Jogging: correre per dimagrire gambe, glutei e fianchi

jogging-correre-per-dimagrire-gambe-glutei-e-fianchiLa corsa è un allenamento adatto un pò a tutti utile per dimagrire e per rassodare cosce, gambe, glutei e anche i fianchi. Fare jogging è una delle attività fisiche più naturali e spontanee, correre aiuta a raggiungere il benessere e la forma fisica oltre che a dimagrire, ma anche la corsa ha le sue regole. Ecco le REGOLE base per dimagrire correndo:
1- CORRERE A DIGIUNO AIUTA A DIMAGRIRE
Si ottengono ottimi risultati correndo a digiuno, consentita solo l’ acqua. Fare jogging a digiuno è infatti utile per migliorare la potenza lipidica: ovvero la capacità dell’ organismo nel consumare più grassi possibili nell’ unità di tempo. Quindi correre a digiuno aiuta a dimagrire: la carenza di zuccheri fa si che durante la corsa l’ organismo utilizzi come combustibile soprattutto i grassi. Questa regola può anche essere applicata gradualmente iniziando ad eliminare qualche alimento dalla colazione (se ci si allena di mattina) o dalla merenda (se ci si allena di sera). Altro consiglio: non abbuffarsi subito dopo l’ allenamento di jogging con la colazione o con la merenda, ma aspettare almeno un’ ora prima di mangiare.
2- CORRERE PER UN TEMPO MASSIMO DI 40 MINUTI AD ALLENAMENTO
Dimagrire significa perdere grasso, è consigliato fare jogging per un tempo massimo di 40 minuti ad allenamento.


3- ALTERNARE CORSA E CAMMINATA VELOCE
Nell’ allenamento con il jogging una delle regole fondamentali è ascoltare il proprio corpo e non strafare: soprattutto per chi inizia a correre ed è fuori allenamento, è bene alternare corsa lenta e camminata veloce nei 40 minuti di allenamento, questo serve ad evitare eventuali crampi muscolari che possono costringere al riposo “forzato” nei giorni successivi. Anche la camminata veloce è utile per dimagrire e per rassodare cosce, gambe e glutei. Mano a mano che si acquista più resistenza e fiato, si aumenterà il tempo della corsa e si ridurrà il tempo della camminata veloce.
4- CORRERE A GIORNI ALTERNI (3-4 GIORNI ALLA SETTIMANA)
Per un buon allenamento con il jogging è necessaria la continuità: per ottenere dei buoni risultati sia in termini di dimagrimento sia in termini di aumento del fiato e della resistenza fisica, è bene correre un giorno sì ed un giorno no per 3-4 volte alla settimana. Correre un solo giorno alla settimana non fa dimagrire. Più tempo passa tra un allenamento di jogging e l’ altro, minori sono i risultati sul dimagrimento e sulla resistenza. Questa regola è anche detta “alternanza di carico e riposo”: alternare le sedute di corsa, un giorno di corsa e uno di riposo.
5- EVITARE DI CORRERE A VELOCITA’ TROPPO ELEVATE
Se si corre in modo troppo sostenuto (corsa veoce), il nostro organismo consuma molti zuccheri e rischia di trovarsi senza zuccheri (carburante principale) durante l’ allenamneto di jogging. Per consumare più grassi e dimagrire si deve effettuare una corsa media.
6- VARIARE IL RITMO E L’ INTENSITA’ DELLA CORSA
Una corsa lenta di 120-180 minuti fa senza dubbio dimagrire, ma i 40 minuti di allenamento possono essere ottimizzati variando il ritmo della corsa: si corre per meno tempo ma si fa più fatica. Infatti, chi corre in collina perde più grasso rispetto a chi corre in pianura a parità di andatura. Chi pratica jogging in pianura deve quindi variare l’ intensità della corsa. Chi ha solo camminato, deve alternare la camminata veloce con tratti di corsa lenta; chi ha corso lentamente deve inserire tratti di corsa media aumentando la sensazione di fatica con un respiro e una frequenza cardiaca più elevata. Per queto si consiglia l’ uso del Cardio Frequenzimetro durante l’ allenamento con il jogging.
7- AUMENTARE IL RITMO DELLA CORSA E L’ INTENSITA’ DELLO SFORZO
Mano a mano che si pratica jogging, aumentano fiato e resistenza, è quindi importante valutare, settimana dopo settimana, come migliora la nostra condizione fisica. Chi si allena 3-4 giorni alla settimana, dopo un mese correrà a una velocità più elevata per consumare più grassi, se continuerà a correre alle stesse velocità difficilmente consumerà grassi, e il dimagrimento, o qualsiasi altro obiettivo, sarà più difficile da raggiungere. Bisogna quindi aumentare l’ intensità dello sforzo: mano che non si fa più fatica a un determinato ritmo di corsa, bisogna aumentarlo. In questo modo, sempre nei 40 minuti di allenamento, si correrà più velocemente e si percorrerà una distanza più lunga con un maggiore sforzo fisico.

Buon Allenamento!


leggi anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

193 Risposte

  1. sara says:

    ciao, sto leggendo tutti i vari problemi e in qualcosa mi riconosco… io non mai avuto problemi di cellulite… e da poco tempo è uscita parecchio sia quella, che un velocissimo decadimento muscolare in tutto il corpo… ho sempre praticato sport a livelli continui ma non esagerati, ma costanti… piscina, palestra e camminate. Ora a 32 anni ho avuto un cambiamento strano. Sono sempre stata magra e tonica… ora sono magra e per farti capire meglio la parola… molla… specialmente nella parte inferiore… faccio palestra 2 o 3 volte a settimana, camminate di 30 minuti… con esercizi mirati, ma peggioro sempre di più. Non riesco a capire… dammi un consiglio… peso 50 kg per 1.60 e sto seguendo schede a circuito per rassodare e tonificare… posso dirti che ho cambiato il lavoro… e orari di vita. da 6 mesi circa lavoro di notte e dormo di giorno, e sto facendo confusione tra cena colazione e pranzo… sto mangiando solo carboidrati e poche proteine, e forse salto e sbaglio. devo ancora capire il mio ritmo vitale e forse è quello che mi ha un pò rovinato fisicamente ? bevo tanto… a volte faccio fanghi e tisane… tanta ginnastica… ma non cambia nulla… puoi aiutarmi ? gazie mille

  2. Ale says:

    Grazie mille ! vedrò allora di impegnarmi…
    🙂

  3. Redazione IO Benessere Blog says:

    Cara Ale, il primo consiglio è senz’ altro AVERE COSTANZA: per raggiungere qualsiasi risultato occorre un allenamento costante di 30-40 minuti per almeno 3-4 giorni a settimana preferibilmente a giorni alterni (un giorno di allenamento e un giorno di riposo). E’ sempre la costanza che ripaga e questo vale sia per il tuo allenamento col tapis roulant, che per gli esercizi di ginnastica. Detto questo, il tapis roulant è ottimo per rassodare gambe, cosce e glutei. Per l’ allenamento col tapis roulant a casa valgono le stesse regole del jogging all’ aperto: mai strafare all’ inizio, se non sei allenata inizia alternando camminata veloce a corsa lenta per un totale di 30-40 minuti di allenamento. Mano a mano che acquisti più resistenza e fiato puoi aumentare l’ intensità di sforzo di allenamento. I moderni tapis roulant si possono anche inclinare simulando la camminata o la corsa in salita. Puoi trovare altre utili informazioni per l’ allenamento col tapis roulant a casa in questo articolo (Clicca Qui):
    La corsa sul Tapis Roulant per dimagrire e rassodare gambe e glutei

    Dopo il tuo allenamento-riscaldamento col tapis roulant, dato che i tuoi punti critici sono glutei, pancia e fianchi, devi abbinare degli esercizi di ginnastica mirati, e anche in questo caso vale la regola della costanza. La zona dei glutei, così come quella della pancia e dei fianchi sono zone del corpo più difficili da rassodare e da definire perchè sono più ricche si cuscinetti di grasso accumulato in eccesso. I primi risultati soddisfacenti si vedono dopo 2-3 mesi di allenamento costante. Quindi non ti scoraggiare ed esegui con costanza acnhe questi esercizi di ginnastica in casa mirati che trovi in questi articoli (Clicca Qui):

    ESERCIZI GLUTEI (PROGRAMMA DI ALLENAMENTO)
    Glutei sodi con la ginnastica in casa: esercizi glutei e programma di allenamento per rassodare i glutei

    ESERCIZI ADDOMINALI-PANCIA (PROGRAMMA DI ALLENAMENTO)
    Esercizi addominali-pancia: programma di ginnastica in casa per rassodare gli addominali

