Crisi economica e disoccupazione: perdere il lavoro mette a rischio la salute con depressione e stati d’ ansia

crisi-economica-e-disoccupazione-perdere-il-lavoro-mette-a-rischio-la-salute-con-depressione-e-stati-d-ansiaL’ attuale crisi economica, il precariato, l’ aumento della disoccupazione e la perdita del lavoro non mettono a rischio solo la condizione economica della persona, ma anche la salute e il benessere.

LA RICERCA STATUNITENSE SUI RISCHI PER LA SALUTE DOVUTI ALLA PERDITA DEL LAVORO

Uno studio condotto da ricercatori statunitensi della University at Albany di New York ribadisce con dati alla mano che perdere il proprio lavoro a causa di un licenziamento o della chiusura dell’ azienda comporta un maggior rischio d’ incidenza di svariati disturbi come: ipertensione, diabete, malattie cardiovascolari e disturbi di natura psicologica.
La ricerca statunitense è stata condotta su un campione di 8125 impiegati statunitensi effettuata da Kate Strully e dai suoi colleghi del Dipartimento di Sociologia della University at Albany e pubblicata sulla rivista Demography.
Dall’ analisi dei dati è emerso che rispetto agli impiegati che mantengono ben saldo il proprio posto di lavoro, coloro che perdono il lavoro a causa della chiusura della propria azienda hanno una probabilità maggiore dell’ 83% di veder peggiorata la propria condizione di salute. La probabilità aumenta invece del 43% nel caso di licenziamento imposto dal datore di lavoro.
Avere un lavoro rappresenta una condizione essenziale per il mantenimento del benessere fisico e psicologico. Perdere il lavoro comporta infatti, oltre al danno finanziario ed economico, la privazione di un proprio status sociale che contribuisce al mantenimento di una buona salute psicofisica.

GIOVANI: UNA FASCIA A RISCHIO DEPRESSIONE E STATI D’ ANSIA PER LA PERDITA DEL LAVORO E PER IL PRECARIATO

In un articolo apparso sulla rivista British Medical Journal, Danny Dorling della University of Sheffield in Inghilterra, sottolinea come la fascia più a rischio siano i giovani che tendono ad accusare la perdita del lavoro in maniera più accentuata rispetto agli adulti, riportando maggiormente sintomi d’ ansia o disturbi di natura depressiva.
Ed è proprio sui giovani che, secondo Danny Dorling, dovrebbero concentrarsi gli sforzi della società moderna in un periodo di forte crisi economica come quello attuale.


Fonte: Strully KW et al. Job loss and health in the U.S. labor market. Demography 2009; (46).
Dorling D. Unemployment and health. BMJ 2009; 338:b829.


leggi anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error:
Benvenuto sul Blog! Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione con cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, accetti il servizio e gli stessi cookie. Migliora la tua esperienza, trova quello che cerchi e... buona navigazione!