Mangiare piano e masticare bene aiuta la digestione ed aiuta a restare magri: aumenta il senso di sazietà

Quando il punto debole è la cattiva digestione (lenta e con bru­ciore di stomaco), si ricorre spesso ai farmaci antiacidi. In realtà però, la cattiva digestione e i disturbi digestivi molto spesso sono dovuti ad una cattiva masticazione dei cibi: chi mangia troppo in fretta spesso fa più fatica a digerire. Al contrario, la masticazione lenta aiuta ad assimilare meglio gli alimenti. Non solo: anche le gengive infiam­mate (problemi di gengivite) sono una conseguenza della fretta nel mangiare i cibi. In questo caso è bene usare un collutorio anti­batterico per la salute di denti e gengive e cercare di mangiare più lentamente per assimilare meglio i cibi. In questo modo i problemi di pesantezza e acidità di stomaco scompaiono.
I pasti superveloci rischiano infatti di compromettere la digestione. È all’ interno della bocca, per opera dei den­ti e della masticazione, che avviene la prima fase digestiva. Se questo passaggio è insufficiente perché si mastica male, in fret­ta o solo da una parte (a causa di problemi ai denti), si può favorire la gastrite (l’ infiammazione della mucosa dello stomaco), segnalata da acidità di stomaco e da un frequente senso di pesantezza dopo i pasti. Inoltre, mangiando velocemente, si im­pedisce un ottimale assorbimento delle so­stanze nutrienti contenute nei cibi. Gustare lentamente le pietanze fa invece bene anche alle gengive: la masticazione lenta favorisce la secrezione di una maggior quantità di saliva che, ricca di sostanze enzimatiche, esercita un effetto detergente sui denti e sulle gengive.


Al contrario, le bevande zuccherate (come quelle a base di cola) e i succhi di frutta industriali hanno un’ azione acidificante che può intaccare, alla lunga, lo smalto dentale. Quando ci si siede a tavola, quindi, bisogna fare attenzione a come si mastica: se si tende a mangiare in fretta, è meglio rallen­tare e masticare bene. All’ inizio non è facile “cambiare mar­cia”, ma poi diventa naturale. I muscoli, infatti, tendono a memorizzare i movimenti che hanno sempre fatto, anche se sono scorretti: spetta a noi imprimere loro nuovi comandi.

Masticare lentamente aiuta anche a restare magri: assaporare con calma gli alimenti fa mangiare meno perché sazia più a lungo.


leggi anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error:
Benvenuto sul Blog! Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione con cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, accetti il servizio e gli stessi cookie. Migliora la tua esperienza, trova quello che cerchi e... buona navigazione!