    Oltre all’ attività fisica costante, per eliminare i cuscinetti di grasso in eccesso nella zona degli addominali e dei fianchi (cioè per eliminare l’ antiestetica “pancetta” e le “maniglie dell’ amore” sui fianchi) è molto importante l’ alimentazione e la dieta. Quando il grasso in eccesso si accumula nella zona della pancia e dei fianchi di solito dipende da un eccesso di carboidrati nella dieta quotidiana: cioè troppa pasta, riso, pane o patate (sono tutti carboidrati). Occorre quindi ridurre l’ apporto di carboidrati nella dieta e privilegiare una dieta ricca di proteine (carne e pesce) e piena di tante verdure. Per eliminare la pancetta e le “maniglie dell’ amore” sono ottime queste diete tra cui puoi scegliere (Clicca Qui):

    DIETA MOLECOLARE: MENO CARBOIDRATI
    Dieta Molecolare: meno carboidrati per riattivare il metabolismo, perdere peso e depurare il fegato

    DIETA PANCIA PIATTA DA 1400 CALORIE AL GIORNO
    Dieta Pancia Piatta: dieta da 1400 calorie al giorno. Meno carboidrati e più proteine nella dieta-pancia-piatta

  4. Ale says:

    ciao ! MI SERVE più di un consiglio ! Ho 19 anni e come tutte le donne di qualsiasi età Amo avere un corpo in forma… inizio molte volte a fare esercizi soprattutto per glutei, pancia e fianchi… ma essendo “pigra” non completo più di 3 giorni
    🙁
    …ho così pensato di comprare un tapis roulant così faccio la mia corsetta e penso di fare tutto ! Con questo rimedio riesco ad avere glutei piu alti e sodi ? Ed inoltre per eliminare quelle fastidiose “maniglie dell’ amore” con addominali risolvo ? PS: peso 55 kg e sono alta 165… non sono grossa, ho solo quei piccoli difettucci che vorrei risolvere !
    🙂
    grazie

  5. Redazione IO Benessere Blog says:

    Buongiorno Luigi, per dimagrire e perdere peso l’ allenamento con la corsa è ottimo. Se non sei allenato, alterna camminata veloce a corsa lenta come stai già facendo. Nel tuo allenamento di 30-40 minuti cerca di variare l’ intensità della corsa o della camminata veloce (non correre sempre alla stessa andatura). Fai ad esempio 10 minuti di camminata veloce, poi fai 10 minuti di corsa, poi torna alla camminata veloce e così via fino ad arrivare ai tuoi 30-40 minuti di allenamento. Per ottenere benefici in termini di dimagrimento occorre un allenamento costante di almeno 3-4 giorni a settimana (preferibilmente a giorni alterni, cioè un giorno di allenamento ed un giorno di riposo). Mano a mano che acquisti più resistenza e fiato, aumenta l’ intensità di sforzo di corsa. L’ allenamento con la corsa deve sempre essere graduale: mai forzare troppo all’ inizio, ma aumentare mano a mano l’ intensità di sforzo di allenamento in modo da bruciare più calorie. In questo è molto utile l’ uso di un cardiofrequenzimetro per valutare i battiti cardiaci ed aumentare lo sforzo di corsa gradualmente.

    Dopo il tuo allenamento con la corsa, esegui degli esercizi mirati per gli addominali-pancia. Vanno bene le classiche flessioni: sdraiati a pancia in su, braccia incrociate dietro la testa, ginocchia piegate ed inizia le flessioni per gli addominali cercando di mantenere il busto dritto e guardando verso l’ alto. Esegui 20 ripetizioni per 3-4 serie (espira quando fai la flessione e sforzi gli addominali, ed inspira quando torni a riposo). Cerca di non toccare mai a terra col busto quando esegui le flessioni, in modo da tenere in tensione gli addominali. Gli esercizi di ginnastica per gli addominali-pancia sono noiosi e faticosi, ma sono efficaci se eseguiti con costanza. La zona degli addominali-pancia è una parte del corpo difficile da allenare perchè ricca di grasso accumulato in eccesso (la fatidica “pancetta” e le “maniglie dell’ amore” sui fianchi tanto odiate dagli uomini !). Non ti scoraggiare e continua con costanza gli esercizi per gli addominali: i primi risultati con gli addominali si vedono dopo 2-3 mesi di allenamento costante.

    E’ inoltre molto importante l’ alimentazione e la dieta. Quando il grasso in eccesso si accumula nella zona degli addominali-pancia, di solito è dovuto ad una dieta troppo ricca di carboidrati. Per eliminare la “fatidica pancetta” e per snellire fianchi e girovita è bene fare una dieta povera di carboidrati e ricca di proteine abbinando attività fisica costante. L’ eccesso di carboidrati giornalieri infatti, se non viene bruciato con l’ attività fisica, è trasformato nel fegato in grasso corporeo e dislocato nell’ addome (zona pancia-fianchi) e sotto la cute come riserva energetica. Nella dieta occorre quindi dare un taglio ai carboidrati ingeriti con l’ alimentazione quotidiana, oltre alle calorie giornaliere. In questi articoli puoi trovare delle diete per dimagrire utili per eliminare il grasso in eccesso nella zona della pancia e dei fianchi (Clicca Qui Sotto):

    DIETA MOLECOLARE: MENO CARBOIDRATI PER DIMAGRIRE
    Dieta Molecolare: meno carboidrati per riattivare il metabolismo, perdere peso e depurare il fegato

    DIETA DELLE PROTEINE PER PERDERE 6 CHILI IN UN MESE
    La Dieta delle Proteine per perdere 6 chili in un mese

    DIETA PANCIA PIATTA DA 1400 CALORIE AL GIORNO
    Dieta Pancia Piatta: dieta da 1400 calorie al giorno. Meno carboidrati e più proteine nella dieta-pancia-piatta

    Inoltre, per seguire un’ alimentazione corretta anche dopo aver seguito una dieta, in libreria puoi trovare il libro “Pancia Piatta per sempre” scritto dal dottor Paolo Cataldi (edizione Red; costo €9,90). E’ un libro con consigli e dieta; trovi ulteriori informazioni in questo articolo (Clicca Qui):
    Il libro “Pancia Piatta per Sempre” contro la pancia gonfia e disturbi dell’ intestino. Consigli e Dieta

    In extremis, c’è anche un trattamento di medicina estetica che utilizza radiofrequenza ed ultrasuoni (cavitazione) per eliminare il grasso in eccesso localizzato nella zona della pancia e dei fianchi. Questo tipo di trattamento estetico è consigliato se, nonostante dieta ed attività fisica costante, il grasso in eccesso nella zona della pancia e dei fianchi persiste. Per tua informazione trovi maggiori indicazioni in questo articolo (Clicca Qui):
    Radiofrequenza ed ultrasuoni (cavitazione) per eliminare il grasso in eccesso su pancia, fianchi e girovita

    Per quanto riguarda il problrma della stitichezza invece, non ha nulla a che fare col dimagrimento. Un utile rimedio naturale contro la stitichezza è l’ infuso di malva (la trovi in erboristeria). Per preparare un infuso di malva, basta usare 1 cucchiaio di malva in una tazza d’ acqua calda per la pianta fresca, metà dose per quella secca, lasciare riposare 20 minuti, filtrare e bere. L’ infuso di malva è molto utile da bere contro stipsi (stitichezza), colite e gastrite: per una buona cura naturale, occorre bere 2 tazze al giorno di infuso di malva anche per più settimane. Anche i semi di lino sono utili anche per combattere la stitichezza (si trovano in erboristeria o nei centri specializzati).

  6. Luigi says:

    salve. io dovrei dimagrire pancia e fianchi. da una settimana sto facendo 1 ora di camminata in salita alternata a corsa lenta di mattina, tutti i giorni, a stomaco vuoto esclusi sabato e domenica, e nella mia dieta ho ridotto i carboidrati e aumentato le verdure. sono 1,88 m per 95 kg. sono da sempre stato stitico, è un problema per il dimagrimento ? è possibile ottenere risultati entro luglio ? ha altri consigli da darmi ? grazie. Luigi

  7. Redazione IO Benessere Blog says:

    Ciao Niky e ben tornata sul nostro blog ! La tendenza ad accumulare grasso in eccesso nella zona della pancia e dei fianchi è molto spesso dovuta ad un eccesso di carboidrati nell’ alimentazione quotidiana. In questo caso è bene seguire delle diete che privilegiano le proteine limitando i carboidrati. Come già risposto anche a Nunzio nel commento sopra, sono ad esempio ottime queste diete (Clicca Qui):

    DIETA DELLE PROTEINE
    La Dieta delle Proteine per perdere 6 chili in un mese

    DIETA MOLECOLARE PROTEICA
    Dieta Molecolare: meno carboidrati per riattivare il metabolismo, perdere peso e depurare il fegato

