ingredienti insieme)
B- insalata di ortaggi misti crudi (porzione libera) con 2 cucchiaini di olio extravergine d’ oliva, 120 grammi di carne bianca o rossa, verdura cotta di stagione patate escluse (porzione libera) e 50 grammi di pane integrale
C- un panino (da 50 grammi) integrale con 50 grammi di prosciutto crudo magro e una spremuta di 2 arance e un limone.
MERENDA: centrifugato preparato con una mela e 2 carote oppure 150 grammi di frutta fresca di stagione
CENA: insalata di indivia e finocchio (porzione libera); filetto di merluzzo (200 grammi) con pomodoro, capperi e olive nere; bieta al pomodoro con aglio e prezzemolo fresco (porzione libera); pane integrale di frumento tenero o di segale (50 grammi); 3 cucchiaini di olio extravergine per condire e cucinare.

MARTEDÌ (GIORNO PROTEICO)
SPUNTINO
: 2 kiwi oppure 150 grammi di frutta fresca a piacere
PRANZO:
scegliere o alternare le varie proposte (A-B-C)

A- insalatona di lattuga, pomodori e ravanelli (porzione libera) con 2 uova sode, orzo perlato (60 grammi pesati cotti), 2 cucchiaini di olio extravergine d’ oliva (tutti gli ingredienti insieme);
B- verdura cruda a piacere (porzione libera), 120 grammi di hamburger ai ferri, verdura cotta a piacere patate escluse (porzione libera), 2 cucchiaini d’ olio extravergine d’ oliva, pane integrale (50 grammi);
C- un panino integrale (50 grammi) con 60 grammi di scamorza e un frutto di stagione a piacere (150 grammi)
MERENDA: centrifugato di 2 carote e finocchi (quantità a piacere) oppure frutta fresca di stagione a piacere
CENA: insalata di radicchio rosso (porzione libera) condita con aceto di mele; 120 grammi di tagliata al rosmarino e pepe verde; cicoria lessata (porzione libera), pane integrale di frumento tenero o di segale (50 grammi), 3 cucchiaini di olio extravergine d’ oliva per condire e cucinare.

MERCOLEDÌ (GIORNO PROTEICO)
SPUNTINO
: una spremuta di pompelmo o un frutto fresco
di stagione a piacere (150 grammi)
PRANZO:
scegliere o alternare le varie proposte (A-B-C)

A- insalatona di carote e lattuga (porzione libera), petto di pollo lessato a cubetti (120 grammi pesato crudo), patate lessate (150 grammi pesate crude), un cucchiaio di mais dolce e 2 cucchiaini di olio extravergine d’ oliva (tutti gli ingredienti insieme);
B- verdura cruda di stagione (porzione lìbera), bresaola (60 grammi), porzione libera di verdura cotta (patate escluse), olio extravergine d’ oliva (3 cucchiaini) e limone, 50 grammi di pane integrale;
C- panino integrale (50 grammi) con tonno al naturale (60 grammi) e capperi e una spremuta di due arance e un limone.
MERENDA: centrifugato di un kiwi e una pera oppure frutta fresca di stagione a piacere (150 grammi)
CENA: insalata di cappuccina condita con aceto di mele, 70 grammi di prosciutto crudo magro, verdure di stagione patate escluse (porzione libera) cotte al vapore con prezzemolo e menta, 50 grammi di pane integrale di frumento tenero o di segale, 3 cucchiaini di olio extravergine d’ oliva per condire e cucinare.

GIOVEDÌ (GIORNO PROTEICO)
SPUNTINO
: una spremuta di 2 arance e un limone oppure 150 grammi di frutta fresca di stagione
PRANZO
scegliere o alternare le varie proposte (A-B-C)

A- insalatona di belga (porzione libera), calamari (180 grammi), fagioli cannellini (60 grammi pesati cotti), cuori di sedano (porzione libera) e 2 cucchiaini di olio extravergine (tutti gli ingredienti insieme);
B- insalatona di nizzarda (porzione libera), calamari (180 grammi), fagioli cannellini (60 grammi pesati cotti), cuori di sedano (porzione libera) e 2 cucchiaini di olio extravergine (tutti gli ingredienti insieme);
C- panino integrale (50 grammi) con stracchino (70 grammi) e un frutto fresco di stagione (150 grammi)
MERENDA: centrifugato di una mela e 2 carote oppure frutta fresca di stagione (150 grammi)
CENA: insalata di verza (porzione libera) con pepe nero, 120 grammi di arista di maiale al forno con cipolle rosse, zucchine al pomodoro o altra verdura cotta patate escluse (porzione libera), pane integrale di frumento tenero o di segale (50 grammi), 3 cucchiaini di olio extravergine d’ oliva per condire e cucinare.

