Curare acne giovanile, brufoli e infezioni vaginali con i rimedi naturali: melaleuca, propoli e uva ursina

curare-acne-giovanile-brufoli-e-infezioni-vaginali-con-i-rimedi-naturali-melaleuca-propoli-e-uva-ursinaLa Fitoterapia offre rimedi naturali adatti a tutte le età e capaci di risolvere molti problemi dell’ universo femminile. La Fitoterapia e i rimedi naturali sono quindi molto utili per il benessere e per la salute della donna. Sono infatti sempre di più le donne che ricorrono alla fitoterapia per la cura dei piccoli disturbi. Le donne sono mediamente più attente rispetto agli uomini alla salute globale, e in generale preferiscono un approccio “dolce” ai problemi di tutti i giorni. Oggi in farmacia, in erboristeria e nei centri specializzati si possono trovare davvero tanti rimedi naturali “al femminile”. I rimedi naturali della Fitoterapia sono molti: i rimedi ginecologici, quelli per le infezioni delle vie urinarie o per le vulvovaginiti (infezioni vaginali), i principi naturali per tenere sotto controllo l’ acne giovanile e per curare brufoli e punti neri. La Fitoterapia è più che mai a misura di donna e aiuta a risolvere i piccoli disturbi di cui soffrono molte adolescenti. Nell’ adolescenza i problemi più comuni sono infatti l’ acne giovanile e le infezioni delle vie urinarie (infezioni vaginali e vulvovaginite prima delle mestruazioni); di seguito i rimedi naturali per curare brufoli, punti neri e acne e contro le infezioni vaginali comuni nell’ adolescenza.

RIMEDI NATURALI PER CURARE ACNE GIOVANILE, BRUFOLI E PUNTI NERI: melaleuca e propoli

L’ acne giovanile è un fastidioso e antiestetico disturbo che colpisce molti gli adolescenti: dalla pubertà in poi sul viso di molte ragazze fanno capolino gli odiati punti neri e i brufoli. Strizzarli o schiacciarseli non serve a molto, anzi è dannoso perché, oltre a non andare via, i brufoli e i punti neri schiacciati possono dare origine alla formazione di macchie e cicatrici. Per curare brufoli e acne giovanile occorre molta igiene. Il primo stadio della vita di un brufolo è infatti il punto nero, o comedone.
I rimedi che la natura mette a disposizione per curare acne giovanile, brufoli e punti neri sono due: la melaleuca che con le sue proprietà antinfiammatorie e antimicrobiche riduce l’ irritazione della cute ed evita che il brufolo si infetti, e la propoli (Propolis) che, oltre a lenire le infiammazioni e a svolgere attività antibatterica, è anche un valido antiossidante. La propoli per la cura dell’ acne e dei punti neri si usa come estratto secco titolato in galangina 8% e sotto forma di soluzione idroalcolica.

RIMEDI NATURALI E FITOTERAPIA PER LE INFEZIONI DELLE VIE URINARIE: melaleuca per la vulvovaginite e uva ursina per le infezioni delle vie urinarie e per le infezioni vaginali

Uno dei problemi ginecologici più diffuso tra le bambine e le adolescenti è la vulvovaginite che si presenta con sintomi come secrezioni vaginali, arrossamento e prurito. La vulvovaginite è causata dal fatto che prima del menarca (cioè la prima mestruazione) il livello degli estrogeni nel sangue è piuttosto basso: ciò rende l’ epitelio vaginale molto sottile e quindi più facilmente aggredibile dai batteri. Inoltre le piccole e grandi labbra non sono ancora ben sviluppate, il pH vaginale è più elevato di quello delle donne adulte e le secrezioni vaginali non sono ancora adeguate. Non a caso, con l’ inizio dell’ adolescenza, il problema il più delle volte scompare da solo.
Tra i rimedi naturali più efficaci per risolvere il disturbo della vulvovaginite c’è la melaleuca (Melaleuca officinalis). I suoi oli essenziali, usati in concentrazione al 3% sotto forma di pomate, sono attivi come inibitori della crescita di batteri e funghi comunemente implicati nelle vulvovaginiti. La pianta della melaleuca, una mirtacea che cresce in Australia, è usata da secoli nella medicina tradizionale come antisettico e disinfettante nel trattamento di ferite e ustioni. Inoltre, l’ olio di melaleuca è attivo anche contro alcuni virus, in particolare Adenovirus e Herpes simplex, i responsabili di quelle piccole lesioni arrossate e dolorose agli angoli delle labbra e alla base del naso che a volte insorgono durante l’ influenza o il raffreddore.
Meno frequenti, ma comunque da non trascurare, sono le infezioni delle vie urinarie in età pediatrica. Sono causate spesso da una scarsa igiene intima che provoca il passaggio di batteri, per lo più Escherichia coli, dall’ ano alla vagina e da qui all’ uretra. Per il trattamento delle forme acute, nella bambina di età superiore a 12 anni, è indicata l’ uva ursina (Arctostaphylos uva ursi). Dalle foglie di questa pianta, tipica delle zone montagnose dell’ emisfero nord, dove preferisce posizioni parzialmente in ombra, si ricava l’ estratto secco nebulizzato. Contiene una sostanza, l’ idrochinone, dotato di spiccata azione antibatterica, che però richiede, per manifestarsi appieno, un pH alcalino delle urine e una concentrazione sufficiente di principio attivo. Il miglior alcalinizzante urinario da usare assieme all’ uva ursina è il bicarbonato di sodio.

leggi anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error:
Benvenuto sul Blog! Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione con cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, accetti il servizio e gli stessi cookie. Migliora la tua esperienza, trova quello che cerchi e... buona navigazione!