    DIETA PANCIA PIATTA
    Dieta Pancia Piatta: dieta da 1400 calorie al giorno. Meno carboidrati e più proteine nella dieta-pancia-piatta

    Per quanto riguarda la zona delle gambe e dei glutei, dato che tu hai un problema di costituzione fisica, lo sport costante abbinato ad una dieta possono migliorare il tuo fisico. Privilegia i corsi fitness che ti aiutano a snellire e rassodare la zona dei glutei e delle gambe, come già risposto nel tuo precedente commento. Se invece il tuo problema riguarda cellulite e ritenzione idrica nella zona delle cosce-gambe-glutei, allora puoi trovare degli utili consigli sui cibi anticellulite in questo articolo (Clicca Qui): Dieta anticellulite depurativa: i cibi contro cellulite e ritenzione idrica

  8. niky says:

    Vi ringrazio tanto dell’ aiuto, cercherò di seguire i consigli e una regolarità nei pasti. siete utilissimi e gentilissimi
    🙂
    c’è qualche dieta particolare che avantaggia chi accumula grasso nella parte fianchi-gambe-glutei ? o si può scegliere quella che più si preferisce?
    Ad esempio privilegiando alcuni cibi rispetto ad altri ? ciao e grazie

  9. Redazione IO Benessere Blog says:

    Caro Nunzio, contro il sovrappeso e la “fatidica pancetta” devi fare un pò di attivitò fisica, certamente restando seduto a lavorare tutto il giorno non avrai nessun miracolo anche se vai a comprare degli integratori alimentari per dimagrire ! Quindi cerca di trovare un pò di tempo per fare un allenamento costante di almeno 30-40 minuti per 3-4 volte a settimana a giorni alterni (un giorno di allenamento e un giorno di riposo). Tra l’ altro, troppa sedentarietà fa anche male alla salute in generale. Per dimagrire la zona delle gambe e delle cosce e per eliminare la pancia devi abbinare un’ attività fisica aerobica (come la corsa) ad un’ attività anaerobica (cioè esercizi di ginnastica mirati per addominali-pancia-fianchi). Datti da fare e smetti di essere pigro: 30 minuti per fare un pò di sport si possono trovare anche se si lavora. Nel tuo caso poi l’ attività fisica è importante perchè svolgi un lavoro sedentario. Per quanto riguarda gli esercizi per gli addominali-pancia da eseguire dopo i tuoi 30 minuti di corsa (jogging all’ aperto o sul tapis roulant a casa se ne hai uno o se hai intenzione di acquistarlo) puoi trovare un programma di allenamento specifico per gli addominali-pancia in questo articolo (Clicca Qui): Esercizi addominali-pancia: programma di ginnastica in casa per rassodare gli addominali

    In alternativa alla ginnastica fai-da-te a casa, puoi anche iscriverti in palestra e farti fare una scheda personalizzata di allenamento per gambe, addominali-pancia dal personal trainer.

    Oltre all’ attività fisica costante, è inoltre importante la dieta e la sana alimentazione. Per eliminare il grasso in eccesso dalla zona della pancia è bene seguire una dieta che privilegia le proteine e limita i carboidrati. Puoi trovare delle diete da seguire in questi articoli (Clicca Qui):

    DIETA DELLE PROTEINE
    La Dieta delle Proteine per perdere 6 chili in un mese

    DIETA MOLECOLARE PROTEICA
    Dieta Molecolare: meno carboidrati per riattivare il metabolismo, perdere peso e depurare il fegato

    DIETA PANCIA PIATTA
    Dieta Pancia Piatta: dieta da 1400 calorie al giorno. Meno carboidrati e più proteine nella dieta-pancia-piatta

    Inoltre contro i problemi di sovrappeso e il problema dell’ antiestetica “pancetta” dovuta a vita troppo sedentaria e alimentazione scorretta, in libreria puoi trovare il libro “Pancia Piatta per Sempre” scritto dal dal Dottor Paolo Cataldi (edizione Red; costo €9,90) con consigli e dieta. Trovi maggiori informazioni in questo articolo (Clicca Qui): Il libro “Pancia Piatta per Sempre” contro la pancia gonfia e disturbi dell’ intestino. Consigli e Dieta

  10. nunzio says:

    ciao sono nunzio, vorrei dimagrire, io ho un’ ossatura robusta ma ho un pò di pancia e anche le gambe si sono ingrossate. io faccio un lavoro sedentario, passo tutto il giorno seduto ad una poltrona, ed ho poco tempo per attività fisica. cosa posso fare ? cosa posso prendere ? grazie

  11. Redazione IO Benessere Blog says:

    Cara Niky, certamente avere una certa regolarità nei pasti e nell’ alimentazione quotidiana aiuta molto a dimagrire e a stare in forma. Nonostante i tuoi impegni di lavoro che purtroppo ti comportano degli orari un pò “sballati”, puoi comunque cercare di essere più regolare nei tuoi pasti. Di certo fare una buona colazione è importante, ma evita di mangiare la frutta la sera: nelle diete in generale, la frutta va mangiata preferibilmente nello spuntino oppure a merenda, lontano dai pasti primcipali e preferibilmente mai la sera (la frutta di stagione contiene comunque glucosio, che è uno zucchero). I pasti e le calorie giornaliere vanno preferibilmente divisi in 5 piccoli pasti divisi in: colazione-spuntino-pranzo-merenda-cena. Occorre inoltre cercare di mangiare sempre negli stessi orari; tu ovviamente avrai degli orari particolari per via del tuo lavoro che ti costringe a stare alzata la notte fino a tardi. In merito a queste considerazioni per una sana alimentazione quotidiana e per dimagrire e stare in forma, puoi trovare ulteriori informazioni in questi articoli (Clicca Qui):

    L’ IMPORTANZA DELLA COLAZIONE NELLA DIETA QUOTIDIANA
    Sana Alimentazione: a colazione latte e cereali, pane e marmellata, yogurt e frutta, uovo alla coque per lo sport

    SANA ALIMENTAZIONE: CONSIGLI PER LA DIETA QUOTIDIANA
    Sana alimentazione, attività fisica e peso forma per salute e benessere. Consigli per la dieta quotidiana

    Oltre a seguire questi consigli di base, per la tua dieta puoi rivolgerti ad un nutrizionista-dietologo per una dieta personalizzata che vada incontro ai tuoi orari di lavoro e alle tue esigenze; oppure puoi scegliere una dieta tra quelle proposte in questi articoli in base ai tuoi gusti alimentari (Clicca Qui):
    Diete per Dimagrire

    Per quanto riguarda invece il tuo problema di costituzione fisica (il cosiddetto “corpo a pera”), certamente se si tratta di un fatto di costituzione fisica non riuscirai a portare la stessa taglia di vestiti tra la parte superiore del corpo (più minuta dato che indossi una taglia XS) e la parte inferiore del corpo (più sproporsionata dato che indossi una taglia ML). Con una dieta sana e l’ attività fisica costante il corpo si può comunque migliorare. Dato che il tuo punto debole è costituito dagli arti inferiori (cosce-gambe-glutei), puoi iscriverti in palestra e farti seguire da un personal trainer con una scheda di allenamento personalizzata che privilegi soprattutto esercizi per snellire e assottigliare gli arti inferiori. Per quanto riguarda invece i corsi di acquagym in piscina, i migliori corsi per snellire e assottigliare la zona cosce-gambe-glutei sono i corsi di Acquastep (gli esercizi di step in acqua), i corsi di Acquarunning (il tapis roulant in acqua) e i corsi di Acquabike (lo spinning in acqua). Puoi trovare maggiori informazioni in merito ai benefici di questi corsi di acquagym specifici per la zona degli arti inferiori (cosce-gambe-glutei) in questi articoli (Clicca Qui):

    CORSI DI ACQUABIKE PER GAMBE-COSCE-GLUTEI
    Corsi di Acquabike: l’ hydrospinning per dimagrire e rassodare glutei, gambe, addominali e braccia

    CORSI DI ACQUASTEP PER GAMBE-COSCE-GLUTEI-ADDOMINALI
    L’ Acqua Step: i corsi di Step in piscina per dimagrire e rassodare glutei, gambe, cosce e addominali

    CORSI DI ACQUARUNNING PER DIMAGRIRE E RASSODARE COSCE-GAMBE-GLUTEI
    Acquagym – Corsi di Acqua Running: il tapis roulant in acqua per dimagrire e rassodare glutei, gambe e pancia

    Ovviamente, anche i corrispettivi corsi fitness in palestra di step, running e spinning sono ottimi allenamneti per snellire la zona degli arti inferiori (cosce-gambe-glutei-addominali).

