Reflusso gastrico e dieta: proteine a cena, pasta e carboidrati a pranzo

Chi soffre di reflusso gastrico può mangiare la pasta, ma non alla sera a cena. È uno degli errori più frequenti fatti da chi soffre di acidità di stomaco, perché (a torto) molti ritengono che i carboidrati (quindi non solo la pasta, ma anche il riso, il pane e i dolci) siano più digeribili.

Il problema è che pasta e carboidrati si digeriscono effettivamente in fretta, ma principalmente nella prima parte dell’ apparato digerente. Questo significa che lo stomaco viene subito coinvolto nella parte più importante e cospicua della digestione di questi cibi e, purtroppo, in chi soffre di reflusso gastrico ciò comporta spesso una maggiore produzione di acido cloridrico, con conseguente acidità di stomaco.


Quindi, a cena è bene puntare sulle proteine, soprattutto carne bianca di pollo, tacchino o coniglio (la carne rossa di manzo è più “pesante” da digerire) e pesce. I carboidrati, anche per la loro capacità di dare energia, vanno invece mangiati a colazione (chi non ha acidità al risveglio può mangiare dei cereali nel latte o nello yogurt) e a pranzo ma, in questo caso, i carboidrati vanno abbinati alle proteine. Provando questo approccio dietetico, si digerisce bene e senza bruciori.

Ecco un’ utile dieta da seguire anche per dimagrire:
Dieta con le fibre da 1200-1500 calorie

E’ sempre bene effettuare una visita di controllo presso il gastroenterologo.


leggi anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error:
Benvenuto sul Blog! Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione con cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, accetti il servizio e gli stessi cookie. Migliora la tua esperienza, trova quello che cerchi e... buona navigazione!