Il nuovo intervento chirurgico per la cura dell’ Epifora: iperlacrimazione degli occhi. Sintomi e Cura Epifora

il-nuovo-intervento-chirurgico-per-la-cura-dell-epifora-iperlacrimazione-degli-occhi-sintomi-e-cura-epiforaAll’ ultimo Convegno Sidso che si è tenuto il 25 e 26 Settembre 2009 ai Magazzini del Cotone nell’ area Porto Antico di Genova, è stata presentata una nuova tecnica per la cura dell’ ostruzione delle vie lacrimali degli occhi (l’ epifora) con un intervento in day hospital, senza dolore e cicatrici.
La Sidso, Società Italiana di Dacriologia e della Superficie Oculare, ha dedicato all’ ostruzione delle vie lacrimali degli occhi una sessione durante il convegno “Approccio customizzato alle disfunzioni lacrimali” che si è svolto a Genova. Il Dottor Francesco Bernardini (chirurgo oculoplastico) è stato il moderatore e relatore del convegno.

L’ OSTRUZIONE DELLE VIE LACRIMALI DEGLI OCCHI E L’ IPERLACRIMAZIONE

L’ ostruzione delle vie lacrimali (che porta ad un’ iperlacrimazione degli occhi) colpisce una persona ogni mille dopo i 50 anni di età. Le vie lacrimali degli occhi ostruite sono un problema sempre più frequente, soprattutto tra le donne.
I nostri occhi producono continuamente delle lacrime, ma normalmente non ce ne accorgiamo perché vanno nel naso, dove vengono assorbite. Può succedere, per cause ancora non note, che ci sia un’ ostruzione del condotto che collega occhi e naso, il dotto naso-lacrimale. Quindi le lacrime ristagnano nell’ occhio, costringendo la persona a portare con sé il fazzoletto per asciugarsi continuamente, anche più di dieci volte al giorno. L’ ostruzione delle vie lacrimali degli occhi (con conseguente iperlacrimazione) è un fastidio che col tempo non migliora. Esistono dei colliri che possono dare un sollievo temporaneo, ma certo non riaprono il canale ostruito e dunque non risolvono il problema. A lungo andare, il ristagno del liquido lacrimale causa molto spesso infezioni croniche e, più raramente, episodi acuti di ascesso del sacco lacrimale.
La cura per l’ ostruzione delle vie lacrimali è esclusivamente chirurgica.

IL NUOVO INTERVENTO CHIRURGICO PER LA CURA DELL’ OSTRUZIONE DELLE VIE LACRIMALI E PER LA SALUTE DEGLI OCCHI

La “vecchia” scuola proponeva un intervento chirurgico che era piuttosto invasivo. L’ intervento per la cura dell’ ostruzione delle vie lacrimali prevedeva infatti un’ operazione di chirurgia generale, con sacche di emotrasfusione perché si perdeva molto sangue, e una percentuale di successo del 50%. Insomma, un intervento senza dubbio doloroso, in cui solo un paziente su due otteneva risultati soddisfacenti, per questo molti medici non lo consigliavano. Fortunatamente ora l’ intervento chirurgico si è modernizzato, diventando mini-invasivo e con una percentuale di successo superiore al 90%. L’ intervento chirurgico per la cura dell’ ostruzione delle vie lacrimali viene oggi eseguito in 20 minuti in regime di day hospital, non si perde sangue, non ci sono dolori e non restano cicatrici.
Il sacco lacrimale viene riaperto nel naso e le lacrime riprendono a scorrere nel naso, risolvendo il disturbo.

Per maggiori informazioni e per prenotare una visita specialistica:
Dottor Francesco Bernardini
Sito Internet: www.oculoplasticabernardini.it

Il Dottor Francesco Bernardini svolge consulenze anche in diversi ospedali di Genova e Torino; svolge inoltre attività didattica come professore a contratto per la chirurgia dell’ orbita e delle palpebre all’ Università di Genova.
Ha partecipato come relatore a un’ ottantina di corsi e congressi internazionali in Italia e in tutto il mondo, ha organizzato tre congressi internazionali in Italia e ha all’ attivo una ventina di pubblicazione su riviste internazionali. Il Dottor Francesco Bernardini è reviewer (revisore) per riviste specialistiche come l’ America Journal of Ophthalmology. Dal 2000 è volontario di Orbis, organizzazione americana per diminuire la cecità nei paesi del Terzo Mondo.
I suoi studi privati si trovano a Genova e a Torino.





3 risposte

  1. Redazione IO Benessere Blog scrive:

    Buongiorno Wally, il tuo problema della lacrimazione degli occhi è puramente di tipo allergico: sei allergica ai pollini e in particolare alle graminacee e composite. Oggi esiste anche il vaccino per l’ allergia al polline; trovi maggiori informazioni qui: Allergia al Polline: allergia a graminacee, betulla, pioppo, parietaria. Sintomi e cura allergia ai pollini (i Test medici)

    Trovi anche altre informazioni utili in questo articoli e nei link riportati all’ interno dell’ articolo stesso: Sintomi e cura allergia ai pollini: graminacee, betulla, parietaria. Test medici e vaccini per l’ allergia al polline

  2. wally scrive:

    soffro da circa 7 mesi di una forte lacrimazione a tutti e 2 gli occhi. sono stata dall’ oculista e poi dall’ ottorino e da un allergologo il quale mi ha prescritto una cura perchè sono stata trovata allergica alle graminacee e composite. spray nasale, lavaggi nasali, una pasiglia alla sera e un collirio, ma non mi passa niente. qualcuno mi dica cosa devo fare, sono disperata… grazie.

  3. Renato Bisi scrive:

    Ho 63 anni e da tempo soffro di lacrimazione ad un occhio, disturbo che mi costringe a usare costantemente fazzoletti. Non ho arrossamenti nè dolore ma il fastidio è insopportabile. Essendo a Roma volevo sapere se qualcuno può indirizzarmi da uno specialista di livello nella mia città, essendo per me impossibile recarmi a Genova o Torino per ora. Grazie a chi saprà darmi informazioni.

Website is Protected by WordPress Protection from eDarpan.com.

Benvenuto sul Blog! Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione con cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, accetti il servizio e gli stessi cookie. Migliora la tua esperienza, trova quello che cerchi e... buona navigazione!