    Per quanto riguarda infine il corso di Pilates che stai attualmente seguendo, il Pilates è ottimo soprattutto per allenare la zona degli addominali-pancia, dato che tutti gli esercizi di Pilates si basano sul concetto di equilibrio e di baricentro (situato proprio nella zona degli addominali-pancia). Trovi maggiori informazioni sui benefici del Pilates in questo articolo (Clicca Qui):
    Benefici degli esercizi Pilates: addominali, gravidanza (esercizi pre-parto e post-parto), postura ed equilibrio

    Nel tuo caso, dato che parli di un problema di costituzione fisica con una sproporzione tra gli arti superiori del corpo più minuti rispetto agli arti inferiori, la cosa migliore è abbinare un’ attività aerobica (come la corsa o il tapis roulant) ad un’ attività anaerobica (esercizi di ginnastica mirati per snellire e migliorare gli arti inferiori). Un personal trainer in palestra può certamente seguirti al meglio con una scheda di allenamento personalizzata. Oppure puoi abbinare agli esercizi di Pilates (che già stai seguendo) un’ attività aerobica come i corsi di acquagym in piscina che ti aiutano a snellire soprattutto la zona inferiore del corpo (cosce, gambe, glutei).

  12. niky says:

    Salve a tutti, complimenti per il bellissimo blog ! Sono una giovane ballerina di danza orientale e avrei bisogno di alcuni consigli sia alimentari che per quanto riguarda la forma fisica. Ho il classico odioso fisico a pera ma non sono grassa (porto una xs sopra e una ml sotto) solo che non ho mai sopportato essere sproporzionata e non potermi mettere quello che voglio. Diciamo pure che vorrei impegnarmi per un fisico perfetto. Qualche mese fa ho perso una persona importante e da quel momento per reagire sono diventata iperattiva, sono dimagrita moltissimo perchè facevo tanto sport e mangiavo pochissimo sino ad arrivare a saltarmi il ciclo (non so se per il troppo stress o troppo sport a cui non ero abituata). Fatto sta che mi sono data una calmata e ho ripreso a mangiare di più. Il mio problema è che essendo una ballerina sto sveglia fino a tardi la notte (anche fino alle 3)… sapete gli artisti no ?
    😉
    e so che questo non mi porta ad una buona regolarità, quindi mi alzo tardi, faccio un’ abbondante colazione, mangio un frutto a metà pomeriggio e una cena abbondante. Inoltre ho iniziato a fare pilates (anche per darmi una base di danza classica) ma mi sa che non è lo sport più adatto a questo problema di costituzione. Secondo voi dovrei smettere e iscrivermi piuttosto in palestra ? per quanto riguarda l’ alimentazione so che dovrei mangiare diversamente, ma se mangio più volte ingrasso subito. Ho chiesto alla mia maestra di pilates e mi ha detto che anche lei fa un’ abbondante colazione ma anche un abbondante pranzo con quasi niente a cena… cosa sarebbe meglio per il mio fisico: mangiare più volte e poco oppure fare due pasti abbondanti e frutta a cena ? Pensate che avrei bisogno di iscrivermi a qualche corso in palestra o è meglio il nuoto ? e andare da un nutrizionista per sistemarmi un pò ?
    🙁
    grazie in anticipo…

  13. giada says:

    avrete presto mie notizie, grazie veramente per i consigli.
    Ciao !

  14. Redazione IO Benessere Blog says:

    E’ sempre la costanza che ripaga, vedrai che per l’ estate 2011 sarai in forma e migliorerai di sicuro il tuo fisico, oltre ad avere benefici anche per la tua salute ! Lo sport fa sempre molto bene anche per la salute. Un salutone, facci sapere !
    😉

  15. giada says:

    corsa, esercizi e dieta. ah quanto duro lavoro
    😀
    spero che con tanta costanza e autodeterminazione il mio scopo sia raggiunto entro l’ estate ! grazie mille per i consigli e per la pazienza, vi farò sapere. GRAZIE !

  16. Redazione IO Benessere Blog says:

    La corsa aiuta a dimagrire e a perdere peso in tutto il corpo. Per quanto riguarda i punti critici degli addominali-pancia-fianchi e delle gambe, per snellire e rassodare punti specifici del corpo occorre abbinare un’ attività aerobica (come la corsa) ad un’ attività anaerobica (esercizi di ginnastica mirati) da eseguire dopo l’ allenamento con la corsa. In questi articoli puoi trovare dei programmi di allenamento specifici per la zona degli addominali-pancia-fianchi e per le gambe con degli esercizi di ginnastica mirati che puoi esguire dopo il tuo allenamento con la corsa. Trovi tutto in questi articoli (Clicca Qui sotto):

    ESERCIZI PER RASSODARE GAMBE E COSCE
    Esercizi gambe: esercizi per interno coscia ed esterno coscia, allenamento per rassodare gambe e cosce

    ESERCIZI ADDOMINALI-PANCIA
    Esercizi addominali-pancia: programma di ginnastica in casa per rassodare gli addominali

  17. giada says:

    ho un’ ultima domanda: la corsa può aiutarmi a perdere peso in pancia, fianchi e gambe oppure aiuta solo in determinati punti ?

  18. Redazione IO Benessere Blog says:

    Di nulla Giada ! Buon allenamento e buona giornata anche a te ! Un saluto dallo staff di Redazione di IO Benessere Blog !
    😉

  19. giada says:

    grazie della risposta e della disponibilità ! BUONA GIORNATA.

  20. Redazione IO Benessere Blog says:

    Ciao Giada, la corsa abbinata alla dieta è ottima per dimagrire e contro gli inestetismi della cellulite. La corsa aiuta infatti a rassodare cosce, gambe e glutei, zone “critiche” del corpo in cui molto spesso si forma l’ antiestetica cellulite. Per un buon allenamento con la corsa, e per avere i risultati migliori, occorre costanza: è bene allenarsi per 3-4 volte a settimana a giorni alterni. Contro la cellulite, è ottima la Dieta dell’ Ananas anticellulite, puoi trovare maggiori informazioni in questo articolo (Clicca Qui):
    Dieta dell’ Ananas: dieta anticellulite per dimagrire. Schema Menù dieta depurativa 1300 calorie al giorno

    Sull’ alimentazione per contrastare la cellulite, trovi altre informazioni utili anche in questo articolo (Clicca Qui):
    Dieta anticellulite depurativa: i cibi contro cellulite e ritenzione idrica

    Sempre contro gli inestetismi della cellulite, oltre alla dieta e all’ attività fisica costante, ci sono anche dei rimedi naturali, come gli integratori alimentari anticellulite che possono essere acquistati in erboristeria e integrati nella dieta quotidiana. Contro la cellulite sono ottimi l’ estratto d’ ananas e l’ estratto di centella asiatica. Trovi maggiori indicazioni in questo articolo (Clicca Qui):
    Curare la cellulite con i rimedi naturali anticellulite: estratto d’ ananas e centella asiatica contro la cellulite

    Anche il massaggio fai-da-te anticellulite con gli oli essenziali (si comprano sempre in erboristeria) è un’ ottima abitudine per contrastare la cellulite. Puoi trovare ulteriori informazioni in questo articolo (Clicca Qui):
    Crema anticellulite e oli essenziali: il massaggio anticellulite fai-da-te contro ritenzione idrica e cellulite

    Inoltre, in commercio ci sono anche diversi prodotti cosmetici anticellulite ad un costo accessibile. Trovi maggiori informazioni in questo articolo (Clicca Qui): Prodotti cosmetici anticellulite: cerotti, scrub, gel e crema anticellulite. Come scegliere i prodotti cosmetici

  21. giada says:

    vorrei dimagrire ma allo stesso tempo rassodare e fare andare via la cellulite. con una mia amica abbiamo pensato alla corsa e ad una bella dieta. secondo voi può funzionare ?

  22. Barbara says:

    Beh, che dire, grazie come sempre !
    🙂
    Allora aumenterò anche l’ intensità dello sforzo di allenamento con la corsa ! I corsi di strike zone in palestra comunque sono molto interessanti, sono molto propensa ad informarmi maggiormente…
    😉
    Allora buon inizio anno 2011 e grazie per i preziosi consigli, tra un paio di mesi ti farò sapere
    😀
    Barbara

  23. Redazione IO Benessere Blog says:

    RISPOSTA PER BARBARA: carissima, in un mese di allenamento non puoi pretendere l’ impossibile, soprattutto sotto il periodo delle feste di Natale e Capodanno ! Molto dipende dagli obiettivi che vuoi raggiungere. Se non hai visto nessun miglioramento, forse sbagli il tuo allenameno: alterna camminata veloce a corsa lenta per aumentare l’ intensità dello sforzo di allenamento e le calorie bruciate, è inutile aumentare solo il tempo di durata della camminata veloce… inizia anche a correre ! La corsa aiuta a tonificare e a dimagrire tutto il corpo, ma va abbinata anche ad una dieta sana. Per la zona specifica degli addominali-pancia-fianchi, le torsioni vanno bene per le “maniglie dell’ amore”, ma devi fare anche gli esercizi per gli addominali per eliminare la fatidica “pancetta”. Ricorda inoltre che per definire la zona degli addominali-pancia-fianchi ci vogliono almeno 3 mesi di esercizi e allenamento costante per iniziare a vedere i primi risultati, si tratta di una zona del corpo più difficile da definire.

