Alitosi: rimedi naturali per alito cattivo. Come avere un alito sempre fresco

alitosi_cronica_cause_rimedi
L’ alitosi, volgarmente detta “alito cattivo”, è un disturbo che provoca un forte imbarazzo in chi ne è colpito, soprattutto in presenza di altre persone. Lo stress e una scarsa salivazione possono aggravare il problema.
Ma quali sono le cause più comuni dell’alito cattivo e quali sono i rimedi naturali?
Scopriamolo insieme.

Alitosi e scarsa igiene orale

La causa più comune dell’alito cattivo è la scarsa igiene orale. L’alitosi cronica dipende dagli alti livelli di composti volatili dello zolfo, causati dai batteri anaerobi che si accumulano sul retro della lingua, come conseguenza di una scarsa igiene orale.
L’alito cattivo ha quindi origine dalla lingua e viene espulso in avanti e fuori quando parli. I batteri che producono zolfo si nascondono proprio sotto la superficie della lingua, ecco perché pulire la lingua è fondamentale per avere un alito sempre fresco.

Quando l’alito cattivo ha origine direttamente in bocca, anche per accumulo di residui di cibo che (nel corso del tempo) si trasformano in placca e tartaro, una regolare igiene orale e una periodica pulizia dentale risolvono il problema.
Il rimedio naturale per avere un alito sempre fresco è pulire con regolarità i denti e fare l’igiene dentale 1-2 volte l’anno.

E’ quindi utile intensificare e migliorare la corretta igiene orale quotidiana. Oltre alla normale pulizia dei denti con spazzolino e dentifricio (almeno 2-3 volte al giorno), è bene usare il pulisci-lingua: lo trovi in vendita in farmacia. Dopo aver spazzolato bene i denti, pulisci quindi anche la lingua, in particolare nella parte più vicino alla gola.
Usa poi lo scovolino o il filo interdentale almeno 1 volta al giorno per rimuovere i depositi di cibo fra i denti.

I dentifrici ed i collutori specifici per combattere l’alitosi contengono principi attivi antibatterici, come: fluoro (che aiuta a combattere la formazione di tartaro e placca), zinco, eteri aromatici, oli essenziali.

Tra i rimedi naturali per l’alitosi, puoi acquistare l’olio essenziale di tea tree da versare (in poche gocce) sul dentifricio.
Dopo aver lavato i denti, usa il collutorio almeno 2 volte al giorno (mattina e sera), sciacquando per almeno 30 secondi prima di sputare.

Ti ricordiamo, inoltre, che i disturbi orali non curati peggiorano l’alitosi:

  • ricostruzioni dentali imperfette;
  • ascessi e dentiere poco pulite;
  • carie e infiammazioni gengivali come la parodontite.

Lo specialista di riferimento per questi problemi è il dentista (odontoiatra).

Alitosi e alimentazione

L’alito cattivo può essere causato anche da quello che mangi o bevi.
Considerando la correlazione tra alitosi e alimentazione, ecco i cibi che possono provocare un alito sgradevole:

  • aglio e cipolla;
  • latticini (come latte, formaggio, yogurt);
  • carne;
  • cibi fritti o speziati;
  • zucchero (perchè fa aumentare la proliferazione batterica);
  • caffè (a causa del suo pH acido);
  • alcol.

Quando l’alitosi è causata dal consumo di specifici alimenti, il disturbo è temporaneo. Cambia la tua dieta quotidiana per risolvere il problema dell’alitosi:

  1. segui un’alimentazione sana e bilanciata;
  2. evita alimenti fritti, speziati o condimenti pesanti (come aglio e cipolla);
  3. riduci il consumo di alimenti e bevande zuccherate, che favoriscono la proliferazione batterica in bocca;
  4. riduci o interrompi il consumo di alcolici;
  5. riduci il consumo di caffè;
  6. bevi molta acqua per idratare il cavo orale e per combattere i batteri che si annidano all’interno della bocca;
  7. mastica gomme alla menta senza zucchero per favorire la produzione di saliva e per eliminare l’alito cattivo.

Una causa particolare di alito cattivo è seguire una dieta povera di carboidrati. Le diete proteiche, infatti, inducono uno stato di chetosi o acetonemia: alterato metabolismo degli acidi grassi.
La chetosi fisiologica o alimentare si manifesta col digiuno prolungato e durante una privazione di carboidrati alimentari a lungo termine. Il digiuno e abitudini alimentari scorrette causano un alito sgradevole.
Anche in questo caso, il rimedio naturale per l’alitosi è correggere la dieta quotidiana: evita il digiuno, mangia più frutta e verdura ogni giorno e diminuisci il consumo di carne.

Alitosi e cattiva digestione

L’alito cattivo può essere causato da una cattiva digestione. La patina bianca che si forma sulla parte superiore della lingua è spesso dovuta ad una cattiva digestione.
Puoi applicare due utili rimedi naturali per migliorare e favorire la digestione dopo il pasto:

  1. mastica il cibo lentamente;
  2. bevi un bicchiere di acqua con aceto di mele e una piccola dose di miele a fine pasto.

Alitosi e fumo di sigaretta

Il fumo causa alito cattivo e numerosi altri problemi in bocca. Il fumo comporta un aumento della secrezione acida nell’apparato digerente, macchia i denti e irrita le gengive. Fumare può quindi provocare malattie delle gengive che, a loro volta, possono causare alitosi.
L’unico rimedio naturale è smettere di fumare!

Rimedi naturali per avere l’alito sempre fresco

Ci sono, infine, diversi rimedi naturali per l’alitosi. Sono efficaci i chiodi di garofano, da masticare all’occorrenza e da impiegare in un infuso che puoi usare come collutorio.

Tra i collutori fai da te, puoi ad esempio preparare quello al prezzemolo e chiodi di garofano: porta a ebollizione due tazze d’acqua con alcuni rametti di prezzemolo fresco e aggiungi due o tre chiodi di garofano interi. Questo decotto va fatto cuocere per 10 minuti, va poi filtrato e lasciato raffreddare per poter essere impiegato come collutorio. E’ molto utile per avere un alito fresco.

Anche il sedano, ricco di acqua, fa molto bene per l’alitosi: masticalo durante la giornata oppure consumalo come spuntino.


leggi anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error:
Benvenuto sul Blog! Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione con cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, accetti il servizio e gli stessi cookie. Migliora la tua esperienza, trova quello che cerchi e... buona navigazione!