VENERDÌ (GIORNO GLUCIDICO)
SPUNTINO
: una banana piccola oppure 150 grammi di frutta fresca di stagione a piacere.
PRANZO
scegliere o alternare le due proposte (A-B)

A- lattuga e pomodori (porzione libera), 70 grammi di spaghetti integrali con tonno e capperi, cicoria all’ agro (porzione libera), 3 cucchiaini di olio extravergine per condire e cucinare;
B- un panino integrale (50 grammi) con mozzarella (80 grammi) e pomodoro, un frutto di stagione a piacere (150 grammi).
MERENDA: centrifugato di ananas e due carote oppure 3 fette di ananas.
CENA: insalata di indivia, scarola, radicchio rosso e rucola (porzione libera), ceci (70 grammi pesati a crudo) lessati e conditi con rosmarino e pepe, verdura di stagione (patate escluse) cotta al vapore(porzione libera), 3 cucchiaini di olio extravergine d’ oliva per condire e cucinare.

SABATO (GIORNO PROTEICO)
SPUNTINO
: purea di 2 kiwi e una bevanda calda a piacere non zuccherata
PRANZO: finocchi e carote crudi (porzione libera), pesce spada al prezzemolo (170 grammi), radicchio trevigiano al forno (porzione libera), pane integrale di frumento tenero o di segale (50 grammi), 3 cucchiaini di olio extravergine d’ oliva per condire e cucinare.
MERENDA: centrifugato di un’ arancia, finocchio (porzione libera) e una carota oppure frutta fresca di stagione (150 grammi)
CENA: insalata croccante con sedano, mele verdi e insalata iceberg (porzione libera) con 2 cucchiaini di olio extravergine d’ oliva, pizza napoletana oppure pizza con verdure grigliate (porzione piccola).

DOMENICA (GIORNO PROTEICO)
SPUNTINO
: 2 clementine oppure 150 grammi di frutta fresca di stagione a piacere
PRANZO: insalata di puntarelle (porzione libera) con un filetto di acciuga oppure insalata di scarola e ravanelli (sempre porzione libera), 120 grammi di costoletta di maiale magro alla pizzaiola con pomodoro e origano, broccoli al vapore (porzione libera), pane integrale di frumento tenero o di segale (50 grammi), 3 cucchiaini di olio extravergine d’ oliva per condire e cucinare.
MERENDA: frutta fresca dì stagione (150 grammi) e una tazza di caffè d’ orzo non zuccherato
CENA: insalata dì valeriana, finocchi e rucola (porzione libera), 120 grammi dì ricotta fresca di capra o mucca, radicchio trevigiano cotto alla piastra (porzione libera), pane integrale di frumento tenero o di segale (50 grammi), 3 cucchiaini di olio extravergine d’ oliva per condire e cucinare.





302 risposte

  1. Redazione IO Benessere Blog scrive:

    Buongiorno Anna, per le donne in menopausa è bene evitare le diete proteiche: occorre limitare l’assunzione di proteine e di carne rossa. Il metabolismo della donna cambia in menopausa, ti consigliamo quindi le diete più adatte da seguire tra le quali puoi scegliere:
    1- Dieta Vegetariana

    2- Dieta Dissociata

    3- Dieta con Omega 3

    4- Dieta 1300 calorie

    5- Dieta ipocalorica

  2. Anna scrive:

    la dieta molecolare va bene in menopausa? Devo perdere circa 10 chili.
    Grazie
    Anna

Website is Protected by WordPress Protection from eDarpan.com.

Benvenuto sul Blog! Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione con cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, accetti il servizio e gli stessi cookie. Migliora la tua esperienza, trova quello che cerchi e... buona navigazione!