    In palestra invece, i corsi migliori per tonificare e definire la zona degli addominali-pancia-fianchi sono il Pilates, lo Yogilates (mix di tecniche yoga e pilates) e i corsi di Strike Zone. Trovi ulteriori informazioni in questi articoli (Clicca Qui):

    BENEFICI DEL PILATES PER GLI ADDOMINALI
    Benefici degli esercizi Pilates: addominali, gravidanza (esercizi pre-parto e post-parto), postura ed equilibrio

    CORSI DI YOGILATES PER GLI ADDOMINALI
    I benefici delle tecniche yoga e degli esercizi pilates nel corso di Yogilates: allenamento addominali e postura

    CORSI FITNESS DI STRIKE ZONE IN PALESTRA PER GLI ADDOMINALI-PANCIA
    Strike Zone: esercizi di ginnastica per addominali, pancia piatta e glutei sodi. Fitness e ginnastica in casa

    ESERCIZI PER GLI ADDOMINALI NEI CORSI DI STRIKE ZONE
    Esercizi addominali pancia-piatta: tecniche Yoga e Arti Marziali nel corso di Strike Zone per gli addominali

    Per quanto riguarda la dieta da abbinare all’ attività fisica costante, nel periodo specifico dopo le feste di Natale e Capodanno puoi seguire una dieta depurativa per 2 settimane o per un mese in modo da eliminare tutte le tossine acumulate durante questo periodo specifico dell’ anno. Trovi maggiori indicazioni in questo articolo (Clicca Qui):

    DIETA DOPO LE FESTE DEPURATIVA DA 1300 CALORIE AL GIORNO
    Dieta Dopo le Feste: dieta da 1300 calorie. Dieta depurativa per dimagrire e contro la ritenzione idrica

    Per quanto riguarda le diete specifiche per la zona degli addominali-pancia-fianchi, vanno bene le diete che privilegiano le proteine e limitano i carboidrati come la Dieta della Proteine e la Dieta Pancia Piatta. Puoi seguire queste diete dopo la dieta depurativa, sempre abbinate all’ attività fisica. Trovi tute le informazioni in questi articoli (Clicca Qui):

    DIETA DELLE PROTEINE
    La Dieta delle Proteine per perdere 6 chili in un mese

    DIETA PANCIA PIATTA DA 1400 CALORIE
    Dieta Pancia Piatta: dieta da 1400 calorie al giorno. Meno carboidrati e più proteine nella dieta-pancia-piatta

    Infine, per avere una guida completa per risolvere il problema della pancia, in libreria puoi trovare il libro “Pancia Piatta per Sempre” scritto dal Dottor Paolo Cataldi; trovi maggiori indicazioni in questo articolo (Clicca Qui): Il libro “Pancia Piatta per Sempre” contro la pancia gonfia e disturbi dell’ intestino. Consigli e Dieta

  24. Redazione IO Benessere Blog says:

    RISPOSTA PER LISA: l’ allenamento con la corsa è sempre graduale, ciò significa che dopo circa 1 mese occorre aumentare l’ intensità di sforzo di allenamento per bruciare più calorie. L’ allenamento varia da un soggetto all’ altro in base alla propria resistenza e al proprio battito cardiaco. Di solito, con un allenamento costante, il cuore di chi corre diventa mano a mano più resistente allo sforzo. Per un corretto allenamento con la corsa è utile usare un cardiofrequenzimetro che controlla in tempo reale il battito cardiaco in base allo sforzo di allenamento. Nel tuo caso quindi, la velocità di corsa va aumentata tenendo conto del tuo battito cardiaco e della tua capacità di resistenza allo sforzo. Oggi in commercio esistono diversi modelli di cardiofrequenzimetro facili da impostare e da usare. Trovi maggiori informazioni in questi articoli (Clicca Qui):

    CARDIOFREQUENZIMETRO PER L’ ALLENAMENTO CON LA CORSA
    Cardiofrequenzimetro per l’ allenamento fai-da-te con la corsa sul tapis roulant a casa o con il jogging all’ aperto

    L’ OROLOGIO DA POLSO CON CARDIOFREQUENZIMETRO
    Allenamento con il cardiofrequenzimetro: l’ orologio da polso Polar FT40 con cardiofrequenzimetro

    Dato che comunque ti sei iscritta in palestra, chiedi sempre consiglio al tuo personal trainer per monitorare al meglio il tuo allenamento.

  25. Barbara says:

    Ciao, sono di nuovo Barbara !
    🙂
    volevo dirti che ho fatto un mese di camminata veloce per 30 minuti e questa settimana ho iniziato ad aumentare il tempo fino a 40 minuti… sempre a giorni alterni… non ho visto dei miglioramenti ma forse è solo questione di tempo, no ? Un’ altra cosa, visto che parlavamo di tonificazione addominale & Co., volevo sapere cosa ne pensi delle torsioni del busto col bastone… c’è chi le consiglia e chi no… vorrei capire se sono efficaci per le maniglie ai fianchi.

  26. Lisa says:

    va bene, grazie mille ! un’ ultima domanda: ora corro ad una velocità di 7,5 km/h, dovrei aumentarla ?

  27. Redazione IO Benessere Blog says:

    Ciao Lisa, per eliminare la cellulite e i cuscinetti di grasso accumulato in eccesso su gambe, cosce e glutei è necessario abbinare un’ attività fisica aerobica (come la corsa) ad un’ attività fisica anaerobica (esercizi di ginnastica mirati). Dato che ti sei iscritta in palestra, chiedi consiglio anche al tuo personal trainer in modo da avere una scheda personalizzata di allenamento che abbini la corsa sul tapis roulant ad esercizi mirati per cosce, gambe e glutei. Per i glutei sono ad esempio ottimi gli squat col bilanciere. Fatti seguire da un istruttore per individuare le macchine più adatte a rassodare i glutei, come Standing gluteus, Gluteus machine, Abductor, Hamstring, Leg press. Tutte queste macchine aiutano a potenziare i muscoli dei glutei.

    Per quanto riguarda la piscina, per rassodare i glutei con il nuoto, bastano 20-30 minuti di nuoto. Per tonificare i glutei sono indicati stile libero e rana. Oltre al nuoto sono ottimi i corsi di acquagym, soprattutto l’ Acquabike (lo spinning in acqua), l’ Acqua Step (i corsi di Step in acqua) e l’ Aquarunning (il tapis ruoulant in acqua): sono tutti corsi di acquagym che allenano soprattutto la zona gambe-cosce-glutei. I corsi di acquagym in piscina sono utilissimi contro la cellulite perchè i movimenti fatti in acqua creano una sorta di massaggio che ha benefici contro la cellulite. Puoi trovare ulteriori informazioni sui corsi di acquagym utili per rassodare cosce, gambe e glutei in questi articoli (Clicca Qui):

    CORSI DI ACQUABIKE PER RASSODARE GAMBE E GLUTEI
    Corsi di Acquabike: l’ hydrospinning per dimagrire e rassodare glutei, gambe, addominali e braccia

    CORSI DI ACQUASTEP PER GLUTEI, GAMBE E COSCE
    L’ Acqua Step: i corsi di Step in piscina per dimagrire e rassodare glutei, gambe, cosce e addominali

    CORSI DI ACQUARUNNING PER DIMAGRIRE E RASSODARE GLUTEI E GAMBE
    Acquagym – Corsi di Acqua Running: il tapis roulant in acqua per dimagrire e rassodare glutei, gambe e pancia

    Oltre all’ attività fisica costante (almeno 3-4 volte a settimana preferibilmente a giorni alterni), contro la cellulite è importante seguire una DIETA SANA e una corretta alimentazione. Per quanto riguarda i cibi contro cellulite e ritenzione idrica, trovi maggiori informazioni in questo articolo (Clicca Qui):
    Dieta anticellulite depurativa: i cibi contro cellulite e ritenzione idrica

    Sempre contro cellulite e ritenzione idrica sono utili i rimedi naturali come gli integratori alimentari naturali anticellulite e il massaggio fai-da-te con gli oli essenziali anticellulite. Trovi maggiori informazioni in questi articoli (Clicca Qui):

    SPIRULINA E FUCUS ANTICELLULITE
    Rimedi naturali anticellulite: spirulina e fucus. Le alghe per eliminare la cellulite. Integratori alimentari e bagni

    TISANA DI FOGLIE DI VITE ROSSA ANTICELLULITE
    Rimedi naturali contro cellulite, ritenzione idrica e cattiva circolazione delle gambe: tisana di foglie di vite rossa

    ESTRATTO D’ ANANAS E CENTELLA ASIATICA ANTICELLULITE
    Curare la cellulite con i rimedi naturali anticellulite: estratto d’ ananas e centella asiatica contro la cellulite

    IL MASSAGGIO FAI-DA-TE CONTRO RITENZIONE IDRICA E CELLULITE
    Crema anticellulite e oli essenziali: il massaggio anticellulite fai-da-te contro ritenzione idrica e cellulite

    Esistono inoltre diversi PRODOTTI COSMETICI a prezzi accessibili utili contro la cellulite; trovi maggiori informazioni in questo articolo (Clicca Qui):
    Prodotti cosmetici anticellulite: cerotti, scrub, gel e crema anticellulite. Come scegliere i prodotti cosmetici

  28. Lisa says:

    Ciao ! Molto interessante quest’ articolo… ho scoperto la corsa da poco, e mi piace molto. Io ho 24 anni e da un mese e mezzo sono iscritta in palestra. il mio obbiettivo non è perdere molto peso (vorrei perdere giusto un paio di kili), ma rassodare cosce e glutei. Mi ritengo magra, peso 47 kg, ma non essendo alta (1,57), anche quel poco grasso che si accumula su gambe e glutei si nota molto. Inoltre nell’ultimo anno ho visto aumentare la cellulite, complice probabilmente la pillola anticoncezionale. Ora vado in palestra 3 volte la settimana, e dopo aver fatto le macchine per gambe e glutei, braccia e spalle, faccio sempre 40 minuti di corsa. Per ora, che sono all’ inizio, vado ad una velocità lenta: 7,5 km/h. Più avanti pensavo di aggiungere un quarto giorno per fare un pò di nuoto libero. Per ora i risultati non si sono ancora visti, so che forse è ancora presto. Pensate che questo allenamento possa andare bene per ridurre la cellulite ed eliminare il grasso che si è accumulato su cosce e glutei, e vederli cosi più tonici ? Mi pongo questo dubbio perchè spesso trovo opinioni discordanti sull’ utilità della corsa per ridurre la cellulite. Grazie in anticipo ! e grazie per i vostri consigli !

  29. Redazione IO Benessere Blog says:

    Ciao Carla, per la zona degli addominali-fianchi, le creme riducenti possono aiutare ma non possono fare miracoli. Per contrastare efficacemente gli accumuli di grasso localizzato in eccesso che si depositano sulla zona della pancia-fianchi creando le antiestetiche “maniglie dell’ amore”, è bene abbinare una dieta e attività fisica mirati. Per quanto riguarda i corsi di fitness in palestra, per avere una pancia piatta sono consigliati gli sport aerobici come il nuoto e la corsa (che puoi praticare anche da sola). In palestra sono ottimi per gli addominali anche i corsi di Pilates. Sui benefici del Pilates per gli addominali, trovi maggiori informazioni in questo articolo (Clicca Qui):
    Benefici degli esercizi Pilates: addominali, postura ed equilibrio

    Per scolpire gli addominali ed eliminare la fatidica “pancetta”, oltre agli sport aerobici come la corsa, bisogna abbinare anche degli esercizi anaerobici mirati per gli addominali. In questo articolo trovi un programma di esercizi per gli addominali che puoi eseguire dopo la corsa (Clicca Qui):
    Esercizi addominali-pancia: programma di ginnastica in casa per rassodare gli addominali

    Per quanto riguarda la dieta per avere una pancia piatta, sono ottime le diete che puntano sulle proteine riducendo il consumo dei carboidrati e controllando così la produzione di insulina. L’ insulina è infatti “colpevole” di costruire le riserve di grassi che ci rendono più “tondi”. Per controllare la produzione di insulina occorre ricalibrare i consumi di carboidrati, responsabili della glicemia.
    Sono quindi ottime diete da abbinare all’ attività fisica per avere una pancia piatta la Dieta delle Proteine, la Dieta a Zona (che serve proprio al controllo della produzione dei livelli di insulina) e la Dieta-Pancia-Piatta che limita l’ apporto dei carboidrati.
    Puoi scegliere quindi la dieta più adatta ai tuoi gusti tra queste (Clicca Qui):

    DIETA DELLE PROTEINE
    Schema menù Dieta delle Proteine

    DIETA A ZONA
    Calcolo Dieta a Zona: la dieta per dimagrire senza contare le calorie. Programma settimanale Dieta a Zona

    DIETA-PANCIA-PIATTA DA 1400 CALORIE
    Dieta Pancia Piatta: dieta da 1400 calorie al giorno. Meno carboidrati e più proteine nella dieta-pancia-piatta

  30. Carla says:

    Buonasera ! Ho letto con curiosità i vostri commenti… e ho letto riguardo le creme riducenti… Anche io ho il “problema” delle maniglie dell’ amore e della pancetta, benchè io sia magra per il resto del corpo… Ho acquistato la Garnier Body Tonic roll on, può essere utile per ridurre l’ adipe ? E a cosa dovrei abbinarla in fatto di movimento ? Dovrei fare dieta ?

  31. Redazione IO Benessere Blog says:

    Di nulla Giuna, felici di averti charito di più le idee ! Vai tranquilla, l’ importante nell’ allenamento con la corsa è eseguire un allenamento graduale: non forzare mai troppo all’ inizio, segui i ritmi e i segnali del tuo corpo e aumenta l’ intensità dello sforzo mano a mano (dopo un mese sarai già più allenata e potrai aumentare il ritmo di corsa, l’ intensità di sforzo e le calorie bruciate). Buon allenamento !
    Un saluto dalla Redazione di IO Benessere Blog !
    😉

  32. Giuna says:

    Fantastico e precisissimo, come sempre ! Grazie troppo !
    🙂
    finalmente ho le idee chiare, perchè avevo paura che correre a digiuno mi provocasse un non-dimagrimento, ovvero l’ effetto contrario a quello che cerco
    🙂
    Buona domenica, GRAZIE !

  33. Redazione IO Benessere Blog says:

    Il cortisolo viene spesso definito “ormone dello stress” perché la sua produzione aumenta, appunto, in condizioni di stress psico-fisico severo, per esempio dopo esercizi fisici molto intensi o interventi chirurgici (ma questo non è il caso della corsa ! L’ allenamento con la corsa non comporta uno stress fisico “severo”). Un aumento del cortisolo in circolo si manifesta anche in caso di digiuno prolungato o per abitudini alimentari scorrette. Saltare la prima colazione o mangiare molto in un unico pasto giornaliero, favorisce infatti l’ ipercortisolismo (l’ aumento, cioè, della produzione di cortisolo). Ma dopo l’ allenamento a digiuno, si fa colazione, non si salta del tutto la colazione ! Semplicemente la si posticipa (la colazione la puoi fare tranquillamente dopo la corsa e dopo una bella doccia ! Senza stare ad aspettare un’ ora). Per mantenere sotto controllo i livelli di cortisolo è bene consumare pasti piccoli in termini calorici, ma frequenti (5 o più pasti al giorno: colazione-spuntino-pranzo-merenda-cena). E’ bene inoltre iniziare la giornata con una colazione abbondate (come specificato nel commento sopra per la colazione dopo l’ allenamento col jogging) e privilegiare l’ assunzione di carboidrati complessi come l’ avena, i cereali senza zucchero, le farine integrali ed i loro derivati.

    Per quanto riguarda le conseguenze di un aumento eccessivo di cortisolo, esse non riguardano solo il fatto di “ingrassare”, ma hanno ben altre conseguenze sulla salute:
    – Ipertensione
    – Irsutismo e alopecia
    – Obesità tronculare e strie rubre
    – Debolezza muscolare
    – Alterazioni del ciclo mestruale
    – Calo della libido
    – Edema
    – Gibbo
    – Infezioni ricorrenti
    – Alterata tolleranza glucidica
    – Cute sottile facies
    – Osteoporosi e fratture
    – Cefalea
    – Depressione
    – Acne
    – Dislipidemia
    – Ritardata guarigione delle ferite
    – Ipercortisolismo
    – Morbo di Cushing: patologia dovuta ad una iperproduzione di cortisolo (provoca una caratteristica ridistribuzione del grasso corporeo, perdita di massa muscolare, ipertensione, fragilità capillare, assottigliamento della cute, difficoltà di cicatrizzazione delle ferite, osteoporosi, immunodepressione, diabete secondario e psicosi).

    Non so dove hai letto le informazioni circa l’ aumento del cortisolo, ma un semplice allenamento col jogging non ti fa certo venire il Morbo di Cushing !
    DURANTE L’ ATTIVITà FISICA INFATTI I LIVELLI DI CORTISOLO AUMENTANO PER POI RIENTRARE NELLA NORMA
    non appena il soggetto ritorna in una condizione di riposo e tranquillità. QUESTO EFFETTO “A BREVE TERMINE” PRODUCE DEI BENEICI ALLA NOSTRA SALUTE, rafforzando il sistema immunitario, la memoria, il controllo dell’ appetito, la perdita del peso, i livelli di energia, i livelli di infiammazione, la salute sessuale e la salute generale !

  34. Giuna says:

    Perfetto! Seguirò questa linea allora… Quindi non è vero che correre a digiuno fas aumentare il cortisolo e di conseguenza non dimagrisco ? Ho letto anche che è bene non fare colazione dopo la corsa prima di un’ ora… però devo dire che dopo la corsa a digiuno la fame si fa sentire, per cui aspettare un’ ora diventa abbastanza difficile…

  35. Redazione IO Benessere Blog says:

    Ciao Giuna, durante il digiuno notturno (quando si dorme durante la notte) una parte del glicogeno epatico (cioè una parte degli zuccheri immagazzinati nel fegato) viene consumata per mantenere la glicemia costante, mentre il glicogeno muscolare non viene assolutamente intaccato. Se l’ alimentazione quotidiana che si segue è adeguata al proprio fabbisogno calorico, al mattino si hanno ancora sufficienti riserve di glicogeno per correre tranquillamente un’ ora senza avvertire alcun calo di energie. Lo stress più importante (per una persona sana) non è tanto quello fisico, ma è più che altro di tipo psicologico: alcuni non riescono ad abituarsi a correre la mattina presto a digiuno, per altri invece (dopo poche settimane di allenamento) andare a correre a digiuno risulta naturale e anche molto piacevole. Correre la mattina a digiuno aiuta a bruciare una buona percentuale di grassi. Grazie al lungo digiuno notturno i livelli di glucosio nel sangue si abbassano e di conseguenza i muscoli sono portati a bruciare una miscela un pò più ricca di grassi e un pò meno ricca di carboidrati rispetto al carburante che verrebbe utilizzato in altri momenti della giornata.

    Essere costanti e regolari negli allenamenti al mattino è il consiglio più importante: le prime volte può “essere dura” se il fisico non è abituato, ma dopo una o due settimane in cui si continua regolarmente a correre sempre e solo al mattino, l’ organismo si abitua. E’ inoltre importante eseguire un buon riscaldamento prima della corsa, soprattutto quando ci si allena la mattina presto. Il riscaldamento consente all’ organismo e ai muscoli di passare in modo graduale dallo stato di riposo alla piena efficienza fisica (bastano alcuni esercizi di stretching per il riscaldamento).

    In generale, la corsa è un esercizio fisico da eseguire preferibilmente a stomaco vuoto, sia per il tipo di movimento che causa uno scuotimento dello stomaco, sia per l’ intensità dello sforzo che causa un rallentamento della digestione (anche per digerire, come per correre, occorrono sangue ed energie). Dopo la corsa diventa invece indispensabile recuperare le energie spese durante l’ allenamento. Per rifornire di glicogeno i muscoli e il fegato, è necessario consumare una buona colazione ricca di carboidrati e, se necessario, integrare con uno spuntino (ad esempio frutta fresca) a metà mattina. Una buona colazione è ad esempio: latte o yogurt + pane e marmellata.

  36. Giuna says:

    Grazie mille ! Un’ ultima cosa che mi confonde moltissimo… quand’ è meglio correre, la mattina a digiuno o bisogna sempre fare colazione prima di correre ? Ho letto in giro sul web che correre a digiuno, per chi ha problemi di adipe localizzato, non fa altro che alzare il livello di stress e quindi di cortisolo e di conseguenza non si dimagrisce… cosa c’è di vero in tutto ciò ? Sono un pò confusa.

  37. Redazione IO Benessere Blog says:

    Ciao Giuna, l’ allenamento fai-da-te a casa con la cyclette è un’ ottima alternativa alla corsa all’ aperto d’ inverno. Dato che anche tu devi snellire la zona del girovita (finachi) e degli addominali-pancia, inizia il tuo allenamento con 20-30 minuti di cyclette, poi abbina la serie di esercizi per gli addominali che trovi in questo articolo (Clicca Qui):
    Esercizi addominali-pancia: programma di ginnastica in casa per rassodare gli addominali

    Per definire la zona degli addominali, occorre infatti sia un lavoro aerobico (cyclette o jogging), sia un lavoro anaerobico (esercizi di ginnastica mirati per gli addominali). E’ sufficiente un allenamento costante di 3-4 giorni a settimana a giorni alterni. Per quanto riguarda l’ uso della cyclette, anche in questo caso occorre aumentare mano a mano l’ intensità dello sforzo e le calorie bruciate. Molto dipende dal tuo livello di allenamento iniziale, dopo un mese circa aumenta quindi la resistenza della cyclette in modo da aumentare lo sforzo dell’ allenamento. Così come per il jogging, anche per l’ allenamento con la cyclette è utile l’ uso di un cardiofrequenzimetro in modo da valutare il battito cardiaco durante il lavoro aerobico e aumentare mano a mano l’ intensità e lo sforzo di allenamento.

  38. Giuna says:

    Ciao !
    🙂
    Volevo chiederti un consiglio, se possibile: ho letto il problema della ragazza sopra… anche io faccio corsa blanda a giorni alterni per il problema dei fianchetti e della pancia…
    🙁
    all’ incirca mezz’ oretta. Il problema è che sta arrivando l’ inverno, e in questi giorni mi sono infradiciata ! posseggo una cyclette da camera e pensavo: secondo te, nei giorni in cui piove, posso sostituire la cyclette alla corsa ? Se sì, in che modalità usarla per bruciare grassi e arrivare all’ obiettivo del girovita asciutto ?
    Grazie in anticipo ovviamente
    🙂
    Giuna

  39. Barbara D says:

    Beh, che dire… grazie infinite per la risposta ! credo che allora aumenterò l’ intensità dell’ allenamento rimanendo a 40 minuti, alternando un giorno lavoro aerobico ed il successivo anaerobico con gli esercizi che mi hai consigliato ! Per il cardiofrequenzimetro, era tanto che volevo comprarne uno, e ora che si avvicina natale ci farò un forte pensierino su quello consigliatomi da te ! è bellissimo e pratico !

  40. Redazione IO Benessere Blog says:

    Ciao Barbara, l’ allenamneto consigliato con il jogging è di almeno 3-4 volte a settimana a giorni alterni (un giorno di allenamento e un giorno di riposo). Anche effettuando un allenamento di 3-4 giorni a settimana il fisico di abitua allo sforzo dopo un mese. Per bruciare più calorie occorre quindi aumentare mano a mano l’ intensità dello sforzo. Nel tuo caso, dato che da quanto scrivi effettui una camminata veloce ormai da un mese, per bruciare più calorie devi aumentare l’ intensità dello sforzo di allenamento alternando la camminata veloce alla corsa lenta. Per quanto riguarda il ritmo di corsa, è molto utile per un corretto allenamento individuale l’ uso di un cardiofrequenzimetro che consente di monitorare il battito cardiaco e l’ allenamento. Oggi esistono moltissimi nuovi modelli di cardiofrequenzimetro da polso pratici, facili da usare e da impostare per monitorare il proprio allenamento fai-da-te. Un nuovo modello è l’ orologio da polso Polar FT40: un cardiofrequenzi­metro evoluto che visualizza in modo im­mediato i risultati dell’ attività fisica e dell’ allenamento. L’ orologio da polso Polar FT40 è un cardiofrequenzimetro che calcola esattamente l’ intensità utile a smalti­re i grassi (calorie bruciate) e migliorare il sistema cardiova­scolare. Trovi maggiori informazioni in merito in questo articolo (Clicca Qui):
    Allenamento con il cardiofrequenzimetro: l’ orologio da polso Polar FT40 con cardiofrequenzimetro

    Per quanto riguarda invece le “maniglie dell’ amore”, si tratta di grasso localizzato in eccesso nella zona dei fianchi (giro vita-pancia). Spesso il grasso in eccesso nella zona dei fianchi può essere dovuto alla costituzione fisica se il resto del corpo è ben proporzionato. Si può comunque cercare di migliorare il proprio fisico. Per dimagrire i fianchi è consigliabile oltre ad un’ attività fisica aerobica da praticare 3-4 volte a settimana per 40 minuti, anche un allenamento anaerobico mirato da fare in palestra o a casa almeno un paio di volte a settimana. Esistono infatti degli esercizi molto efficaci che aiutano a tonificare e ridurre la circonferenza dei fianchi. Se ti iscrivi in palestra, il personal trainer saprà certo consigliarti una scheda di esercizi di ginnastica ad hoc mirati per eliminare le “maniglie dell’ amore”. Per la ginnastica a casa fai-da-te, puoi abbinare degli esercizi di ginnastica dopo l’ allenamento con la corsa. Trovi degli utili esercizi per la zona dei fianchi e degli addominali in questo articolo (Clicca Qui):
    Esercizi addominali-pancia: programma di ginnastica in casa per rassodare gli addominali

  41. Barbara D. says:

    Ciao ! bell’ articolo, mi è servito parecchio… io corro da un mese, o meglio, camminata veloce per 30-40 minuti, quasi ogni giorno… il mio problema sono le maniglie dell’ amore ! potrei avere qualche consiglio per rimediare ? per il resto ho un buon fisico; sono queste maniglie che rovinano tutto… Che durata e ritmo dovrei tenere ? è vero che allenarmi ogni giorno è sbagliato altrimenti il corpo si abitua e non brucio più grassi ? per il mio problema va bene il lavoro aerobico oppure anaerobico ?
    GRAZIE MILLE !

  42. Redazione IO Benessere Blog says:

    RISPOSTA PER PAOLO: per il tuo allenamento prova ad alternare momenti di corsa a ritmo medio a momenti di corsa veloce, fai degli “scatti” di corsa veloce e poi torna al ritmo di corsa media. In questo modo bruci più calorie perchè nello stesso allenamento vari il ritmo e la velocità di corsa. Dato che sei già ben allenato (anche se sei stato fermo per un pò a causa del tuo infortunio), probabilmente hai già acquisito un’ ottima resistenza nella corsa. Se corri ad un ritmo più veloce ma costante, il tuo fisico non fa fatica. Se invece alterni dei brevi scatti di corsa veloce bruci più calorie e sottoponi il tuo fisico ad un maggiore sforzo. Inoltre, se ancora non lo usi, compra un cardiofrequenzimetro, è uno strumento molto utile per monitorare il tuo allenamento con la corsa, il battito cardiaco e le calorie bruciate.
    Per quanto riguarda la dieta, dato che non mangi nè pane nè pasta, per chi pratica sport è ottima la Dieta delle Proteine, trovi maggiori indicazioni in questo articolo (Clicca Qui):
    La Dieta delle Proteine per perdere 6 chili in un mese

  43. Redazione IO Benessere Blog says:

    RISPOSTA PER TANY: il tuo allenamento con jogging, camminata veloce e cyclette abbinato alla dieta è ottimo. Perdere 3-4 chili in un mese non è difficile abbinando dieta sana e attività fisica costante. Per rassodare ed assottigliare le cosce, puoi abbinare degli esercizi mirati con un allenamento fai-da-te.
    Dopo la corsa o la cyclette, puoi eseguire anche degli esercizi di ginnastica per gambe e cosce, trovi il programma di allenamento in questo articolo (Clicca Qui):
    Esercizi gambe: esercizi per interno coscia ed esterno coscia, allenamento per rassodare gambe e cosce

  44. Paolo says:

    ho 49 anni, faccio corsa da tre anni, partendo da zero km sono riuscito ad arrivare a una ventina di km, e riuscendo a correre anche senza fermarmi per un’ora e mezza.
    A causa di un infortunio sono stato fermo per circa tre mesi, riprendendo l’attività decido di cambiare schema di allenamento, cioè correre per 50 minuti a ritmi piu veloci di quelli che precedente realizzavo. Il tutto per perdere peso, infatti quando mi sono fermato per tre mesi sono aumentato notevolmente di peso.
    Malgrado il nuovo allenamento che da tre mesi ho iniziato, non sto vedendo risultati utili, infatti il mio peso e fermo, nè aumento nè calo.
    Dove sbaglio ? considerando poi che non mangio nè pane e nè pasta, cosa devo fare ?
    un saluto a tutti Paolo

  45. Tany says:

    ciao mi chiamo tanya, io ho 16 anni e vorrei dimagrire di almeno 3 o 4 kili… ora sto facendo una dieta e in più ogni giorno per un’ ora faccio corsa o camminata veloce alternado… faccio anche ciclette delle volte… oggi ho iniziato a fare la corsa di mattina e a mangiare un’ ora dopo e devo dire che avverto meno fame di prima… spero che mi aiuti a dimagrire soprattutto di cosce. va bene l’ allenamento che sto facendo per dimagrire o dovrei fare qualcos’ altro ? grazie

  46. Redazione IO Benessere Blog says:

    Ciao Lory, puoi usare anche Somatoline snellente. Per snellire fianchi e cosce la cosa migliore è comunque farti fare una scheda ad hoc di esercizi mirati dal personal trainer in palestra, in modo da far lavorare soprattutto gli arti inferiori del corpo. Se il tuo è un problema di costituzione fisica (da quello che scrivi dici di non essere ben proporzionata fisicamente), con un allenamento personalizzato e mirato in palestra (in sala pesi con attrezzi specifici per fianchi, glutei, cosce e gambe) puoi comunque migliorare il tuo fisico e vederti più bella e in forma.

  47. Lory da Genova says:

    Molto gentile nella risposta ! Una domanda: se invece di goodbye cellulite di nivea usassi somatoline trattamento snellente notte andrebbe bene lo stesso ? non ho problemi di tiroide… e fisicamente sono abbastanza soda… l’ unico problema è snellire i fianchi e le cosce perchè sono 86-65-94 e vorrei passare da 94 ad almeno 89 per compensare la parte superiore con quella inferiore, perchè mi ritengo magra… ma non proprio ben proporzionata come si vede dalle mie misure.
    Spero in un’ altra risposta con dei consigli.
    Grazie ! lory

  48. Redazione IO Benessere Blog says:

    Ciao Lory, in palestra è ottimo un allenamento personalizzato con il personl trainer che saprà di certo consigliarti una scheda ad hoc per snellire e tonificare i tuoi punti critici (gambe, cosce, glutei). Per i glutei sono ottimi gli squat col bilanciere. Le macchine più adatte a rassodare i glutei sono inoltre: Standing gluteus, Gluteus machine, Abductor, Hamstring, Leg press. Tutte queste macchine aiutano a potenziare i muscoli dei glutei. Per rassodare cosce, gambe e glutei, in palestra puoi anche seguire un corso di step.
    Per cosce, gambe e glutei i migliori corsi fitness sono anche i corsi di acquagym in piscina.

    Se soffri di cellulite e ritenzione idrica, e se non hai problemi di tiroide, puoi usare un integratore alimentare naturale a base di spirulina; trovi maggiori indicazioni in questo articolo (Clicca Qui):
    Rimedi naturali anticellulite: spirulina e fucus. Le alghe per eliminare la cellulite. Integratori alimentari e bagni

    Oppure puoi usare il programma Good-bye Cellulte di Nivea che comprende integratore alimentare, gel e cerotto anticellulite, trovi tutto in questo articolo (Clicca Qui):
    Trattamento anticellulite: integratore alimentare, gel e cerotto. Il programma Good-bye Cellulte di Nivea

  49. Lory da Genova says:

    Ciao… sono molto disperata e non riesco a tovare un allenamento che vada bene per me… il mio problema è la parte inferiore del corpo… dalla vita in giù… vorrei snellire glutei, cosce e gambe… la parte superiore del corpo, addominali compresi, sono più che in forma… quali esercizi posso fare in palestra e che creme o integratori posso usare per snellire e tonificare le parti interessate ?
    Vi sarei molto grata se mi aiutate ! Grazie

  50. Redazione IO Benessere Blog says:

    Ciao Giorgia, il jogging certamente rassoda e aiuta a dimagrire, ovviamente la muscolatura di gambe, cosce e glutei risulta più definita, soda e tonica con un allenamento costante con la corsa. Se comunque vuoi ottenere una muscolatura più lunga e affusolata, preferisci nuoto o corsi di acquagym alla corsa. In acqua infatti le sollecitazioni muscolari sono minori rispetto alla corsa su strada.
    I migliori corsi di acquagym per rassodare e snellire le gambe sono Acquabike, Acqua Step e Acqua Running. Trovi maggiori informazioni in questi articoli (Clicca Qui):

    CORSI ACQUABIKE
    Corsi di Acquabike: l’ hydrospinning per dimagrire e rassodare glutei, gambe, addominali e braccia

    CORSI ACQUASTEP
    L’ Acqua Step: i corsi di Step in piscina per dimagrire e rassodare glutei, gambe, cosce e addominali

    CORSI ACQUARUNNING
    Acquagym – Corsi di Acqua Running: il tapis roulant in acqua per dimagrire e rassodare glutei, gambe e pancia

error:
Benvenuto sul Blog! Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione con cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, accetti il servizio e gli stessi cookie. Migliora la tua esperienza, trova quello che cerchi e... buona navigazione!